Campari presenta le Art Label 2014

Campari presenta le Art Label 2014

Tre diverse interpretazioni delle opere di Fortunato
Depero saranno le protagoniste dell’iconica bottiglia Campari

Art Labels 2014_3Bottles3ColorsBack

Sesto San Giovanni (Italia), 15 aprile 2014Campari presenta le
nuove etichette artistiche in Edizione Limitata. Le Art Label sono una reinterpretazione in chiave moderna di alcune
opere di Fortunato Depero, uno degli artisti più rappresentativi del movimento
futurista, che vanta una lunga collaborazione con Campari.

Le opere di Depero spiccano per la forte energia e il
dinamismo trasmesso: la corrente Futurista è oggi molto popolare e attuale, poiché
ci si ritrovano caratteri tipici della vita contemporanea grazie
all’esaltazione di concetti quali il movimento continuo, la frenesia e i ritmi
serrati.

Sono tre le etichette collezionabili protagoniste della limited edition Campari, che
sintetizzano tre momenti fortemente legati al consumo ottimale del prodotto:la preparazione di un perfetto cocktail, il piacere
di gustare un Campari e la degustazione. Due opere
nascono in bianco e nero, poiché originariamente erano state prodotte per la
pubblicazione sui quotidiani, e quindi reinterpretate con un sapiente gioco di
colori che richiama gli accostamenti tipici della Pop Art. La terza invece è la
riproduzione fedele dell’opera di Depero.

La prima etichetta è ispirata a una china in bianco e
nero, realizzata su cartoncino nel 1928. Si tratta di uno studio grafico
effettuato per Campari, con un forte richiamo al momento dell’aperitivo,
rivisitato e ricolorato, presentato su sfondo verde con il colore rosso in forte evidenza.

 

La seconda Label, su sfondo giallo,
raffigura un collage risalente al 1927. L’immagine riprende un bozzetto, il cui
originale è custodito nell’archivio di Galleria Campari, realizzato dall’artista
con le matite colorate. Rappresenta il piacere e la passione di gustare un
Campari: il particolare più in evidenza del personaggio ritratto è il cuore,
che viene colorato proprio come il liquido presente nel bicchiere.

La terza Art Label, che completa la
collezione, su sfondo viola, l’unica
ad essere già stata ideata colorata, rappresenta una grafica del 1928
realizzata da Depero con la tecnica del collage. L’opera raffigura l’iconico
omino di Fortunato Depero durante la degustazione di Campari. Particolarmente
d’impatto l’accostamento dei colori che viene sottolineato anche dal liquido
rosso del prodotto.

Precursore dei tempi in tutte queste
tre opere è sicuramente il lettering
utilizzato dall’artista per scrivere il nome del marchio, con un carattere originale
e innovativo.

La reinterpretazione delle opere di Depero è
l’ultima di una serie di etichette in edizione limitata ideate per valorizzare
il forte legame che Campari ha da sempre con l’arte, regalando
ai propri consumatori dei veri e propri pezzi da collezione. L’attualità del
Futurismo e il suo carattere diretto, rendono queste limited edition un oggetto da collezione per i consumatori Campari,
che potranno apprezzarne il linguaggio  semplice e di immediata comprensione.

Andrea Conzonato, Chief
Marketing Officer Gruppo Camparicommenta così questa edizione delle Art label:Le nuove etichette Art Label vogliono essere un
omaggio a un grande artista, Fortunato Depero, che ha lavorato molto per
Campari e che ha prodotto opere d’arte davvero uniche, connesse al marchio da
un legame indissolubile. Gran parte della produzione di questo artista è
custodita presso Galleria Campari e rappresenta un pezzo di storia artistica e
di comunicazione dell’azienda. L’obiettivo è di rendere omaggio alla tradizione
del marchio e celebrarla in modo nuovo e originale, reinterpretando una
corrente che ancora oggi è molto attuale e moderna. Campari vuole regalare,
così, ai propri consumatori una collezione speciale, che testimoni il forte carattere
innovativo del marchio.”

