“La #Favola della #buonanotte” – Campo Teatrale, Milano – 4-8 marzo 2015

Dal 4 all’8 marzo

La favola della buonanotte

Di Tobia Rossi

ispirato a Accabadora di Michela Murgia

Con Chiara Anicito, Matilde Facheris

Musiche Francesco Lori (in scena)

Oggetti di scena Luigina Tusini (in scena)

Assistenti alla regia Manuel Colamedici, Noemi Bresciani

Allestimento e Regia Marcela Serli

Produzione Exendrama

Uno spettacolo sulla morte fa paura? In un certo senso sì.
Sono partita da qui per mettere in scena questa favola.
Una storia d’amore fra una “madre e una “figlia”.
Un percorso di conoscenza reciproca per accettarsi, per rifiutarsi, per amarsi. Fino in fondo. Anche quando fa male.
Questa è la storia di due donne. Una bambina e una donna, che diventano una ragazza e una donna anziana, infine una donna e una vecchia.
In scena vivremo il loro incontro. La donna “prende” la ragazza come figlia, la adotta, ma lei non diventerà subito sua figlia. Lo sarà proprio un attimo prima della parola “fine”.
In scena un musicista che accompagna queste donne, con un basso, un’elettrica, un’acustica, un oboe, dei tuoni, dei lampi e suoni, suoni, suoni, da favola.
In scena una scenografa/tecnica che sposta il loro mondo. Come in una favola.
Ecco! ho detto, mi piacerebbe lavorare sul “rivoltare il mondo”.
E siccome i temi dello spettacolo sono l’amore e la morte, ho pensato che chiedere a qualcuno di far finire la tua vita (perché comunque è già finita ma nessuno ti porta via), significa rivoltare il mondo.
E pensare di farlo per qualcuno è un atto rivoluzionario. Quindi è un atto d’amore. O no?
Rivoltare il mondo. Cambiare il punto di vista. Questo faremo.
Mi piaceva l’idea che questo racconto, nella regia dell’insieme e nella regia dell’interpretazione, spiazzasse lo spettatore.
Questo sarà il tentativo. Andare dalla favola alla realtà. Dal teatro alla vita.
Ho ideato uno spazio di leggerezza e ironia, di ridicola teatralità, per ridere di queste donne, per ridere della morte, per ridere di noi.
Se potessimo in un istante, o meglio nell’istante di un’ora circa, comprendere tutto dei passaggi tra la vita e la morte, delle nostre possibilità, di quanto possiamo essere noi i responsabili, gli autori reali delle nostre vite, dell’inizio e della fine, ecco, se sapessimo di essere noi i fautori… quanti miracoli potremmo o potremo compiere?
Un’ora circa di risa/pianto, vagiti e canto. Una storia devastante, alla ricerca del meraviglioso miracolo dell’inizio e della fine.

Marcela Serli

CAMPO TEATRALE        

Biglietti € 18 / € 12

Via Cambiasi, 10 – Milano

comunicazione@campoteatrale.it

Uncategorized

Il mare più bello 2016

  LaGuida blu di Legambiente e Touring Club Italiano Domusde Maria, Pollica e Castiglione della Pescaia dominano la classifica Sardegnasuperstar con 5 località tra le migliori Molveno(Tn) si conferma ancora vincitrice della classifica dei laghi Lecinque vele premiano 19 località marine e 7 lacustri Oltrea un eccezionale e riconosciuto pregio naturalistico, possono vantareuna buona gestione […]

Read More
Uncategorized

11 Giugno 2016 GAETANO CURRERI E I SOLIS STRING QUARTET PER LA 61a EDIZIONE DEL PALIO REMIERO DELLE ANTICHE REPUBBLICHE

foto mostra collettiva fotografica regata 2012 libro pica Alle 21.30 il live gratuito in piazza Municipio ad Amalfi. Corse speciali della Tra.vel.mar. per il concerto, da e per Salerno, Minori, Maiori In mattinata presso il Comune di Amalfi l’inaugurazione della collettiva fotografica con le immagini più belle dell’edizione 2012 e il gemellaggio tra le ANPAS […]

Read More
Uncategorized

Gli Europei con #Sisal e #SportItalia da Sisal Wincity di P.zza Diaz Milano

Gli Europei si giocano da Sisal Wincity di P.zza Diaz Milano Insieme a Sportitalia e tanta passione Milano, 10 giugno 2016 – Sisal Wincitye Sportitalia saranno insieme per tifare la nostra Nazionale nella prima grande sfida Belgio-Italia di lunedì 13 giugno. Lo spazio polifunzionale Sisal Wincity di Milano Diaz sarà, infatti, il palcoscenico di una […]

Read More