VedoGreen: La Montina entra nel network per la finanza e le aziende green

VEDOGREEN: LA MONTINA,

STORICA CANTINA DELLA FRANCIACORTA,

ENTRA NEL NETWORK PER LA FINANZA

E LE AZIENDE GREEN

La Montina_Panoramica Tenute

Presentato il progetto strategico: produzione
biologica

e internazionalizzazione i driver dello sviluppo

Monticelli
Brusati, 17 dicembre 2015

·     
Fondata a Monticelli Brusati nel 1987, nel
2014 ha venduto circa 300 mila bottiglie e dal 1991 è leader assoluto nel
mercato del Rosé Demi Sec

·     
La Montina si distingue per l’eccellenza
della qualità di una gamma completa di “bollicine” Franciacorta grazie ad un
processo produttivo biologico e artigianale basato sul Torchio Verticale
Marmonier

·     
La Tenuta si sviluppa su una superficie
vitata di 72 ettari dislocati in 7 Comuni franciacortini, mentre la Cantina,
con una superficie di 7.500 mq, ha una capacità complessiva di oltre 2 milioni
di bottiglie

·     
Target 2018: oltre 500 mila bottiglie vendute
con una quota di export del 30% rispetto all’11% del 2014

·     
Secondo i dati Millèsime Bio a livello
globale nel 2014 il vino biologico conta su 275mila ettari di vigneti (3,6% del
totale per una produzione di 6 milioni di ettolitri), +11% rispetto al 2013 e
+164% rispetto al 2007; i vigneti Bio in Franciacorta superano i 1.000 ettari
su un totale di 2.900 (33%)

La Montina, storica cantina della Franciacorta, entra
nel network VedoGreen, la società del Gruppo IR Top, Partner Equity
Markets
di Borsa Italiana – LSEG, specializzata nella finanza per le
aziende green.

Il progetto di sviluppo strategico, basato su
produzione biologica e internazionalizzazione
, è stato presentato ieri
nell’ambito di una conferenza stampa svoltasi a Monticelli Brusati nella
splendida cornice di Villa Baiana, dimora storica risalente al 1620
appartenente a Benedetto Montini, antenato di Papa Paolo VI.

Vittorio
Bozza
, Presidente di La Montina: “La Famiglia Bozza, oggi alla
terza generazione di produttori, si affaccia sul mercato internazionale con
grandi aspettative. Siamo tra le prime cantine ad aver aderito al Consorzio
Franciacorta in quanto riteniamo fondamentale l’elemento della collaborazione a
favore del territorio.”

Giancarlo Bozza, Amministratore Delegato di La Montina:
“Da sempre La Montina è sinonimo di eccellenza e qualità, garantita non solo
dal rigido rispetto del Disciplinare, il più restrittivo a livello mondiale per
quanto riguarda il Metodo Classico, ma anche da un processo produttivo
biologico e artigianale. Il Torchio Verticale Marmonier, ancora oggi utilizzato
da diverse Maison in Champagne, è stato disegnato e realizzato da La Montina
nel 1999 con l’obiettivo di ottenere il massimo della qualità dalla pigiatura
soffice (mosto fiore), con rese uva/vino non superiori al 35, estrapolando i
migliori zuccheri concentrati nel centro dell’acino senza intaccare la parte
legnosa del graspo.”

Michele
Bozza
, Marketing & Export Manager di La Montina: “La nostra
azienda è oggi pronta per un salto dimensionale e per affermare nel mondo il
Franciacorta Made in La Montina.  L’obiettivo per il 2018 è rappresentato
da oltre 500 mila bottiglie vendute con una quota di export del 30% rispetto
all’11% del 2014. I nostri principali paesi target sono Messico, Hong Kong,
Giappone, Svizzera e UK.”

