BODRUM – denominata da Omero “paradiso dell’eterno azzurro”

La penisola di Bodrum nota in tutto il mondo per il suo clima, il suo mare, le sue bellezze naturali, le sue splendide baie, la sua storia, la sua vita notturna con l’animazione che dura fino al mattino … è un angolo di paradiso che potrà soddisfare ogni vostra aspettativa con i suoi alberghi altamente qualificati per ogni esigenza dei suoi ospiti. La zona, che destò ammirazione sin da epoche antiche, ospita tracce di culture e civiltà del suo passato quali quelle dei Carii, Lelegi, Persiani, Dori, Elleni, Romani, Bizantini e Ottomani.

Bodrum denominata da Omero “paradiso dell’eterno azzurro”, venne fondata su Alicarnasso, punto di incontro delle Civiltà della Grecia e dell’ Anatolia. I reperti archeologici, appartenenti a diverse civiltà, ritrovati in quella zona denominata nella mitologia la patria degli Dei, dimostrano che questo luogo ha un passato di 5000 anni. Alicarnasso, che nell’antichità era la colonia più importante della Caria, ha dato i natali a molti personaggi importanti tra cui Erodoto, considerato il padre della storia e Artemisia I, la prima donna ammiraglio della storia.

Alicarnasso, che nel VI secolo a.C. fu sotto la dominazione della Lidia e poi della Persia, visse il suo periodo aureo quando nel 353 a.C. divenne capitale della Caria. Il re Mausolo, durante il suo regno di 24 anni, iniziò la costruzione del suo spettacolare monumento Mausoleion, che fu completato dopo la sua morte da Artemisia II, sua moglie-sorella. Di questo monumento, considerato una delle Sette Meraviglie del Mondo, oggi si possono vedere solo le fondamenta.

La Caria, che in seguito al regno di Alessandro Magno, passò sotto il dominio dei Seleuci e poi nel 190 a.C. dei Romani, in seguito alla divisione dell’Impero Romano nel 395, passò a Bisanzio. Nel 324, quando il Cristianesimo divenne religione ufficiale, Alicarnasso venne elevata a Episcopato legato alla Metropolitana Afrodisias. Nel 1071 venne conquistata dai Selgiuchidi, ma in seguito al disgregamento dell’Unione Anatolica nel 1402, venne ceduta ai Cavalieri di San Giovanni. Nel 1523, con la conquista di Rodi del Sultano Solimano il Magnifico, Bodrum entrò a far parte dell’Impero Ottomano. Alla fine della prima Guerra Mondiale venne occupata dagli Italiani per poi tornare nel 1921 in mano turca.

I luoghi da vedere

La zona, con una popolazione di 60.000 persone, con l’affluenza turistica estiva arriva ad ospitare circa 700.000 persone. Bodrum, che nei mesi estivi è attraente sia per il suo centro che per le sue spiagge come quelle di Turgutreis, Gümüşlük, Yalıkavak, Gündoğan, Göltürkbükü, Torba, Yalıçiftlik, Gümbet, Bitez e Ortakent, ammalia i visitatori con le sue tipiche case bianche dalle finestre azzurre e la sua magnifica natura. Potrete iniziare la vostra visita al centro di Bodrum dal famoso Castello di Bodrum, che ne è il simbolo.

Tale castello denominato anche Castello di San Giovanni, è costruito su una penisola rocciosa circondata per tre lati dal mare, situato fra due porti. I Cavalieri di San Giovanni iniziarono la sua costruzione nel 1406 con il permesso di Mehmet Çelebi. Per i lavori di ampliamento del Castello, effettuati nel tempo, vennero usate le pietre del famoso Mausoleion crollato in seguito ad un terremoto. L’edificio, usato per un periodo come carcere, con l’annessione di un hamam alla fine del XIX secolo, acquisì le caratteristiche di struttura ottomana. Oggi è il Museo di Architettura Subacquea, il primo museo del genere in Turchia, visitato da migliaia di turisti all’anno. Nel Museo, che nel 1995 ha ricevuto il premio di “Elogio Speciale” durante il Concorso Europeo del Museo dell’anno, consigliamo di vedere in particolare i ritrovamenti dell’Era Neolitica, dell’Età del Bronzo, di Uluburun, di oggetti di vetro ed anche la tomba e gli oggetti personali di Ada principessa della Caria. La visita che farete qui vi darà la possibilità di visionare le tracce di vite passate nel Castello di Bodrum, costruito con le pietre del Musoleion.

