A Bormio arriva la prima stella Michelin

Bormio

Una Stella per la Magnifica Terra
L’edizione 2015 della Guida Michelin premia Bormio con la sua prima stella: il merito va allo chef Antonio Borruso del ristorante Umami

Bormio, 10 novembre 2014 – Terme, storia, sci e ora anche “alta cucina”: Bormio (www.bormio.eu), situata in Valtellina, si conferma tra le protagoniste della prossima stagione invernale. A meno di un mese dall’apertura degli impianti, è arrivato il prestigioso riconoscimento della prima stella Michelin, conquistata dal ristorante gourmet Umami dell’Hotel Eden (http://www.bormio.eu/2014/11/umami-stella-michelin-a-bormio/). L’artefice di questo successo è il giovane chef partenopeo Antonio Borruso, giunto a Bormio nel dicembre 2013: una rivoluzione culinaria in meno di un anno. La sua cucina è un incontro tra tradizione e innovazione, senza mai dimenticare le radici. Un esempio? Il “pizzocchero sferico con insalatina di verza e polenta croccante” – uno dei piatti che l’ha reso celebre – o le ricette che richiamano le sue origini mediterranee, come l’esplosione di ragù partenopeo o la zuppa di pastiera napoletana.

Lo chef

Nato nel 1979, Antonio Borruso ha deciso giovanissimo di esplorare nuovi orizzonti gastronomici e professionali. Per quindici anni ha lavorato in numerose cucine italiane ed europee, apprendendo dai grandi chef e frequentando corsi di formazione prestigiosi. Nel 2007 è approdato al Gimmy’s Restaurant all’Aprica, che sotto la sua guida ha ottenuto la prima stella Michelin. A Bormio è arrivato nel dicembre 2013.

Il ristorante

Il Ristorante Umami (www.umamirestaurantbormio.com) è situato all’interno dell’Hotel Eden, un elegante albergo a 4 stelle nel centro di Bormio (www.edenbormio.it). Il termine “umami” deriva dal giapponese e rappresenta uno dei cinque gusti fondamentali: dolce, salato, amaro, acido e umami, quest’ultimo associato al sapore del glutammato, presente in formaggi, carni e cibi proteici.

Bormio: sport, cultura e terme

Situata a 1.225 metri di altitudine, Bormio si trova in un ampio anfiteatro naturale al centro delle Alpi. Il bianco delle nevi perenni dei ghiacciai, il verde intenso dei boschi e dei prati, l’azzurro del cielo e la trasparenza delle acque caratterizzano il paesaggio. Un paradiso per gli amanti dello sport, della natura, dell’arte e della cultura. In inverno, Bormio e il suo comprensorio offrono oltre 180 chilometri di piste per sci alpino, nordico e snowboard, mentre in estate è possibile sciare sul ghiacciaio del Passo dello Stelvio.

Le escursioni di sci alpinismo e con le racchette da neve nei sentieri del Parco Nazionale dello Stelvio sono particolarmente affascinanti e, durante la stagione estiva, si trasformano in oltre 600 chilometri di percorsi per mountain bike, trekking o equitazione. Inoltre, gli appassionati di ciclismo su strada possono affrontare le salite leggendarie che hanno fatto la storia del ciclismo: il Passo dello Stelvio, il Passo del Gavia e il Mortirolo.

Un campo da golf a nove buche, il palazzo del ghiaccio, la pista di curling, i campi da tennis e tante altre attività permettono di apprezzare appieno il piacere della montagna.

Una passeggiata nel centro storico del paese, tra chiese, palazzi e musei, permette di immergersi nell’atmosfera d’altri tempi di una piccola democrazia comunale che per 700 anni è stata il cuore delle Alpi.

E, infine, le calde acque termali dei centri di Bormio Terme, Bagni Nuovi e Bagni Vecchi, conosciute già dagli antichi Romani.

Infrastrutture di alta qualità, una storia millenaria da scoprire, eventi di rilevanza mondiale e, ovviamente, i sapori inconfondibili dell’enogastronomia valtellinese: questa è Bormio, la Magnifica Terra.