NESLI: da domani in preorder “Andrà tutto bene”, il nuovo album di inediti in uscita il 12 febbraio, che contiene “Buona fortuna amore”, brano che l’artista presenterà a Sanremo. Dal 16 febbraio l’instore tour.#sanremo2015#andràtuttobene #nesli #buonafortunaamore

NESLI

NESLI_foto di Chiara Mirelli_B (2)

IN GARA AL 65° FESTIVAL DI SANREMO CON IL BRANO

BUONA FORTUNA AMORE

IL 12 FEBBRAIO ESCE IL NUOVO ALBUM DI
INEDITI

ANDRÀ TUTTO BENE

DA DOMANI IN PRE-ORDER SU ITUNES!

Dal 16 febbraio l’artista presenterà il nuovo album in
tutta Italia con un
INSTORE
TOUR

Il 12 febbraio uscirà
“ANDRÀ TUTTO BENE”
(produzione Go Wild Music – etichetta
Universal Music),
il nuovo album di inediti di NESLI, che rappresenta una
svolta nel suo percorso artistico verso il cantautorato pop moderno. Nell’album
è contenuto “BUONA FORTUNA AMORE”, il brano che NESLI
(che ne è autore)
presenterà al 65° Festival di Sanremo.

L’album “ANDRÀ TUTTO BENE”
sarà disponibile da domani in pre-order su iTunes a prezzo speciale
(€7,99
anziché €9,99), fino al giorno di uscita.

“BUONA FORTUNA AMORE è
una lettera d’amore a una persona lontana. Quando si dividono le strade e ci si
separa. Non c’è rabbia, è un augurio e la celebrazione di un
addio”
: così Nesli descrive il brano che lo porterà per la
prima volta sul palco dell’Ariston e aggiunge riguardo alla sua partecipazione
al Festival “Sono felice di farlo da cantautore e orgoglioso di poter
cantare la mia canzone in un palcoscenico così
prestigioso
”.

Sarà il
Maestro Umberto Iervolino a dirigere l’orchestra sul palco dell’Ariston durante
le esibizioni di Nesli.
Nella serata di giovedì, in cui il Festival sceglie
di omaggiare la tradizione della canzone italiana, l’artista interpreterà il
branoMare Maredi Luca Carboni (1992).

Guidato dal suo produttore
Brando e da un nuovo team formato dalla Production House Go Wild
Music
e dall’etichetta Universal Music, con l’album
“Andrà Tutto Bene”
, il “poeta”
(come amano definirlo i suoi fan) “punk”(come lui stesso si
definisce per attitudine) tornerà con il suo stile personale e di grande
impatto emotivo, e con il suo universo artistico sempre in evoluzione
.
Nell’album, composto da 11 brani inediti, la sua urgenza di scrivere e
comunicare, in maniera diretta, mai allineata e mai banale, si sposa con la
passione del cantautore per la melodia, le sonorità rock underground e le
atmosfere britanniche degli anni ’80.

Ecco la tracklist di “Andrà
tutto bene
”: “Andrà tutto bene”, “Allora ridi”, “Buona fortuna amore”, “Sarò come vorrai”, “Prima o
poi”, “Quello che non si vede”, “Il mondo è come”, “Dimmi che vuoi che sia”,
“Arrivederci e grazie”, “Il cielo è blu”
e “Ancora una
volta”.

Nesli
incontrerà il pubblico per presentare il suo nuovo album “Andrà Tutto
Bene”
con un instore tour che toccherà da Nord a
Sud le principali città italiane: il 16 febbraio a GENOVA
(Feltrinelli, Via Ceccardi 16, ore 18.00), il 17 febbraio a TORINO
(Feltrinelli), il 18 febbraio a MILANO (Feltrinelli), il 19
febbraio
a VARESE (Casa del Disco), il 20 febbraio a
VITTUONE (Milano – Mediaworld), il 21 febbraio a STEZZANO
(Bergamo –
Mediaworld), il 22 febbraio a MARGHERA (Venezia –
Mondadori), il 23 febbraio a ROMA (Discoteca Laziale), il
24 febbraio a NAPOLI (Feltrinelli), il 25 febbraio a
NOLA (Napoli – Mondadori), il 26 febbraio a BARI
(Feltrinelli), il 27 febbraio a LECCE (Feltrinelli), il 28
febbraio
a FIRENZE (Mediaworld), l’1 marzo a MODENA
(Mediaworld), il 2 marzo a BOLOGNA (Mondadori), il 3
marzo
a LONATO (Brescia – Mondadori), il 4 marzo a
MILANO (Saturn), il 5
marzo a CATANIA (Feltrinelli) e il 6 marzo a
PALERMO (Mondadori).

