Festival dei Due Mondi 2024: Un evento culturale imperdibile

AMCB-DMN-Intégrale-4k-0008©AdrienMClaireB
AMCB-DMN-Intégrale-4k-0008©AdrienMClaireB

Musica, danza, proiezioni interattive e giochi di luci: dopo il successo del gran ballo di Parigi di Blanca Li, il Festival dei Due Mondi invita ancora una volta il proprio pubblico a prendere parte a una nuova esperienza immersiva, a togliersi le scarpe, fare un bel respiro ed entrare nel mondo immaginato da Adrien M & Claire B. Il duo opera nel campo delle arti digitali dal 2004 con creazioni che fondono realtà e mondo virtuale grazie a strumenti informatici sviluppati ad hoc. Last Minute – al Complesso Monumentale di San Nicolò dal 28 giugno al 14 luglio (giorni e orari sono consultabili sul sito www.festivaldispoleto.com) – è una potente installazione: un viaggio in uno spazio nel quale ogni spettatore può muoversi seguendo la combinazione degli elementi come fosse una particella, ora goccia, ora fiamma che brucia, ora fumo che sale, ora cenere che freme. L’ultimo lavoro del duo nasce da una esperienza intima vissuta da Claire Bardainne: «Un giorno di maggio del 2021» – racconta – «ho sparso le ceneri di mio padre in riva al mare, non lontano dalla baia di Mont St Michel, sua casa d’infanzia. La bellezza impressionante di questo momento, la luce di questo minuto teso all’infinito, dove il corpo di mio padre si estende al mondo, è impressa in me. Dove la polvere del suo corpo si lega alla terra, all’aria e all’acqua. Mio padre è diventato immenso, senza limiti, e il suo tempo non esiste più; è diventato sospeso nel presente. Sono incinta e mentre la vita si organizza in me per formare un nuovo corpo, la vita ne ha lasciato un altro. In un gioco di specchi, un corpo cresce mentre un altro si disintegra. Un padre è appena partito e un figlio sta per arrivare. Vertigine». Last Minute è una riflessione sulla fine, è il minuto prima di morire o quello prima di nascere, è un rito pensato per prendersi cura dei nostri lutti, delle nostre nascite e delle nostre metamorfosi.

Adrien M, artista multidisciplinare, porta a Spoleto anche il concerto Piano, piano, in programma all’Auditorium della Stella (13–14 luglio): un dispositivo inedito con raffinate proiezioni video mescola la giocoleria digitale al delicato universo sonoro dell’eclettico musicista BABX. Letteralmente immersi in uno “spazio immagine”, lo strumento e il musicista diventano protagonisti di un’epopea onirica che oscilla tra astrazione e impressionismo. Rendere visibili le vibrazioni sospese, sentire la vibrazione di un accordo, ma anche vedere il silenzio e ascoltare l’oscurità. «In questo progetto sviluppo una serie di strumenti per giocare con le immagini e permettere alla proiezione video di essere il più viva possibile, di respirare con il ritmo tanto quanto con il suono delle note», racconta Adrien M. «Metto la musica in movimento e faccio il giocoliere con un materiale metaforico, progettando sistemi digitali di masse, gravità, inerzie che ricreano il gioco delle forze e inventano un teatro di equilibrio fisico». In uno spazio spoglio, l’immagine incarna le note mancanti della musica.

Complesso Monumentale di San Nicolò

28 giugno – 14 luglio 2024, giorni e orari su www.festivaldispoleto.com

Adrien M & Claire B

Last Minute

ideazione, direzione artistica, immagine e scenografia Claire Bardainne, Adrien Mondot

partitura musicale e sound concept Olivier Mellano

computer design e sviluppo Adrien Mondot, Loïs Drouglazet

gestione tecnica Jean-Marc Lanoë

outside eye Stéfanie James

allestimento Loïs Drouglazet, Jean-Marc Lanoë, Yannick Moréteau

un ringraziamento speciale a Paul BrossierPierre-Yves Mansour

amministrazione Marek Vuiton

assistito da Mathis Guyetand

direzione tecnica Raphaël Guénot

produzione e booking Joanna Rieussec

produzione Margaux Fritsch, Delphine Teypaz, Juli Allard-Schaefer

prodotto da Adrien M & Claire B

in coproduzione con Les Champs Libres, Rennes; Théâtre-Sénart, Scène Nationale, Lieusaint; Chaillot – Théâtre national de la Danse, Parigi

con il sostegno di Fonds [SCAN] – Prefetto della Regione Auvergne-Rhône-Alpes e Regione Auvergne-Rhône-Alpes

DRAC Auvergne-Rhône-Alpes: piano di salvaguardia delle arti dello spettacolo 2020-2021 con il supporto di DICRéAM – Centre National du cinéma et de l’image animée

La Compagnia Adrien M & Claire B è sovvenzionata e accreditata dal DRAC Auvergne-Rhône-Alpes, dalla Regione Auvergne-Rhône-Alpes ed è sostenuta dalla Città di Lione.

