#ENRICORUGGERI – FRANKENSTEIN album concept in uscita il 7 maggio

              ENRICO
RUGGERI

FRANKENSTEIN

album
concept

in uscita il 7
maggio

insieme con il
romanzo

L’uomo al centro del
cerchio

 E’ il progetto più complesso e ambizioso
della mia vita
” così esordisce Enrico Ruggeri parlando del suo FRANKENSTEIN, un album concept sul
grande romanzo di Mary Shelley, che uscirà il 7
maggio
.

In 13 canzoni inedite, Enrico ne
racconta la storia, mostrandone l’attualità.

Vengono trattati temi come l’ambizione
sfrenata, la bioetica, la voglia di restare giovani sfidando le leggi del tempo,
la paura della diversità, la necessità di amare, l’odio e l’incontro con la
trascendenza. E molto altro ancora.

E Ruggeri integra il tutto con il suo
nuovo romanzo, un’avventura surreale nella quale uno strano personaggio affronta
gli stessi temi duecento anni dopo.

L’opera diventa così un LIBRO + CD che
consente molteplici letture/ascolti e i cui piani  si intersecano in un affascinante e
complicato percorso: ogni canzone può essere letta come opera a sé stante, come
integrazione alla storia di Frankenstein e come commento a “L’uomo al centro del cerchio”, il
nuovo romanzo di Ruggeri, allegato appunto al CD.

La sfida è molto impegnativa,
soprattutto in un periodo in cui la musica è tutta incentrata sul concetto del
“singolo”, rendendo spesso la canzone un leggero intermezzo “usa e
getta”.

Potrebbe essere il mio ultimo album, nel
senso che dò io a questa parola
”.

Anticipato dal singolo che più di ogni
altro, già dal titolo – “Diverso dagli altri” – e dalle
atmosfere surreali del video-clip – interpretato dallo stesso Ruggeri insieme
con Ale e Franz – era adatto a preannunciare il concept, Frankenstein arriva a
tre anni dall’ultimo album di inediti dell’autore: “tutti i tasselli si dovevano inserire al
posto giusto: l’equilibrio tra di loro, la loro relazione e il rimando l’un
l’altro erano fondamentali ed ecco perché ho lavorato così tanto
tempo
”.

Frankenstein si caratterizza come un’opera rock nella quale
l’artista, coraggioso e creativo, propone una musica che non rinuncia neanche
stavolta al fascino della parola, della poesia, dell’emozione ma anzi ne esplora
tutti le possibilità di confronto. Rendendo un tributo, in parte, anche alle
suggestioni ricevute da altri grandi scrittori “di uomini” da Tsunetomo a Boll, da Nietzche a Orwell, Pascal, Dickinson da Fromm a Svevo. Suggerendo ancora una
citazione/riflessione letteraria: “La nostra vita vale quello che ci è costata
di sforzi
Francois
Mauriac
.

 ________________________

ENRICO RUGGERI

FRANKENSTEIN

album concept

in uscita il 7 maggio

insieme con il romanzo

L’uomo al centro del cerchio

 “E’ il progetto più complesso e ambizioso della mia vita” così esordisce Enrico Ruggeri parlando del suo FRANKENSTEIN, un album concept sul grande romanzo di Mary Shelley, che uscirà il 7 maggio.

In 13 canzoni inedite, Enrico ne racconta la storia, mostrandone l’attualità.

Vengono trattati temi come l’ambizione sfrenata, la bioetica, la voglia di restare giovani sfidando le leggi del tempo, la paura della diversità, la necessità di amare, l’odio e l’incontro con la trascendenza. E molto altro ancora.

E Ruggeri integra il tutto con il suo nuovo romanzo, un’avventura surreale nella quale uno strano personaggio affronta gli stessi temi duecento anni dopo.

L’opera diventa così un LIBRO + CD che consente molteplici letture/ascolti e i cui piani  si intersecano in un affascinante e complicato percorso: ogni canzone può essere letta come opera a sé stante, come integrazione alla storia di Frankenstein e come commento a “L’uomo al centro del cerchio”, il nuovo romanzo di Ruggeri, allegato appunto al CD.

La sfida è molto impegnativa, soprattutto in un periodo in cui la musica è tutta incentrata sul concetto del “singolo”, rendendo spesso la canzone un leggero intermezzo “usa e getta”.

“Potrebbe essere il mio ultimo album, nel senso che dò io a questa parola”.

Anticipato dal singolo che più di ogni altro, già dal titolo – “Diverso dagli altri” – e dalle atmosfere surreali del video-clip – interpretato dallo stesso Ruggeri insieme con Ale e Franz – era adatto a preannunciare il concept, Frankenstein arriva a tre anni dall’ultimo album di inediti dell’autore: “tutti i tasselli si dovevano inserire al posto giusto: l’equilibrio tra di loro, la loro relazione e il rimando l’un l’altro erano fondamentali ed ecco perché ho lavorato così tanto tempo”.

