Carnevale in Repubblica Ceca – Le tradizioni del Carnevale

Il carnevale portava sulle tavole gli abbondanti cibi ricavati dalla macellazione del maiale e nuovi matrimoni nelle famiglie

Sfilata

Le celebrazioni del carnevale non costituiscono una novità per la
Repubblica Ceca: la prima menzione al riguardo risale già al XIII secolo
ed è probabile che esse si riallacciassero all’antico culto del dio del
vino, Bacco. Anche se oggi molti considerano il carnevale solo come una
sfilata di maschere, il periodo dell’allegria cominciava già il 6 di
gennaio e i divertimenti nelle strade ne costituivano soltanto il
culmine. Durante i giorni di carnevale era abitudine che le famiglie
organizzassero i matrimoni oppure la macellazione del maiale, perché
durante il resto dell’anno non c’era poi tempo per i festeggiamenti.

http://www.czechtourism.com/it

Il corteo tradizionale: le maschere dovevano assicurare la fortuna o l’arrivo di un erede

Ma prima che le maschere potessero riempire le strade di canti e di
balli, era necessario mangiare come si deve, cosa che avveniva il
Giovedì Grasso. Si diceva che se quel giorno uno mangiava a sazietà, poi
sarebbe stato forte per tutto l’anno. Dopo i banchetti arrivava
l’atteso martedì, giorno in cui gli uomini in maschera andavano di casa
in casa intonando canti. In cambio della loro esibizione ottenevano
sempre una ricompensa sotto forma di prodotti del maiale, frittelle o
liquori distillati in casa.

Ogni maschera del corteo aveva il suo compito e la sua funzione. Non
poteva mancare il “laufer” (una specie di arlecchino) con la donnina,
che si fermavano presso ogni casa per augurare salute e buona fortuna.
Si dice che durante l’anno uno avrà tanti giorni fortunati quante erano
le macchie variopinte sul costume del “laufer”. Invece l’uomo di paglia
benediceva le donne che volevano avere bambini. Al corteo si univano
anche i quattro Turchi, che quando ballavano dovevano saltare molto in
alto altrimenti il grano non sarebbe cresciuto. Il giro finiva poi con
l’uccisione della maschera-cavalla e con intrattenimenti che duravano
fino a mezzanotte.

Uncategorized

“SI NASCE NON SOLTANTO PER MORIRE MA PER CAMMINARE A LUNGO…

Ph by Marisa Daffara “SI NASCE NON SOLTANTO PER MORIRE MA PER CAMMINARE A LUNGO, CON PIEDI CHE NON CONOSCONO DIMORE E VANNO OLTRE OGNI MONTAGNA” Alda Merini In ricordo del pittore Giampiero Nebbia Tratto da https://www.facebook.com/marisa.daffara Ricorre a dicembre il decennale della morte del pittore piemontese Giampiero Nebbia. Ieri, 25 settembre 2016, ha avuto […]

Read More
Uncategorized

IL CLUB TENCO AL SUD: UNA DUE GIORNI CON ‘IL TENCO ASCOLTA’ A COSENZA 1 E 2 OTTOBRE 2016 #Clubtenco

Arriva al Sud “Il Tenco ascolta”, per una “due giorni” che sarà dedicata espressamente ad artisti meridionali, l’1 e 2 ottobre, a Cosenza. L’evento, che è organizzato in collaborazione con il Comune di Cosenza, l’Università della Calabria e la Fondazione Lilli Funaro, si svolgerà al Castello Svevo. “Il Tenco ascolta” è il format del Club […]

Read More
Uncategorized

Mete d’autunno – Al Museo Agricolo e del Vino Ricci Curbastro per scoprire il volto agricolo della Franciacorta‏ @Franciacorta #riccicurbastro

1 Museo del Vino Ricci Curbastro_Sala Enologia La storia agricola della Franciacorta racchiusa in un Museo, tutto da visitare e tutto da vivere. Un motivo in più per godersi la Franciacorta in autunno, stagione perfetta per l’enoturismo. Fondato nel 1986 da Gualberto Ricci Curbastro, accanto alla sede della sua cantina di Capriolo, ilMuseo Agricolo e del […]

Read More