Anna
Lambiase,
Amministratore Delegato di VedoGreen: “Con La Montina
il network VedoGreen si arricchisce, nell’anno di Expo 2015, di una delle più
rappresentative eccellenze italiane del Franciacorta, Official Sparkling Wine
dell’Esposizione Universale. La Montina intende crescere sui mercati
internazionali dove il mercato del Franciacorta registra interessanti tassi di
crescita, con un CAGR 2012-2014 del 18% in termini di fatturato e del 19% in
termini di bottiglie.”

Fondata a Monticelli Brusati nel 1987 dai fratelli
Vittorio, Giancarlo e Alberto Bozza, nel 2014 La Montina ha venduto circa 300
mila bottiglie e realizzato un fatturato di circa 3 milioni di euro, di cui
l’11% all’estero; nel 1991 è tra le prime cantine a produrre il Rosé Demi Sec,
tipologia di Franciacorta nella quale detiene oggi la leadership di mercato con
una quota pari a circa il 90%.

La Tenutaè situata in uno splendido lembo di terra
tra il lago di Iseo e l’anfiteatro morenico della Franciacorta, in una zona che
gode di uno speciale microclima particolarmente favorevole alla coltivazione
della vite; i vigneti si sviluppano su una superficie di circa 72 ettari
dislocati in 7 Comuni franciacortini, con una giacitura prevalentemente
collinare e su terreni calcarei e limo-argillosi. La Cantina,
completamente interrata nella collina per garantire una minima escursione
termica dai 13° ai 16° annui, ha una superficie di 7.500 mq e una capacità
complessiva di oltre 2 milioni di bottiglie.

La Montina si distingue per l’eccellenza della qualità di
una gamma completa di “bollicine” (Brut, Extra Brut, Satén, Millesimato
Brut, Riserva Baiana Pas Dosé, Rosè Millesimato Extra Brut, Rosé Demi Sec)
prodotta seguendo le rigide norme del Disciplinare del Consorzio Vini
Franciacorta, le più restrittive a livello mondiale per quanto riguarda il
Metodo classico.

Secondo i dati Millèsime Bio  e Agrex Consulting /
Agence Bio:

·      a livello globale nel
2014 il vino biologico conta su 275mila ettari di vigneti (3,6% del totale e
corrispondenti ad una produzione di circa 6 milioni di ettolitri) , +11%
rispetto al 2013 e +164% rispetto al 2007

·      il 73% dei vigneti
Bio è concentrato in Europa (Austria 9,7%, Francia 8,5%, Spagna 8,4%, Italia
7,9%, Germania 7,4%)

·      i principali
esportatori di vini biologici sono Spagna (39%), Francia (19%) e Italia (17%)

·     
i vigneti Bio in Franciacorta hanno superato i 1.000
ettari su un totale di 2.900 (33%).

Per rispondere alle esigenze di un consumatore sempre più
esperto e sensibile alle tematiche green, La Montina ha completato nel 2015
la trasformazione dei vigneti[1] in
Biologico: la prima vendemmia 100% bio sarà nel 2016 per una produzione stimata
di 250mila bottiglie che andranno sul mercato a partire dal 2018
. Tutto il
territorio della Franciacorta è da tempo all’avanguardia anche in altre
iniziative di sostenibilità tra cui: l’adozione di un Regolamento Unitario per
l’uso sostenibile degli agro farmaci, contenente regole più restrittive di
quelle dettate dalla normativa vigente; l’adesione a Ita.Ca, programma
volontario di autocontrollo delle emissioni di gas serra; il progetto “Terre
della Franciacorta“per la valorizzazione dei beni culturali e ambientali del
territorio come leva per la creazione di un’economia sostenibile.

La Montina è l’unica struttura in Europa che
può vantare la proprietà di un Museo di arte contemporanea interno
(ufficialmente riconosciuto dalla Regione Lombardia), dedicato principalmente
all’artista Remo Bianco (Milano 1922 – Milano, 1988), famoso nel mondo
per le sue opere multimateriche, risultato della combinazione di tecniche e
materiali eterogenei tra loro. Ciclicamente il Museo ospita personali di
artisti contemporanei internazionali, le cui opere vengono fatte vivere
nell’inimitabile percorso museale che si snoda tra cantine, botti, sale
maestose e bottiglie che riposano sui lieviti.

