Press "Enter" to skip to content

 “L’ARABO DEL FUTURO” di RIAD SATTOUF – dall’11 giugno in libreria – RIZZOLI LIZARD

Dall’11 giugno in
libreria

L’ARABO DEL
FUTURO
Una giovinezza in Medio Oriente

(1978 –
1984)

di RIAD
SATOUFF

La storia autobiografica di un’infanzia
trascorsa tra la Siria di Hafez el Assad e
la Libia di Gheddafi:
un racconto intriso di umorismo e
sensibilità
del pluripremiato autore – regista Riad
Sattouf

“L’importanza
di L’arabe du future non è data soltanto
dal suo punto di vista storico e
sociologico,
ma anche dall’alta qualità della
narrazione.”
Le
Monde
Rizzoli
Lizard – pp. 160 – prezzo: 16 euro – a colori
Volume 1 ( di
tre): 1978 –
1984
Cresciuto da un padre ossessionato dal panarabismo, che lo cresce nel culto dei grandi dittatori arabi
– simboli di modernità e di forza virile – Riad è destinato, nelle intenzioni
della famiglia, a frequentare una scuola siriana e a diventare un arabo moderno
e istruito: l’arabo del futuro. Sincera testimonianza sull’importanza
dell’integrazione, dello scambio e della tolleranza, questo graphic
novel va a inserirsi di diritto nella scia delle grandi opere politiche e
autobiografiche del calibro di Maus di Art Spiegelman e Persepolis di Marjane Satrapi.
Riad Sattouf è nato a Parigi nel 1978 ma ha trascorso la sua infanzia tra Algeria, Libia e
Siria, dove ha ricevuto un’educazione musulmana. Tra i suoi libri Le
Povere Avventure di Jérémie (premio
Goscinny per la miglior sceneggiatura), La
vie secrète de jeunes, Manuel
d’un puceau, Ma
circoncision e Pascal
Brutal,
vincitore del prestigioso Fauve d’Or al Festival di Angoulême 2010. Ha scritto e
diretto i film Les
beaux gosses (Premio
César per la Miglior Opera Prima) e Jackie
aux royaume des filles,
interpretato da Charlotte
Gainsbourg. Ha collaborato con Charlie Hebdo per nove anni, fino ad ottobre 2014
con la striscia “La vita segreta dei giovani”. Con “L’arabo del futuro” è
vincitore del “Fauve d’Or” Miglior Album al Festival di Angoulême
2015.