Facebook
Twitter
Youtube
Instagram
© Brixen Tourismus Alex Flitz

Anche se negli ultimi due anni alcuni progetti hanno subito una fase di stallo, la terza città altoatesina non si è tirata indietro su una serie di novità tra attrazioni, festival e piani per ospitare grandi eventi per questo nuovo anno. Dal ritorno dell’emozionante Bressanone Water Light Festival alla possibilità di visitare le cantine, il nuovo anno è pieno di promesse e festeggiamenti. Dai uno sguardo al futuro e scopri le 10 esperienze che ti aspettano a Bressanone nel 2022.

  1. Farsi catturare, ipnotizzare e ispirare dalle oltre 20 installazioni luminose che illumineranno le notti primaverili di Bressanone. Torna, infatti, il Bressanone Water Light Festival powered by Durst ad accendere la primavera di Bressanone e dintorni con le sue installazioni luminose artistiche. A chi discende nello stesso fiume sopraggiungono acque sempre nuove, così Eraclito nel suo aforisma sul fiume. Allo stesso modo il festival offre ogni volta un’esperienza sensoriale diversa. Nell’ambito del festival, gli artisti e le artiste locali ed internazionali interpretano il tema dell’acqua in modo complesso, stimolando così la riflessione sulle macro tematiche connesse della società moderna e dell’ecosistema globale. Il Bressanone Water Light Festival si terrà dal 29 aprile al 22 maggio nel centro storico di Bressanone, nel Castel Sant’Angelo dell’Abbazia di Novacella, nel museo provinciale del Forte di Fortezza e nella Gola di Stanghe nei pressi di Racines.
  1. Rigenerarsi e vivere momenti di piacere immersi in un paesaggio naturale. Bressanone e dintorni promettono esperienze uniche a stretto contatto con la natura. Qui circondati da boschi e prati, laghi e montagne si ha lo scenario perfetto dove praticare attività per rigenerarsi e vivere momenti di piacere. Nel fondovalle i percorsi si snodano lungo le rive dell’Isarco e tra vigne e frutteti, mentre salendo un po’ i castagneti di mezza montagna invitano a camminate più lunghe. Se si ama l’alta montagna, basta affrontare i sentieri degli alpeggi e gli itinerari delle Dolomiti patrimonio mondiale UNESCO. A soli 7 km dalla città di Bressanone, la Plose offre una delle più belle zone escursionistiche dell’Alto Adige con una fantastica vista sulle Dolomiti. Con oltre 400 chilometri di sentieri segnalati, Bressanone offre numerose possibilità di scoprire la natura pura a piedi, da soli o con guide esperte. Che si cammini attraverso laghi e valli naturali, che si salga sulle cime o si cammini tra i vigneti e si goda il panorama, dipende da voi.
  1. Abbandonarsi alla musica classica e ai canti lirici in luoghi insoliti godendosi un buon bicchiere di vino bianco. Nella primavera del 2022, escursioni culturali a straordinari monumenti storici, circondati da vigneti e meleti, possono essere combinate con esperienze di musica classica di alto livello a Bressanone e dintorni, in Alto Adige. In linea con il motto “L’Europa a casa a Bressanone”, BrixenClassics offrirà dall’11 al 18 giugno incontri musicali con il basso-baritono Sir Bryn Terfel, il violinista star Daniel Hope e l’arpista Hannah Stone, i tenori Klaus Florian Vogt e Christopher Ventris e il baritono Michael Volle. Lo spettro del festival è notevole e va dalla serata di gala dell’opera e dal concerto sinfonico nel cortile interno della Hofburg di Bressanone ai recital di musica da camera e di canzoni nell’Abbazia di Novacella, musica dixie nella tenuta vinicola, city sounds a Bressanone e un crossover classico-pop nel disco club.
