MONCALIERI JAZZ 2014 (XVII EDIZIONE) – Dal 31 ottobre al 15 novembre 2014

Direzione artistica: Ugo Viola

31 ottobre e 1 novembre: LA DOPPIA NOTTE NERA DEL
JAZZ
2-15 novembre: ASPETTANDO IL FESTIVAL
6-15 novembre: MONCALIERI JAZZ
FESTIVAL

MONCALIERI (TO)
Centro
Storico, Castello Reale, Teatro Matteotti, Fonderie teatrali Limone, Famija
Moncalereisa…

Diciassette anni di
proposte musicali, e non solo, che hanno collocato la manifestazione tra le più
originali, innovative e variegate del panorama nazionale e internazionale:
questo è Moncalieri Jazz che torna puntualmente con un ricco
calendario di avvenimenti e tematiche per soddisfare le esigenze degli amanti
della musica di altissima qualità. Dopo le oltre 30.000
presenze
nell’arco dei quindici giorni registrate lo scorso anno,
l’edizione 2014 del festival punta ad incrementare ulteriormente l’affluenza, a
giudicare dalla programmazione che anche quest’anno si svilupperà su un doppio
binario: il primo, Aspettando il festival (31
ottobre – 15 novembre)
, rappresenta un ricco e variegato percorso di
appuntamenti musicali e non, in collaborazione con enti, associazioni e locali
cittadini; il secondo, il clou del Moncalieri Jazz
Festival
(6 – 15 novembre) prevede sei serate di
grandi ospiti con concerti che si svolgeranno tra le Fonderie Teatrali Limone,
il Castello Reale di Moncalieri il Teatro Matteotti alla presenza di musicisti
jazz italiani ed internazionali.

L’avvenimento che darà il via al
Festival è l’8a NOTTE NERA DEL JAZZ che, quest’anno, realizza
un vero e proprio clone di se stessa riconfermando il doppio appuntamento: si
parte con venerdì 31 ottobre con la prima delle due notti
dedicate alla musica, arte e gusto, nel Centro Storico della
città
e, a seguire, sabato 1° novembre all’interno del
Castello Reale di Moncalieri. Entrambe saranno ad ingresso
libero, riproponendo la maratona musicale notturna che la scorsa edizione ha
entusiasmato tutta la città. Tra le “chicche” in programma, la
celebrazione dei 200 anni della nascita di Adolphe Sax,
espressa in una sfilata di sassofonisti sulla fatidica Vespa
Piaggio
, nel concerto del Saxophobia Ensemble, che
prevede una performance con 30 saxofoni incluso il Sax più grande al
mondo
e nella mostra sul sassofono, unica nel suo
genere, SAX200SAX, curata da Attilio Berni e allestita – tanto
per non sbagliare di numero – con 200 saxofoni, 200 fotografie d’epoca, 200
documenti originali, 200 imboccature e 200 accessori; ma anche i festeggiamenti
per il bicentenario dei fondazione dell’Arma dei Carabinieri, onorata con un
concerto-evento della Fanfara del 3° Btg. Carabinieri
Lombardia
, diretta dal M.llo Andrea Bagnolo con noti musicisti jazz che
hanno militato nell’Arma.
Le vie, le piazze, i siti architettonici di
particolare interesse storico/artistico, come la residenza sabauda, il Castello
Reale di Moncalieri, si metteranno in “bella” mostra per il grande pubblico
dell’ottava edizione, che mira a superare l’incredibile affluenza dell’anno
scorso: non meno di ventimila persone solo nel centro storico
cittadino!

Dopo le intense e spumeggianti Notti Nere del Jazz si inizierà
ad entrare nel vivo di Aspettando il festival con gli appuntamenti
dedicati al JAZZ e DINTORNI, ossia la realizzazione di concerti ed altri eventi
in luoghi inconsueti per la musica jazz come il Workshop per riparatori
e saxofonisti a cura dell’italo-americano Emilio Lyons
, il più grande
riparatore di sax nel mondo, direttamente da Boston in esclusiva;
l’Omaggio a Adolphe Sax in collaborazione con l’UNITRE di
Moncalieri a cura del C.S.M.T. di Torre In Pietra e Associazione C.D.M.I. di
Moncalieri e le lezioni-concerto Il JAZZ IN CATTEDRA in cui
verranno illustrate i vari tipi dello strumento Sax con la sua
storia.

