FRIULI VENEZIA-GIULIA | Natale e Capodanno 2019/2020

Borghi e presepi a Sutrio

Un
“mare” di eventi per accogliere il Natale e il nuovo anno. Animazione,
appuntamenti per i più piccoli, presepi, piste di ghiaccio, musica,
mostre, tradizioni e un “Villaggio del Gusto di Natale”, con le casette e
lo street food per non deludere i più golosi. Non manca nulla nel
programma per accompagnare e vivacizzare il periodo delle feste
natalizie messo a punto dalle destinazioni mare del Friuli Venezia
Giulia, Lignano Sabbiadoro e Grado, che proporranno – Lignano Sabbiadoro
già dalla fine di questo mese – iniziative e occasioni per garantire ai
propri ospiti un Natale e Capodanno unico e speciale, illuminando due
delle località di punta della costa dell’Alto Adriatico. Atmosfera
natalizia anche nel resto della regione, in cui non mancheranno i
mercatini ma soprattutto i presepi, con oltre quattromila
rappresentazioni su tutto il territorio locale.

Presepi
Per tutto il periodo delle festività in piazza Fontana brillerà
l’albero di Natale e sempre il 30 novembre sarà inaugurata la XVI
edizione del Presepe di sabbia, a cura dell’associazione Dome Aghe e
Savalon d’Aur: il tema di quest’anno sarà “Genesi: all’origine
dell’amore” e la scultura sarà ancor più valorizzata grazie a uno
speciale gioco di luci.

Per i più piccoli
Attrazioni anche per i più piccoli, che, oltre ad animazioni,
laboratori e spettacoli, al Villaggio del Gusto, avranno a disposizione
la Casetta di Babbo Natale, vicino a Terrazza a Mare, e la pista di
ghiaccio sul piazzale antistante la Terrazza, arena perfetta nella quale
esibirsi sui pattini e a ritmo di musica, mentre domenica 1° dicembre
l’appuntamento sarà con la preparazione della lettera per Babbo Natale,
scritta in compagnia degli elfi sempre a Terrazza a mare.

Musica e spettacoli
Tra gli spettacoli più attesi sicuramente quelli in programma per la
notte di San Silvestro a cura della Compagnia dei Folli, che il 31
dicembre andrà in scena con “In Fabula” e il giorno successivo
replicherà con “Luce”. La lunga notte di San Silvestro vedrà però anche
rinnovarsi, come ogni anno, il Capodanno in piazza, per brindare in
allegria al 2020 con la musica e l’animazione a cura di Radio Company,
in attesa del grande spettacolo pirotecnico dall’arenile di Sabbiadoro.
Per chi invece non vuole rinunciare al veglione di Capodanno,
l’appuntamento è a Terrazza Mare – aperta anche nel giorno di Natale –
per la notte più lunga dell’anno con l’intrattenimento musicale di
“Francesca Miola & Josmil Nenis Live”. Chiuderanno il periodo delle
feste il Pignarul e l’arrivo della befana, tra il 5 e 6 gennaio, e sarà
il fumo del falò a svelare la sorte del nuovo anno.

Anche
diversi nomi del teatro italiano saranno presenti a Lignano Sabbiadoro
per rendere ancora più belli e piacevoli i giorni di attesa del Natale:
Giuseppe Pambieri, Paola Quattrini, Cochi Ponzoni ed Erica Blanc
porteranno in scena lo spettacolo “Quartet”, il 15 dicembre, sul
palcoscenico di Cinecity, mentre tra i momenti più emozionanti legati
alla musica, il Concerto di Natale, in programma venerdì 20 dicembre nel
duomo di Lignano con l’orchestra Giovanile San Giusto e musiche di
Mozart, Rossini, Donizetti e Puccini, e il concerto dei Pueri Cantores
del duomo di Udine, in calendario sempre nel Duomo cittadino, domenica
22 dicembre.

