Press "Enter" to skip to content

GRANDE MOSTRA > WARHOL > a cura di Peter Brant e Francesco Bonami > dal 18 aprile al 28 settembre 2014 > Fondazione Roma Museo, Palazzo Cipolla, Roma

Andy Warhol, Blue Shot Marilyn, 1964, Collezione Brant
Foundation , © The Brant Foundation, Greenwich (CT), USA, © The Andy Warhol
Foundation for the Visual Arts Inc. by SIAE 2014

ANDY WARHOL
Forte dei numerosi consensi della critica e dei 225.000
visitatori che lʼhanno visitata, dopo la tappa milanese a Palazzo Reale arriva a
Roma la prima grande monografica dedicata al padre della Pop Art, Andy Warhol,
per visitare la quale è già possibile prenotarsi tramite il numero telefonico
0698373328 e via web allʼindirizzo
www.ticket.it/warholroma.
Dal 18 aprile al 28
settembre 2014 al Museo Fondazione Roma
, Palazzo Cipolla saranno
esposte 150, opere dellʼartista americano, provenienti dalla The Brant
Foundation
, di cui è fondatore e Presidente il curatore della mostra Peter
Brant, amico di Warhol e noto collezionista, la cui curatela è accompagnata
dal
contributo di Francesco Bonami.
Promossa dalla Fondazione Roma,
dalla Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico Artistico ed
Etnoantropologico
e per il Polo Museale della Città di Roma e dal
Comune di Milano-Cultura, lʼesposizione è prodotta e organizzata da
Arthemisia Group e da 24 ORE Cultura – Gruppo 24 ORE.
Andy
Warhol non solo è stato il più acuminato interprete della società di massa e del
consumismo, folgorante sociologo dellʼAmerica anni ʻ60 ma ha saputo trasformare
in arte i feticci dellʼimmaginario collettivo americano, anticipando
lʼinstaurarsi del potere dei mass media. Lui ha trasformato in icone la Coca
Cola come Elvis Presley, la Campbellʼs Soup come Liz Taylor e Marilyn Monroe, il
biglietto del dollaro come Jackie Kennedy.
La mostra che si aprirà a Roma
rende ragione e dimostrazione di tutto ciò.


 

TERRY O’NEILL
Il Museo Fondazione Roma, Palazzo
Cipolla, dal 18 aprile al 28 settembre 2014, in concomitanza con  la mostra
dedicata ad Andy Warhol, ospita le opere del grande fotografo Terry O’Neill con
una retrospettiva intitolata Terry O’Neill. Pop Icons.
Una carrellata di
ritratti che raccontano attraverso i volti dei miti del cinema, della musica,
della moda, della politica e dello sport, la carriera artistica del fotografo
britannico. La mostra promossa dalla Fondazione Roma, prodotta e organizzata da
Arthemisia Group e da 24 ORE Cultura – Gruppo 24 ORE, offre un’ulteriore
testimonianza di come il culto della celebrità, leitmotiv degli anni ’60 – ’70,
abbia notevolmente influenzato il lavoro degli artisti
dell’epoca.
Inaspettatamente il lavoro di O’Neill può essere accostato a
quello di Andy Warhol ossessionato per le immagini e la notorietà, le cui opere
sono esposte contemporaneamente a quelle del fotografo.
Terry O’Neill e
Warhol hanno ritratto entrambi, in maniera stupefacente, gli stessi personaggi
leggendari come Elvis Presley ed Elizabeth Taylor, per citarne solo
alcuni.
Tutti e due hanno cercato di cogliere ed esaltare l’essenza di
ciascuno dei loro soggetti esprimendone la grandiosità e consacrandoli a icone
senza tempo.

Mission News Theme by Compete Themes.