LELLO SAVONARDO: “I NUOVI PADRONI” È IL SECONDO SINGOLO CHE VEDE LA PARTECIPAZIONE DEL RAPPER E DJ DI RADIO DEEJAY GIANLUCA TRIPLA VITIELLO‏

LELLO
SAVONARDO: “I NUOVI PADRONI” È IL SECONDO SINGOLO CHE VEDE LA
PARTECIPAZIONE DEL RAPPER E DJ DI RADIO DEEJAY GIANLUCA TRIPLA
VITIELLO

foto pp Savonardo

È
il secondo singolo estratto dall’album “Bit generation” del
sociologo-cantautore che vede la partecipazione di numerosi ospiti,
da Edoardo Bennato al celebre studioso Derrick de Kerckhove e in cui
affronta temi come i mutamenti sociali, culturali e tecnologici.

«I
Nuovi Padroni

‘hanno nuove ragioni, contro tutte le rivoluzioni’. ‘Padroni’ che
hanno assunto nuove sembianze e che con ‘sguardi invitanti e parole
spesso concilianti’, attraverso il potere delle multinazionali ma
anche della Rete e delle nuove forme di condizionamento sociale e
politico, controllano le nostre vite e il nostro destino».

Lello
Savonardo

«I
nuovi padroni

sono i nostri padroni, e non mi riferisco solo al potere delle
multinazionali ma anche a chi sfruttando l’enorme potenzialità della
Rete ha aumentato il controllo sulle nostre vite e sul nostro
destino. Gli effetti imposti del cambiamento digitale sono stati
superiori alle aspettative: il lavoro, il tempo libero, gli affetti,
la protesta sociale, i nostri stessi sogni sono fortemente
influenzati dalla presenza della Rete. Chi sognava un mondo dove
Internet potesse dar luogo a un sistema egualitario di conoscenza e
opportunità per tutti è stato disilluso. Oggi i nuovi padroni si
chiamano Google,Youtube, Facebook, Twitter, Apple, Amazon. Certo
nessuno di noi vorrebbe tornare indietro, conosciamo bene i benefici
che il cambiamento tecnologico ha portato in questa nostra esistenza
2.0. Il potere della Rete però non è solo innocente e le
conseguenze riguardano tutti. Il progresso è tale se ne restiamo noi
i “padroni”, liberi nelle nostre scelte quotidiane e
protagonisti consapevoli delle trasformazioni tecnologiche».

Gianluca
Tripla Vitiello (dal booklet dell’album Bit Generation)

Il
video del primo singolo “Bit Generation” in anteprima su TGCOM
24
:http://www.tgcom24.mediaset.it/spettacolo/lello-savonardo-la-bit-generation-del-sociologo-cantautore_2139092-201502a.shtml
Repubblica.it

video:

http://video.repubblica.it/edizione/napoli/bit-generation-il-nuovo-singolo-del-sociologo-cantautore-lello-savonardo/217244/216440
Panorama.it:
http://www.panorama.it/societa/periscopio/le-feste-vip-della-settimana-36/#gallery-0=slide-7

«È
questo il passaggio dalla beat generation alla bit generation, una
generazione che rivisita il suono e ne esplora tutte le declinazioni
grazie al linguaggio digitale»”.
Derrick
de Kerckhove per Ilaria Urbani, Repubblica.it

Ad
accompagnare il sociologo e cantautore napoletano in questi tredici
brani c’è una bella lista di nomi del panorama italiano”.
Emanuele
Tirelli, L’Espresso

“Un
disco interessante per diversi motivi: uno perché il cantautore è
un sociologo e docente universitario, 
Lello
Savonardo
,
e due perché si tratta di un progetto culturale e cross-mediale, che
apre un ponte tra generazioni.”
 
