Press "Enter" to skip to content

Cultura: E’ partito su www.becrowdy.com il progetto di crowdfunding di sostegno al Museo della Resistenza di Cà di Malanca per il 25 aprile per il 70esimo della Liberazione #liberazione#25 aprile@eventinews24

SOSTIENI
IL MUSEO DELLA RESISTENZA DI CA’ DI MALANCA PER IL 70ESIMO DELLA LIBERAZIONE.
PARTE UNA RACCOLTA ON LINE

 
IN
CROWDFUNDING SU BECROWDY per il 25 aprile.

 

E’
partito oggi su www.becrowdy.com il
progetto di crowdfunding di sostegno al Museo della Resistenza di Cà di Malanca,
lo storico Museo posto sull’Appennino Tosco-Romagnolo..

Sostieni
il progetto  collegandoti al sito e donando una quota in cambio di cd, come la
compilation di Resistenza, Italia pubblicato 20 anni fa,  video, come il
documento audiovisivo sulla storia della Battaglia di Purocielo fatto dai
Partigiani e dalla Famiglia Tozzi, che allora abitava la casa, libri, come
quello di Ferruccio Montevecchi sulla Battaglia di Purocielo, depliant con
piantine, come quello del Sentiero dei Partigiani realizzato dal CAI,
 pubblicazioni speciali come il Pipine’ Speciale dedicato ai racconti sulla
Resistenza con la prefazione di Carlo Lucarelli, e tanto altro,  tutte dedicate
a Cà di Malanca e alla Battaglia di Liberazione di
Purocielo

Memorie
dalla Resistenza

Uniti
per festeggiare il 70° anno dalla Liberazione

Il
museo della Resistenza di Ca’ di
Malanca
 nasce dalla
volontà di un gruppo di partigiani aderenti all’ANPI di Faenza che lo ha
ristrutturato e promosso come “Museo della Resistenza e della Guerra di
Liberazione”. I partigiani di Ca’ di Malanca hanno successivamente dato il via
alle esperienze dei giorni residenziali, nei luoghi in cui si svolsero alcuni
degli episodi più eroici e drammatici della Resistenza.

Il 21 febbraio 1990, con una
apposita legge della Regione Emilia Romagna approvata dal Consiglio Regionale, è
statoistituito il “Centro residenziale Cà di Malanca di studi
ed iniziative sulla Lotta di Liberazione in Emilia
Romagna
”.
A metà degli anni ’90 Giordano Sangiorgi fu contattato dall’ANPI e assieme ad un
gruppo di amici decise di dare una mano per rinnovare le attività del Museo di Ca’ di
Malanca
. Due furono i motivi che lo spinsero a prendersi questo
incarico: le convinzioni ideologiche e il fatto che il museo fu la casa dei suoi
nonni prima e dei suoi genitori poi. Il suo obiettivo era semplice: far
tornare Ca’ di Malanca un luogo di diffusione culturale e musicale
legato ai valori della democrazia e
dell’antifascismo
. Sono tante le attività che sono state
realizzate e le persone che sono passate e hanno lasciato il proprio contributo:
dall’ex Presidente della Regione Emilia Romagna Vasco Errani allo scrittore Lucarelli e all’attore Ivano Marescotti, dai Gang ai Modena City Ramblers, e
tanti altri volti che hanno contribuito a creare dei momenti di aggregazione
importanti per il territorio faentino e non solo.

Quest’anno
il 25 aprile 2015, sarà
il 70° anno della
Liberazione
 e vorremmo
continuare a fare tesoro degli avvenimenti che sono accaduti durante la Guerra
di Liberazione, come la battaglia di Purocelo accaduta proprio nei luoghi del Museo di Ca’
di Malanca. Vorremmo creare un momento di condivisione della memoria chiamando a
suonare i Gasparazzo, una band che
ha prodotto un album che si intitola “Esiste chi Resiste”. Un album che
raccoglie il lavoro di oltre dieci anni, iniziato nel 2003 in seguito alle
richieste di alcuni comuni delle province di Modena e Reggio Emilia di musicare
le vicende ed i personaggi che fecero la Liberazione d’Italia. La richiesta che
nasce dall’impegno della band in eventi, rappresentazioni teatrali, laboratori
nelle scuole, video-documentari legati alla solidarietà ed alla memoria
storica.

Abbiamo
bisogno di te e del tuo aiuto per far si che questa giornata si
realizzi.


Da una
iniziativa svolta a Ca’ Malanca nel 1997 si è arrivati alla realizzazione di
una compilation di brani musicali prodotti in quella
occasione:

  • “Criminale” Santandrea
    (3’25”)
  • “Maquis” Federico
    Fontana (3’51”)
  • “Re-cinto” Roulette
    Cinese (3’46”)
  • “Ciao Bella” Officine
    Schwartz (3’32”)
  • “Marcia indietro”
    C.R.Octett (5’31”)
  • “Vincitori” Andrea
    Malavolti (2’22’)
  • “I Fratelli Cervi”
    Frattaglie (5’17”)
  • “IHre deine dunkle
    augen” Sottosuono (6’22”)
  • “Malefico potere”
    Statale 16 (3’38”)
  • “Noi siamo ognuno”
    Melodie magnetiche Emiliane-Fabbriche Kirov (5’13”)

Per
info:

Sito: http://www.camalanca.racine.ra.it/
Email: info@audiocoop.it
Facebook: https://www.facebook.com/pages/Ca-Malanca/663612890417568

Mission News Theme by Compete Themes.