FESTIVAL PIANISTICO DI PRIMAVERA – #direttaRadio3 – Dal 14 maggio al 18 giugno @RaiExpo2015

ORCHESTRA RAI: AL
VIA IL FESTIVAL PIANISTICO DI PRIMAVERA

 

Maria Perrotta 2 foto Ugo Dalla Porta 2244

Dal 14 maggio al 18
giugno sei serate con sei grandi pianisti all’Auditorium Rai di Torino

e in diretta su
Radio3

Sei grandi pianisti
dalle brillanti carriere internazionali; celebri capolavori della letteratura
concertistica come il Concerto in sol di Ravel o il “Rach 3”, ma anche pagine di
rara esecuzione come il Concerto per pianoforte e orchestra di Viktor Ullmann. E
naturalmente grandi direttori ad accompagnare e a proporre pagine sinfoniche a
completamento dei programmi delle sei serate, tutte trasmesse in diretta su
Radio3. È il Festival Pianistico di
Primavera
dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, che prende il via giovedì 14 maggio alle 21
all’Auditorium Rai “Arturo Toscanini” di Torino.

A inaugurarlo è
l’italiana Maria Perrotta, affermatasi in importanti competizioni internazionali
come il Concorso Johann Sebastian Bach di Saarbrücken, che l’ha imposta come
interprete bachiana. E proprio a Bach e al suo monumentale capolavoro, le Variazioni Goldberg, è dedicata la sua
ultima incisione, che sta ottenendo ampi consensi. Con l’Orchestra Rai
interpreta il Concerto in sol di
Maurice Ravel. Sul podio il direttore italiano Francesco Lanzillotta, che
propone anche la Pavane pour une infante
defunte
di Ravel, la Pavane di
Fauré e la Sinfonia in do di Stravinskij.

Il secondo
appuntamento è in programma giovedì 21
maggio alle 21
e vede protagonista il pianista polacco Piotr Anderszewski,
vincitore di un Grammy, dell’ECHO Klassik e di due BBC Music Magazine Award.
Noto soprattutto come interprete del repertorio tedesco, con l’Orchestra Rai
propone il Concerto n. 25 in do maggiore KV 503 per pianoforte e orchestra di
Wolfgang Amadeus Mozart. Sul podio Juraj Valčuha, che completa il programma
della serata con Danse, “Tarentelle
Styrienne”
di Claude Debussy, orchestrata da Ravel, e con la Sinfonia n. 9
in mi minore op. 95 “Dal Nuovo Mondo” di Antonin Dvořák.

Giovedì 28
maggio
alle 21 sale sul palco dell’Auditorium
Rai il pianista romeno Herbert Schuch, vincitore del “Concorso Casagrande”, del
“Concorso Pianistico Internazionale” di Londra e del “Concorso Beethoven” di
Vienna. Ha ricevuto l’ECHO Klassik Award per la registrazione del raro Concerto
per pianoforte e orchestra di Viktor Ullmann, che propone anche nel concerto di
Torino. Sul podio il direttore americano John Axelrod, che completa il programma
con la Sinfonia n. 3 Dei canti lamentosi
di Henryk Gorecki, interpretata dal mezzosoprano Isabel Bayrakdarian.

Venerdì 4
giugno
alle 21 è la volta del pianista
italiano Federico Colli, che dopo aver vinto il primo premio alla Salzburg
Mozart Competition e la Medaglia d’oro al The Leeds International Piano
Competition, ha iniziato una carriera internazionale che l’ha portato a suonare
in sale di grande prestigio, dal Musikverein di Vienna alla Queen Elisabeth Hall
di Londra. Con l’Orchestra Rai propone il Concerto n. 1 in re minore op. 15 per
pianoforte e orchestra di Johannes Brahms. Sul podio Filippo Maria Bressan, che
completa il programma con la Sinfonia n. 6 in sol maggiore op. 116 detta
“Historische Sinfonie” di Louis Spohr.

Giovedì 11 giugno
alle 21
è protagonista la
pianista americana Simone Dinnerstein, particolarmente apprezzata come
interprete di Gershwin, Ravel ma anche di compositori contemporanei come Philip
Lasser, del quale ha eseguito in prima assoluta e inciso il concerto “The Circle
and the Child”. All’Auditorium Rai “Arturo Toscanini” di Torino propone il
Concerto n. 23 in la maggiore KV 488 per pianoforte e orchestra di Mozart. Sul
podio è impegnato Jeffrey Tate, già Direttore onorario dell’Orchestra Rai, che
completa il programma della serata con la Serenata in re maggiore KV 239 di
Mozart, detta Serenata notturna o Pauken-Serenade, i Valses nobles et sentimentales e la Rhapsodie espagnole di
Ravel.

Il Festival si
conclude giovedì 18 giugno alle 21
con la pianista russa Olga Kern, prima donna a vincere il Primo premio e la
medaglia d’oro in trent’anni di storia del Van Cliburn International Piano
Competition. Apprezzata interprete di Sergej Rachmaninov, propone il suo
Concerto n. 3 in re minore op. 30 per pianoforte e orchestra, insieme al
Direttore principale dell’Orchestra Rai Juraj Valčuha, che conclude la serata
con la Sinfonia n. 5 in mi minore op 64 di Čajkovskij.

Gli abbonamenti (da
150 a 75 euro) e le poltrone numerate (da 30 a 15 euro) per il Festival
Pianistico di Primavera sono in vendita presso la Biglietteria dell’Auditorium
Rai di Torino. Le sere dei concerti, a partire da un’ora prima dell’inizio, sono
messi in vendita gli ingressi con posto non assegnato (da 20 a 9 euro).
Informazioni:www.osn.rai.it; tel.
011.8104653.

Uncategorized

HENRI CARTIER-BRESSON FOTOGRAFO Villa Reale di Monza Secondo Piano Nobile 20 ottobre 2016 – 26 febbraio 2017 @Villarealemonza @HENRICARTIERBRESSON

140 scatti di Henri Cartier Bresson, in mostra alla Villa Reale di Monza dal 20 ottobre, dedicati al grande maestro, per immergerci nel suo mondo,  per scoprire il carico di ricchezza di ogni sua immagine, testimonianza di un uomo consapevole, dal lucido pensiero, verso la realtà storica e sociologica.     Prostitute. Calle Cuauhtemoctzin, Città del […]

Read More
Uncategorized

La storia ed il futuro di Crespi d’Adda #cameradeideputati @Crespidadda

L’esperienza di Crespi d’Adda sarà uno degli argomenti del convegno “Il Patrimonio industriale in Italia. Da spazi vuoti a risorsa per il territorio”, che si svolgerà il prossimo 7 ottobre 2016, a Roma, presso la Camera dei Deputati a Palazzo Montecitorio. L’evento, promosso dalla Senatrice Michela Montevecchi, e organizzato da Simona Politini, sarà un’occasione unica […]

Read More
Uncategorized

EVENTI CULTURALI E STREET-ART, PASSA DA QUI IL RILANCIO DEL MERCATO COPERTO DI LORENTEGGIO #eventiculturalimilanesi

COMMERCIO. EVENTI CULTURALI E STREET-ART, PASSA DA QUI IL RILANCIO DEL MERCATO COPERTO DI LORENTEGGIO Tajani: ”Il percorso fatto di commistione tra vendita, socializzazione, arte e cultura rappresenta un modello di riferimento per il futuro di molte strutture simili, contribuendo a riportare i mercati coperti al centro della vita dei quartieri” Milano, 7 ottobre 2016 […]

Read More