Teatro Biblioteca Quarticciolo – STAGIONE 2013-2014

STAGIONE 2013-2014

Sto lavorando con le compagnie
Neraonda, Tramartis e Trousse affinché il TBQ possa diventare una casa per gli
artisti interessati a lavorare sulla produzione e sulla formazione di Teatro
Contemporaneo. “Casa” è la parola chiave,
“Residenza” e “Formazione” le sue fondamenta
. E’ necessario che gli artisti
sentano di avere a disposizione un tempo e uno spazio non casuali, che possano
lavorare nella durata all’interno di una progettualità.

Il TBQ si trova in un quartiere della
periferia storica romana, un
territorio particolare e questo ci stimola e ci obbliga a rimanere sempre
vigili sul presentare spettacoli e progetti che abbiano una comunicazione
immediata con lo spettatore. Il che non vuol dire banalizzare o abbassare il
livello della ricerca o della sperimentazione dei linguaggi, ma avere come
primo interlocutore il pubblico. Vogliamo mantenere alto il livello qualitativo
e artistico di quello che si propone, presentando al contempo opere
comprensibili e fruibili.

La drammaturgia contemporanea a volte viene percepita come un
esercizio di stile solitario, viene confinata in una questione di genere o di
nicchia, intesa quindi come una specie in via di estinzione e da proteggere.
Invece quello che c’è sotto la drammaturgia è molto semplice: la vocazione
teatrale dell’individuo. Drammaturgia contemporanea è la narrazione sui popoli migranti, è la storia delle donne, dei
lavoratori raccontata in un modo che ci riguarda e ci coinvolge. E’ la
narrazione del tempo presente
con i suoi punti di collasso e di crisi,
delle sue zone di pericolo e minaccia. Ma anche con i suoi desideri, i
movimenti sotterranei che spingono verso un cambiamento.

Per
quello che riguarda la stagione teatrale, per
la prima volta il Roma Europa Festival arriva al Quarticciolo
con il nuovo
spettacolo dei Muta Imago: un segno
preciso di uno spostamento, di un rimescolamento delle carte nel rapporto tra
centro e periferia.

Tra gli
spettacoli di prosa abbiamo molti debutti
nazionali
: Roberta Torre con
I baci mai dati  (11-13 aprile) tratto dal suo film, Massimiliano Bruno con il suo nuovo
testo Beata Ignoranza (22-24
novembre), lo spettacolo di Riccardo De
Torrebruna
Nella Cattedrale (5-6
aprile) tratto dai racconti di
Carver, Letizia Letza con Cuor di Coniglio (8-9 febbraio), la
compagnia vincitrice del Bando per i giovani artisti delle Marche Game 2 (20 dicembre). Questo debutto farà parte di una finestra sulle
giovani realtà artistiche marchigiane, in collaborazione con lo stabile delle
Marche.

Sappiamo quanto sia difficile e
desiderabile per molte compagnie essere programmate all’interno di un
cartellone teatrale romano. Per questo il Teatro Biblioteca Quarticciolo
ospiterà spettacoli presentati recentemente all’interno di alcuni importanti
festival o in teatri sul territorio nazionale.

Tra
questi: Educazione Fisica (10-12 gennaio) su testo di Elena Stancanelli, Amore
Schifo (19-20 ottobre) di Maniaci D’amore, la quadrilogia de I Shakesperare
(27-30 marzo) di Fabrizio Arcuri, Una specie di Alaska (24-25 gennaio) con Sara
Bertelà diretta da Valerio Binasco, Midia (16-17 gennaio) di Francesca Sangalli
con il giovane e bravo Alex Cendron e il Collettivo Internoenki vincitore del
Premio Scenario per Ustica 2013 con lo spettacolo Medea Big Oil (7-8 giugno), lo
spettacolo di Mazzarelli/Musella La Società (13-15 dicembre) e un affascinante
esperimento di teatro circense Lux (21-22
dicembre).

Abbiamo
invitato alcuni artisti a cui il quartiere è particolarmente affezionato come Valerio Aprea con  testi di Mattia
Torre
(8-9 novembre), Francesco
Montanari
che porterà Il Calapranzi
di Pinter
(1-2 marzo) e Rocco
Papaleo
con la sua band, che ci
ha tenuto personalmente ad essere quest’anno con  noi al Quarticciolo (29-30 novembre).

Accanto
alla prosa abbiamo programmato molti appuntamenti con la musica.

