Vitussi’s designs – Le creazioni Art Collection di Vitussi Bags da Piave 37, Grifoni e a Who’s Next

History

Vitussi’s designs originate in Vito Petrotta Reyes’ family workshop in Mondello, a small fishing village on a spectacular beach near Palermo. Raised among the colors and scents of his grandmother Linda Chauffourier’s clay pottery studio and his mother Fulvia Reyes’ paintings, Vitussi decided to return to Sicily and its magical, timeless atmosphere after many years abroad.
The Vitussi brand started off with the Sultanate of Abali, of luxurious, quirky outerwear that turned beautiful furnishing fabrics into coats, jackets, and vests…
After many years of idleness, the old family workshop is once again a creative hub.
Projects take form, metal frames are forged and hammered into shape, leather and prickly pear fabric is cut, assembled, sewn and screwed
together to create Vitussi’s Bags collection.
Some of Palermo’s oldest silversmiths, who were on the verge of closing down, are now ready for a new adventure: creating Vitussi’s brass,
chrome, silver or gold bag frames.Vitussi calls his collection “timeless” to emphasize how far it is from the commercial logic that dictates that everything must change quickly in a never-ending chase.
His goal is to create a niche product with a soul, excellent in all its aspects, where design, craftsmanship, and research into new materials perfectly combine.

The concept of bag

With his collection, Vitussi aims to “move away from the traditional concept of bags as something to carry stuff around. The bag itself becomes the ultimate purpose of its being. It may also carry things, but it’s meant to be carried, becoming the subject of attention and admiration, an artistic expression capable of provoking an emotion.”
For this reason, Vitussi’s bags are designed for a strong-natured, “elegant, ironic woman” who, delights in standing out and dwells on the pleasure of her purchase.
The collection introduces a new material, obtained from the woody fiber extracted from prickly pear leaves. Cleaned, overlapped, resined and sometimes colored, it becomes a staple in Vitussi’s manufacturing process, unique as it is in terms of natural elegance, sheerness and strength.
The prickly pear, a symbol of Sicily’s wilderness and ancient traditions, is paired with several types of leather, painted and laser perforated, along with brass, gold, plexiglas and resin for the handles.

Piave 37, il multimarca di Dolce & Gabbana, dedicato al lancio delle giovani promesse internazionali, sceglie le creazioni dell’italianissimo marchio Vitussi che ha da poco lanciato con successo la sua collezione di bauletti in ficodindia, anguilla e cavallino.
Debutto importante  per Vitussi nel mercato, subito seguito dalla presenza in un secondo punto vendita: Palazzo Grifoni, il nuovo multimarca di Via Santo Spirito, nel cuore del quadrilatero della moda milanese, dedicato alla ricerca di nuovi talenti.
La collezione Vitussi sarà presentata a Parigi a Who’s Next dal 4 al 7 luglio.
Ai manici-rubinetto, al ferro da stiro e al filo spinato, si affianca il bauletto dagli orologi senza lancette, una creazione che sfida le leggi del tempo, eliminandolo!

Art Collection. Sete di lusso. Serie rubinetti.

È il titolo ironico dato alla serie dedicata all’acqua dove protagonista è l’antico rubinetto in ottone, che, placcato in oro o in argento, perde la sua funzione primaria per diventare altro… per scoprire che le sue forme sono aperte a nuovi orizzonti. Diventa così a volte manico, a volte supporto del manico della borsa dove scorre l’acqua, caratterizzandola e rendendola unica. E se il rubinetto fosse nato per essere un manico e lo avessimo scoperto solo ora?

Questo giovane marchio italiano crea borse che esaltano la femminilità in modo unico e prezioso. La lavorazione dei metalli, ottone, argento e oro, tipica delle botteghe artigianali palermitane, è  rivisitata e impreziosita in chiave artistica e moderna.

La sfavillante struttura dello scrigno, apparentemente fredda,  è “scaldata”  dalla pelle di cavallino traforato retrò o unito a pois che ne esalta le linee  con sofisticata eleganza.

I preziosi scrigni con interni con ricamo personalizzato di Vitussi fanno innamorare al primo sguardo grazie alle infinite varianti di materiali, forme, texture e preziosi dettagli per un unico, personale, divertente, accattivante gioco che esalta la propria personalità.
Le borse si possono personalizzare scegliendo il telaio, il colore o disegno delle pelli, il colore del fico d’India, la dimensione e la forma.

