RAI STORIA: RISIERA DI SAN SABBA 1945-1995 La memoria dell’offesa

In origine era un
opificio destinato alla pilatura del riso. Dal 20
ottobre 1943 la
risiera di San Sabba diventa un vero e proprio campo di sterminio,
l’unico in Italia. Un luogo di sofferenza ricostruito nella
rappresentazione teatrale, diretta da Renato Sarti, dal titolo “Risiera
di San Sabba 1945 – 1995, la memoria dell’offesa”, in onda giovedì 14
aprile alle 23.30 su Rai Storia.

Per le uccisioni le SS utilizzavano la fucilazione, la gassazione in
automezzi appositamente attrezzati oppure ricorrevano al colpo di mazza
alla nuca. Non meno di cinquemila persone hanno trovato la morte in
questo luogo.

L’esperienza del campo di concentramento rivive attraverso lettere,
diari e testimonianze di sopravvissuti e non. A interpretare le
testimonianze: Giorgio Strehler, Moni Ovadia, Paolo Rossi, Omero
Antonutti, Orazio Bobbio, Marisa Fabbri, Fulvio Falzarano, Lidia
Koslovich, Lucka Pockai, Ariella Reggio, Mira Sardoc, Bebo Storti,
Barbara Valmorin.

0 Condivisioni