Un altro importante luogo da visitare a Bodrum per gli amanti di storia, senza dubbio sono i resti del Mausoleion, sontuoso monumento funebre che nell’epoca antica era considerato una delle Sette Meraviglie del mondo. Il Mausoleion, che potrete raggiungere salendo verso la Moschea di Tepecik dal porto degli yacht, in origine aveva una camera sepolcrale circondata da 36 colonne, sormontata da una piramide a 24 gradini in cima alla quale era collocato un carro con le statue di marmo del re Mausolo e di Artemisia.

Un altro edificio importante giunto ai nostri giorni è il Teatro risalente al periodo di Mausolo. Questo, restaurato, oltre ad essere uno dei più antichi teatri dell’Anatolia con la capacità di 13.000 persone, è interessante per le file dei gradini con incisi i nomi. Un altro museo che consigliamo ai visitatori è la Casa-Museo di Zeki Müren, il più popolare artista di musica turca del passato. Nella casa, trasformata in museo nel 2000 con il contributo del Ministero di Cultura e Turismo, sono esposti i suoi oggetti personali, i costumi di scena, le fotografie e le lettere degli ammiratori.

La passeggiata a Bodrum

A Bodrum potete trovare tutto ciò che volete; è tranquilla quanto una qualunque cittadina di mare con i suoi pescatori di spugne, i suoi abili capitani, i suoi pescatori, le sue case tinteggiate di bianco e i suoi gerani che pendono dalle finestre. Qui potrete godervi di mattina il mare e il sole, ascoltando la voce del mare in una baia tranquilla e silenziosa, altrimenti potete recarvi una spiaggia frequentata per ricrearvi lo spirito con musica e l’animazione. Un’altra possibilità sono i tour con i barconi. Con questi, che partono dal centro di Bodrum, potrete godervi il mare nelle baie che aspettano di essere conquistate.

Di sera per cena, oltre alle semplici trattorie di pescatori dove potrete assaggiare i frutti di mare come il polipo, il calamaro, la cernia, le cozze ripiene ed il fiore di zucca ripieno con il ‘’börülce’’ (una specie di fagiolino), vi sono anche ristoranti dove potrete assaggiare i dolci locali e i piatti della cucina turca e mondiale. Nella notte che avanza, i rock-bar, i locali dove si ascolta e si balla la musica fasil, i club di musica tradizionale e straniera sono alcune delle alternative che Bodrum vi offre per divertirvi. Le vie Barlar Sokağı, Cumhuriyet Caddesi, Neyzen Tevfik Caddesi, Azmakbaşı, oltre ad essere i luoghi più movimentati del centro, sono anche adatti per lo shopping. Se uscendo dal mercato di Bodrum proseguite, passerete per la via dei bar e sul lungo mare accanto alle trattorie e raggiungerete alla fine della strada il famoso Halikarnas Disko. Mentre, se camminate dalla piazza lungo il viale Neyzen Tevfik, avrete alla vostra sinistra una marina, al centro della città, con lo stupendo panorama della Milta Bodrum Marina, (scelta fra le dieci migliori marine d’Europa), e sulla vostra destra altri negozi, ristoranti e club che vi consigliamo per fare shopping, per mangiare e per divertirvi.

I dintorni di Bodrum

Gümbet, la prima baia che si incontra a cinque minuti di dolmuş, che partono dal centro, è una delle baie più movimentate, dove hotel, bar e ristoranti sono concentrati e dove l’animazione che inizia al tramonto continua fino al mattino. In estate è molto facile raggiungere Gümbet grazie ai dolmuş che si trovano sino a tarda ora.

Bitez, la baia seguente, con la sua lunga spiaggia a forma di mezzaluna, il suo mare poco profondo, i suoi alberghi al livello del mare e i suoi ristoranti allineati sulla riva, è una delle baie preferite dai turisti locali e stranieri. Andando verso l’interno, le case di pietra situate nei giardini di mandarini che incontrerete, sono solo alcune delle ricchezze del luogo.

Ortakent, subito dopo, distante 12 km dal centro di Bodrum, è molto favorevole per la sua ventilazione al surf. Inoltre questa baia, con diverse possibilità di alloggio, è molto adatta a sport acquatici grazie al suo mare.