Tutte il informazioni sono nel sito www.vitussi.com

Vitussi- Bauletto. Roobi Net. Art Collection euro 1250

Le creazioni Vitussi nascono a Mondello, piccolo borgo marinaro sulla spiaggia di Palermo, nel laboratorio di famiglia di Vito Petrotta Reyes.

Cresciuto tra i colori e l’odore della creta del laboratorio di ceramica della nonna Linda Chauffourier e in mezzo alle tele dello studio di pittura della madre Fulvia Reyes, dopo tanti anni dedicati ad altro, in giro per il mondo, Vitussi decide di tornare a Palermo, in quello spazio che è stato il suo mondo magico, un luogo senza tempo dove tutto è possibile.
                                                                                                   
Nella produzione dei telai in ottone, poi cromati, argentati o dorati, sono stati coinvolti alcuni laboratori degli argentieri della vecchia Palermo sul punto di chiudere i battenti, pronti ad una nuova avventura.

Il concetto di Borsa.

“È giunto il momento di allontanarsi dal concetto tradizionale di borsa come porta oggetti. É la borsa stessa che diventa il fine ultimo del suo essere. Essa può anche racchiudere qualcosa ma è nata per essere portata, per diventare l’oggetto di attenzione, di ammirazione, per essere una espressione artistica, capace di suscitare emozioni” dice Vito Petrotta Reyes. “È per questa ragione che le borse Vitussi sono destinate esclusivamente ad una “donna elegante ed ironica” che, con il suo carattere forte, possa reggere gli sguardi e compiacersi del suo acquisto”.

Personalizzazione della borsa. La lavorazione artigianale sia della struttura in metallo che dei materiali delle borse, permette la massima personalizzazione del prodotto.
Le combinazioni tra il tipo di metallo e i disegni, i colori dei materiali e il tipo di supporto (pelle, ficodindia, similpelle) sono innumerevoli, rendendo ciascun pezzo unico.

Gli interni. Le borse possono avere la fodera interna che viene rifinita con delle cuciture e avvitata alla struttura o possono essere senza fodera, nel caso di quelle in ficodindia, per esaltarne la trasparenza della trama.

La struttura in metallo delle borse, sempre in evidenza, è in ottone naturale, lucido o invecchiato, placcato in oro o argento e cromato nelle diverse tonalità, lucido o canna di fucile.

Personalizzazione degli interni. La fodera interna può essere ricamata con un nome o un disegno, su richiesta.

Made by Vitussi in Italy. La produzione della borse e i materiali sono interamente italiani.

Tempi di realizzazione. Da 15 giorni a 1 mese, secondo i modelli e i materiali disponibili.

La spedizione. È gratuita in tutta Italia.

Vitussi – Atelier
Via S. Agostino, 5.
Palermo – Italia
www.vitussi.com
info@vitussi.com

Uncategorized

SWING ‘N’ MILAN: dal 6 al 9 ottobre torna allo Spirit de Milan il festival swing più cool d’Italia! #Swing

Dopo lo strepitoso successo ottenuto durante le prime edizioni, lo “SWING ‘N’ MILAN” torna ad animare Milano, per la prima volta per quattro giorni! Dal 6 al 9 ottobre, lo Spirit de Milan e gli spazi interni ed esterni della Cristallerie Livellara si trasformeranno in una vera e propria “cattedrale dello swing”, coinvolti in una […]

Read More
Uncategorized

Festival JAZZMI al BLUE NOTE MILANO – Dal 4 al 15 novembre 2016 @Jazzmi #Jazzmi

Jeremy-Pelt Il BLUE NOTE MILANO è partner di JAZZMI, il festival jazz che animerà la città di Milano dal 4 al 15 Novembre con oltre 100 eventi, 80 concerti, 25 eventi all’interno della città e oltre 300 artisti coinvolti. 12 giorni di concerti, eventi, momenti di approfondimento, divulgazione, didattica per tutte le età, incontri pubblici […]

Read More
Uncategorized

CHAVES SCRIVE LA STORIA DEL LOMBARDIA @Girodilombardia

PHOTO CREDIT: ANSA – Peri / Bazzi Il colombiano, su un percorso duro e selettivo, è il primo corridore non europeo ad aggiudicarsi la Classica Monumento di fine stagione. Un encomiabile Diego Rosa si piega solo allo sprint. Terzo podio in carriera per l’altro colombiano Uran al Lombardia. Potete vedere il filmato con le foto […]

Read More