Dal jazz
di Roberta Rossi (7 novembre) e Andrea Bonioli (28 novembre) alla
musica etnica di Evelina Meghnagi
(20 marzo) al Pop di Valerio Rodelli
(19 dicembre) e Canio Loguercio (10 ottobre).

Ospiteremo
la danza: dalla contemporanea
con produzioni di Sosta Palmizi, al
Funky jazz della compagnia Danziamo,
al teatro danza di Jand.

Avremo
spettacoli per bambini e per
le famiglie con il Teatro Verde, il Teatro Viola, gli Omini.

In
collaborazione con la Biblioteca organizzeremo incontri con gli artisti curati insieme a Katia Ippaso
(giornalista, drammaturga e critica teatrale): ed è questo un aspetto su cui
insisteremo molto, perché ci interessa creare una relazione fertile tra chi il
teatro lo fa e chi il teatro lo fruisce. Incontreremo anche scrittori, come Guido Catalano e Claudio Morici (15-16 febbraio), due quarantenni di grande talento
sia nella scrittura che nell’aspetto performativo, per affrontare il tema del
rapporto tra teatro e letteratura.

Un direzione artistica con lo sguardo rivolto al
territorio“. Altra parola chiave. Cercando di creare
un movimento che è duplice: quanto più l’esperienza e la visione di un artista
che arriva al Quarticciolo può nutrire lo sguardo di chi sta, tanto più
l’esperienza di chi nel territorio vive può arricchire chi arriva da fuori. In
una dialettica vera tra “nazionale” e “locale” che passa
attraverso il lavoro quotidiano di formazione e la politica delle residenze.
Quest’anno ospiteremo varie compagnie professionali tra cui il debutto
nazionale di Donvù con Piero Brega (3-5 gennaio), Emiliano Valenti con Mattone dopo Mattone (23-24 maggio) e Groucho
Teatro
con il nuovo lavoro su Re Lear
(6-7 febbraio).

Tre drammaturghi italiani
pluripremiati
, Michele Santeramo, Peppino Mazzotta e Giampiero
Rappa,
metteranno qui in prova le loro nuove opere e dedicheranno una
settimana a giovani artisti attraverso laboratori in grado di connettere i vari
fili del discorso drammaturgico. Una possibilità rara per accedere direttamente
ai processi della scrittura creativa, con i suoi agganci alla società e al
mondo che ci circonda. E’ questo il senso pieno della parola “residenza”.

Altra
parola chiave infatti sarà “formazione”.
La grande distanza che separa noi e il resto d’Europa sta proprio nella carenza
di un discorso formativo organico e permanente, che non va inteso solo come
formazione di nuovi drammaturghi, attori, registi ma come presa di coscienza e
assunzione di responsabilità  nei
confronti della realtà e della società.

Partirà
ad ottobre un bando di drammaturgia
in collaborazione con le altre realtà della Casa dei Teatri: Teatro Tor Bella
Monaca, Teatro del Lido di Ostia, Villa Torlonia, insieme al Teatro Argot.  Il Premio
Nuova Drammaturgia_35
, sarà aperto a tutti gli autori di lingua italiana
under 35 anni. Per i giovani autori vincitori in premio una formazione gratuita
con alcuni dei maggiori drammaturghi italiani e alla fine dell’anno di studio i
testi verranno rappresentati, in forma di lettura scenica, al Teatro Biblioteca
Quarticciolo.

Altro
importante appuntamento con la formazione sarà il laboratorio La terra Sonora
sul Teatro di Peter Handke, che porterò avanti durante tutta la stagione
insieme a Muta Imago e al coreografo
Michele Di Stefano in collaborazione
con Scuola Roma e Pav con il sostegno del Centro Teatro Ateneo, Sapienza Università
di Roma, l’Università Roma Tre, il Goethe Institute, il Forum Austriaco di
Cultura la Fondazione Roma Europa. Inoltre avremo i laboratori dell’ANPI sulla
legalità, quello del Maestro Innarella sulla musica, Valentino Villa sul metodo
Linklater, Maddalena Rizzi con le compagnie professioniste del Quarticciolo e
Nadia Baldi che coinvolgerà gli adulti del territorio. 