Esauriti gli appuntamenti di Aspettando il festival si
entrerà nel vivo dei concerti del Moncalieri Jazz Festival edizione
2014
che quest’anno si arricchisce di un ulteriore appuntamento arrivando a
sei grandi concerti. Le scelte artistiche, culturali, musicali
di questa edizione porteranno, ancora una volta, a Moncalieri i massimi
esponenti mondiali della musica jazz confermando il Festival tra le più
innovative ed originali manifestazioni a livello internazionale.
Il primo
grande concerto sarà giovedì 6 novembre alle 21: presso il
Castello Reale di Moncalieri si esibirà il Benny Golson quartet
in Buon Anniversaire “200” Adolphe Sax con Benny Golson (tenor
sax), Massimo Faraò (pianoforte), Aldo Zunino (contrabbasso) e Marco Tolotti
(batteria). La serata, presentata da Attilio Berni, ospiterà la premiazione di
Emilio Lyons soprannominato “The Saxophone Doctor” e la presentazione di due
Saxofoni appositamente creati per il Moncalieri Jazz Festival dalla Rampone
& Cazzani.
Secondo atteso appuntamento, nella sede della Famija
Moncalereisa, venerdì 7 novembre alle ore 21 – sul tema “Un
Moncalierese per Moncalieri” – il concerto Claudio Chiara with String
Quartet and Rhythm
, con Claudio Chiara (sax), Gianluca Tagliazucchi
(pianoforte), Aldo Zunino (contrabbasso), Alfred Kramer (batteria) e il
Quartetto d’Archi formato da Umberto Fantini (violino), Massimiliano Gilli
(violino), Maurizio Redegoso kharitian (viola) e Manuel Zigante
(violoncello).
Si continua il 9 novembre alle 21 al Teatro
Matteotti con The Golden Circle che vedrà suonare insieme, con
sonorità timbriche innovative ed ispirati dal disco live leggendario di Ornette
Coleman realizzato a Stoccolma, Rosario Giuliani (sax),
Fabrizio Bosso (tromba), Enzo Pietropaoli
(contrabbasso) e Marcello Dileonardo (batteria).

Giovedì 13 novembre, alle Fonderie Teatrali Limone dalle
20:30, ci saranno una serie di concerti e di musicisti che, sul filo conduttore
del festival, daranno vita a una serata davvero unica. In collaborazione con
Piemonte Jazz, la serata inzierà con l’Italian Sax Ensemble
Fulvio Albano, Claudio Chiara, Valerio Signetto, Andrea Tonso, Helga
Plankensteiner (saxofoni), Fabio Gorlier (pianoforte), Alessandro Maiorino
(contrabbasso), Adam Pache (batteria) – a cui seguiranno i Messenger
Piemonte Jazz
– Fulvio Albano, Diego Borotti (saxofoni), Massimo Faraò
(pianoforte), Davide Liberti (contrabbasso), Gianni Diaferia (batteria) – e, a
conclusione, il Paolo Porta trio – con Paolo Porta (saxofono),
Alessandro Maiorino (contrabbasso), Alessandro Minetto (batteria) e i
saxofonisti Fulvio Albano, Luca Biggio, Diego Borotti, Claudio Chiara, Gigi Di
Gregorio, Alfredo Ponissi, Paolo Porta, Valerio Signetto e Gianni
Virone.
Venerdì 14 novembre altra grande serata di musica
con il doppio concerto alle Fonderie Teatrali Limone dell’Emanuele Cisi
quartet
formato da Emanuele Cisi (Sax Tenore), Bjørn Vidar Solli
(chitarra), Marco Micheli (contrabbasso) e Adam Pache (batteria), featuring
Bjørn Vidar Solli.
Nella seconda parte della serata, continuando il consueto
spazio dedicato a I GIGANTI DEL JAZZ ci sarà l’unico concerto italiano del
Kenny Garrett quintet  (Poll Winners 2014), con Kenny Garrett
(Sax alto e soprano), Vernell Brown (pianoforte), Corcoran Holt (basso
acustico), McClenty Hunter (batteria)e Rudy Bird (percussioni).
Ultima serata
alle Fonderie Teatrali Limone vedrà due grandi concerti di due tra i massimi
sassofonisti italiani: nel primo si esibirà il Piero Odorici &
George Cables trio
featuring Victor Lewis con Piero
Odorici (sax tenore), George Cables (pianoforte), Darryl Hall (basso), Victor
Lewis (batteria); la seconda parte vedrà un musicista affezionato e molto legato
al festival di Moncalieri, Francesco Cafiso (ambasciatore del
jazz italiano nel mondo) col suo sestetto formato da Francesco Cafiso (alto
sax), Giovanni Amato (tromba), Humberto Amesquita (trombone), Mauro Schiavone
(piano), Giuseppe Bassi (bass) e Roberto Pistolesi (drums).

