MARCO BELLOCCHIO: 50 ANNI DI CINEMA_dal 24 novembre al 6 dicembre 2015 _MIC – Museo Interattivo del Cinema @cinetecamilano

MIC –
MUSEO INTERATTIVO DEL CINEMA

Viale
Fulvio Testi 121, Milano

Ora di religione #1

MARCO
BELLOCCHIO.

50
ANNI DI CINEMA

Dal
24 novembre al 6 dicembre 2015

Dal
24 novembre al 6 dicembre 2015
,
presso il MIC –
Museo Interattivo del Cinema, Fondazione Cineteca Italiana presentaMARCO BELLOCCHIO. 50
ANNI DI CINEMA
, un
omaggio alla straordinaria carriera cinematografica del regista
bobbiese.

È
il 1965 quandoI
pugni in tasca
,
il film dell’allora esordiente Marco Bellocchio, 26 anni, diventa un
caso nazionale. La critica lo annovererà tra i film manifesto, in
grado di anticipare in qualche modo i fermenti del ’68. La pellicola
ottiene la Vela d’argento per la miglior regia al Festival di
Locarno. Oltre a questo intramontabile capolavoro, la retrospettiva
intende offrire una panoramica sulla cinematografia di Bellocchio,
proponendo quindici titoli fra i più significativi.

Fra
le sue prime pellicole, in rassegnaSbatti
il mostri in prima pagina
con Gian Maria Volontè, film che mette in evidenza gli stretti
legami fra stampa, politica e forze dell’ordine;La
Cina è vicina
,
un’opera che condanna la società contemporanea in chiave politica
attraverso la storia di una famiglia benestante eMarcia
trionfale
, la
drammatica storia di un ragazzo che, benché abbia fatto di tutto per
essere ammesso all’accademia, si ritrova a dover fare il servizio di
leva.

Fra
i titoli più recenti,L’ora
di religione – Il sorriso di mia madre
,Il regista di
matrimoni
,Sorelle maie il suo ultimo film,Sangue
del mio sangue
,
interpretato da Filippo Timi e Alba Rohrwacher, un’opera che
affronta la storia e la biografia del regista e che è stata
presentata in concorso alla 72° Mostra del Cinema di Venezia.

SCHEDE
DEI FILM E CALENDARIO

Martedì
24 novembre

h
15.00Enrico IV(Marco Bellocchio, Italia, 1984, 85’ con Marcello Mastroianni e
Claudia Cardinale)
Durante una festa in maschera, il barone
Belcredi provoca la caduta di un suo rivale in amore, che impazzisce
credendo di essere Enrico IV, l’imperatore di Germania scomunicato
nel 1076 da Gregorio VII. L’uomo si rinchiude in un castello,
decidendo di continuare a recitare la parte del folle anche dopo aver
riacquistato il senno. Vent’anni dopo, mentre il gruppo della festa è
in visita al castello, il dramma viene alla luce…

h
17.00L’ora di
religione – Il sorriso di mia madre
(Marco Bellocchio, Italia, 2002, 102’ con Sergio Castellitto e
Jacqueline Lustig)

Ernesto
fa il pittore, ha un figlio piccolo e un matrimonio in crisi. Laico
convinto, accoglie con stupore e rabbia la notizia che su pressioni
della famiglia la Chiesa ha avviato un processo di beatificazione di
sua madre, uccisa da un altro figlio ora ricoverato in clinica
psichiatrica.

Mercoledì
25 novembre

h
17.00Diavolo in
corpo
(Marco
Bellocchio, Italia, 1986, 110’ con Maruschka Detmers e Federico
Pitzalis)
A Roma, lo studente Andrea si innamora di Giulia,
fidanzata di un terrorista pentito e oppressa da mille fobie. Forse
la libererà dai suoi fantasmi il rapporto con il ragazzo, che
esplode senza inibizioni, in atti erotici sempre più scatenati.