Il video del brano
Andrà tutto bene
, primo capitolo della sua nuova
avventura musicale, (disponibile in streaming e in digital download su
iTunes, al link http://bit.ly/atb_i, e
nei principali store digitali) ha già superato 1.000.000 di visualizzazioni!
Il videoclip, diretto da Marco Salom, è online al link: http://vevo.ly/GuCfgo.

Questo il link http://bit.ly/nesli_newsletter
alla newsletter ufficiale di Nesli, attraverso la quale si può rimanere sempre
aggiornati su tutte le ultime novità, le nuove uscite, tour, video e ricevere in
anteprima materiale esclusivo sull’artista. Canali ufficiali: https://www.facebook.com/neslimusic,
https://twitter.com/neslimusic

(#andràtuttobene #nesli #buonafortunaamore), http://instagram.com/neslimusic e
https://plus.google.com/+Nesli.
Inoltre l’artista ha creato un profilo su Instagram
@Lemieparolesullavostrapelle dedicato alle migliaia di foto dei fan che si
tatuano i suoi testi sul corpo.

Milano, 2 febbraio
2015

 NESLI
racconta il nuovo album
“ANDRÀ TUTTO BENE”

ANDRÀ TUTTO BENE

È un rock roots scarno ed essenziale.
Un pensiero che nasce in un momento in cui nulla sta andando bene. È la frase da ripetere a se stessi quando tutto sembra perduto e la speranza lontana, la frase che serve per rialzarsi e andare avanti. Quella frase che senti dentro o che qualcuno ti ha sussurrato sfiorandoti, come una consapevolezza nei confronti della Vita in questi tempi, in qualunque tempo. Grazie al coraggio, ai sorrisi che rendono il nostro sguardo positivo, nei confronti di tutti…

ALLORA RIDI

Un beat mono corda che picchia su un timpano e una melodia portata dal basso.
Una canzone che, come un’istantanea, cattura il sorriso di quando i ricordi non sono più amari, senza malinconia né rancore. La dolcezza di ridere per aver accettato di essere come si è.

BUONA FORTUNA AMORE

È una lettera d’amore a una persona lontana. Quando si dividono le strade e ci si separa. Non c’è rabbia, è un augurio e la celebrazione di un addio.

SARÒ COME VORRAI

È un brano power pop.
Due persone che invecchiano insieme, che decidono di condividere la vita conoscendo tutto l’uno dell’altro. Una scelta coraggiosa e folle, quella di affidarsi totalmente a qualcuno per essere una sola cosa nel tempo. Sarò come vorrai, come a dire che nemmeno io mi conosco fino in fondo…

PRIMA O POI

È una ballad rock.
Un uomo della mia età parla con se stesso, mentre cammina in un giorno freddo, fa riflessioni sulla vita, sull’amore e sul tempo. Sa che la verità spesso è una storia triste che porta alla rassegnazione, che racconta la solitudine, che esclude. Ma allo stesso tempo sviluppa l’istinto e la voglia di sopravvivere.

QUELLO CHE NON SI VEDE

Elettronica, basso, chitarre e batteria.
È una poesia che viene dal futuro, fatta di immagini, luci e suoni. Visionaria, introspettiva e dinamica. Le parole sono solo uno strumento, possono avere molti significati o nessuno.

IL MONDO È COME

È una canzone che aderisce alle regole basi del brit pop.
Ascoltare una canzone e rivedere se stessi, questo è il grande potere della musica, delle parole. Raccontare la vita di tutti attraversando la propria. Ascoltare il mondo e accorgersi che parla con noi, di noi, guardarlo e sentire che è nostro in quel momento, in quello spazio.

DIMMI CHE VUOI CHE SIA

Intro “Morriconiano”, beat twist e piano argentino.
Ho immaginato di essere negli anni ‘60 e questa è la canzone che avrei scritto. Audace, bastarda, è un giro in automobile, di notte per le vie più malfamate quando la brava gente dorme.