Le Art Label Campari saranno inizialmente disponibili in Italia a partire
da Maggio 2014 e a seguire nel resto del mondo.

###

Campari

Campari è
un classico contemporaneo e carismatico. La sua ricetta segreta, tutt’oggi
immutata, è nata a Novara nel 1860 e costituisce la base di alcuni dei cocktail
più noti al mondo. Campari è una bevanda alcolica ottenuta dall’infusione in
alcol e acqua di erbe amaricanti, piante aromatiche e frutta. L’acceso colore
rosso, l’aroma intenso e il gusto inebriante lo rendono da sempre un intrigante
simbolo di piacere al centro di un’avvolgente esperienza degustativa. Sono
questi i valori che hanno reso il marchio Campari famoso in tutto il mondo
quale icona dello stile, della passione e dell’eccellenza italiani.

Gruppo Campari

Davide Campari-Milano
S.p.A., con le sue controllate (‘Gruppo Campari’), è uno dei maggiori player a
livello globale nel settore del beverage. E’ presente in oltre 190 paesi del
mondo con posizioni di primo piano in Europa e nelle Americhe. Il Gruppo,
fondato nel 1860, il sesto per importanza nell’industria degli spirit di marca.
Il portafoglio conta oltre 50 marchi e si estende dal core business degli
spirit a wine e soft drink. I marchi riconosciuti a livello internazionale
includono Aperol, Appleton, Campari, Cinzano, SKYY Vodka e Wild Turkey. Con
sede principale in Italia, a Sesto San Giovanni, Campari conta 15 impianti
produttivi e 4 aziende vinicole in tutto il mondo, e una rete distributiva
propria in 17 paesi. Il Gruppo impiega oltre 4000 persone. Le azioni della
capogruppo Davide Campari-Milano S.p.A. (Reuters CPRI.MI – Bloomberg CPR IM)
sono quotate al Mercato Telematico di Borsa Italiana dal 2001. Per maggiori
informazioni: www.camparigroup.com. Bevete
responsabilmente.

Uncategorized

HENRI CARTIER-BRESSON FOTOGRAFO Villa Reale di Monza Secondo Piano Nobile 20 ottobre 2016 – 26 febbraio 2017 @Villarealemonza @HENRICARTIERBRESSON

140 scatti di Henri Cartier Bresson, in mostra alla Villa Reale di Monza dal 20 ottobre, dedicati al grande maestro, per immergerci nel suo mondo,  per scoprire il carico di ricchezza di ogni sua immagine, testimonianza di un uomo consapevole, dal lucido pensiero, verso la realtà storica e sociologica.     Prostitute. Calle Cuauhtemoctzin, Città del […]

Read More
Uncategorized

La storia ed il futuro di Crespi d’Adda #cameradeideputati @Crespidadda

L’esperienza di Crespi d’Adda sarà uno degli argomenti del convegno “Il Patrimonio industriale in Italia. Da spazi vuoti a risorsa per il territorio”, che si svolgerà il prossimo 7 ottobre 2016, a Roma, presso la Camera dei Deputati a Palazzo Montecitorio. L’evento, promosso dalla Senatrice Michela Montevecchi, e organizzato da Simona Politini, sarà un’occasione unica […]

Read More
Uncategorized

EVENTI CULTURALI E STREET-ART, PASSA DA QUI IL RILANCIO DEL MERCATO COPERTO DI LORENTEGGIO #eventiculturalimilanesi

COMMERCIO. EVENTI CULTURALI E STREET-ART, PASSA DA QUI IL RILANCIO DEL MERCATO COPERTO DI LORENTEGGIO Tajani: ”Il percorso fatto di commistione tra vendita, socializzazione, arte e cultura rappresenta un modello di riferimento per il futuro di molte strutture simili, contribuendo a riportare i mercati coperti al centro della vita dei quartieri” Milano, 7 ottobre 2016 […]

Read More