Giovedì
26 novembre

h
15.00La balia(Marco Bellocchio, da un racconto di Luigi Pirandello, Italia, 1999,
106’ con Fabrizio Bentivoglio e Valeria Bruni Tedeschi)

Ennio
è uno psichiatra che ha le sue preoccupazioni nell’ospedale in cui
lavora. Vittoria, sua moglie, ha un figlio piccolo che non riesce ad
allattare e verso il quale nutre sentimenti contraddittori. Viene
chiamata una giovane balia, che instaura col piccolo un rapporto
perfetto, tanto da far ingelosire Vittoria e da indurla ad
allontanarsi da casa. Sarà il marito a ricomporre faticosamente la
situazione.

h
17.00Sbatti il
mostro in prima pagina
(Marco Bellocchio, Italia, 1972, 93’ con Gian Maria Volonté e
Laura Betti)
Anni Settanta. In un campo della periferia milanese
viene ritrovato il cadavere straziato di Maria Grazia, quindicenne
figlia di un noto professore. Il capo redattore di un noto quotidiano
milanese dà incarico di seguire il caso a Roveda, un giornalista
alle prime armi, affiancato dallo scafato Lauri. Avvicina così la
professoressa Zigai, amante di un esponente della sinistra
extraparlamentare, in possesso del diario di Maria Grazia.

Venerdì
27 novembre

h
15.00Sorelle mai(Marco Bellocchio, Italia, 2010, 100’ con Alba Rohrwacher e
Donatella Finocchiaro)
Sei episodi di un’unica storia, girati a
Bobbio in sei anni diversi tra 1999 e il 2008,raccontano di Elena,
nella sua crescita dai 5 ai 13 anni, di sua madre Sara, sorella di
Giorgio, e dei loro difficili rapporti.

h
17.00Buongiorno,
notte
(Marco
Bellocchio, Italia, 2003, 105’ con Luigi Lo Cascio e Maya
Sansa)
Roma, 1978: Chiara diventa la “vivandaia” di Aldo
Moro dopo il suo sequestro da parte delle Brigate Rosse. La ragazza
fatica a conciliare la lotta armata con la vita di tutti i giorni,
fatta di lavoro, fidanzato e rapporti con familiari, amici e
colleghi.

h
19.00La Cina è
vicina
(Marco
Bellocchio, Italia, 1967, b/n, 93’ con Paolo Graziosi e Alessandro
Haber)
In una cittadina della Romagna, il controverso rapporto di
un giovane politicizzato con il suo professore, la cui sorella
diventerà l’amante del ragazzo.

Sabato
28 novembre

h
16.00Sogni infranti
(ragionamenti e
deliri) (Marco Bellocchio e Daniela Ceselli, Italia, 1995,
95’)
Viaggio negli “anni di piombo” realizzato
attraverso il montaggio di documenti d’epoca, interviste ad alcuni
storici e ad alcuni protagonisti di quelle vicende.

h
18.00Vacanze in Val
Trebbia
(Marco
Bellocchio, Italia, 1980, b/n, 55’ con Marco Bellocchio e
Piergiorgio Bellocchio)
Documentario-fiction sulle vacanze del
regista accompagnato dalla famiglia nella sua terra d’origine, la Val
Trebbia in provincia di Piacenza. Il viaggio è un mezzo per
confrontarsi col passato, i ricordi, le proprie origini, ma è anche
la radiografia di un’epoca.

Domenica
29 novembre

h
15.00Sangue del mio
sangue
(Marco
Bellocchio, Ita./Fr./Sviz., 2015, 106’ con Filippo Timi e Alba
Rohrwacher)
Federico, un giovane uomo d’armi, viene sedotto da
suor Benedetta che verrà condannata ad essere murata viva nelle
antiche prigioni di Bobbio. Nello stesso luogo, secoli dopo, tornerà
un altro Federico, sedicente ispettore ministeriale, che scoprirà
che l’edificio è ancora abitato da un misterioso conte, che vive
solo di notte.

h
17.00I pugni in
tasca
(Marco
Bellocchio, Italia, 1965, b/n, 107’ con Lou Castel e Paola
Pitagora)
Una famiglia borghese che vive in una grande casa nella
campagna della Val Trebbia. Madre, cieca, e 4 figli, solo il primo
“normale”, gli altri più o meno malati di nervi o decisamente
ritardati. Uno di loro arriverà a uccidere prima la madre, poi il
fratello deficiente, per morire infine lui stesso di una crisi
epilettica.