Frankenstein si caratterizza come un’opera rock nella quale l’artista, coraggioso e creativo, propone una musica che non rinuncia neanche stavolta al fascino della parola, della poesia, dell’emozione ma anzi ne esplora tutti le possibilità di confronto. Rendendo un tributo, in parte, anche alle suggestioni ricevute da altri grandi scrittori “di uomini” da Tsunetomo a Boll, da Nietzche a Orwell, Pascal, Dickinson da Fromm a Svevo. Suggerendo ancora una citazione/riflessione letteraria: “La nostra vita vale quello che ci è costata di sforzi” Francois Mauriac.

Ufficio stampa

Goigest

Tel. 02 202334

_____________FRANKENSTEIN

Tracklist

LA NAVE

IL CAPITANO

LE AFFINITA’ ELETTIVE

LA FOLLE AMBIZIONE

PER COSTRUIRE UN UOMO

FRANKENSTEIN

ASPETTANDO I SUPERUOMINI

DIVERSO DAGLI ALTRI

IL CUORE DEL MOSTRO

UCCIDERO’ (SE NON AVRO’ IL TUO AMORE)

L’ODIO PORTA ODIO

IL TUO DESTINO E’ IL MIO

L’INFINITO AVRA’ I TUOI OCCHI

    L’UOMO AL CENTRO DEL CERCHIO

Sommario

PROLOGO

LA NAVE

IL CAPITANO

LE AFFINITA’ ELETTIVE

LA FOLLE AMBIZIONE

PER COSTRUIRE UN UOMO

FRANKENSTEIN

ASPETTANDO I SUPERUOMINI

DIVERSO DAGLI ALTRI

IL CUORE DEL MOSTRO

UCCIDERO’ (SE NON AVRO’ IL TUO AMORE)

L’ODIO PORTA ODIO

IL TUO DESTINO E’ IL MIO

L’INFINITO AVRA’ I TUOI OCCHI

EPILOGO   

ENRICO RUGGERI:

Mi piace pensare che ogni canzone di questo album abbia tre chiavi di lettura.

La prima è di commento a “Frankenstein” di Mary Shelley

La seconda chiave è considerare ogni canzone un’opera a se’ stante

La terza è un modo di seguire, brano dopo brano, i capitoli di questo romanzo.

LA NAVE

I – Una nave scivola silenziosa tra i ghiacci del Polo Nord.

(BRANO STRUMENTALE)

“Una vecchia canzone dice: siamo solo navi che passano nella notte”.

IL CAPITANO

II – Il giovane capitano viaggia nella speranza di raggiungere il Polo e circumnavigare il globo. Nelle lettere  alla sorella racconta la sua vita avventurosa e inquieta.

QUANDO VOLEVO PARTIRE – QUANDO MORIVO DI NOSTALGIA

QUANDO VOLEVO TORNARE – QUANDO VOLEVO CAMBIARE …

“Non è facile trovare il coraggio di cambiare rimanendo fedeli a sé stessi.

E tutto è più difficile quando la propria sete  di avventura coinvolge altre persone, l’equipaggio di una nave che scivola in silenzio verso l’ignoto…”

LE AFFINITA’ ELETTIVE

III – Un uomo vaga su una slitta. Viene fatto salire a bordo. E’ il dottor  Victor Frankenstein. Nel lungo colloquio i due uomini si scoprono simili: entrambi hanno voluto sfidare le leggi della natura.

SIAMO RIMASTI SOLTANTO NOI DUE

IN QUESTO MARE GHIACCIATO DEL NORD

IN QUESTO FREDDO SILENZIO CHE SA

DI ETERNITA’ E DI FOLLIA

“Tutto il successo che ho avuto nella mia vita, che è stata particolarmente fortunata e ricca di soddisfazioni, l’ho ottenuto grazie anche a degli incontri. Incontri che possono cambiare la nostra storia. Per me è stato così.”

LA FOLLE AMBIZIONE

IV – Inizia il racconto:  il dottore parla della sua follia. L’insano desiderio di sopravvivere al tempo lo porta verso scellerati esperimenti.

DEVO LASCIARE QUALCOSA DI GRANDE

ANCHE SE COSTA FATICA – ANCHE SE IL PREZZO E’ LA VITA

SONO DISPOSTO A DISTRUGGERE TUTTO DI ME

MA VOGLIO CHE RESTI QUALCOSA DI GRANDE – DOPO DI ME

                                                                   MOLTO GRANDE

“I grandi passi della storia dell’umanità sono stati compiuti da persone ambiziose, egocentriche, con il desiderio di lasciare traccia indelebile del loro passaggio. E le grandi tragedie della storia sono state determinate da uomini che avevano le stesse caratteristiche.”