13, 14 luglio 2024

BABX + Adrien Mondot

Piano piano


design visivo, sviluppo informatico e giocoleria Adrien Mondot

composizione musicale e performance BABX

assistenza allo sviluppo informatico Eva Décorps

responsabile del controllo elettronico Loïs Drouglazet

direttore tecnico Raphaël Guénot

manager Clément Aubry

luci progettate con l’aiuto di Jérémy Chartier

coproduzione Adrien M & Claire B e La Familia

Adrien M & Claire B / La Familia

amministrazione Marek Vuiton / Alice Guillemet

produzione e distribuzione Joanna Rieussec

produzione Margaux Fritsch, Delphine Teypaz / Kevin Douvillez, Laurent Carmé

comunicazione Ines Renaï

Adrien M & Claire B è accreditato dal DRAC Auvergne-Rhônes-Alpes e dalla Regione Auvergne-Rhônes-Alpes, oltre ad essere sostenuto dalla Città di Lione

Compagnia Adrien M & Claire B

Claire Bardainne è un’artista visiva francese con un background in graphic design e scenografia, nata nel 1978 a Grenoble. Diplomata alla Scuola Estienne e alla Scuola Arts Déco di Parigi, la sua ricerca si concentra sui mondi immaginari veicolati dalle immagini e dalla grafica, soprattutto nella loro capacità di costruzione dello spazio.

Adrien Mondot è un artista multidisciplinare, informatico e giocoliere francese. Nato nel 1979 a Grenoble, si interessa al movimento e lavora all’intersezione tra arte della giocoleria e innovazione informatica.

Nel 2011 uniscono le forze e fondano la compagnia Adrien M & Claire B. Insieme creano spettacoli e installazioni nelle arti visive e performative. Tutti i lavori sono creati in collaborazione e la compagnia è diretta in coppia. Il fulcro della loro ricerca è il desiderio di trascendere i confini spaziali del palcoscenico e i limiti temporali della performance. Si impegnano a creare arte vivente: mobile, artigianale, effimera, reattiva. Oggi la compagnia Adrien M & Claire B conta circa trenta collaboratori, con all’attivo diverse performance, mostre e installazioni in tournée internazionale. In Francia, la sede centrale è a Lione e lo studio di ricerca e creazione si trova a Crest presso Villa Aphéa.

BABX

Nato in una famiglia di musicisti, David Babin inizia a studiare pianoforte all’età di cinque anni. Dopo essersi avvicinato al palcoscenico come membro della “Glotte-Trotter”, compone la sua prima musica di scena all’età di diciassette anni per uno spettacolo ispirato alla poesia di Roland Topor e si unisce poi alla compagnia Herbe Tendre. All’inizio degli anni 2000, scrive le sue prime canzoni e tiene i suoi primi concerti. In quel periodo sceglie lo pseudonimo BABX.

Nel 2006, il suo primo album viene pubblicato dalla Warner Records e suscita un entusiasmo unanime da parte della stampa. In una recensione pubblicata su Epok, Dominique A scrive dell’album «è meraviglioso, perché la musica (…) annulla la novità delle parole e dà la sensazione di una storia che viene da lontano. Come minimo, da seguire con attenzione». In seguito alla pubblicazione, l’album è nominato ai Victoires de la Musique nella categoria “Rivelazione dell’anno”. Nel 2008, BABX e il suo team registrano il secondo album Cristal Ballroom, ispirato ai musicisti della sala da ballo del Titanic. Nel 2010, dirige e produce il primo album di Camelia Jordana, diventando uno dei principali produttori della scena musicale francese. Nel 2015, BABX fonda la sua etichetta di produzione, “BisonBison”, per dare a sé stesso e ad altri artisti il mezzo per realizzare i loro progetti in completa indipendenza. In seguito pubblica diversi album, Cristal Automatique #1, che mette in musica le poesie scritte da poeti punk, Ascensions, pubblicato in reazione all’attentato al Bataclan del 2016, Les Saisons volatiles e NOU GA RO, un album tributo al repertorio di Claude Nougaro. Nel 2023, il suo ultimo album registrato con Buda Musique La maison avec un piano dedans è puramente strumentale e rende un omaggio sensibile e intimo alla “grande orca nera”, il suo pianoforte.

È possibile acquistare i biglietti per gli spettacoli in programma a Spoleto67 su www.festivaldispoleto.com, tramite il Call Center al numero +39 0743 776444 e presso: 

  • Festival Box Office & Merchandising, via Saffi, 12 | Spoleto – aperto dal 28 marzo tutti i giorni con orario 10-13 e 15-18 
  • Box Office Vivaticket, viale Trento e Trieste 78 | Spoleto 
  • Punti vendita nazionali Vivaticket, elencati sul sito www.festivaldispoleto.com 

Iaphet Elli

Iaphet Elli, blogger, ho partecipato come editor a ExpoMilano2015.
Collaboro con diversi uffici stampa di città Italiane ,Stati Europei e Mondiali.