Press "Enter" to skip to content

Hotel de la Poste | Rifugio dei Vip a Cortina d’Ampezzo

È in arrivo la prima estate da vivere pienamente, senza limitazioni, all’Hotel de la Poste: ricca di eventi e di proposte, celebra il piacere di incontrarsi. Riapre un punto di ritrovo per generazioni di ampezzani, anche “adottivi” e turisti, il più antico: già ufficio postale ai tempi degli Asburgo, poi casa di autori internazionali come Hemingway – che qui scrisse alcune delle sue pagine migliori – e italiani come Montanelli e Buzzati, quartier generale delle famose Olimpiadi del ’56, e luogo simbolo della Dolce Vita e del jet set internazionale sulle Dolomiti. L’hotel, con la settima generazione di albergatori al comando, è tornato all’antico splendore come contenitore di eventi culturali e “place to be” a Cortina. L’albergo è pronto a scrivere nuove pagine e dare vita a nuove storie: l’estate 2022 è una stagione di eventi che si concentrano intorno a questo epicentro, snodo fondamentale della vita ampezzana.

Cultura: Cortina tra le Righe

Per i giornalisti che partecipano a Cortina tra le Righe il Posta è diventato quasi una seconda casa: l’hotel è hospitality partner dell’evento che ogni estate riunisce i professionisti dell’informazione. In programma, nella settimana dal 28 giugno al 3 luglio, un fitto calendario di incontri ed appuntamenti diffusi in centro e in quota, che coinvolgono giornalisti ed inviati delle principali testate, editorialisti scientifici, docenti, ricercatori, filosofi, atleti, direttori delle più importanti istituzioni scientifiche e di ricerca. “Anche quest’anno sarà un piacere accogliere professionisti da tutta Italia: racconteremo loro la storia di Cortina, della nostra struttura, dei nostri luoghi storici ed iconici” commenta Gherardo Manaigo, direttore dell’Hotel. “Cortina tra le Righe è un elemento di continuità con un passato che ci rende orgogliosi – al Posta hanno alloggiato grandi personalità come Hemingway, Montanelli e Buzzati – e al tempo stesso è un ponte verso i prossimi traguardi, su tutti le Olimpiadi 2026, che proietteranno Cortina sotto i riflettori come mai è accaduto prima”.

Sport: la stagione del green e In City Golf Cortina

Cortina, capitale del golf in montagna. Il Posta da sempre accoglie tanti appassionati di questo sport, dedicando loro speciali attenzioni. Ad esempio, la struttura offre a tutti gli ospiti, insieme alla camera, il green fee gratuito al Golf Club Cortina, dove ci si può allenare in un contesto mozzafiato con vista sulle Dolomiti.

Il Posta si riconferma l’“hotel dei golfisti” di Cortina dal 29 al 30 luglio, quando la località si trasformerà in un grande campo da golf diffuso durante la tappa ampezzana di In City Golf. Come main partner dell’evento, l’albergo avrà una sua buca speciale e personalizzata, posizionata di fronte all’ingresso, e ospiterà la cena di gala che chiude la manifestazione, oltre che accogliere il pubblico in occasione delle premiazioni. Il momento clou sarà sabato 29, quando settanta giocatori – tra golfisti professionisti e personalità del mondo dello sport e del lifestyle – si sfideranno tra loro, la mattina presso il Golf Club, il pomeriggio sulle nove buche disposte lungo Corso Italia.

Food: Calici di stelle – 6 agosto

Torna a Cortina l’appuntamento più atteso dai wine lover, Calici di Stelle. La località fa da apripista inaugurando, con qualche giorno di anticipo, la manifestazione che Movimento Turismo del Vino e Città del Vino organizzano in tutta Italia intorno al 10 agosto, la notte di San Lorenzo. Appuntamento il 6 agosto all’Hotel de la Poste insieme a Venezia Eventi, dalle 17.00 alle 20.30, con una serie di degustazioni di ottimi vini e tipici piatti ampezzani abbinati. A seguire la festa si sposta nella sala del ristorante, per una cena con i produttori, aperta al pubblico. È come un brindisi che si rinnova ogni anno, coinvolgendo sempre nuove etichette. Per l’occasione l’hotel realizzerà una bottiglia di vino dedicata e ad edizione limitata, con un’etichetta che celebra la decima edizione dell’evento a Cortina.

La rassegna culturale dell’hotel: PosTalk 2022

Torna da fine luglio a fine agosto, tutti i giovedì, PosTalk, la rassegna che ha esordito nell’estate 2021 e che già – anche grazie a un’edizione invernale – è entrata a fare parte del paesaggio culturale ampezzano. Con una novità importante: l’aperitivo si trasforma in cena. Il pubblico si accomoda, e tra una portata e l’altra, incontra una personalità dell’arte e della cultura che con verve e passione esplora un argomento o una parola chiave. Sono cene-evento interamente dedicate a una storia, un progetto, un personaggio. Tra gli argomenti al centro di questa edizione troviamo l’arte, il design, l’impresa al femminile, la tradizione – tutti temi affrontati entrando nel cuore delle storie, con consapevolezza, concretezza e passione. Le ricette e i prodotti italiani e di montagna che accompagnano ogni appuntamento contribuiscono a creare un’atmosfera accogliente e confidenziale.


HOTEL DE LA POSTE

L’Hotel de la Poste non è solo un albergo, è un salotto con vista sulle Dolomiti, dove per secoli si sono incontrati re e regine, grandi personaggi della storia, scrittori e artisti da tutto il mondo. È la sintesi di ciò che Cortina rappresenta: eleganza, solida tradizione, autenticità. E ovviamente è un avamposto ai piedi di leggendarie montagne patrimonio UNESCO. Tutto intorno troviamo grandi spazi aperti, aria pura, vette da scoprire a piedi o in mountain bike. L’albergo esiste fin dal 1804, anno della prima licenza – rilasciata a Silvestro Manaigo, il capostipite – ed è oggi il più antico hotel di Cortina. Sette generazioni di albergatori dopo, la staffetta prosegue con Gherardo e la cugina Michela. Gli ospiti vengono accolti in ambienti ampi, in suite di dimensioni confortevoli, in sale riorganizzate per venire incontro alle nuove norme relative al distanziamento come il Salon Dolomieu e la Ville Venete Lounge Bar. Questo storico 4 stelle risponde così alla sua vocazione primaria, quella di essere un crocevia di storie in pieno centro. La sua porta è stata varcata da ogni celebrità che ha messo piede a Cortina. Tra i suoi più affezionati frequentatori storici, personalità del calibro di Hemingway, Liz Taylor, i Krupp, i reali di Svezia e tanti artisti che hanno lasciato un numero considerevole di opere d’arte al Museo Rimoldi di Cortina. Anche oggi l’hotel è il luogo dove ci si incontra e si respira pienamente l’atmosfera autentica della località.
­

Mission News Theme by Compete Themes.