 Teatro Biblioteca Quarticciolo   

   MA CHE COS’È QUESTA DRAMMATURGIA CONTEMPORANEA?

venerdì 25 ottobre

ore 18.00
MA CHE COS’E’ QUESTA DRAMMATURGIA CONTEMPORANEA?
Incontro aperto al pubblico per in confronto tra critici, drammaturghi e rappresentanti delle più importanti riviste di settore sul delicato argomento della drammaturgia contemporanea italiana

martedì 29 ottobre

ore 18.00/20.00
OSSERVATORIO CRITICO
laboratorio gratuito

ore 21.00
La casa d’Argilla
KATZELMACHER
UNA TRASCURABILE TRILOGIA EUROPEA. CAPITOLO I
scrittura collettiva da Rainer Werner Fassbinder
drammaturgia Mattia Cinquegrani
regia Lisa Ferlazzo Natoli
con Fulvio Accogli, Elisa Di Francesco, Roberta Guccione, Vincenzo Lesci, Lorenzo Robino, Massimo Mento, Raffaella Paleari, Domenico Piscopo, Tonia Specchia, Francesca Verzaro, Mario Zaza
Il fascismo di provincia, i sistemi coercitivi del branco e i meccanismi di sopraffazione. I protagonisti incarnano tutte le distorsioni della società in cui abitano e in cui non riescono a integrarsi: indolenti, opportunisti, diffidenti, genericamente xenofobi, vigliacchi e violenti.

mercoledì 30 ottobre

ore 19.00
VIDEO/DOCUMENTARIO
ingresso gratuito

ore 21.00
TAKE CARE
lettura scenica  (progetto GESTAZIONE)

ore  21.15
La Casa d’Argilla
KATZELMACHER
UNA TRASCURABILE TRILOGIA EUROPEA. CAPITOLO I

giovedì 31 ottobre

ore 18.00/20.00
OSSERVATORIO CRITICO
laboratorio gratuito

ore 21.00
Teatro Kismet OperA
PICCOLA ANTIGONE E CARA MEDEA
testo Antonio Tarantino
regia Teresa Ludovico
con Teresa Ludovico e Vito Carbonara
I miti ritornano nella nostra storia recente, nei sobborghi di città degradate o distrutte dalla guerra. Il risultato è un viaggio nella modernità che ci abita, ci lacera e ci pone tante domande.

venerdì 1 novembre

ore 19.00
VIDEO/DOCUMENTARIO
ingresso gratuito

ore 21.00
NINA E I DIRITTI DELLE DONNE
lettura scenica  (progetto GESTAZIONE)

ore 21.15
Teatro Kismet OperA
PICCOLA ANTIGONE E CARA MEDEA

sabato 2 novembre

ore 18.00/20.00
OSSERVATORIO CRITICO
laboratorio gratuito

ore 21.00
Quotidiana.com
GRATTATI E VINCI
terzo episodio della Trilogia dell’inesistente_esercizi di condizione umana
di e con Paola Vannoni e Roberto Scopin
Due figure si affrontano in un dialogo tagliente, cinico, dalla comicità inaspettata. Il titolo fa ferimento all’illusorio tentativo di deviare il proprio destino senza creatività e coraggio, grattando, uno dopo l’altro, il rettangolo del grattaevinci.

domenica 3 novembre

ore 18.00
GIACOMINAZZA
lettura scenica  (progetto GESTAZIONE)

ore 18.15
Teatro Forsennato
GLI EBREI SONO MATTI
testo e regia Dario Aggioli
con Dario Aggioli
Durante il fascismo, un matto, vero fascista, e un ebreo, falso matto, chiusi in un manicomio, raccontano la tragedia delle leggi razziali, attraverso la comicità della situazione. Ispirato a una storia vera.

martedì 19 e mercoledì 20 novembre

ore 9.00
CAMPO SCUOLA A TEATRO
progetto formativo

sabato 7 dicembre

ore 17.00
Ass.Cult. Duetto in Atto
ER PRINCIPETTO
traduzione de “Il Piccolo Principe”
a cura di Maurizio Marcelli
Una versione dialettale ispirata al capolavoro di Saint-Exupéry, proposta dai soci-allievi della Duetto in Atto, ragazzi di scuole medie e superiori del territorio del Municipi V di Roma Capitale, promossa dalle Biblioteche di Roma.

 MUSICA E PAROLE

mercoledì  11 dicembre

ore 21.00
INCONTRO SPETTACOLO CON GIULIO CASALE
di e con Giulio Casale
Partendo da Giorgio Gaber, Giulio Casale mescola senza schemi il racconto e la canzone, e si interroga su coscienza ed estetica, di oggi e di domani.

