Il GranTour dei laghi della Carinzia

©KW_GertPerauer_Weissensee
©KW_GertPerauer_Weissensee

La Carinzia per la sua conformazione geografica, il paesaggio, il clima e l’efficiente rete di trasporti è una terra che offre infinite possibilità per essere esplorata, non ultima la bicicletta. La soleggiata regione a sud dell’Austria, infatti, ha moltissime proposte di itinerari e di strutture per i ciclisti da trekking, ma anche semplicemente per amanti della mountain bike. Nelle strutture ricettive adatte ai ciclisti in tutta la Carinzia, gli appassionati possono aspettarsi tutto ciò che serve per una vacanza in bicicletta senza pensieri.
Le stazioni di noleggio dell’iniziativa “Carinzia rent e-Bike” presenti sulle ciclabili del territorio sono 60, con oltre 1.000 biciclette, comprese le relative stazioni di ricarica. Qui le biciclette possono essere noleggiate in modo semplice e restituite in qualsiasi stazione della Carinzia.
Tra i tanti itinerari, il più affascinante esplora la parte che rende la Carinzia unica,
i caldi laghi balneabili: il Gran Tour dei laghi.

“Gran tour dei laghi di Carinzia” con 20 laghi da vedere
Il fiore all’occhiello per tutti i ciclisti è il Gran Tour dei laghi della Carinzia. In forma di un doppio anello (occidentale e orientale, percorribili separatamente), il tour di più giorni (6/8), suddiviso in 8 tappe, si snoda lungo i laghi della Carinzia con viste e panorami eccezionali.
Nel 2023, il tour è stato ampliato per includere un percorso nella Carinzia centrale con mete escursionistiche intorno al vino e ai castelli.
In totale, 420 chilometri di piacere ciclistico insieme a 20 laghi, specchi d’acqua meravigliosi che attendono i ciclisti su questo percorso. Fare un tuffo rinfrescante tra una pedalata e l’altra in acque turchesi o verdi dalle gradevoli temperature è una prospettiva allettante per chiunque. Spesso, oltre ai laghi, si incontrano i fiumi Gail, Drava e Glan, anch’essi con buone possibilità di balneazione. Inoltre, è possibile attraversare il lago con la bicicletta grazie ai battelli, come ad esempio sul lago Wörthersee, sul lago Weissensee o sul lago Ossiacher See.

Lungo il percorso si trovano innumerevoli punti di interesse per una sosta, come il villaggio di erbe di Irschen, la grotta di stalattiti di Obir, la Foresta Avventura sul lago di Klopein, il Museo Gailtaler Schloss Möderndorf, la Steinhaus Domenig sul lago di Ossiacher See; o ancora, terrazze appartate sul lago o piattaforme panoramiche mozzafiato, come la torre panoramica in legno più alta del mondo sul Pyramidenkogel.

La città della Drava Villach, con il suo centro storico, è un buon punto di partenza perché si trova in una posizione centrale. Sull’anello occidentale, i sentieri lacustri soleggiati del lago Ossiacher See e del lago Millstätter See sono le prime attrazioni. Nel mezzo, il lago Afritzer See e il lago Feldsee offrono una rinfrescante varietà. Attraverso le Alpi della Gailtal, il percorso raggiunge il pittoresco Weissensee, simile a un fiordo, e segue la pista ciclabile della Gitschtal fino al lago Pressegger See.
Si può pedalare in modo rilassato verso est, passando per il Parco Naturale del Dobratsch e tornando verso Villach.

L’anello orientale inizia con un’escursione al Faaker See, di colore turchese e scintillante; da lì il percorso prosegue lungo la pista ciclabile a 5 stelle della Drava, attraverso le valli Rosental e Jauntal, fino al Klopeiner See, considerato il lago balneabile più caldo dell’Austria.

Nuova tappa – Carinzia centrale con particolare attenzione alla viticoltura e ai castelli
Dal lago Klopeiner See, l’anello del lago riporta a ovest verso il capoluogo Klagenfurt e prosegue nel cuore della Carinzia centrale. Si passa davanti alla cattedrale Maria Saal, con la campana più grande della Carinzia, e ai piedi dello storico castello di Taggenbrunn, luogo di incontro culturale e cantina più grande della Carinzia. Prima di recarsi in uno dei lidi balneari sul Längsee, vale la pena di fare una deviazione verso l’imponente castello di Hochosterwitz, il castello insepugnabile della Carinzia. Attraverso St. Veit an der Glan, il percorso conduce nella valle Glantal e alle rovine del castello di Liebenfels, con la torre di avvistamento medievale più alta della Carinzia, per poi tornare al lago Wörthersee passando per Hörzendorfer See e Maltschacher See.

Il Gran Tour dei laghi della Carinzia, con le sue infrastrutture, consente ai ciclisti di dedicarsi completamente al divertimento e di concentrarsi sul paese, sulla sua gente e sulla sua cucina. Lungo il Gran Tour dei laghi, infatti, si trovano numerose locande tradizionali, stazioni di ristoro e ristoranti dove i ciclisti affamati possono rifocillarsi per il viaggio successivo. La cucina della Carinzia è il risultato di una meravigliosa fusione nella regione Alpe-Adria. Il risultato è una cucina carinziana alpino-adriatica semplice e creativa, che offre delizie culinarie con tradizione, freschezza e stagionalità.

L’organizzazione di tour individuali e le offerte di pacchetti (compresi pernottamenti, trasferimento bagagli, documenti di viaggio, hotline di assistenza) sono disponibili presso Alps2Adria all’indirizzo www.alps2adria.info o seenschleife@alps2adria.info .

Per maggiori informazioni sulla Carinzia: www.carinzia.at

Come raggiungere la Carinzia:
In auto da Venezia: 2 ore e mezza di viaggio.
In auto da Bologna: 4 ore di viaggio.
In auto da Milano: 5 ore di viaggio.
In treno da Venezia: 3 ore e 50 min. di viaggio (Villach).
In treno da Bologna: 5 ore e 30 min. di viaggio (Villach).
In treno da Milano: 6 ore e 30 min. di viaggio (Villach).

About Carinzia

La Carinzia è composta da 9 destinazioni turistiche: il lago Wörthersee con la Valle Rosental, Villach-Warmbad/Lago Faaker See/lago Ossiacher See, Hermagor-Nassfeld/Pramollo-Pressegger See/Weissensee/Lesachtal, Bad Kleinkirchheim/lago Millstätter See/monti Nockberge, Hohe Tauern – Parco Nazionale Alti Tauri; Klopeiner See e la Valle Lavanttal – Carinzia del sud, la Carinzia centrale, Katschberg-Rennweg e la valle Liesertal e Klagenfurt, che è la città capoluogo della Regione con 100.000 abitanti.
Per maggiorni informazioni: www.carinzia.at

Iaphet Elli

Iaphet Elli, blogger, ho partecipato come editor a ExpoMilano2015.
Collaboro con diversi uffici stampa di città Italiane ,Stati Europei e Mondiali.