ü  Pacchetti vacanze A Lignano per il Capodanno, in
collaborazione tra Lignano Sabbiadoro Gestioni Spa e il Consorzio
Holiday Inn, sono stati pensati alcuni pacchetti a partire da 372 euro a
camera – per 2 persone – che includono tre pernottamenti, trattamento
di mezza pensione e cenone di Capodanno in hotel, mentre per chi sceglie
il cenone a Terrazza a Mare il prezzo è a partire da 450 euro a camera –
2 persone – per tre pernottamenti, trattamento B&B e cenone
(prenotazioni e informazioni: www.lignanoholiday.com/wintertime o
www.lignanosabbiadoro.it, 0431 71821).

Grado, da Isola del Sole a quella del Natale

Anche
Grado pensa alle festività natalizie mettendo in cantiere una serie di
appuntamenti e attività per animare il periodo delle feste nel pieno
della tradizione marinara: dal 7 dicembre al 6 gennaio 2020 si
trasformerà nell’ “Isola del Natale” con tante iniziative e
intrattenimenti per grandi e piccoli, tra esposizione dei presepi,
spettacoli, letture, visite guidate, concerti e la quarta edizione
invernale del Festival degli Artisti di Strada.

ü  Presepi Oltre
200 le natività in mostra nell’ambito della rassegna diffusa di presepi
che saranno esposti al cinema Cristallo in viale Dante Alighieri, alla
Casa della Musica in piazza Biagio Marin, sul porto Mandracchio con il
presepe galleggiante e nelle vie e calli del centro, oltre che nelle
frazioni, ad Aquileia e a Terzo di Aquileia. Da segnalare il presepe
dell’associazione Graisani de Palù in Campo dei Patriarchi, che
riproduce fedelmente un isolotto della laguna e colloca la natività
all’interno di un tipico casone.

ü  Intrattenimento Sabato 7
dicembre, alle 20.45 al palazzo dei Congressi, ci sarà lo spettacolo
“Voci di Natale”, in un repertorio delle più belle canzoni natalizie
accompagnate dalla danza, i giardini Oransz dal 7 dicembre ospiteranno
il sempre amato Luna Park con giostre, attrazioni e chioschi che si
fermeranno sino al 6 gennaio 2020, con la novità dei grandi giochi
gonfiabili che verranno allestiti sulla diga Nazario Sauro.

ü 
Casette natalizie Ma la novità più importante di questa edizione saranno
le casette natalizie allestite in viale Europa Unita e un progetto di
valorizzazione della rete commerciale denominato “Natale sotto la
bricola”, promosso dal Comune di Grado in collaborazione con il
Consorzio Grado Turismo e i commercianti.

ü  Concerti e
Tradizioni Il 21 dicembre il Palazzo dei Congressi ospiterà una vera
chicca, il concerto degli Harmony Gospel Singers, il 23 dicembre alle
20.45 all’Auditorium Biagio Marin l’appuntamento è  con il tradizionale
“Concerto di Natale”, a cura della Banda civica “Città di Grado”, mentre
la vigilia di Natale, il 24 dicembre, al porto Mandracchio
l’appuntamento è con “Babbo Natale arriva in batèla” per proseguire il
26 con la “Marcia del panettone” e alle 16.30 in Basilica si terrà il
tradizionale Concerto di Santo Stefano a cura della Corale Città di
Grado. Il 27 e 28 dicembre il centro storico si animerà con il Festival
internazionale degli artisti di strada FVG, in attesa del 31 dicembre,
per “Dancemania! Capodanno in piazza Biagio Marin” nella notte più lunga
dell’anno e salutare il 2020, che inizierà con il Concerto di
Capodanno, a ingresso libero, al palazzo dei Congressi, mentre il 5
gennaio occhi puntati alla laguna in attesa delle leggendarie streghe
del mare: al porto Mandracchio “Arrivano le varvuole, le streghe del
mare” che sbarcheranno in porto a bordo delle “batèle”.