GUERRA E PACE

martedì 28 gennaio

ore 17.00/19.00
OSSERVATORIO CRITICO
laboratorio gratuito

ore 19.00
Presentazione del libro “TESTA DI RAME”

ore 21.00
Orto degli Ananassi
TESTA DI RAME
di Gabriele Benucci e Andrea Gambuzza
con Ilaria Di Luca, Andrea Gambuzza   
regia Omar Elerian
La Livorno del dopoguerra narrata dalle testimonianze dei palombari. E’ un  racconto tra quello che accade sopra il mare e il fantastico mondo che si spande sotto. La guerra è finita, la città distrutta, anche il mare, vicino alla costa, è deturpata dal ferro e dall’acciaio nazista. Un affresco popolare e sfrontato, un inno alla vita.

mercoledì 29 gennaio

ore 10.30
Orto degli Ananassi
TESTA DI RAME

ore 19.00
VIDEO/DOCUMENTARIO
ingresso gratuito

ore 21.00
Teatro Cargo
L’ODISSEA DEI RAGAZZI 
scritto e diretto da Laura Sicignano
con Sara Cianfriglia, Emmanuel, Kara, Pashupatti, Rahamathollah, Shahzeb, Waheedullah
Per raggiungere l’Italia un gruppo di rifugiati politici affronta viaggi difficilissimi da paesi lontani (Afghanistan, Pakistan, Nigeria e Senegal). Dopo un lungo percorso di lavoro va in scena la loro Odissea, uno spettacolo di forte impatto emotivo: amore, guerra, speranza e nostalgia, madri, amanti, avventure e sentimenti. Scopriremo cosa hanno questi ragazzi in comune con Ulisse.

giovedì 30 gennaio

ore 10.30
Teatro Cargo
L’ODISSEA DEI RAGAZZI 

ore 18.00/20.00
OSSERVATORIO CRITICO
laboratorio gratuito

ore 21.00
Teatro Cargo
L’ODISSEA DEI RAGAZZI 

venerdì 31 gennaio

ore 10.30
Ticonzero 
LA BANDA DEL GOBBO
Mito e resistenza popolare nei nove mesi di occupazione nazista
scritto, diretto e interpretato Emiliano Valente
Partendo dalla vita di un personaggio leggendario della periferia romana, lo spettacolo ripercorre le vicende della Roma povera e popolare delle borgate. Riccetto, un ragazzetto strillone, racconta tra giochi da bambino e assalti da adulto, la sua vita di borgata durante una guerra.

ore 19.00
PROIEZIONE VIDEO/DOCUMENTARIO
ingresso gratuito

ore 21.00
Ass.Cult. Ticonzero 
LA BANDA DEL GOBBO
Mito e resistenza popolare nei nove mesi di occupazione nazista
sabato 1 febbraio

ore 18.00/20.00
OSSERVATORIO CRITICO
laboratorio gratuito

ore 21.00
Malalingua
ITALO E L’ITALIA CHE VA ALLA GUERRA
Liberamente tratto da “L’entrata in guerra” di Italo Calvino
di Laura Rovetti, Eugenia Scotti, e Franco Valeriano Solfiti
regia Franco Valeriano Solfiti
con Laura Rovetti e Eugenia Scotti
Lo spettacolo fonde la narrativa di Calvino alla sua biografia e alla storia dell’Italia negli anni della guerra. Italo, coinvolto suo malgrado tra i Balilla, conosce il dolore dei profughi, l’esaltazione del saccheggio, l’eccitazione del servizio del potere.

domenica 3 febbraio
ore 18.00
Malalingua
ITALO E L’ITALIA CHE VA ALLA GUERRA
ore 21.00
SERATA CON I CENTRI CULTURALI MUNICIPALI DEL TERRITORIO