Superato il colle accanto alla baia di Bağla, che dista 14 km dal centro, è possibile vedere il Castello Veneziano di Aspat in parte crollato. L’antica città di Termera venne fondata qui al tempo del re Mausolo e la baia per lungo tempo divenne luogo di riparo dei corsari. Il simposio di pittura-scultura organizzato nei mesi estivi ad Aspat è uno degli eventi artistici di punta, che vi farà incontrare opere di arte contemporanea.

Karaincir (Fico Nero), una volta nota per l’abbondanza dei suoi fichi, è una baia tranquilla con la sua posizione chiusa alla tramontana e una spiaggia di 500 m. Provare le trattorie dei pescatori allineate dietro la spiaggia, potrebbe essere una scelta diversa dal solito.

La baia di Akyarlar (Kefaluka), a 22 km dal centro di Bodrum, è la punta più meridionale della penisola e con la distanza di sole 3 miglia è anche il punto più vicino all’isola di Kos. Oggi Akyarlar, importante meta turistica, oltre ad essere, per il suo vento, una baia ideale per i surfisti, è anche adatta ai bambini per il suo mare poco profondo. I reperti di Termera, il villaggio di Kemer, che si trova oltre la spiaggia di Akyarlar, famoso per i suoi ristoranti, il faro di Hüseyin Burnu, costruito dai francesi nel 1931 e gli “hamam di sabbia”, sono le attrazioni da vedere.

Turgutreis è la località più grande della penisola dopo Bodrum. Deve il suo nome al grande navigatore Turgut Reis, noto capitano ottomano, che dimostrò il suo valore conquistando parecchi luoghi nel Mediterraneo. Accanto a centri di vacanze, alberghi e pensioni, che si trovano lungo la sua spiaggia di 2,5 km, con l’inaugurazione nel 2002 della sua marina “D-Marin” provvede al trasporto marittimo per Didim, Datça, Kuşadası, Marmaris, Fethiye e Kos. Essa, oltre alle attività riguardanti gli yacht, fornisce servizi generali di porto, marina, sanità, sicurezza, riunisce in sé il centro commerciale, il supermercato, la banca, la palestra, il centro uffici e i caffè e presenta un ambiente gradevole sia per i proprietari di yacht che per i visitatori. Accanto alla marina, vi è il parco Şevket Sabancı che ha un’area di 5000 mq, ideale per praticare sport, fare passeggiate e organizzare manifestazioni.

Kadıkalesi, 4 km a nord di Turgutreis, ha una storia che risale ad epoche antiche. Il nome della località che era una delle città della Lelegia, si dice che l’abbia preso da un giudice che viveva nella fortezza nel periodo Ellenistico.

Gümüşlük, fondata sulla città antica di Mindos, è uno dei luoghi da vedere assolutamente a Bodrum. Il luogo, che ha mantenuto le caratteristiche di un piccolo villaggio, offre ai visitatori una atmosfera piacevole e serena, inoltre, nelle sue trattorie allineate lungo la riva, serve i prodotti del mare cucinati nel migliore dei modi. Oltre la baia si trova l’isola di Tavşan : se vi immergerete qui, potrete vedere i resti di Mindos, città della Lelegia, rimasta sommersa in parte. Gümüşlük, col suo mare da bandiera blu, oggi è considerata una zona protetta. Si sa che la zona, con un passato ricco e antico quanto quello di Bodrum, sia stata fondata 5000 anni fa dai Lelegi, e che Antonio e Cleopatra, veleggiando verso Roma, abbiano fatto una sosta proprio qui. Gümüşlük è una penisola speciale per la sua storia, per la sua natura e anche per i suoi pescatori. A Gümüşlük, fornita di pensioni per i visitatori, lungo la strada che scende verso la spiaggia, potrete vedere i negozi allineati che vendono ricami e tessuti tipici della zona, monili caratteristici, oggetti ornamentali e da regalo, e potrete fare shopping nel suo mercato che si tiene tutti i mercoledì. Inoltre, tornando a Bodrum, da questo villaggio antico colmo di serenità, potrete ammirare i mulini a vento della zona, che sono tuttora in attività.