I Franciacorta La Montina ricevono regolarmente
prestigiosi riconoscimenti dai più importanti Wine Tasters e dalle più rinomate
testate editoriali del settore; la rinnovata immagine ispirata ai colori, ai
valori e agli elementi di Madre Natura, è valso all’azienda un
importantissimo riconoscimento a livello internazionale, il Luxury Packaging
Award
assegnato a Londra.

Da luglio 2015 il Satèn La Montina è il primo “official
sparkling wine
” della squadra italiana più titolata al mondo: AC Milan.
L’annuncio ufficiale è stato dato il 10 settembre durante la presentazione
della squadra per la nuova stagione 2015/2016 a Casa Milan.

VedoGreen, la società del Gruppo IR
Top, Partner Equity Markets di Borsa Italiana, è specializzata nella
finanza per le aziende green quotate e private. Nasce nel 2011 dall’ideazione
dell’Osservatorio “Green Economy on capital markets”, report annuale sulle
aziende green quotate nei principali paesi europei. Il portale www.vedogreen.it e il “Green Investor Day”
rappresentano oggi il punto di riferimento per l’incontro tra finanza e impresa
green. La società ha realizzato un database proprietario con oltre 3.000
aziende appartenenti a 10 settori della green economy, che consente l’analisi
dei risultati economico-finanziari, la valutazione della singola azienda e la
view dei principali trend tecnologici, normativi e di settore. VedoGreen è
corporate finance advisor per la quotazione in Borsa (IPO), l’apertura del
capitale a Investitori Istituzionali e l’accesso a nuovi prodotti di debito
dedicati alle società della green economy.

La Montina – Tel. 030
653278 – info@lamontina.itwww.lamontina.it 



[1]Si fa riferimento ad
una superficie vitata di 36 ha (14 di proprietà e 22 in affitto).

Uncategorized

HENRI CARTIER-BRESSON FOTOGRAFO Villa Reale di Monza Secondo Piano Nobile 20 ottobre 2016 – 26 febbraio 2017 @Villarealemonza @HENRICARTIERBRESSON

140 scatti di Henri Cartier Bresson, in mostra alla Villa Reale di Monza dal 20 ottobre, dedicati al grande maestro, per immergerci nel suo mondo,  per scoprire il carico di ricchezza di ogni sua immagine, testimonianza di un uomo consapevole, dal lucido pensiero, verso la realtà storica e sociologica.     Prostitute. Calle Cuauhtemoctzin, Città del […]

Read More
Uncategorized

La storia ed il futuro di Crespi d’Adda #cameradeideputati @Crespidadda

L’esperienza di Crespi d’Adda sarà uno degli argomenti del convegno “Il Patrimonio industriale in Italia. Da spazi vuoti a risorsa per il territorio”, che si svolgerà il prossimo 7 ottobre 2016, a Roma, presso la Camera dei Deputati a Palazzo Montecitorio. L’evento, promosso dalla Senatrice Michela Montevecchi, e organizzato da Simona Politini, sarà un’occasione unica […]

Read More
Uncategorized

EVENTI CULTURALI E STREET-ART, PASSA DA QUI IL RILANCIO DEL MERCATO COPERTO DI LORENTEGGIO #eventiculturalimilanesi

COMMERCIO. EVENTI CULTURALI E STREET-ART, PASSA DA QUI IL RILANCIO DEL MERCATO COPERTO DI LORENTEGGIO Tajani: ”Il percorso fatto di commistione tra vendita, socializzazione, arte e cultura rappresenta un modello di riferimento per il futuro di molte strutture simili, contribuendo a riportare i mercati coperti al centro della vita dei quartieri” Milano, 7 ottobre 2016 […]

Read More