Il
Fatto Quotidiano

(…)
gustose sonorità sospese tra dub reggae, elettronica e musica
d’autore, atmosfere arricchite da numerosi contributi”
Gianluca
Polverari, Rockerilla

Il
disco scivola ed è interessante rintracciare il nostro quotidiano
virtuale nelle mille figure che Lello Savonardo ne fa e senza
accorgersene riesce a farlo per 12 brani senza mai ripetersi in
soluzioni simili. (…) Un bel beat-pop digitale questo scenario
cantautorale firmato da Lello Savonardo.”
 Paolo
Polidoro, Musicalnews

“Undisco
di canzone d’autore si ma con spiccati fini sociali. Un lavoro da
ascoltare con cura cercando di scansare appena la melodie e le sue
organze lasciando sempre ben evidente sul piano sonoro la voce e le
parole che ruba con grandissima competenza alla quotidianità di
tutti i nostri giorni.”
 Red,
Sound 36

  

Lello
Savonardo
 (…)
uno di quei personaggi davvero egregi e importanti nel sottobosco di
ciò che è cultura e vita quotidiana di questa nostra Italia e non
solo.”
 Musicletter

Che
ad un tratto la musica non serve solo per ispirare gli animi ma
svolge anche una terapeutica funzione di analisi…in questo caso,
sociale. Un po’ come tornare ai movimenti politici degli anni ’60
quando i cantori del tempo raccontavano la guerra, la politica, le
loro nuove generazioni, il lavoro e le sue tragedie.
 Radio
Tweet Italia

Un
album intenso

,
un racconto dell’evoluzione, sociale e culturale attraverso gli
anni”
 
Quadriproject

   

Il
pop incontra strutture da cantautorato puro ed ammicca ad una sorta
di rap digitale, regalando pezzi comunque molto diversi tra loro e
carichi di significato, ragioni per le quali il disco merita
sicuramente parecchia attenzione.”
Piergiuseppe
Lippolis, Music Map

Un
disco di pop tinto di elettronica che un po’ vuole richiamare la
beat generation con cui si avventura nel facile gioco di assonanze.
Ma c’è anche canzone d’autore e qualche sana ispirazione ai
grandi classici, tutto per veicolare grandi messaggi sociali e
scientifici, vestendoli di metafore dove serve…un progetto che vive
anche di incontri, conferenze e libri.“
Eliana
Puccio, Loudvision

Di
sicuro un disco da ascoltare con attenzione.”
Marco
Vigliani, Soundcontest

Dopo
il libro (FrancoAngeli, 2013), il ciclo di seminari all’Università
Federico II di Napoli (con
Jovanotti,
Roy
Paci

etc.) e il programma radiofonico (su F2 RadioLab dell’Ateneo Federico
II), oggi
Bit
Generation

è anche un disco. Il sociologo
Lello
Savonardo

torna nelle sue vesti di cantautore con un concept album che coniuga
i suoi interessi scientifici con la sua passione per la musica. Sono
13 i brani (12 + una
ghost
track
)
che compongono il disco Bit Generation, prodotto da
La
Canzonetta Record
,
con il management di
Aldo
Foglia
e
la direzione artistica di

Raffaele Lopez
e
Giuseppe Scarpato
.
Un progetto culturale, work in progress, che investe diversi ambiti.

All’album
hanno partecipato, tra gli altri, artisti come
Edoardo
Bennato,
che
firma il testo de “L’Equilibrista” e suona l’armonica in
due brani,
Gennaro
T

e
Mario4mxFormisano
degli
Almamegretta,
Maurizio
Capone
,
che interviene con il suo sound ecologico nel “Sole della
Tribù”, il percussionista/rapper/attore
Ciccio
Merolla
,
il dj
Danilo
Vigorito,
che
firma la versione dub di “Bit Generation”, il rapper e dj
di Radio Deejay
Gianluca
Tripla Vitiello
che
interviene nel brano “I Nuovi Padroni”, il bluesman
Gennaro
Porcelli
,
il premio Tenco
Giovanni
Block
,
ma anche il guru della comunicazione ed erede intellettuale di
McLuhan,
Derrick
de Kerckhove
,
che recita alcuni versi del brano “Always on”, ispirato
alle sue teorie sulle culture digitali. La copertina e la grafica
dell’album è di
Alessandro
Rak
,
premio
Oscar europeo (European Film Awards
)
per la regia del film di animazione “L’Arte della Felicità”.

BIO

Lello
Savonardo
, sociologo e
cantautore, insegna “Teorie e Tecniche della comunicazione” e
“Comunicazione e Culture giovanili” presso il Dipartimento di
Scienze Sociali dell’Università degli Studi di Napoli Federico II.Èautore di numerosi saggi sull’universo giovanile e i linguaggi
musicali, tra cuiSociologia
della Musica. La costruzione sociale del suono, dalle tribù al
digitale
(Utet, 2010) che,
nel 2014, è stato pubblicato in lingua francese in tutto il mondo
francofono da Academia/L’Harmattan.

