PER LA PRIMA VOLTA NEL DUOMO DI MILANO IL MOSÉ DI ROSSINI CON RUGGERO RAIMONDI _ 8 – 11 – 15 – 18 giugno 2015 _ore 21.00 @Expo2015

Ligorio Cecilia

COMUNICATO STAMPA
PER LA PRIMA VOLTA NEL DUOMO DI MILANO
IL MOSÉ DI ROSSINI CON RUGGERO RAIMONDI
Per la prima volta, l’opera lirica Mosè di Gioachino Rossini sarà rappresentata all’interno del Duomo di Milano in quattro serate, previste l’8, l’11, il 15 e il 18 giugno alle ore 21.00, con l’Orchestra e il Coro della Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano diretti da Francesco Quattrocchi, con la straordinaria presenza di Ruggero Raimondi nella parte di Mosè.
L’iniziativa, tra i grandi progetti presentati insieme a Expo Milano 2015, realizzata in collaborazione con Casa Ricordi, è anche presente tra gli eventi di Expo in Città consultabili sul sito expoincitta.com.
La scelta di realizzare un grande evento mettendo al centro la figura di Mosè si fa rappresentazione di un percorso nel segno del quale la Veneranda Fabbrica riafferma tutta l’attualità di questo straordinario messaggero. Le immagini dell’opera, infatti, si susseguiranno in forma astratta, senza simboli e riferimenti a segni del passato, poiché la lettura della figura di Mosè si trasforma di generazione in generazione, è sempre riletta in chiave attuale. È un’immagine in movimento che attraversa i secoli e i millenni senza mai invecchiare, attualizzandosi giorno dopo giorno: Mosè è colui che diffonde un messaggio teso tra il finito e l’infinito, è il più grande comunicatore della storia dell’uomo prima di Cristo. Ed ecco perché, in una società in continua trasformazione, fondata sull’immediatezza della rete e dei nuovi linguaggi della comunicazione, è interessante confrontarsi con questa figura in movimento attraverso una modalità diversa dal passato.
Il linguaggio delle tecnologie. L’emozione delle immagini e dei colori del Duomo in una “card della cultura”
Aprendo il Duomo all’utilizzo delle nuove tecnologie per renderlo sempre più fruibile come mai prima d’ora, l’intera rappresentazione sarà giocata sulla forza dei colori e delle immagini. L’emozione delle acque del Mar Rosso e la suggestione delle proiezioni su alcune delle colonne della Cattedrale con la tecnica del video mapping, segno di quei Comandamenti che ancora oggi sono il pilastro della società e dei valori del convivere, accompagneranno così lo spettatore, permettendo a chiunque di portarsi a casa un grande messaggio e un’importante occasione di riflessione nel piacere dell’ascolto di un testo musicale particolarmente efficace, che si fa sentire con gioia, nello stile rossiniano.
Un arco di tulle abbraccerà il transetto nei pressi dell’altar maggiore, segnando una differenza tra la forza delle immagini sulle colonne e le sfumature delle proiezioni sul tessuto.
In questo contesto, i valori verranno richiamati nei rapporti con tutti gli elementi architettonici del Duomo. Attualizzare un messaggio significa dunque attualizzare i valori: è questa la chiave di lettura attraverso cui meditare sulla figura del grande profeta.
Una modalità di rileggere Mosè che si ritrova anche in una “card della cultura” USB in qualità HD che la Veneranda Fabbrica distribuirà con il biglietto a tutti gli spettatori in occasione delle rappresentazioni, contenente già dalla prima serata la registrazione dell’opera in Duomo in 4K e un documentario dedicato al ruolo della Fabbrica lungo sette secoli, permettendo così a tutti di poter rivivere subito l’emozione vissuta dal vivo, nella concretezza di un linguaggio che viene messo immediatamente a disposizione. Dopo le quattro rappresentazioni, la card sarà quindi distribuita in tutto il mondo.
Il Mosè di Rossini in Duomo: un grande messaggio culturale e una proposta per Expo
Non solo. Portare il Mosè di Rossini in Duomo significa affermare un grande messaggio: la cultura evolve solo su colonne portanti, valori eterni cui richiamarsi. Peso di un’esperienza umana che si tramanda come una staffetta di generazione in generazione, i Comandamenti risuonano tra le navate del Duomo quali segni di un’armonia che non si spezza contro lo scorrere dei secoli, al di là di ogni cultura e di ogni barriera geografica.
Un percorso simile a quello tracciato dalla Veneranda Fabbrica del Duomo, che ha affrontato i grandi cambiamenti di ogni tempo con serena determinazione, nel solco di un cammino di popolo che non ha conosciuto interruzione e la cui energia viene quotidianamente percepita da uomini e donne appartenenti a ogni cultura.
In consonanza con la tematica di Expo, Mosè è la figura che dà la manna, cibo della vita, a tutto il popolo d’Israele: attraverso questo evento, la Fabbrica intende distribuire il cibo della cultura a tutti coloro che si nutriranno dell’energia che scaturisce da questa opera.
Biglietti e informazioni
Biglietti acquistabili su: www.ticketone.it o alle Biglietterie del Duomo di Milano: – Duomo Infopoint, Piazza Duomo, 18 – Biglietteria c/o Rest@Duomo, Piazza Duomo, 14/A – Barcone, lato nord della Cattedrale – Biglietteria Centrale, lato sud della Cattedrale – Duomo Express , in Stazione Centrale – Padiglione della Veneranda Fabbrica in Expo
SETTORE A Intero: 40 € SETTORE B Intero: 25 € Ridotto under 25: 10 €
Il pubblico che parteciperà all’evento riceverà una CARD USB contenente la ripresa dell’opera in qualità HD e altri contenuti speciali sul ruolo della Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano
Per tutte le informazioni su biglietti e modalità di accesso: www.duomomilano.it info@duomomilano.it tel. +39.02.72023375