ARRIVEDERCI E GRAZIE

Di nuovo l’amore raccontato, quando finisce e lascia qualcosa per sempre.
Perché se si ama non c’è tanto tempo di scrivere canzoni ma quando qualcosa si spezza è la prima esigenza. L’emozione trova voce nel dolore, anche, soprattutto. Sei stai bene la vita non la scrivi, la vivi. Se sei tormentato hai la necessità di raccontarla.

IL CIELO È BLU

È una ballata su giro armonico, un rock americano che riporta a John Hiatt e Tom Petty.
È un padre che pensa alla figlia. Lei è in viaggio a scoprire la vita. E lui la immagina sul treno col viso che guarda fuori. Sono le parole che vorrebbe dirle…

ANCORA UNA VOLTA

Rock britannico alla Clash, con le chitarre che urlano “ancora una volta”.
Due persone che continuano a stare insieme pur sapendo di sbagliare. E continuano a rincorrersi. Vivono sotto lo stesso tetto ma sognano di andare altrove. E alla fine sono sempre lì.

 ANDRÀ TUTTO BENE
(F. Nesli Tarducci – O. Grillo)

Che poi io l’ho sempre saputo
in tutti i momenti difficili
e volevo solo dirti che se ci credi, in fondo
andrà tutto bene.

Questo è l’inizio, non è la fine
un solo amore, senza confine
a te il mondo, a me il sogno
a me la notte, a te il giorno
a noi il tempo non risparmierà mai
giornate che sembrano non passare mai
e i pensieri che ti fanno diverso
il silenzio è per tutti lo stesso universo.

Amo questa vita all’infinito
amo l’infinito in questa vita
e tu smetti di piangere bambina
non è finita, finché non è finita.

Se ti dico che andrà tutto bene
se ti dico non ti preoccupare
che alla fine ne usciremo insieme
anche a costo di dover lottare
se ti dico guarda la il tramonto
dopo tutto passerà è un momento
è perché lo sento, è perché lo sento
è perché lo sento.

Se guardi il cielo, non sei più solo
se questo è vero, è ciò che sono
senza paura difronte a Dio
dirai la verità solo dicendo addio
a noi il tempo non ci lascerà mai
ciò che è stato dimenticate
se non ti chiede come andrà e dove andrai
che poi è solamente un’altra estate.

Amo questa vita all’infinito
amo l’infinito in questa vita
e tu smetti di piangere bambina
non è finita, finché non è finita.

Se ti dico che andrà tutto bene
se ti dico non ti preoccupare
che alla fine ne usciremo insieme
anche a costo di dover lottare
se ti dico guarda la il tramonto
dopo tutto passerà è un momento
è perché lo sento, è perché lo sento
è perché lo sento.

ALLORA RIDI
(F. Nesli Tarducci – O. Grillo – N. Bolchi)

Questa è l’alba dei sentimenti
dove gli uomini creano cultura
perché viaggiano a fari spenti
perché vedere non fa paura
serve sentire annegare dentro
avere una vita e volerne altre cento
perché non stanca e non è mai finita
anche se tu l’hai buttata al vento
e le parole in questo tempo
inutili da recitare
ogni passo è una scelta continua
e tu dovrai partecipare.

Allora ridi, allora vivi, come vuoi
e muovi i fili, di un domani che non hai.

È soltanto una strada la vita
che porta alla destinazione
è un incanto la faccia pulita
di chi non si chiede mai dove
è un uomo solo che corre incontro
alla sua convinzione
il tempo passando lo fa in mille pezzi
e canta la sua canzone.

Allora ridi, allora vivi, come vuoi
e muovi i fili, di un domani che non hai.

È la parola di bocca in bocca
che bacia chi tocca davvero le stelle
senza vederle perché non serve
come le storie sotto la pelle
e tu che mi hai guardato negli occhi in sogno
dicendomi la vita non fa paura
dicendomi continua oltre quel disegno
dicendomi sorridi una volta ancora.

Allora ridi, allora vivi, come vuoi
e muovi i fili, di un domani che non hai.

BUONA FORTUNA AMORE
(F. Nesli Tarducci – O. Grillo)

SARÒ COME VORRAI
(F. Nesli Tarducci – O. Grillo – N. Bolchi)

Saremo vuoti nella vita, per confonderci
saremo forti se la vita vuole arrendersi
se vuole prendersi quello che abbiamo
il tempo cambia i colori alle foto
il vento sposta il tuo senso di vuoto
e il resto è come lo vogliamo.