h
19.00Sangue del mio
sangue
(Marco
Bellocchio, Ita./Fr./Sviz., 2015, 106’ con Filippo Timi e Alba
Rohrwacher) Replica

Mercoledì
2 dicembre

h
15.00L’ora di
religione – Il sorriso di mia madre
(Marco Bellocchio, Italia, 2002, 102’ con Sergio Castellitto e
Jacqueline Lustig) Replica

Venerdì
4 dicembre

h
15.00Sorelle mai(Marco Bellocchio, Italia, 2010, 100’ con Alba Rohrwacher e
Donatella Finocchiaro) Replica

h
19.00Il regista di
matrimoni
(Marco
Bellocchio, Italia, 2006, 107 con Sergio
Castellitto e Donatella Finocchiaro)
Franco Elica è un regista in
crisi che deve girare l’ennesima versione dei Promessi sposi.
Decide così di partire per la Sicilia alla ricerca dell’ispirazione
che sembra aver perso. Lì Franco si innamora subito della giovane e
bellissima ragazza e si propone di riuscire a evitarle un matrimonio
di convenienza.

Sabato
5 dicembre

h
16.00Salto nel vuoto(Marco Bellocchio, Ita./Fr., 1980, 120’ con Michel Piccoli e Anouk
Aimée)
Una matura coppia di fratelli che vive insieme da sempre.
Lui fa il giudice, lei si occupa della casa. Progressivamente l’uomo
si convince che la sorella sta scivolando nella follia, antica tara
di famiglia, e comincia a desiderarne la morte.

Domenica
6 dicembre

h
15.00Marcia
trionfale
(Marco
Bellocchio, Italia, 1976, 125’ con Michele Placido e Franco
Nero)

Un giovane
laureato, destinato al servizio di leva benché abbia fatto di tutto
per essere ammesso all’accademia, si trova a disagio nell’ambiente
rozzo tanto lontano dalla sua sensibilità. Il suo superiore, in
crisi depressiva, ne fa il proprio confidente e, senza saperlo,
l’amante della moglie.

INFO

info@cinetecamilano.it

www.cinetecamilano.it

T
02 87242114

Cineteca
Milano @cinetecamilano

MODALITÀ
D’INGRESSO ALLE PROIEZIONI

Biglietto
d’ingresso intero: € 5,50

Biglietto
ridotto: € 4,00

Biglietto
d’ingresso adulto + bambino: € 6,00

Uncategorized

La storia ed il futuro di Crespi d’Adda #cameradeideputati @Crespidadda

L’esperienza di Crespi d’Adda sarà uno degli argomenti del convegno “Il Patrimonio industriale in Italia. Da spazi vuoti a risorsa per il territorio”, che si svolgerà il prossimo 7 ottobre 2016, a Roma, presso la Camera dei Deputati a Palazzo Montecitorio. L’evento, promosso dalla Senatrice Michela Montevecchi, e organizzato da Simona Politini, sarà un’occasione unica […]

Read More
Uncategorized

EVENTI CULTURALI E STREET-ART, PASSA DA QUI IL RILANCIO DEL MERCATO COPERTO DI LORENTEGGIO #eventiculturalimilanesi

COMMERCIO. EVENTI CULTURALI E STREET-ART, PASSA DA QUI IL RILANCIO DEL MERCATO COPERTO DI LORENTEGGIO Tajani: ”Il percorso fatto di commistione tra vendita, socializzazione, arte e cultura rappresenta un modello di riferimento per il futuro di molte strutture simili, contribuendo a riportare i mercati coperti al centro della vita dei quartieri” Milano, 7 ottobre 2016 […]

Read More
Uncategorized

Museo Van Gogh @ MuseoVanGogh

Vincent van Gogh (1853-1890), nato nel Brabante, è attualmente uno degli artisti più famosi di tutti i tempi. Se desideri ammirare i capolavori di Van Gogh, una visita al Museo di Van Gogh di Amsterdam è d’obbligo. Ma per gli ammiratori del pittore, i posti da visitare non finiscono certo qui. Situato nel meraviglioso Parco […]

Read More