Moncalieri
Jazz Festival consolida così la leadership di festival più innovativo ed
importante a livello regionale e si pone, a livello nazionale ed internazionale,
come uno delle manifestazioni jazz in cui esibirsi diviene sinonimo di crescita
artistica.

La XVII edizione del Moncalieri Jazz Festival è
organizzata dall’Associazione C.D.M.I. di Moncalieri, con il contributo della
Città di Moncalieri con gli Assessorati alla Cultura ed all’Istruzione,
Assessorato alla Cultura della Regione Piemonte, con il patrocinio
dell’Ambasciata del Belgio in Italia, del Consiglio Regionale del Piemonte, con
il sostegno della Fondazione CRT, Giugiaro Design, FAMAR Macchine Utensili, con
il sostegno di sponsor locali e con la collaborazione del I° Reggimento
Carabinieri Piemonte, della Direzione Regionale per i Beni Culturali e
Paesaggistici del Piemonte e la Soprintendenza per i Beni Architettonici e
Paesaggistici per le province di Torino, Asti, Cuneo, Biella, Vercelli, di
I-JAZZ (Associazione Nazionale di Festival Jazz Italiani), di Piemonte Jazz,
della Famija Moncalereisa, di Piemonte Movie, di Moncalieri Giovane, del Centro
Studi Musicali di Torre in Pietra, della Rampone & Cazzani.

Sito web
ufficiale:
www.moncalierijazz.com
Informazioni:
011/6813130 – info@moncalierijazz.com

Uncategorized

“SI NASCE NON SOLTANTO PER MORIRE MA PER CAMMINARE A LUNGO…

Ph by Marisa Daffara “SI NASCE NON SOLTANTO PER MORIRE MA PER CAMMINARE A LUNGO, CON PIEDI CHE NON CONOSCONO DIMORE E VANNO OLTRE OGNI MONTAGNA” Alda Merini In ricordo del pittore Giampiero Nebbia Tratto da https://www.facebook.com/marisa.daffara Ricorre a dicembre il decennale della morte del pittore piemontese Giampiero Nebbia. Ieri, 25 settembre 2016, ha avuto […]

Read More
Uncategorized

IL CLUB TENCO AL SUD: UNA DUE GIORNI CON ‘IL TENCO ASCOLTA’ A COSENZA 1 E 2 OTTOBRE 2016 #Clubtenco

Arriva al Sud “Il Tenco ascolta”, per una “due giorni” che sarà dedicata espressamente ad artisti meridionali, l’1 e 2 ottobre, a Cosenza. L’evento, che è organizzato in collaborazione con il Comune di Cosenza, l’Università della Calabria e la Fondazione Lilli Funaro, si svolgerà al Castello Svevo. “Il Tenco ascolta” è il format del Club […]

Read More
Uncategorized

Mete d’autunno – Al Museo Agricolo e del Vino Ricci Curbastro per scoprire il volto agricolo della Franciacorta‏ @Franciacorta #riccicurbastro

1 Museo del Vino Ricci Curbastro_Sala Enologia La storia agricola della Franciacorta racchiusa in un Museo, tutto da visitare e tutto da vivere. Un motivo in più per godersi la Franciacorta in autunno, stagione perfetta per l’enoturismo. Fondato nel 1986 da Gualberto Ricci Curbastro, accanto alla sede della sua cantina di Capriolo, ilMuseo Agricolo e del […]

Read More