Duomo di Milano
8 – 11 – 15 – 18 giugno 2015
ore 21.00
Mosè
1835 – melodramma sacro in quattro atti
in forma semiscenica
Libretto di Luigi Balocchi e Étienne de Jouy
Traduzione di Calisto Bassi
di Gioachino Rossini
Mosè, basso RUGGERO RAIMONDI
Elisero, tenore BOGDAN MIHAI
Faraone, baritono FILIPPO POLINELLI
Aménofi, tenore LUCIANO GANCI
Aufide, tenore GIOVANNI SEBASTIANO SALA
Osiride/Voce misteriosa, basso CHRISTIAN STARINIERI
Maria, mezzosoprano MARIA CIOPPI
Anaìde, soprano LYDIA TAMBURRINO
Sinaìde, soprano ISABELLE KABATU
ORCHESTRA E CORO DELLA VENERANDA FABBRICA DEL DUOMO
maestro concertatore e direttore d’orchestra
FRANCESCO QUATTROCCHI
direttore del coro
EMILIANO ESPOSITO
responsabili della messa in scena
CECILIA LIGORIO e TIZIANO MANCINI
costumi FRANCA SQUARCIAPINO
costumi e attrezzeria BRANCATO COSTUMI TEATRALI
Allestimento con tecniche di proiezione VIDEOMAPPING visual design Unità C1

Uncategorized

FESTIVAL VERDI 2017 ANTEPRIMA dal 28 settembre al 22 ottobre 2017 @FestivalVerdi #Festivalverdi

Jérusalem, Falstaff,La traviata, Stiffelio, Messa da Requiem Parma e Busseto, dal 28 settembre al 22 ottobre 2017                                                            www.teatroregioparma.it In occasione del debutto del Festival Verdi 2016, sabato 1 ottobre, il Direttore generale del Teatro Regio di Parma Anna Maria Meo ha annunciato in anteprima i principali appuntamenti del Festival Verdi 2017, che si svolgerà […]

Read More
Uncategorized

Buongiorno da Il Lombardia 2016‏ #Girolombardia @Girolombardia

Como, 1 ottobre 2016 – Buongiorno da Il Lombardia NamedSport, ultima Classica Monumento dell’anno, che celebra le 110 edizioni con un percorso selettivo con oltre 4.400 metri di dislivello. Partenza da Como ed arrivo a Bergamo dopo 241 km.  Guarda il Video di Eventinews24.com https://www.youtube.com/watch?v=bY2B6D5aeiI Al via tra gli altri Fabio Aru (Astana Pro Team) e Romain […]

Read More
Uncategorized

GIOVANNA D’ARCO DEBUTTA AL FESTIVAL VERDI #Parmateatro

GIOVANNA D’ARCO DEBUTTA AL FESTIVAL VERDI NEL NUOVO ALLESTIMENTO DI SASKIA BODDEKE E PETER GREENAWAY L’opera in scena nel secentesco teatro ligneo, con Ramon Tebar alla guida dei Virtuosi Italiani e del Coro del Teatro Regio di Parma e del cast composto da Vittoria Yeo, Luciano Ganci, Vittorio Vitelli, Gabriele Mangione, Luciano Leoni Teatro Farnese […]

Read More