Yalıkavak, a 18 km dal centro, è famosa per i suoi mulini a vento, il suo mercato e le sue trattorie di pesce. La prima cosa che vi colpirà avvicinandovi è il panorama eccezionale che si vede dall’alto. La penisola, che ha un’atmosfera incantevole con la sua striscia di costa lavorata come un merletto e le sue splendide baie, è interessante per le sue bellezze naturali e per la sue sviluppate capacità turistiche. Yalıkavak, con le sue numerose spiagge e alberghetti, dispone in una baia naturale della Port Bodrum Yalıkavak Marina che rappresenta un punto di incontro sociale con

mostre, festival e cinema, oltre a negozi di qualità. Il mercato di Yalıkavak, aperto da 43 anni e che attira sia i turisti locali che stranieri, è uno dei luoghi dove dovete assolutamente andare. Nel mercato, che occupa uno spazio di 12.000 mq, ogni giovedì potete trovare frutta e verdura della zona, prodotti di pizzicheria, spezie, dolci, frutta secca e varie erbe specifiche della zona, sfoglie, fagottini, stoffe colorate, pellame, monili d’argento, brocche, pentole di coccio e, oltre a questo, prodotti tessili per la casa come tende, tovaglie e copriletti. Il mercato, che accoglie circa 1200 artigiani provenienti dai dintorni, riscuote un grande interesse anche dei turisti provenienti dalle Isole Greche.

Gündoğan, col vecchio nome di Farilya (in greco significa “il sorgere del sole”), è situato sulle pendici di un colle roccioso, sulla strada tra Yalıkavak e Göltürkbükü. La località, famosa per i suoi centri residenziali d’élite, alberghi e villaggi vacanza, possiede una delle spiagge più lunghe della Penisola di Bodrum. I monasteri sulle rocce, le chiese, e le moschee sono la dimostrazione della ricca storia della zona. Gündoğan favorisce il surf, la pesca subacquea, la pesca di spugne, le immersioni e la fotografia subacquea. Un’esperienza diversa potrebbe essere quella di partecipare ai tour in barca che partono da qui per andare all’Isola Apostol, a quindici minuti di distanza. Ravviveranno la vostra gita sull’isola il verde presente, le particolari rocce che la circondano, il colle, a cui si giunge con una camminata di mezz’ora, con la chiesa bizantina rimasta in gran parte in piedi con i suoi affreschi, la sua cisterna e i ruderi usati dai frati. Coloro che vogliono passare la serata qui, potranno soffermarsi nelle taverne dei pescatori sulla spiaggia. Le scoperte effettuate nella grotta di Peynir Çiçeği, con reperti del più antico stanziamento della zona e con e sue interessanti stalattiti e stalagmiti, dimostrano che la storia della penisola risale a 5000 anni.

Göltürkbükü, nota come la Saint Tropez della Turchia, è divenuta il luogo più popolare dove vengono non solo i personaggi ricchi e famosi ma anche i turisti stranieri con i loro yacht. Questo è il luogo delle ville appariscenti, degli yacht di lusso, degli hotel e dei ristoranti selezionati e dei famosissimi locali notturni. Si può raggiungere Göltürkbükü, che sı trova a 45 km dall’aeroporto, 14 km da Bodrum, andando nella dırezıone Bodrum-Torba-Gölköy.

La baia di Torba, distante 6 km dal centro, è una baia tranquilla e piacevole, in una rientranza come una sacca, esattamente come il suo nome (torba significa sacca). La posizione della baia la protegge dal vento e di conseguenza è priva di onde. Passeggiando per Torba, potrete vedere villaggi di vacanze ed alberghi, uno più piacevole dell’altro, e anche le tipiche case di pietra di Bodrum. Con le barche che partono da Torba verso Güllük e Didim, potrete vedere il famoso Tempio di Apollo che si trova a Didim.

È possibile approdare con la barca da Güllük a Tuzla, che è un grazioso villaggio di pescatori, con gli antichi resti di un patrimonio di civiltà millenaria. Bargylia, che si trova vicino, è interessante per le sue colonne antiche, le sue mura, l’altare con rilievi, i resti del Teatro e della stoa, eredità delle Civiltà Ellenistica e Romana, le mura cittadine e il cimitero dell’Era Primaria. Mentre subito accanto a Bargylia si trova Boğaziçi Köyü che è un vero villaggio di pescatori.