Sarò come vorrai perché per me vorrai
solo il meglio di questi giorni
dei miei guai
sotto le stelle il tuo cammino
e i posti dove vai
lascia il ricordo e il ricordo non lasciarlo mai.

Ho perso i giorni e non li conto più
se sono uguali non so il mio nome
ho troppe vite nella testa e tu
una tra queste e non mi spiego come
ho disperso la mia attenzione
in un mondo di confusione
mi dipingo la faccia di blu
perché volare è nella tradizione.

Sarò come vorrai perché per me vorrai
solo il meglio di questi giorni
dei miei guai
sotto le stelle il tuo cammino
e i posti dove vai
lascia il ricordo e il ricordo non lasciarlo mai.

PRIMA O POI
(F. Nesli Tarducci – O. Grillo)

Non la capisco la vita
non lo capisco l’amore
quando hai qualcosa di tuo
sembra che voglia scappare
se non se ne va lei
vuoi andartene tu
non la capisco la gente
che non sopporta la gente che
vuole sempre di più
solo per se
non ti capisco tesoro
che poi sei come loro
se ci passi del tempo
poi diventa un lavoro.

Mio quello che ho perso per sempre
e non importa più niente
se non ti vedrò nel cielo a dicembre
addio a tutto il male che prende
solo il meglio di noi
quando nessuno ci attende
capirai prima o poi.

La vita ci sorprenderà
diversi da quello che siamo
se poi la via che abbiamo preso già
quella che in fondo volevamo
se ti penso poi scompari
tra i ricordi più amari
e se non penso rimani, rimani, rimani, rimani
se vedo il cielo non mi stanco più
sarei rimasto nella tua metà
se fosse vero che bastavi tu
avrei trovato un altro.

Addio quello che ho perso per sempre
e non importa più niente
se non ti vedrò nel cielo a dicembre
è il mio tutto il male che prende
solo il meglio di noi
quando nessuno ci attende
capirai prima o poi.

Mio quello che ho perso per sempre
e non importa più niente
se non ti vedrò nel cielo a dicembre
addio a tutto il male che prende
solo il meglio di noi
quando nessuno ci attende
capirai prima o poi.

QUELLO CHE NON SI VEDE
(F. Nesli Tarducci – O. Grillo – R. Cardelli)

Sei del mattino
mi lavo la faccia con acqua fredda
e la fretta è nel vento
di questo tempo senza motivo
che vorrebbe consigliare
ma so cos’è il bene
so cos’è il male
lo so immaginare
e lascio cadere le mie difese.

Quello che non si vede
leva il respiro leva
perché sorriderò
perché sorriderò.

In questo spazio ci sono io
voglio allargare le braccia
e stringere il tempo
stringere il tempo che è mio
la voce brucia e rimbomba nell’aria
perché sorriderò
perché è così sottile
la linea che divide
prima le note, la paura svanisce
tutto comincia di nuovo, finisce, comincia di nuovo.

Quello che non si vede
leva il respiro leva
perché sorriderò
perché sorriderò.

IL MONDO È COME (una canzone)
(F. Nesli Tarducci – O. Grillo – F. Ferraguzzo – N. Bolchi)

Ti cerco, se ti trovo ti cerco comunque
perché il mare è dovunque
abbraccia la terra e traccia il confine della nostra vita
c’è una persona per ogni persona
e quando andremo via
non faremo rumore, la pioggia cadrà e sembrerà infinita
per lavare il dolore
per vedere davvero
per sentirsi del cielo
un’altra cosa diventerai, diventerai, diventerai.

Il mondo è come una canzone
quando l’ascolti sembra che parli di te
e tutto si racconta con l’amore
quello che vedi e quello che non c’è.

Uno schiaffo in faccia
la vita è così che va presa
lampeggiano luci nel buio
e io senza alcuna difesa
mi lancio nel vuoto
e cadere non fa paura
e la paura non fa cadere perché non esiste.

Il mondo è come una canzone
quando l’ascolti sembra che parli di te
e tutto si racconta con l’amore
quello che vedi e quello che non c’è.

DIMMI CHE VUOI CHE SIA
(F. Nesli Tarducci – O. Grillo)

Dimmi che vuoi che sia
avrei voluto una vita e una casa tutta mia
ma è solo una bugia
le persone si amano e poi si buttano via
guarda la ferrovia
e come da bambino il treno era una magia
e allora tutto si aggiusterà per poi col tempo sentirne sempre.

Allora prendo l’auto e vado fuori
la velocità mi aiuta contro i malumori
le strade vuote solo lucciole sotto i lampioni
e tu non puoi dimenticare le preoccupazioni
dimmi che vuoi che sia
cerco anche nei lati scuri
bagliori e lampi per capire dove sono i muri
e le pareti non dipingono una prigione
e gli amuleti no non fanno una religione
dimmi che vuoi che sia.

Dimmi che vuoi che sia
avrei voluto una vita e una casa tutta mia
ma è solo una bugia
le persone si amano e poi si buttano via
guarda la ferrovia
e come da bambino il treno era una magia
e allora tutto si aggiusterà per poi col tempo sentirne sempre.

Allora prendo l’auto e vado fuori
la velocità mi aiuta contro i malumori
le strade vuote solo lucciole sotto i lampioni
e tu non puoi dimenticare le preoccupazioni
dimmi che vuoi che sia
cerco anche nei lati scuri
bagliori e lampi per capire dove sono i muri
e le pareti non dipingono una prigione
e gli amuleti no non fanno una religione
dimmi che vuoi che sia.

Dimmi che vuoi che sia
guardare fuori e capire in fondo che è una pazzia
è come nostalgia
e tutto a un tratto il vento ti prende e ti porta via.

Ho iniziato a fare rap a diciassette anni
e in tutto questo tempo non gli ho chiesto mai
in fondo della vita cosa vuoi insegnarmi
ho imparato che ritorna ogni cosa che dai, mai
guardo questa vita dalla serratura
perché il mondo nella stanza ancora fa paura
il destino vuole sempre che tu scappi via
se mi gridi che è finita cosa vuoi che sia.

Dimmi che vuoi che sia
avrei voluto una vita e una casa tutta mia
ma è solo una bugia
le persone si amano e poi si buttano via
guarda la ferrovia
e come da bambino il treno era una magia
e allora tutto si aggiusterà per poi col tempo sentire sempre
la nostalgia.

ARRIVEDERCI E GRAZIE
(F. Nesli Tarducci – R. Cardelli – N. Bolchi)

Arrivederci e grazie, per tutto quello che hai detto
per gli schiaffi, gli insulti lanciati e poi
di nuovo insieme nel letto
arrivederci e grazie, adesso smetto di amarti
adesso guardo in faccia la verità
chiudo gli occhi e smetto di ascoltarti
perché non sono gli altri
a dirci come siamo
perché non è la storia
ma noi che la cambiamo.

Ed esco fuori da ogni vita
perché ho paura di non vivere abbastanza
e ancora, ancora, ancora come nulla fosse
ancora, ancora arrivederci e grazie
Ed esco fuori da ogni vita
perché ho paura di non vivere abbastanza
e ancora, ancora, ancora come nulla fosse.

Arrivederci e grazie
forse non sono all’altezza
ma non lascerò che mi divori
questa tua insicurezza
perché non sono gli altri
a dirci come siamo
perché non è la storia
ma noi che la cambiamo.

Ed esco fuori da ogni vita
perché ho paura di non vivere abbastanza
e ancora, ancora, ancora come nulla fosse
ancora, ancora arrivederci e grazie
Ed esco fuori da ogni vita
perché ho paura di non vivere abbastanza
e ancora, ancora, ancora come nulla fosse
ancora, ancora arrivederci e grazie.

IL CIELO È BLU
(F. Nesli Tarducci – O. Grillo – F. Ferraguzzo)

Il cielo è blu, come volevi tu
come piaceva a te e tutto intorno niente
il tempo è come noi
un attimo c’è il sole, l’attimo dopo piove
e tu non sai che vuoi
e tu non sai perché
ma il mondo ti assomiglia
all’alba come te
sembra una meraviglia
e non c’è figlio, figlia, madre o padre
tutto resta uguale
tutto è solo una scintilla.

E non sai che non tornerà
più niente di quello che hai detto
e saprai che se il cielo è blu
il tuo mondo apparirà perfetto
e vedrai quanta vita c’è
dentro te, senza lacrime.

Mare in tempesta, mai più la stessa
come dicevi tu, come piaceva a te
il vento è come me, non lo capirai
trovando un equilibrio, in movimento
fermi mai
il giorno è come te, la luce e dopo il buio
e nel silenzio sei, senza nessuno sbaglio
Il cielo è blu, come volevi tu
come piaceva a te e tutto intorno niente.

E non sai che non tornerà
più niente di quello che hai detto
e saprai che se il cielo è blu
il tuo mondo apparirà perfetto
e vedrai quanta vita c’è
dentro te, senza lacrime.

Sorridi dai, non dirlo mai
la strada è qui davanti
dietro soltanto guai
adesso che mi guardi
mi vedi più grande
dopo tutto questo amore
tutte le battaglie.

E non sai che non tornerà
più niente di quello che hai detto
e saprai che se il cielo è blu
il tuo mondo apparirà perfetto
e vedrai quanta vita c’è
dentro te, senza lacrime.

ANCORA UNA VOLTA
(F. Nesli Tarducci – O. Grillo – N. Bolchi)

E l’ho persa ancora
ancora una volta
la vita che non mi appartiene
provo a rianimarla ma è morta
e non sono io e non sei tu
che mi cambia il cielo
che mi fa sentire come
non mi sentivo più
non lo capivo più
e invece adesso tu, tu.

Non smettere di parlarmi
quando perderò i sensi
per tenermi e baciarmi
non dire quello che pensi
che tanto poi non invecchi
che tanto poi non rimetti
i sogni dentro i cassetti
noi nella foto perfetti.

Cosa vorresti fare
vivere nella stesa casa
ma se poi non ci vogliamo più stare
è complicato andare via
è più facile immaginare
per rimarginare
ma non sono io e non sei tu
mi dici vieni qui fatti abbracciare
e questo rende la vita speciale
non sono io e non sei tu, tu.

Non smettere di parlarmi
quando perderò i sensi
per tenermi e baciarmi
non dire quello che pensi
che tanto poi non invecchi
che tanto poi non rimetti
i sogni dentro i cassetti
noi nella foto perfetti.

Non voglio che nessuno faccia niente per me
non voglio il passato davanti agli occhi
voglio il sole in faccia tutto per me
e se fuori il mondo non sente
e se fuori il mondo non sente
e se fuori il mondo non sente.

Non smettere di parlarmi
quando perderò i sensi
per tenermi e baciarmi
non dire quello che pensi
che tanto poi non invecchi
che tanto poi non rimetti
i sogni dentro i cassetti
noi nella foto perfetti.

NESLI

“ANDRÀ TUTTO BENE”

Tracklist

ANDRÀ TUTTO BENE
ALLORA RIDI
BUONA FORTUNA AMORE
SARÒ COME VORRAI
PRIMA O POI
QUELLO CHE NON SI VEDE
IL MONDO È COME
DIMMI CHE VUOI CHE SIA
ARRIVEDERCI E GRAZIE
IL CIELO È BLU
11. ANCORA UNA VOLTA

Uncategorized

HUMAN, “odissea ribaltata” – Lella Costa e Marco Baliani – Dal 7 al 14 ottobre al Piccolo Teatro Strehler #Lellacosta

1474464761_Human-®Zani-CasadioZANI2632 Uno spettacolo di e con Lella Costa e Marco Baliani, musiche originali di Paolo Fresu, scene e costumi di Antonio Marras Cos’è l’Europa? Cosa hanno significato, nel corso dei millenni e dei secoli, le migrazioni? Uno spettacolo in forma di oratorio, tra negazione e affermazione del concetto di umanità, in scena dal 7 al […]

Read More
Uncategorized

Eroica e Renana in un unico programma sinfonico con laVerdi diretta da Claus Peter Flor

Venerdì 7 e Domenica 9 Ottobre Auditorium di Milano, largo Mahler il M° Claus Peter Flor dirige l’orchestra e il coro de laVerdi nel ricordo del M° Romano Gandolfi 18 feb 2016 – foto Paolo Dalprato (2) Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi Direttore Claus Peter Flor Una “doppia Terza” per laVerdi in questo 29° […]

Read More
Uncategorized

Brueghel. Capolavori dell’arte fiamminga – Reggia di Venaria, Torino – dal 21 settembre 2016 al 19 febbraio 2017 #Brueghel

Pieter Brueghel il Giovane, Danza nuziale allʼaperto, 1610 ca., olio su tavola, 74,2 x 94 cm. U.S.A. Collezione privata Dopo l’importante successo della tappa bolognese, l’esposizione interamente dedicata alla dinastia dei Brueghel – inventori di un modo di dipingere che ben presto divenne “il marchio” di eccellenza nell’arte pittorica di una dinastia attiva per oltre […]

Read More