A spasso tra i mercatini per vivere l’atmosfera del Natale

In città:

ü 
A Trieste, come ogni anno, ritorna la tradizione con i “Mercatini di
San Nicolò’” (1-8 dicembre, viale XX settembre) seguiti dai “Mercatini
di Natale” (9 dicembre – 6 gennaio 2020) nel centro cittadino e vie
limitrofe. A Udine il “Mercatino di Natale” (6-24 dicembre) sarà come
sempre in piazza San Giacomo, a Pordenone i mercatini rimarranno aperti
dal 30 novembre al 6 gennaio e a Palmanova il 14-15 dicembre.

Nei borghi:

ü 
A San Vito al Tagliamento (complesso Ospedale dei Battuti) andrà in
scena il mercatino “Voglia di Natale 2019” (7-8 dicembre, 14-15
dicembre, 21-22 dicembre) e i mercatini natalizi all’aperto nel centro
storico (piazza del Popolo l’8 e 15 dicembre), mentre a Morsano al
Tagliamento “Anteprima Natale” accompagnerà il periodo delle feste ogni
sabato e domenica per tutto il mese di novembre.

In montagna:

ü  Anche in Carnia non mancherà l’atmosfera natalizia con “A Sauris è Natale” (7-8 dicembre a Sauris di Sopra), a Raveo con “Sapori di Carnia” (8 dicembre),
a Tolmezzo con il Mercatino di Natale 14 e 15 dicembre, giorno in cui
si esibiranno i Krampus, a Villa Santina con il mercatino il 24 dicembre
e a Forni Avoltri, che nell’ambito della rassegna Presepiando proporrà
anche il mercatino di Natale. A Sutrio i mercatini sono organizzati
nell’ambito della rassegna “Borghi e Presepi” (dal 22/12 al 06/01), a
Venzone i mercatini di Natale sono previsti in occasione di Santa Lucia
per il grande mercato de l”Antîghe Sâgre di S. Lussie”, che vedrà i
seguenti appuntamenti: 13 dicembre per la tradizionale fiera e  Sante
Messe nella Chiesa di S. Lucia, il 14 dicembre la Rassegna corale per
l’”Antîghe Sâgre di Sante Lussie”, con la partecipazione di cori
regionali, nazionali e provenienti dall’estero, e il 21 dicembre lo
spettacolo teatrale per l’”Antîghe Sâgre di Sante Lussie”, in friulano.

Il
5 dicembre a Tarvisio l’appuntamento è con “Festa di San Nicolò” e i
Krampus, che sfileranno da via Dante lungo via Vittorio Veneto, via Roma
per un suggestivo spettacolo in Piazza Unità, mentre l’8 dicembre si
ripeterà a Pontebba, con la sfilata dei Krampus di Italia, Carinzia e
Slovenia lungo le vie del paese e a seguire il Krampus Party.

Oltre 4mila presepi per un Natale tra fede e tradizione

Ogni
anno il viaggio tra i presepi tocca tutti gli angoli del Friuli Venezia
Giulia con oltre 4mila opere realizzate su tutto il territorio, da
quelle di sabbia a quelle di granoturco, ma anche paglia e legno
scolpiti sotto gli occhi dei visitatori. Sparsi in oltre 200 località
che toccano Carnia, Tarvisiano, Piancavallo e Dolomiti friulane,
Gemonese, Friuli Collinare e San Daniele del Friuli, Pordenone e
dintorni, Udine e l’hinterland, Cividale del Friuli e Valli del
Natisone, Lignano Sabbiadoro, Grado, Aquileia, Palmanova, Gorizia e
Collio, e non mancano Trieste e il Carso, i presepi coinvolgeranno per
il 2019/2020 109 comuni.

Per scoprire le natività sul territorio,
il Comitato regionale del Friuli Venezia Giulia dell’Unione Nazionale
Pro Loco d’Italia con il sostegno della Fondazione Friuli, replica ogni
anno il “Giro Presepi FVG”, un vademecum cartaceo distribuito anche
negli infopoint PromoTurismoFVG e disponibile online al sito www.presepifvg.it.

