Perrie: Il Debutto da Artista Solista con ‘Forget About Us’

Cover Perrie

Scritto da PerrieEd Sheeran, il leggendario cantautore David Hodges (“Because of You” – Kelly Clarkson, “A Thousand Years” – Christina Perri) e Steve SolomonForget About Us è brano che segna il debutto di Perrie come artista solista e mette in evidenza il suo straordinario talento vocale. “I don’t want you to ever forget about us in the front seat / listening to songs that made you think about me”, canta l’artista, ricordando le relazioni precedenti.

«Ripenso alle relazioni passate e penso con gioia a quei tempi – dichiara Perrie – Se voglio essere lì adesso? No. Non è andata e se fosse dovuto succedere sarebbe successo. Le relazioni sono state una parte importante della mia vita e mi hanno reso quello che sono ora. Penso che sia un bel sentimento su cui essere onesti ed è molto coinvolgente».

Il video della canzone, di prossima uscita, è stato diretto da Jake Nava (Beyonce, Britney Spears) e girato di recente a Città del Capo.

L’artista è conosciuta per avere fatto parte delle Little Mix, un gruppo che vanta 3 Brit Awardsoltre 17 milioni di album venduti in tutto il mondo, più di 29 miliardi di streaming.

L’esperienza in uno dei gruppi femminili con il maggior numero di vendite di tutti i tempi è stata formativa per una ragazza giovane, timida e insicura di sè. In precedenza, Perrie aveva evitato di scrivere canzoni nelle Little Mix perché non aveva fiducia nelle sue capacità, ma lavorando al suo imminente album di debutto, il suo ampio contributo alla scrittura di canzoni ha sorpreso persino lei.

Nel disco eclettico e variegato di prossima uscita che ha contribuito a creare ci sono cenni alla sua infanzia influenzata dal rock ‘n ‘roll, alla motown, alla disco, al country, agli anni ’80 e, naturalmente, al pop. Il filo conduttore è la voce di Perrie, potente e con una grande estensione vocale, che si cimenta senza paura in ogni melodia e nota di testa.

«Andare alle sessioni come artista solista e poter dire quello che voglio e che sento è un’esperienza incredibile –afferma Perrie – Non ho mai avuto la sicurezza di farlo prima, ma questo processo mi ha permesso di credere in me stessa e di esplorare tutte le mie diverse emozioni e le diverse parti della mia vita».

Quasi tutto l’album, estremamente personale, è stato scritto e registrato nella casa di Perrie a nord di Londra, il luogo in cui si sente più al sicuro. Il fidanzato Alex ha suggerito di trasformare la sala da pranzo inutilizzata in uno studio casalingo, che ha fatto costruire per lei con tutto il necessario per registrare i brani.

«Anche tutti i contenuti che ho realizzato per documentare l’album sono stati fatti a casa –

tutti i fan commentano: “Ma esce mai di casa?“». Perrie ride. Oltre a essere immersa nel suo santuario, ha anche esplorato la possibilità di lavorare con produttori e autori – la cui élite comprendeva gli artisti Ed Sheeran e Raye, oltre a Johnny McDaidFeli Ferraro (BTS, Normani) e Jon Bellion (Maroon 5, Selena Gomez, Justin Bieber) – che le hanno permesso di essere il più vulnerabile e creativa possibile per questo album di debutto.

«Sono così orgogliosa di ciò che ho fatto e creato  Volevo che fosse soprattutto divertente e che mettesse in mostra il mio modo di cantare attraverso ballate e grandi numeri vocali» – racconta Perrie, che ora punta a portare la sua musica davanti al mondo e a esibirsi dal vivo con una band. «Avere le persone che cantano le tue canzoni è il più bel momento naturale del mondo. Non vedo l’ora di vedere come i fan reagiranno alla mia musica”.  Che sia sensibile o potente, la voce distintiva di Perrie è orgogliosa di emozionare attraverso le canzoni che raccontano la sua storia fino ad oggi».

Iaphet Elli

Iaphet Elli, blogger, ho partecipato come editor a ExpoMilano2015.
Collaboro con diversi uffici stampa di città Italiane ,Stati Europei e Mondiali.