PER COSTRUIRE UN UOMO

V – Lo scopo del giovane scienziato è quello di assemblare un corpo inanimato e dargli una nuova vita. Come fare? Quali criteri adottare? E l’anima?

NON SOLO MUSCOLI E POTENZA – SERVONO ETICA E COSCIENZA

“C’è bisogno di una esistenza intera per dare vita a qualcosa che si possa chiamare “uomo”… Il corpo è una grande ragione, una pluralità con un solo senso, una guerra ed una pace, un gregge ed un pastore…

FRANKENSTEIN

VI – Nella sua confessione il dottor Frankenstein esprime l’antica speranza dell’uomo: sconfiggere la morte e la vecchiaia.

DIO DELL’IMMAGINE E DELL’APPARENZA

SALVA L’EFFIMERO PIU’ DELL’ESSENZA

MIO DIO CHE CI ILLUMINA DIO COSI’ FORTE

PRENDITI L’ANIMA E SCACCIA LA MORTE DA NOI

MODIFICA LE LEGGI

“ … chi ha paura del declino del proprio corpo sa benissimo che dietro alla sua bellezza giovanile non c’è nulla che valga la pena di essere ricordato.

Non rassegnarsi al tempo che passa può essere uno stimolo per vivere una vita piena e soddisfacente in ogni sua stagione, ma se a preoccuparci è il decadimento fisico non meritiamo nulla dal nostro futuro.”

ASPETTANDO I SUPERUOMINI

VII – E’ convinto di poter generare una nuova sublime razza, forte e indistruttibile. Non si rende conto del pericolo di un mondo abitato da dei superuomini.

ASPETTANDO I SUPERUOMINI  /  ASPETTANDO I SUPERUOMINI

CHI SA STARE SOLO  –  E’ PADRONE DELLA VITA

CHI SA ANDARE SOLO  –  E’ IL SIGNORE DELLA VITA

“…Oggi tutti vogliono vincere, ad ogni costo, vincere nell’immediato, senza poter o voler pretendere di lasciare una traccia. Pochi lavorano e creano per se stessi, per il loro piacere personale, per la loro voglia di superare i confini segnati dalla generazione precedente…”

DIVERSO DAGLI ALTRI

VIII – Il mostro prende vita, e fugge affacciandosi al mondo. La gente normale inorridisce davanti al suo aspetto. Le sue buone intenzioni naufragano di fronte alla sua diversità.

IO SONO NORMALE  –  MA DIVERSO DAGLI ALTRI

HO UN’ANIMA SPECIALE CHE NESSUNO VEDRA’

NON SO COS’E’ LA TENEREZZA  –  UNA CAREZZA NON L’HO AVUTA MAI

ED OGNI SENTIMENTO MUORE DENTRO

E COSI’ COME VOI NEL PROFONDO DI ME

                           NON CONOSCO AMORE

 “Uno dei momenti in cui gli esseri umani mostrano maggiormente la loro mediocrità si manifesta quando approcciano qualcosa di diverso da loro: affiorano disagio, paura, ostilità. Ciò che ci assomiglia ci rassicura…”  

IL CUORE DEL MOSTRO

IX – La creatura è sola, respinta da tutti. Chiede al dottore di assemblare una donna che gli somigli per potersi ritirare con lei, confortato dall’amore.

E MENTRE VADO VIA RIVEDO GLI OCCHI TUOI – L’UNICA LUCE DELLA SERA

PER QUANTO FREDDO SIA – PER QUANTO SOLO SIA – PORTO NELL’ANIMA L’IMMAGINE DI TE

PERCHE’ ANCHE QUESTO E’ AMORE

L’ULTIMO MIO ATTO DI DOLORE E’ L’AMORE

QUESTO E’ AMORE – ANCHE PER QUELLI COME ME

 “Non esiste un essere umano che non abbia mai amato. E nessuno potrà mai affermare che vivere senza essere amati possa avere un senso. Lo sanno tutti, anche quelli che si sono macchiati dei crimini peggiori, anche quelli che sono stati respinti dalla società, anche quelli che conoscono il male e lo frequentano. Anche loro hanno ricevuto una carezza e hanno avuto gesti affettuosi per una persona, almeno una…

UCCIDERO’ (se non avrò il mio amore)

X – Quando Frankenstein distrugge il mostro di genere femminile il suo antagonista impazzisce dal dolore. Non potrà più perdonarlo.