A Güvercinlik potete entrare in un mare calmo come un lago e partecipare a gite giornaliere in barca. Se da Bodrum andate nella direzione opposta alla penisola, raggiungerete, passando in mezzo a boschi di abeti, Yalıçiftlik con la sua lunga spiaggia e da qui, 4 km più avanti, Çiftlikköy, che è un tipico villaggio egeo. Mentre di fronte alla baia Kargıcık Bükü di Yalıçiftlik, si trova l’İsola dı Orak, scalo di tutte le barche che fanno il tour di Gökova. Se volete tuffarvi nel

limpido mare di Gökova, stendervi all’ombra di alberi di mandarini e ulivi e accumulare energia, dovete andare a Mazı e sulla spiaggia di Inceyalı godere del sole e del mare, insieme ai freschissimi frutti del mare. Dato che gli abitanti del luogo si occupano di tessitura di tappeti, per gli amanti dei tappeti potrebbe essere divertente osservare il procedimento della tessitura. Se scendete dal villaggio Aşağı Mazı, potrete raggiungere la spiaggia di Hurma. Nel fondo delle baie di Ilgın, Sedef e Kargalı, situate a sinistra della spiaggia di Hurma, c’è una fonte di acqua fredda e dolce. In quest’area, considerata protetta, ci sono dei sentieri adatti al cammino. La spiaggia di Çökertme, situata vicino a Mazi, è una delle soste obbligate dei tour di caicchi. Potrete mangiare nei ristoranti lungo la spiaggia, che offrono servizi agli yacht e al ritorno potrete comprare i famosi tappeti di Milas.

Voltando a destra sulla strada Milas – Bodrum, dopo 8 km, giungerete a Güllük. A Güllük, che è anche una cıttadina portuale, potrete trovare sulla spiaggia dei caffè, dei ristoranti e dei pescatori stabilitisi intorno al Golfo di Mandalya ed alla baia di Asin. A 6 km da qui, si possono visitare i resti di Margylia, città della Caria. Güllük è il centro dove si realizzano le golette, tipiche imbarcazioni della zona. Potrete raggiungere il villaggio di Kıyıkışlacık con motoscafi-dolmus da Güllük o via terra, 18 km dopo aver lasciato la strada di Milas.

L’antica città di Iassos (la città della Terra Madre), che si trova accanto al villaggio, venne fondata nel V secolo a.C. dai coloni di Argo. L’Agora, l’Odeon, il Tempio di Artemide, la cui statua si credeva non si bagnasse con la pioggia, il Tempio di Zeus Megistos, il Teatro con i nomi degli attori e musicisti scritti sul muro, la Fortezza risalente all’Epoca Cristiana, i mosaici millenari portati alla luce, le statue, i capitelli lavorati, stupende incisioni di figure e simboli su marmi e pietre, sono solo alcuni esempi del sito archeologico di Iassos. Volendo soggiornare qui, potrete trovare delle pensioni.

Sulla strada Milas – Bodrum, 20 km dopo Milas, dopo la deviazione per il villaggio di Gökçeler, giungerete a Uyku Vadisi (Değirmendere Kanyonu). Uyku Vadisi e la grotta “İncirli Mağara” (Gökçeler Mağarası) sono tappe obbligate dei tour giornalieri. La grotta lunga 335 m è area protetta. L’isola di Karaada, 4 miglia di fronte a Bodrum, è un luogo di passaggio dei tour giornalieri o di quelli con sosta notturna. L’acqua e il fango, provenienti da questa grotta, nella parte rivolta a Bodrum, si dice siano curativi per certi disturbi e che, addirittura, la bellezza di Cleopatra fosse dovuta a questo fango. Potrete scattare una fotografia durante il bagno di fango che vi farete. In seguito potrete immergervi nell’acqua termale della grotta e rinfrescarvi abbandonandovi nel meraviglioso mare.

Crociera blu

Al posto delle vecchie golette, potreste affittare le imbarcazioni, realizzate attualmente a Bodrum, con capitano ed equipaggio o volendo anche senza capitano. Potreste godervi questa crociera blu nelle baie dove le pinete scendono fino al mare, mangiando freschissimi pesci, osservando le vicinissime stelle e nuotando nelle limpide acque.

L’itinerario classico di questa crociera è : Bodrum, Karaada, Pabuç Burnu, Kargıcık Bükü, Orak Adası, Alakışla Bükü, Çökertme, Ören (Keramos), Akbük, Gökova, Sdir Adası, Karacasöğüt, Değirmen Bükü, Kargılı Koyu, Tuzla Koyu, Yedi Adalar, İngiliz Limanı, Gökçeler Bükü, Küçük Çatı, Büyük Çatı, Körmen Limanı e Knidos.