In
qualità di sociologo della musica, Lello Savonardo ha promosso,
nelle università italiane, numerose iniziative culturali sui
linguaggi della creatività con artisti comeJovanotti,Ligabue,Lucio Dalla,Edoardo Bennato,Alex Britti,Subsonica,Franco Battiato,Carmen Consoli,Piero Pelù,99Posse,Almamegretta,Planet Funk, Roy Paci,
Rocco Hunt
etc.

I
suoi interessi scientifici sposano da sempre la sua passione per la
musica. In qualità di cantautore, ha al suo attivo numerosi
concerti, collaborazioni con artisti e musicisti di rilievo
nazionale, la pubblicazione del CD “Savonardo” e riconoscimenti
prestigiosi, tra cui il Premio Lunezia che, nella stessa edizione, ha
visto la partecipazione anche diFernanda
Pivano
eFabrizio
De Andrè
.

Tra
le sue attività scientifiche ed accademiche, coordina il progetto
Contamination Lab Napoli promosso dall’Università Federico II, in
collaborazione con il Miur e il Mise; è componente del consiglio
direttivo dell’Associazione Italiana di Sociologia (AIS) e del
comitato scientifico della relativa sezione di comunicazione
(PicAis); coordina l’Osservatorio Territoriale Giovani (OTG)
dell’Università di Napoli Federico II e F2 RadioLab, la webradio
dello stesso Ateneo.

Tra
le sue numerose pubblicazioni,Bit
Generation. Culture giovanili, creatività e social media
(FrancoAngeli, 2013), che ha ispirato un ciclo di seminari con
artisti (tra cui Jovanotti e Roy Paci), una trasmissione radiofonica
e ora un album discografico, che conta numerose collaborazioni.
L’universo giovanile, i mutamenti sociali, culturali e tecnologici
sono al centro dei brani che compongono il discoBit
Generation
(La Canzonetta
Record, 2015).

CONTATTI&SOCIAL

www.bitgeneration.eu

www.lellosavonardo.it

www.lacanzonetta.it

Facebook: Bit Generation
– Lello Savonardo

Twitter: @Bit_Gen

Istagram: Bit.Generation

YouTube: Lello Savonardo

Uncategorized

“SI NASCE NON SOLTANTO PER MORIRE MA PER CAMMINARE A LUNGO…

Ph by Marisa Daffara “SI NASCE NON SOLTANTO PER MORIRE MA PER CAMMINARE A LUNGO, CON PIEDI CHE NON CONOSCONO DIMORE E VANNO OLTRE OGNI MONTAGNA” Alda Merini In ricordo del pittore Giampiero Nebbia Tratto da https://www.facebook.com/marisa.daffara Ricorre a dicembre il decennale della morte del pittore piemontese Giampiero Nebbia. Ieri, 25 settembre 2016, ha avuto […]

Read More
Uncategorized

IL CLUB TENCO AL SUD: UNA DUE GIORNI CON ‘IL TENCO ASCOLTA’ A COSENZA 1 E 2 OTTOBRE 2016 #Clubtenco

Arriva al Sud “Il Tenco ascolta”, per una “due giorni” che sarà dedicata espressamente ad artisti meridionali, l’1 e 2 ottobre, a Cosenza. L’evento, che è organizzato in collaborazione con il Comune di Cosenza, l’Università della Calabria e la Fondazione Lilli Funaro, si svolgerà al Castello Svevo. “Il Tenco ascolta” è il format del Club […]

Read More
Uncategorized

Mete d’autunno – Al Museo Agricolo e del Vino Ricci Curbastro per scoprire il volto agricolo della Franciacorta‏ @Franciacorta #riccicurbastro

1 Museo del Vino Ricci Curbastro_Sala Enologia La storia agricola della Franciacorta racchiusa in un Museo, tutto da visitare e tutto da vivere. Un motivo in più per godersi la Franciacorta in autunno, stagione perfetta per l’enoturismo. Fondato nel 1986 da Gualberto Ricci Curbastro, accanto alla sede della sua cantina di Capriolo, ilMuseo Agricolo e del […]

Read More