UCCIDERO’ SE NON AVRO’ IL MIO AMORE

SENZA DI LEI NON VIVO PIU’

E ME NE ANDRO’ LA’ DOVE MUORE IL SOLE

OLTRE LE PORTE DELL’INFERNO

“L’angoscia è la disposizione dell’anima che ci mette di fronte al nulla. E’ un sentimento difficile da gestire, soprattutto quando è la diretta conseguenza di una perdita.

Perché ci sono perdite che ci rendono impossibile conservarla intatta, la nostra anima…”

L’ODIO PORTA ODIO

XI – La vendetta del mostro è terribile: uccide Elizabeth, amata da Frankenstein. Rispondendo alle accuse dichiara che il suo odio e la sua malvagità sono state determinate dal disprezzo e dalla rabbia che gli uomini gli hanno manifestato.

NON C’E’ PIU’ TEMPO PER IL PERDONO – SIAMO IN GUERRA

NEMMENO FOSSI L’ULTIMO UOMO SULLA TERRA

LE TUE FERITE SANGUINANTI SONO TUTTO CIO’ CHE SENTI

SONO QUELLO CHE HAI DI TE MENTRE / SCENDI

PERCHE’ L’ODIO PORTA ODIO

“Tra le pesanti eredità del secolo passato c’è anche l’organizzazione intellettuale, politica, sociale, e quindi militare dell’odio. E’ diventato un motore, un alibi, una bandiera da sventolare…”

IL TUO DESTINO E’ IL MIO

XII – Frankenstein insegue il mostro dalla Svizzera al Mediterraneo, dalla steppa al Polo Nord: il loro destino è unito per sempre.

IL TUO DESTINO E’ IL MIO E ORA NEMMENO DIO

CI POTRA’ SEPARARE E ALLA FINE CON TE CI SARO’

IL MIO DESTINO E’ IL TUO – PERDUTAMENTE TUO

E LA STORIA CHE ABBIAMO VISSUTO LA CONSERVERO’

NON SI PERDERA’ MAI – NON LA SCORDERO’ MAI

“C’è chi l’amore vero non l’ha mai conosciuto, chi ha creduto di conoscerlo e chi ha capito molto tardi di aver frainteso i suoi stessi sentimenti.

Solo raramente ci imbattiamo in qualcosa di superiore, di irrinunciabile, di completo.”

L’INFINITO AVRA’ I TUOI OCCHI

XIII – Tutti i protagonisti trovano la loro fine. Devono prepararsi all’incontro più importante.

E’ COSI’ DOLCE ANDARE VIA E RITORNARE ALL’ARIA

LE BRACCIA VERSO IL CIELO VERSO UNA LUCE CHE TI ACCOGLIE

E PERDONA

“…Bisognerebbe saper morire al momento giusto. Ma chi non vive al momento  giusto sarà maldestro fino alla fine.

Ma ad alcuni invecchia prima il corpo, ad altri l’intelletto, ai più il cuore e lo spirito. A tutti invecchia la curiosità, e quando non sei più curioso sei già quasi morto”

Uncategorized

RAI STORIA: A.C.D.C. – Luigi XVI, l’uomo che non voleva essere Re

Gli ultimi giorni della dinastia Borbone di Francia e la sanguinosa morte del re Luigi XVI e della regina, Maria Antonietta, ghigliottinati dai rivoluzionari: li racconta “a.C.d.C.”, in onda giovedì 15 settembre alle 21.10 su Rai Storia, con l’introduzione di Alessandro Barbero. A differenza dei suoi predecessori, Luigi XVI non si distingue per i suoi […]

Read More
Uncategorized

Gourmet Dinner Show della FIC-Federazione Italiana Cuochi – 22-25 ottobre 2016

19 settembre 2016 – In vista delle Olimpiadi di Cucina di Erfurt (22-25 ottobre), la Federazione Italiana Cuochi con il suo presidente Rocco Pozzulo presenterà a Roma in un Gourmet Dinner Show, che si terrà lunedì 19 settembre 2016 alle 21 all’Hotel Exedra Boscolo, la squadra azzurra che rappresenterà il nostro Paese alla competizione internazionale […]

Read More
Uncategorized

Sicily Tibet Festival dell’Amicizia 2016 – Catania dal 30 Settembre al 2 Ottobre 2016 #Sicilytibetfestival

Grazie alla lungimiranza ed alla fiducia di Jampa Lama Phurba e dei monaci tibetani si svolgerà a Catania dal 30 Settembre al 2 Ottobre il “Sicily Tibet Festival dell’Amicizia 2016 – Festival per la Pace e l’Umanità”. L’evento è organizzato dall’Associazione culturale e sociale Al’Nair, di Pina Basile, con la collaborazione di Marie Claire Ocera; […]

Read More