Mentre i punti dove immergersi a Bodrum sono Büyük Bongo, Küçük Bongo, Kargı Adası, Köçek Adası, Karada-Kaçakçı Koyu, Karada Delikli Mağara, Karada-Aksona Burnu, Yassıkaya Adası, Orakada-Burun.

Divertimenti e Vita Notturna

Bodrum è uno dei centri di animazione più noti del mondo. L’animazione, che inizia all’imbrunire, perdura fino al mattino. I luoghi dove il divertimento è addirittura sinonimo di Bodrum sono: la famosa via Barlar Sokağı con Halikarnas Disko e Küba. Oltre a questi, al porto degli yacht e dintorni, vi sono diversi altri locali. Göltürkbükü è preferita dall’alta società locale e straniera. Mentre Gümbet, a 5 minuti dal centro di Bodrum, è il luogo di divertimento preferito in particolare dagli stranieri, ed è divenuta un’alternativa alla via Barlar Sokağı.

Gastronomia

La cucina di Bodrum possiede una ricca varietà. Accanto a piatti costituiti da ortaggi e verdure coltivate generalmente nei mesi primaverili, ve ne sono molti a base di carne e pesce. I più noti sono: kabak çiçeği dolması, kenker dolması, acı ot kavurması, lokum pilavı, çökertme kebbı, ahtapot pilavı. Nella penisola di Bodrum vi sono numerosissimi ristoranti dove potrete assaggiare piatti locali, piatti della cucina turca e di altri paesi del mondo e sopratutto piatti realizzati con frutti di mare.

Mercati e shopping

Potrete rifornirvi di verdura e frutta fresca a buon prezzo, proveniente dai villaggi e cittadine dei dintorni, nei vari mercati di Bodrum. Nel mercato di Bodrum troverete di giovedì e venerdì prodotti alimentari, di martedì le stoffe, l’abbigliamento e tessuti a mano. Inoltre ci sono mercati locali che si tengono il lunedì a Türkbükü, il martedì a Milas, il mercoledì a Ortakent e Gündoğan, il sabato a Turgutreis, e la domenica a Mumcular. Tra questi , quello più ricco e movimentato, che vi consigliamo, è quello che si tiene il giovedì a Yalıkavak. Oltre al mercato di Bodrum, che conserva la sua forma tradizionale, i più importanti centri commerciali moderni sono quelli di D-Marin Turgutreis, Milta Bodrum Marina, Oasis e Port Bodrum Yalıkavak.

Quando si dice artigianato per prima cosa vengono in mente i sandali di Bodrum. I maestri artigiani creano calzature per artisti e creatori di moda noti in tutto il mondo. Queste scarpe leggere ed eleganti, la cui materia prima viene lavorata con metodi particolari, anche oggi vengono create ispirandosi a modelli delle epoche antiche. Oltre che per la loro eleganza, vengono preferite per il modello adatto alla stagione e per la loro praticità.

Lotte di cammelli

Le lotte di cammelli, che sono diffuse nella regione dell’egeo, a Bodrum e nei suoi villaggi, si realizzano in inverno in un clima di festa. Questo è un evento che mantiene la tradizione come è dimostrato nei libri di storia in cui si trova citato che tali lotte si svolgevano anche 200 anni fa nella città di Aydın. Il motivo per cui queste lotte si svolgono nei mesi invernali, è dovuto al fatto che i cammelli maschi sono in calore tra dicembre e marzo.

I Canti di Bodrum

Ci sono molti canti come Çökertme, Ayva Dibi, Çekirge, Pembeli Basma, Kerimoğlu, Satıoğlu, Sabahın Seher Vakti, Tosun Mehmet, Ormancı, Değirmenci, Bilalim,Şahboylum, Nalbantım, Demirciler, Kocakavak e Sepetçioğlu.

Sapevate che ?

Il monumento funebre che si trova a Bodrum è una delle Sette Meraviglie del mondo.

Le golette e trandil sono imbarcazioni in legno tipiche di Bodrum conosciute in tutto il mondo.

Il clima

Il clima di Bodrum, che è influenzato dal clima mediterraneo, è generalmente mite. La temperatura media nei mesi invernali è di 15°, mentre in quelli estivi è intorno ai 30°. Il livello dell’umidità non è molto alto. Le precipitazioni nei mesi invernali e primaverili sono a forma di pioggia.