  1. Assaporare i sapori genuini dei prodotti locali. Molti dei ristoranti, rifugi e bar a Bressanone e in montagna optano per un menu biologico o in gran parte stagionale e regionale. Qui l’accento è posto sui prodotti stagionali del territorio circostante, sostenendo così il commercio locale e l’agricoltura alpina. Grazie alle brevi distanze di trasporto, gli ortaggi e la frutta raccolti a livello locale e regionale possono maturare naturalmente, il che si riflette sulla qualità e sull’aroma. Qui il km zero spesso si riduce all’orto dietro il maso o del ristorante! Cucinare con ingredienti freschi della zona non è solo un bene per il gusto, ma anche per l’ambiente. E allora fatevi conquistare dai sapori unici della zuppa di vino, dei canederli preparati a mano, degli Schlutzkrapfen (ravioli) freschi e dalle rivisitazioni di ricette tradizionali dei cuochi di Bressanone.
  1. Mettersi alla prova o fare il tifo per un maratoneta. Weekend podistico a Bressanone dal 1 al 2 luglio con la Women’s Run Brixen, il Villnöss Dolomiten Run, il LadiniaTrail, la Dolomites Ultra Trail e la Brixen Dolomiten Marathon. La maratona alpina conduce dalla piazza Duomo nel centro di Bressanone (560 m) fino alla Plose, la montagna di Bressanone a 2450 metri.
  1. Degustare il vino insieme al viticoltore o fare una sosta in cantina tra le botti di vino. I numerosi vitigni abbarbicati intorno a Bressanone danno un’idea dell‘importanza del vino in questa regione. I vini della regione vinicola più settentrionale d’Italia hanno carattere e lo dimostrano i tanti premi che ogni anno si aggiudicano. Le escursioni tra i vigneti, le degustazioni in città e le visite guidate nelle cantine, seguite naturalmente da degustazioni, sono il modo migliore per scoprire che cosa renda i vini della zona così speciali. Esperienze di vino per intenditori, interessati e conoscitori.
  1. Testare nuovi modelli di e-mtb-bike lungo trail e sentieri e godersi il flow della bike community. Dal 22 al 25 settembre si terrà il MOUNTAINBIKE Testival, dove circa sessanta marchi presenteranno le ultime novità in fatto di bici e attrezzature presso la Bike-Expo nel centro storico di Bressanone. Le biciclette possono essere testate nel Brixen Bikepark sulla Plose e nei tour guidati a Bressanone e dintorni. Nell’ambito di MOUNTAINBIKE Youngsters, un percorso di abilità, i bambini e i giovani possono fare la loro prima esperienza in bici.
  1. Scoprire la tradizione dell’arte di fare il pane che si rivela in Alto Adige tutt’oggi ancora molto viva e sentita. Dal rinomato pane di segale croccante alla pagnotta pusterese fino alla pagnotta venostana in coppia, ogni vallata vanta la propria specialità di pane. E quasi ogni panettiere custodisce gelosamente la sua ricetta, dove differenti miscele, varietà di cereali e altri ingredienti conferiscono ad ogni tipo di pane un gusto unico. Dal 30 settembre al 2 ottobre panettieri e pasticceri locali presentano le proprie specialità al Mercato del Pane e dello Strudel Alto Adige in piazza Duomo a Bressanone.
  1. Vivere il Törggelen da vicino. Escursioni e delizie nel regno della castagna e del vino. Quando gli alberi in Val d’Isarco cambiano i loro colori e l’uva e le mele sono raccolte, allora inizia la stagione del Törggelen. Nelle taverne si servono gustosi piatti altoatesini e ovunque si sente il delizioso profumo di caldarroste. Il Törggelen comprende anche un’escursione attraverso il variegato paesaggio culturale della Valle Isarco, passando per vigneti, vecchi masi e castagneti.
  1. Immergersi nella magia del Natale a Bressanone. Il mercatino di Natale di Bressanone in Piazza del Duomo è uno dei più antichi d’Italia. Particolare attenzione è rivolta alla tradizione, alle vecchie usanze e alla qualità dei prodotti. Dal 25 novembre al 6 gennaio, per trascorrere il Natale con tutti i sensi a Bressanone. Bressanone offre, inoltre, uno spettacolo speciale per una speciale stagione natalizia. Da novembre ai primi di gennaio, la città presenta uno spettacolo esclusivo di luci e musica nella pittoresca cornice della Hofburg, che incanta e invita a soffermarsi.