ü 
A Poffabro il presepe tra i presepi si conferma uno degli appuntamenti
più attesi e apprezzati: oltre 150 realizzazioni che si affacciano da
finestre, ballatoi e dagli angoli più segreti per dare vita a uno
spettacolare museo a cielo aperto nel caratteristico borgo, uno dei più
belli d’Italia. Non solo artisti, ma anche semplici appassionati che
decidono di esibire il proprio lavoro: questo il segreto di una delle
manifestazioni più caratteristiche della regione con presepi in
porcellana, gesso, legno, vetro, stoffe, rame, persino cioccolato,
dolci, lana e sapone.

La tradizione non manca a Cornino per il Natale subacqueo,
dove la sera del 24 dicembre, dopo la Santa Messa celebrata sulle
sponde del lago, da 46 anni i sub dell’ “Associazione friulana
subacquei” s’immergono in acqua per far emergere dai fondali la statua
di Gesù che viene poi deposta al centro del lago, accanto alle altre
figure del presepe avvolto dalle luci fioche riflesse e dalla stella
cometa che si illumina al centro a celebrare la magia del Natale (fino
al 6 gennaio).

In Carnia il presepe di Teno,
a Sutrio, rappresenta un esempio unico di artigianato locale, frutto
del paziente lavoro di Gaudenzio Straulino, detto “Teno”, che per quasi
30 anni ha ingrandito e perfezionato la propria opera arricchendola di
particolari, tutti in legno. Costruito con precisione e accuratezza, il
Presepe di Teno ricostruisce la vita del borgo di Sutrio, tanto da poter
essere considerato un museo etnografico in miniatura in grado di
incantare i visitatori.

Nel capoluogo giuliano, il museo del Presepio di Trieste,
aperto tutto l’anno, espone circa 900 opere che testimoniano le varie
interpretazioni della Natività in Italia e nel mondo, fra movimenti e
giochi di luce: moltissimi i materiali utilizzati per la realizzazione
tra carta, legno, cera, polistirolo, conchiglie, cartone, sughero e
terracotta. Un particolare settore del museo è riservato ai presepi
“triestini”, ambientati in un contesto scenografico con scorci
caratteristici e significativi della città e della sua provincia e, a
disposizione di tutti coloro che desiderano cimentarsi nell’arte della
realizzazione di un presepe, c’è anche un laboratorio.

A questi si aggiungono il presepio in movimento “storico con voce narrante
a Selz, allestito nell’antica chiesetta di Santa Domenica a Ronchi dei
Legionari, risalente al 1590, che propone oltre 400 figure animate
azionate da un solo motore. Un presepe unico ed esclusivo creato ed
assemblato da Corrado Gon, esempio di vero artigianato d’altri tempi con
un’unica centralina a governare tutte le luci.

Senza dimenticare, infine, il presepe vivente di Corgnolo,
allestito nei dintorni della chiesa parrocchiale: si estende per ben 15
mila metri quadri fra i tre rami della roggia Corgnolizza, collegati
tra loro da ponticelli costruiti per l’occasione. Inserito in un
contesto originale, tra edifici disabitati e animali che si possono
muovere liberamente, il presepio è popolato da oltre trecento statue
abbigliate con i costumi realizzati a mano dalle abitanti del paese, che
donano al contesto fiabesco il fascino di altri tempi.

Per scoprire altri Presepi in Friuli Venezia Giulia:

https://www.turismofvg.it/Presepi-in-Friuli-Venezia-Giulia

Per informazioni:

Visit Zoncolan

Tel. 0433778921 – www.visitzoncolan.com info@visitzoncolan.com

Albergo Diffuso Sutrio Zoncolan

Tel: 0433778921 – www.albergodiffuso.org – info@albergodiffuso.org – https://facebook.com/borgosoandri/

Pro Loco Sutrio

Tel: 0433778921 – www.prolocosutrio.com – prolocosutrio@libero.it – https://facebook.com/proloco.sutrio/