Press "Enter" to skip to content

La ristorazione italiana si incontra a Milano per un grande progetto

Da Venezia con Cristian
Angioli
n, a Sorrento con Giuseppe Aversa e  Vico Equense con Vincenzo Guarino,
fino alla Sicilia con Maurizio Urso Chef Executive (Presidente per la
Sicilia Accademia Nazionale Italcuochi) ed altri compresa Cristina
Lunardini,
volto noto di Alice Tv, uniti per  SicurezzAtavola,

sul fondo al centro Chiara Zucchi e Gualtiero Marchesi

Dopo il via dato dal mensile La Madia Travelfood,
rivista leader nel campo dell’enogastronomia anche a livello internazionale,
magistralmente diretta dalla fondatrice Elsa Mazzolini e dal redattore
capo Chiara Zucchi, avvenuto nel corso del 14° Festival della Cucina
Italiana tenutosi lo scorso settembre a Rimini, con la presentazione  di significativi momenti ed azioni da svolgere
in casi di disostruzione e rianimazione cardiopolmonare, da praticare a
soggetti in condizione di soffocamento derivato dall’ingestione di corpi
estranei, è partito a Milano un primo corso in merito.

Promotore dell’iniziativa del progetto SicurezzAtavola,
unitamente a La Madia è stato il Gran Maestro Gualtiero Marchesi.

Il 18 Marzo 2015 presso l’Accademia Gualtiero
Marchesi
di via Bonvesin a Milano ha avuto luogo il primo corso di
disostruzione e rianimazione cardiopolmonare rivolto agli chef, diretto dal

Dottor Marco Squicciarini, certificato dal centro di
formazione “Salvagente Monza-Salvamento Academy” – accreditato alla
Regione Lombardia, Azienda Regionale Emergenza Sanitaria AREU 118 – con il
Presidente Mirko Damasco.

Il soffocamento derivato dall’ingestione di corpi estranei è
infatti una delle principali cause di morte nei bambini di età compresa tra 0 e
3 anni ed è comune anche in età più avanzata, fino a 14

anni: il 78% dei bambini perde la vita per soffocamento, a
causa del cibo, durante l’ora dei pasti.

Il Maestro Gualtiero Marchesi, che ha sposato il progetto
SicurezzAtavola e che è stato il primo a formarsi, insieme a tutto il personale
di sala del Ristorante Il Marchesino, ha permesso ad altri chef stellati
italiani di partecipare al corso e diventare così testimoni diretti di questo
fondamentale messaggio.

Erano presenti Cristian Angiolin, della Locanda
Cipriani di Venezia, Giuseppe Aversa del ristorante il Buco di Sorrento,
Vincenzo Guarino del ristorante L’Accanto di Vico Equense, Maurizio
Urso
Chef Executive (Presidente per la Sicilia Accademia Nazionale
Italcuochi), Christian de Simone del ristorante La Terrazza sul Mare di
Ortigia, Liborio

Genovese del ristorante Spirito Mediterraneo di
Modica, Salvatore Calleri del ristorante Regina Lucia di Siracusa e Cristina
Lunardini,
volto noto di Alice Tv.

Tutti i partecipanti hanno ottenuto il brevetto secondo le
nuove linee guida internazionali di operatore P-BLSD e ad ognuno è stata
consegnata una vetrofania da apporre all’ingresso del

proprio locale per segnalare ai clienti la presenza di
personale formato.

L’obiettivo di SicurezzAtavola è di annoverare un sempre più
elevato numero di locali che espongano questo messaggio, per salvare sempre più
vite. Il cammino appena cominciato si

prefigge di portare l’eccellenza della formazione sanitaria
all’eccellenza della ristorazione quale segnale etico e di grande impatto
sociale.

Al Maestro Marchesi, per il Ristorante Il Marchesino, è
stato donato da “Salvagente Monza” un defibrillatore di ultima generazione
prodotto da Cardiac Science, azienda leader nello sviluppo, produzione e
commercializzazione di defibrillatori automatici esterni denominati DAE.

Una così grande idea di solidarietà ed umanità verrà
certamente portata avanti con l’impegno di altri super chef, come quelli che
hanno partecipato a questo primo incontro, unendo l’Italia dal nord al sud su
un problema di straordinario interesse.

Giuseppe De Girolamo

Breaking News: