L’inverno lento di Merano@MERANO

Be slow, be in Merano

L’inverno lento di Merano, nel cuore dell’Alto Adige

Merano, 01 febbraio 2015 – Vivere una vacanza davvero slow, seguendo i ritmi lenti di una

volta e a contatto con la natura, per rigenerarsi nel corpo e nell’anima è un’esperienza unica e

da provare.

Merano, antica città termale ricca di fascino e tradizione, accompagna, con prodotti naturali e

servizi ecologici, tutti coloro che vogliono godere di un prezioso periodo di riposo,

interrompendo il quotidiano ritmo frenetico che si subisce nelle grandi città.

Sci, benessere, cultura e tanto relax. Una vacanza invernale fatta non di solo sport, ma dedicata

a soddisfare le diverse esigenze e i tanti interessi di ciascuno di noi.

Per questo Merano propone molte e particolari attività: dagli sport sulla neve alle visite

culturali, dalle Terme in cui ci si rilassa per giornate intere alle cene raffinate, dagli eleganti bar

del centro in cui si trascorrono piacevolissimi pomeriggi allo shopping nei negozi sotto i portici,

i più lunghi dell’Alto Adige.

E poi c’è Merano2000 che, grazie alla nuova funivia, è ancora più vicina alla città, potendo

portare, in soli 15 minuti, dal centro di Merano alle piste da sci (40km). In questo modo

chiunque può decidere, in ogni momento della giornata, di andare a sciare per qualche ora per

poi rilassarsi come meglio crede, o in compagnia dei propri cari. A Merano2000, inoltre, si può

praticare sci di fondo, scendere con lo slittino e l’AlpinBob oppure fare bellissime passeggiate

con le ciaspole.

Per quanto riguarda la mobilità e i servizi

pubblici, da molto tempo la città di Merano offre

mezzi di spostamento caratterizzati da un basso

impatto ambientale, che consentono di vivere

una vacanza davvero ecologica. Potersi muovere

senza inquinare, rispettando la natura e la

montagna, fa sentire ognuno di noi, anche se per

pochi giorni, dei degni abitanti di questo pianeta.

Merano e il risveglio dei 5 sensi

Un soggiorno a Merano può davvero risvegliare i

cinque sensi, spesso sopiti dalla vita frenetica

nelle grandi città.

Entrando nella Val d’Adige e percorrendo la

strada che conduce a Merano, si può iniziare ad

appagare la vista grazie alle splendide

montagne e ai meleti e vigneti che circondano

piccoli paesi, con le case in stile altoatesino.

Giunti in città, si scopre che Merano è stata

costruita proprio al centro dell’inizio di tre

splendide vallate: la Val Venosta, la Val d’Adige e

la Val Passiria, le cui montagne convergono con

tutta la loro imponenza verso la città.

Le Terme di Merano, che si trovano in centro

città, permettono invece di prestare attenzione al tatto. Piscine coperte e scoperte, saune,

fitness e soprattutto trattamenti con prodotti locali, fanno passare rigeneranti ore in assoluto

relax. Alle Terme è possibile concedersi dei bagni con materie prime altoatesine come quelli in

tinozza o nella vasca imperiale, oltre ai classici con essenze di mela, uva, erbe, siero di latte,

pino mugo o stella alpina (novità 2015) o i trattamenti rilassanti, nella lana o nel fieno di

montagna dell’Alto Adige.

In alternativa, si possono fare massaggi tipici con le pietre fredde del marmo di Lasa, le pietre di

lava calde, il miele, oppure, lasciarsi rilassare dagli impacchi speciali, come quello ai vinaccioli.

Usciti dalle Terme è tempo di lasciar spazio al gusto.

Nei raffinati ristoranti di città o nei masi di montagna, si assaggiano cibi tradizionali o riletti in

chiave moderna, secondo le più recenti tendenze culinarie, all’insegna di sapori leggeri e

prelibati. Ovunque l’ospitalità e la gentilezza dei ristoratori, insieme all’altissima attenzione

prestata sia nel servizio sia nella qualità delle pietanze, rendono uniche le ore passate a tavola.

Infine, percorrendo una delle passeggiate che circondano la città, si possono risvegliare, oltre la

vista, anche l’udito, ascoltando i suoni della natura, e l’olfatto, annusando le molteplici

specie di fiori che crescono nei parchi e nei giardini, soprattutto quelli curati nel Parco botanico

di Castel Trauttmansdorff, aperto da aprile a metà novembre, spettacolare esibizione di migliaia

di fiori e piante provenienti da tutto il mondo.

Architettura tra innovazione e tradizione

Merano si trova in una zona caratterizzata da una forte concentrazione di stili, tradizioni e

popoli e da ciò derivano evidenti contrasti, che sono stati abilmente gestiti fino a divenire punto

di interesse e di richiamo per l’intera regione.

Uno dei contrasti più evidenti è quello che riguarda l’architettura.

In città le strutture in stile liberty, come le case lungo i portici, si alternano a moderni edifici in

vetro e cristallo, progettati per convivere con le costruzioni circostanti.

In pieno centro, la piazza delle Terme rappresenta l’esempio più significativo poiché, mentre su

una sponda del fiume Passirio dominano le Terme Merano e l’Hotel omonimo, due costruzioni

moderne e di forte impatto per il curato design, sull’altra si erge l’imponente edificio liberty del

Kurhaus.

La filosofia e le regole dettate dal concetto di KlimaHaus, oggi noto in tutto il mondo, nascono

proprio in questa terra dove, già negli anni ottanta, si studiava e pensava a come poter

costruire case a basso consumo energetico.

Oggi sono tantissimi i masi e le case costruiti o restaurati con l’idea di ridurre i costi e i consumi

energetici, grazie a impianti appositamente progettati e all’utilizzo di specifici materiali naturali

isolanti.

Oltre all’architettura anche il clima, la vegetazione e la cucina del posto svelano un curioso

contrasto, con molteplici influenze provenienti dal nord e dal sud.

Cucina di alta qualità e ottimi vini

In questa terra i contrasti, evidenti nella natura e nella cultura, riaffiorano anche nella

preparazione delle pietanze.

La cucina tradizionale meranese è nata nelle case, si è trasferita poi nelle osterie e nei masi e

infine è arrivata sulle tavole dei ristoranti raffinati, senza modificare la propria essenza e

naturalezza. Il lungo e attento lavoro dei cuochi e degli chef ha permesso di interpretare la

tradizione, ottenendo un perfetto matrimonio tra sapori antichi e le moderne tendenze

culinarie, all’insegna di una cucina leggera e raffinata. Anche la multi-etnicità della popolazione

ha consentito che nella cucina si fondessero elementi tipici alpini con tratti mediterranei, non a

caso, ma coniugando i diversi elementi con sapiente abilità.

Ci sono, poi, le antiche fattorie contadine, i masi, alcuni facilmente raggiungibili, altri dopo ore

di camminate ma sempre pronti a offrire il meglio della tradizione, dallo speck ai canederli,

dalle frittate contadine ai dolci fatti in casa, come gli strudel, i canederli dolci o le torte al

cioccolato.

Rimanendo in tema di dolci, per quanto riguarda le pasticcerie non c’è che l’imbarazzo della

scelta. A Merano spiccano la pasticceria Poehl, con tanti tipi diversi di fette di torta, l’Aida, a

due passi dal Duomo, famosa per lo strudel, e la storica Koenig.

***

Per ulteriori informazioni

Azienda di Soggiorno di Merano

www.merano.eu

Uncategorized

La storia ed il futuro di Crespi d’Adda #cameradeideputati @Crespidadda

L’esperienza di Crespi d’Adda sarà uno degli argomenti del convegno “Il Patrimonio industriale in Italia. Da spazi vuoti a risorsa per il territorio”, che si svolgerà il prossimo 7 ottobre 2016, a Roma, presso la Camera dei Deputati a Palazzo Montecitorio. L’evento, promosso dalla Senatrice Michela Montevecchi, e organizzato da Simona Politini, sarà un’occasione unica […]

Read More
Uncategorized

EVENTI CULTURALI E STREET-ART, PASSA DA QUI IL RILANCIO DEL MERCATO COPERTO DI LORENTEGGIO #eventiculturalimilanesi

COMMERCIO. EVENTI CULTURALI E STREET-ART, PASSA DA QUI IL RILANCIO DEL MERCATO COPERTO DI LORENTEGGIO Tajani: ”Il percorso fatto di commistione tra vendita, socializzazione, arte e cultura rappresenta un modello di riferimento per il futuro di molte strutture simili, contribuendo a riportare i mercati coperti al centro della vita dei quartieri” Milano, 7 ottobre 2016 […]

Read More
Uncategorized

Museo Van Gogh @ MuseoVanGogh

Vincent van Gogh (1853-1890), nato nel Brabante, è attualmente uno degli artisti più famosi di tutti i tempi. Se desideri ammirare i capolavori di Van Gogh, una visita al Museo di Van Gogh di Amsterdam è d’obbligo. Ma per gli ammiratori del pittore, i posti da visitare non finiscono certo qui. Situato nel meraviglioso Parco […]

Read More