Facebook
Twitter
Youtube
Instagram
Copyright: lanaregion.it / Helmuth Rier

L’arrivo della primavera nel territorio di Lana e dintorni si manifesta in maniera prepotente con lo sbocciare dei fiori di melo. A partire dal mese di aprile, infatti, i meleti in valle si colorano di rosa e di bianco e assumono l’aspetto di una morbida distesa, diffondendo nell’aria un gradevole e delicato profumo. Nella regione di Lana, questo momento è sempre stato festeggiato con un evento importante, un tempo chiamato “Festa della Fioritura”, che da un paio di edizioni ha assunto il nome di “Lana in fiore”, incorporando anche la manifestazione sulle erbe selvatiche che ora si chiama “Erbe selvatiche, piante medicinali e benessere” (gli appuntamenti con le erbe selvatiche proseguiranno per tutta l’estate 2022). In Alto Adige, le erbe selvatiche hanno un ruolo importante e crescono prospere grazie al clima favorevole; la raccolta di erbe, bacche, fiori e radici è molto praticata e consente di utilizzare questi prodotti naturali in cucina, per preparare infusi medicinali, tinture o unguenti.

L’edizione 2022 di Lana in fiore si svolgerà per l’intero mese di aprile (dal al 30), durante il quale si susseguiranno workshop creativi, escursioni didattiche, corsi di cucina e decorazione, conferenze, camminate a tema nella natura e tanto altro, sempre con fiori ed erbe selvatiche come temi principali.

Si potrà così imparare a preparare un balsamo alle rose e un rossetto curativo con preziose materie prime dopo un’escursione, andare alla scoperta dei tanti misteri e miracoli della natura, grandi e piccini insieme, si terrà un workshop di cosmesi naturale da parte di una farmacista di Lana che insegnerà ai partecipanti come preparare pomate, unguenti e saponi naturali con l’utilizzo di erbe selvatiche; Hildegard Kreiter, inoltre, esperta di erbe, spiegherà agli amanti della cucina con erbe selvatiche, e anche ai curiosi, come preparare pane e creme, biscotti, pizzette e bevande con le erbe selvatiche. L’istruttrice di salute “Kneipp” ed “erbesperta” Jutta Tappeiner Ebner terrà un corso per raccontare tutti i benefici del metodo di Sebastian Kneipp, con prova pratica finale in acqua secondo gli insegnamenti di Kneipp.

Al Mondo delle Orchidee di Gargazzone si svolgerà un corso per comporre corone e mazzi con profumate erbe selvatiche e fiori primaverili, mentre, presso la scuola professionale per l’economia domestica e agroalimentare di Tesimo, un workshop sarà incentrato sull’utilizzo di erbe selvatiche in cucina unendo il loro gusto alle proprietà salutari.

Un altro appuntamento immancabile di Lana in fiore è quello dei Sapori del Maso, quest’anno previsto per sabato 23 aprile: circa 50 contadini altoatesini nel centro di Lana proporranno i loro prodotti freschi e di ottima qualità da assaggiare, comprare e gustare, dalle 9 alle 17. I contadini, che appartengono al “Gallo Rosso”, associazione che si occupa di garantire, attraverso rigidi criteri e controlli regolari, la qualità dei prodotti, saranno a disposizione dei visitatori per soddisfare ogni curiosità sui prodotti esposti.
Durante la giornata dei Sapori del Maso, nella zona pedonale di Lana, i ristoranti offriranno gustosi piatti primaverili e specialità alle erbe selvatiche secondo antiche e moderne ricette, accompagnate da buon vino dell’Alto Adige.

Rappresenta la novità dell’edizione di Lana in fiore 2022 KränzelZeit – Picnic.Cultura.Relax di sabato 30 aprile, un evento che esprime perfettamente il concetto del nuovo brand di Lana, “Lana unisce”. Nei 7 Giardini della Tenuta Kränzelhof di Cermes, infatti, la giornata in mezzo al verde avrà in programma 3 tipi di esperienze: un’ora di “Power Flow Yoga” al mattino, un picnic con box pieno di gustose bontà primaverili e musica con DJ e un vernissage organizzato dall’associazione culturale K.art per dare spazio a giovani artisti che si esprimono attraverso la musica, la pittura, la fotografia e la LandArt. Esperienze completamente diverse, ma assolutamente compatibili e unite in questa speciale giornata.

Come richiamo visivo alla manifestazione, quest’anno la regione turistica di Lana ha scelto l’annaffiatoio: molti annaffiatoi di zinco dai colori pastello decoreranno la zona pedonale di Lana, regalando ancora più colore alla natura primaverile.

Come simbolo del territorio (Lana è una delle zone con la coltivazione più estesa di meleti d’Europa) e come esempio di ecosostenibilità, torna la “mela in scatola”: una mela della cooperativa Biosüdtirol contenuta in una scatola di “cartamela”, prodotta cioè con gli scarti della lavorazione delle mele; una volta consumata la mela, la scatola può diventare un comodo portapenne o una confezione regalo.

Programma scaricabile, con info e orari appuntamenti.

Per informazioni su Regione Lana: lanaregion.it.