Aprile

Maggio

Giugno

Luglio

Agosto

Settembre

Ottobre

Aria

21

26

30

33

33

29

24

Acqua Marina

15

18

21

24

25

23

21

Come arrivare

Dato che Bodrum da lungo tempo è divenuta una scelta privilegiata per turisti locali e stranieri, in seguito alla richiesta crescente, i mezzi di comunicazione via terra, aria e mare si sono sviluppati rendendo più confortevole l’arrivo. In seguito al rinnovamento dell’aeroporto Bodrum – Milas a 30 km dal centro, ogni giorno che passa va aumentando il numero di coloro che preferiscono le vie aeree. Inoltre c’è l’aeroporto Adnan Menderes di Izmir che si trova a 230 km e quello di Dalaman a 187 km di distanza. Dato il consistente flusso dei mesi estivi vi consigliamo di fare una prenotazione anticipata. Per coloro che preferiscono muoversi via terra vi sono linee di autobus da ogni città. Inoltre vi sono collegamenti via mare da Bodrum verso Datça, Didim e Dalyan.

Non partite senza :

• Vedere il castello di Bodrum e il Museo Subacqueo

• Andare per mercati

• Visitare le baie con i tour giornalieri di barche

• Fare la Crociera blu

• Ammirare Bodrum dal Teatro antico

• Passare dai bar di Bodrum

• Mangiare pesce a Gümüşlük

• Assaggiare il su böreği tıpıco dı Bodrum, il fiore di zucca ripieno, i frutti di mare

• Comperare il boncuk e il tessuto batik di Bodrum

Telefoni importanti

Bodrum – Stazione Pullman: 0252 3162637

Bodrum – Direzione Ferryboat : 0252 3160882 – 0252 3130205 – 0252 3132509

Aeroporto Milas Bodrum : 0252 5230101

Sottoprefettura: 0252 3160101

Municipio di Bodrum: 0252 3161009

Ospedale Statale di Bodrum : 0252 3130883

Direzione Museo: 0252 3162516

Ufficio Informazioni Turistiche: 0252 3161091

Polizia: 0252 3168080

Gendarmeria: 0252 3170587

Boder: 0252 3163246

Türsab BYK: 0252 3586995 – 0252 3585485

BOYTAV: 0252 3165555 – 0252 3139294

 http://www.turchia.it

Uncategorized

ESTATE 2016 A BOLZANO – SPORT, ENOGASTRONOMIA E DANZA

Bolzano,la porta delle Dolomiti ha in serbo per l’estate 2016 un riccocalendario di eventi per entusiasmare sportivi, amanti della cultura,della danza e della musica, senza dimenticare gli appassionati dienogastronomia. SüdtirolJazz Festival Alto Adige 24.6-3.7.2016 Hagià compiuto trent’anni il Jazzfestival Alto Adige, lamanifestazione musicale che porta artisti di fama internazionale aesibirsi sui diversi palchi altoatesini. Il […]

Read More
Uncategorized

SUENO LATINO CON MANOLO Y LOS GISPY

11 GIUGNO SI E’ SVOLTO NELLA CITTA’ DI SANTAMARINELLA ROMA IL CONCERTO SUENO LATINO CON MANOLO Y LOS GISPY.. NELLA LOCATION DEL BRUBA RISTORANTE, DELIZIANDO TUTTI CON IL REPERTORIO LATINO Unplugged , E CON GRANDI SUCCESSI COME MY WAY, VOLARE, HOTEL CLIFORNIA…. CANTATI ESCLUSIVAMENTE IN SPAGNOLO , MANOLO HA IMPRESSIONATO IL PUBBLICO PER LA SUA […]

Read More
Uncategorized

AVA LIVE 2016 ” Art Voice Academy | Teatro Accademico a Castelfranco – 14 giugno 2016

la classe di musical Art Voice Academy Un palcoscenico di tutto rispetto, quello delTeatro Accademico di Castelfranco Veneto, ospiteràmartedì 14 giugno alle ore 21.00,lo spettacolo di fine anno dell’associazione Art Voice Academy, nata nel 2003 da un’idea del Maestro Diego Basso. L’emozione si farà sentire, sia per i ragazzi che frequentano l’accademia già da qualche […]

Read More