 IL LAVORO DELLE DONNE

martedì 4 marzo

ore 10.30
Malalingua
NINA E I DIRITTI DELLE DONNE
di Cecilia D’Elia e Eugenia Scotti
con Rosaria De Cicco, Matteo Mauriello
regia Eugenia Scotti
Il viaggio per mare di una famiglia si trasforma in una piccola assemblea permanente. Nasce un acceso dialogo a quattro, a volte in forma di commedia, che diventa stimolo per ragionare sulle differenze e sulle eguaglianze, sui diritti e sui doveri delle donne in Italia

ore 18.00/20.00
OSSERVATORIO CRITICO
laboratorio gratuito

ore 21.00
Malalingua
NINA E I DIRITTI DELLE DONNE

mercoledì 5 marzo

ore 10.30
Malalingua
NINA E I DIRITTI DELLE DONNE

ore 19.00
VIDEO/DOCUMENTARIO
ingresso gratuito
ore 21.00
Teatro Cargo
SCINTILLE
scritto e diretto da Laura Sicignano
con Orietta Notari
Uno spettacolo scritto per restituire voce alle 146 operaie bruciate alla TWC in 18 minuti. Bruciate come streghe ribelli. Bruciate in una grandine di lucide scintille che si sono disperse nell’aria, in cenere. La storia minore delle donne che hanno fatto la Grande Storia e sono state dimenticate.

giovedì 6 marzo

ore 10.30
Teatro Cargo
SCINTILLE

ore 18.00/20.00
OSSERVATORIO CRITICO
laboratorio gratuito

ore 21.00
Ass.Cult. Teatroper  
DONNE
scritto, diretto e interpretato da Rosalia Porcaro
Una carrellata di personaggi comici e grotteschi: Veronica operaia napoletana, Natasha cantante neomelodica, la commessa creolina, la casalinga Carmela, vivono con assoluto ottimismo la precarietà della loro vita e trasformano la tragicità del loro mondo in un divertente paradosso.

venerdì 7 marzo

ore 19.00
VIDEO/DOCUMENTARIO
ingresso gratuito

ore 21.00
Ass.Cult. Teatroper  
DONNE

sabato 8 marzo

ore 18.00/20.00
OSSERVATORIO CRITICO
laboratorio gratuito

ore 21.00
Beat 72 e Porta Nuova
SIGNORINETTE
le donne si guardino dal lasciar tracce di rossetto sulle schede
di e con Tiziana Avarista, Carmen Giardina, Anna Maria Loliva, Federica Marchettini
regia Nuccio Siano
Un ritratto vivo dell’Italia del ’46 che racconta cosa accadde nel momento del fatidico primo voto alle donne e quale fu il lavoro delle madri costituenti. Lo spettacolo ci riporta all’atmosfera di quei giorni, immergendo il pubblico in quell’elettrizzante momento decisivo, vibrante di speranze e di passione.

domenica 9 marzo

ore 18.00
Beat 72 e Porta Nuova
SIGNORINETTE
le donne si guardino dal lasciar tracce di rossetto sulle schede

martedì 29 e mercoledì 30 aprile

ore 9.00
CAMPO SCUOLA A TEATRO
progetto formativo

  MUSICA E PAROLE   dal 27 maggio al 1 giugno  programma da definire

Uncategorized

WOYTEK Habemus Papam. Il gallo è morto – 1 – 16 ottobre 2016

In occasione del Giubileo della Misericordia, l’installazione dell’artista di origini polacche da anni attivo in Germania Woytek “Habemus Papam. Il gallo è morto”, ospitata nella suggestiva struttura di archeologia industriale dell’Ex Cartiera Latina dal 1° al 16 ottobre 2016, è costituita da una scultura in bronzo di cm. 250 raffigurante un Vescovo con in mano […]

Read More
Uncategorized

BILL FRISELL When You Wish Upon A Star – Cinema Teatro di Chiasso – Martedì 25 ottobre 2016, ore 21.00 – #Billfrisell

Martedì 25 ottobre 2016, ore 21.00 BILL FRISELL When You Wish Upon A Star chitarra Bill Frisell voce Petra Haden contrabbasso Thomas Morgan batteria Rudy Royston Dopo la sonorizzazione dei film muti di Buster Keaton e dopo il meraviglioso lavoro di elaborazione armonica in presa diretta a contatto con le immagini del documentario “The great […]

Read More
Uncategorized

Mauro Rostagno, il giornalista vestito di bianco #Maurorostagno

  Quando è stato ucciso, il 26 settembre 1988, aveva quarantasei anni e molte vite alle spalle. L’ultima, la più intensa, Mauro Rostagno la vive a Trapani. Lo racconta il documentario “Mauro Rostagno, il giornalista vestito di bianco” realizzato da Antonio Carbone per il ciclo “Diario Civile”, in onda mercoledì 28 settembre alle 22.10 su […]

Read More