Adv1

adv1

Cerca in Eventinews24.com

Caricamento in corso...

venerdì 27 marzo 2015

SASHA ROZHDESTVENSKY DEBUTTA CON L’ORCHESTRA RAI DIRETTA DA ANDREY BOREYKO



Stagione 2014-2015
                                                         16° concerto
                       Auditorium Rai Arturo Toscaninidi Torino
giovedì 26 marzo 2015 ore 21.00
Sasha Rozhdestvensky
venerdì 27 marzo 2015 ore 20.30
Il concerto di giovedì 26  marzo è trasmesso in collegamento diretto su Radio3
per il programma Radio3 Suite


Andrey Boreyko direttore
Sasha Rozhdestvensky violino


Victor Kissine(1953)
Post-scriptum (2010)
     Prima esecuzione italiana


Aleksandr Glazunov (1865-1936, nel 150° della nascita)
Concerto in la minore op. 82 per violino e orchestra (1904)
Ultima esecuzione Rai a Torino: 22 ottobre 1999, George Pehlivanian, Leonidas Kavakos.



César Franck (1822-1890)
Psyché et Eros, frammento sinfonico n. 4 da Psyché (1887/88)
Ultima esecuzione Rai a Torino: 26 ottobre 2001, Yuri Ahronovitch (integrale dei Quattro frammenti).


Aleksandr Skrjabin (1872-1915)
Il poema dell’estasi (sinfonia n. 4) op. 54 (1905/08)
Ultima esecuzione Rai a Torino: 4 ottobre 1997, Yuri Ahronovitch, Coro Accademico di Odessa (versione con coro).



Biglietti da 30 a 9 euro (ridotto giovani)
Informazioni: biglietteria dellAuditorium Rai;
011.810.4653/4963
biglietteria.osn@rai.it ;
www.osn.rai.it


SASHA ROZHDESTVENSKY DEBUTTA CON L’ORCHESTRA RAI
 DIRETTA DA ANDREY BOREYKO

Giovedì 26 marzo a Torino e in diretta su Radio3

Replica venerdì 27 marzo

Definito dal grande Yehudi Menuhin “uno dei più talentuosi e raffinati violinisti della sua generazione”, debutta con l'Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai il giovane russo Sasha Rozhdestvensky, già protagonista con orchestre come la Boston Symphony, la London Symphony o la Philharmonique de Radio France. Giovedì 26 marzo alle 21, all'Auditorium Rai “Arturo Toscanini” di Torino, propone il Concerto in la minore op. 82 per violino e orchestra di Aleksandr Glazunov, che ha anche inciso insieme al Primo concerto di Šostakovič. L'opera, molto esigente nella parte solistica, è nata nel 1904 con un'evidente vocazione romantica, unita a un carattere spiccatamente russo.

E un altro russo è protagonista sul podio: Andrey Boreyko, uno dei più dinamici direttori emersi dall'Est Europa negli ultimi anni, Direttore Musicale dell'Orchestra Nazionale del Belgio e della Filarmonica di Naples, in Florida. In apertura di serata propone la prima esecuzione italiana di Post-scriptum, del compositore di origine russa ma residente in Belgio Victor Kissine, eseguito per la prima volta nel marzo del 2010 dalla San Francisco Symphony Orchestra diretta da Michael Tilson Thomas. Completano il programma Psyché et Eros, frammento sinfonico n. 4 da Psyché di César Franck, composto tra il 1886 e il 1887, e Il poema dell'estasi op. 54 di Aleksandr Skrjabin, nato tra il 1905 e il 1908 in un periodo in cui il compositore si trovava sotto l'influenza della Società teosofica e delle sue dottrine mistiche.

Il concerto è replicato venerdì 27 marzo alle 20.30. Le poltrone numerate dei due concerti, da 30 a 15 euro (ridotto giovani per i nati dal 1985) sono in vendita sia online sia presso la biglietteria dell'Auditorium Rai. Un'ora prima dell'inizio sono messi in vendita gli ingressi non numerati a 20 e 9 euro. Informazioni: 011.8104653 biglietteria.osn@rai.it www.osn.rai.it.


Andrey Boreyko
Dal settembre 2012 è direttore dell’Orchestre National de Belgique, di cui ha considerevolmente esteso  l’attività  sia in Belgio che  all’estero, ampliandone il repertorio tradizionale con opere contemporanee che  includono anche commissioni ad alcuni dei maggiori compositori di oggi: Bruno Mantovani, Fazil Say, Alexander Raskatov, Benoit Mernier, Sebastian Currier.
Nella corrente stagione inizia l’attività di direttore musicale della Naples Philharmonic in Florida. Frequente ospite delle maggiori orchestre americane, ha diretto la New York Philharmonic, la LA Philharmonic, le orchestre di Cleveland e Filadelfia e  ancora a Toronto, Chicago, Boston, Pittsburgh e Montreal.
Intenso interprete del grande repertorio sinfonico  e  appassionato  esecutore di opere meno conosciute, ha diretto la London Philharmonic Orchestra nella prima assoluta della Sinfonia n. 4 di Gorecki. Segue la prima americana con la Los Angeles Philharmonic nel 2015.  Altri appuntamenti della stagione 2014/15  sono i concerti con la Deutsches Symphonie Orchester di Berlino e la WDR Sinfonieorchester di Colonia.
Ha diretto le maggiori orchestre europee: i Berliner Philharmoniker, i Muenchner Philharmoniker, la Staatskapelle di Dresda e la Gewandhaus Orchester di Lipsia, i Wiener Symphoniker e la Filarmonica della Scala, l’Orchestra del Concertgebouw, l’Orchestre de Paris, la Tonhalle di Zurigo,  le Orchestre londinesi etc.  E’ primo direttore ospite dell’Orquesta Sinfonica di Euskadi.
Fra le incisioni discografiche con la Radio Sinfonieorchester di Stoccarda, di cui è stato Primo Direttore Ospite, Lamentate di Paerts e la Sinfonia n 6 di Silvestrov per ECM, la prima versione originale della Suite della Lady Macbeth del Distretto di Mcensk per la Haennsler. Ha inciso anche il Manfred di Čajkovskji, Chain 2 di Lutosławski  con l’Orchestra di Los Angeles. Con la sua orchestra belga ha in progetto la registrazione completa delle Sinfonie di Šostakovič, di cui ha già registrato le nr 1, 4, 6, 9 e 15 con l’Orchestra Della Radio di Stoccarda.
Andrey Boreyko è stato Direttore musicale dei Düsseldorfer Symphoniker fra il 2009 e il 2014, Direttore stabile dell’Orchestra Filarmonica di Jena (di cui è ora Direttore onorario) e delle orchestre di Winnipeg e Berna. E’ stato premiato per primo dal Deutscher Musikverleger Verband per la sua innovativa programmazione, per tre stagioni consecutive.
























ADV4