VEUVE CLICQUOT @ DESIGN WEEK_ 8 APRILE @veuveclicquotitalia @VeuveClicquotIT

VEUVE
CLICQUOT @ MILANO DESIGN WEEK 2014

 

CLICQUOT MAIL COLLECTION

L’ARTE DELLA
CORRISPONDENZA DIVENTA DESIGN,

SCOPRI COME
NEL CUORE DI MILANO

Milano, aprile 2014– Appuntamento
irrinunciabile della Season, il calendario degli eventi unici e irripetibili
proposti dalla Maison, anche quest’anno Veuve Clicquot sarà protagonista della
Milano Design Week.

Sempre audace e innovativa,
Veuve Clicquot porterà un po’ della sua storia secolare nel cuore di Milano,
quartiere Brera. Martedì 8 aprile, in via Pontaccio 19, sarà
allestito l’Ufficio Postale di Madame Clicquot dove si potrà
rivivere la tradizione della corrispondenza rivista in chiave contemporanea,
con un’estrosa collezione di prodotti Veuve Clicquot, CLICQUOT MAIL
COLLECTION
, e un pezzo unico di design, VEUVE CLICQUOT CORRESPONDENCE
DESK BY FERRUCCIO LAVIANI
, un moderno scrittoio di Madame Clicquot.

Chiusi i battenti,
resteranno solo le vetrine, dal 9 al 13 aprile 2014, per ammirare l’estro
creativo della Maison.

“Il legame con la Milano Design Week è insito nel
DNA di Veuve Clicquot, che da anni ormai si avvale della collaborazione
esclusiva dei più rinomati designer per creare prodotti unici
” commenta
Francesca Terragni, Brand Director Italia Veuve Clicquot. “Cerchiamo poi di contestualizzarli in eventi indimenticabili e originali,
che rimangano impressi nella mente dei consumatori, enfatizzando al meglio i
valori della Maison: Style, Twist and Touch”

LA TRADIZIONE DELLA CORRISPONDENZA

Seduta alla sua scrivania di Reims, nel
cuore pulsante del commercio dello Champagne, Madame Clicquot conduceva il suo
impero con audacia e con un tratto di penna. Era proprio con la posta che dava
istruzioni ai fornitori e ai commessi viaggiatori e soddisfaceva i desideri dei
suoi clienti, alcuni dei quali a distanze inaudite.

Unica
fra le grandi Maison de Champagne,
Veuve Clicquot ha gelosamente conservato
e catalogato tutta la corrispondenza di Madame Clicquot in un proprio archivio
storico,
che testimonia una mente brillante e uno Champagne di qualità e
fama senza pari.

Veuve Clicquot dispone oggi di un patrimonio
documentale di straordinario valore, che ripercorre tutte le tappe storiche di
oltre 240 anni di attività. Nel 1990 l’archivio è stato inventariato e
nuovamente classificato, portando alla luce tesori di valore inestimabile, come
i registri di cantina in cui Madame Clicquot annotava le formule segrete dei
suoi assemblaggi
. Attualmente l’archivio è curato da un esperto, che
custodisce e tutela questo immenso patrimonio con passione e dedizione, ben
consapevole dell’ importanza storica di una testimonianza che travalica i
confini della Maison, per abbracciare l’intera regione della Champagne.

LA MAISON VEUVE CLICQUOT E L’ITALIA

L’Italia è uno dei primi mercati della Maison Veuve Clicquot.Le città italiane compaiono negli archivi a
partire dal 1772
, pochi mesi dopo la fondazione. Sulla prima pagina del primo
‘’Brogliaccio’’ (libro dei conti) della Maison Clicquot-Muiron, nel luglio 1772,
figura un ordinativo.Si tratta del primo ordine
registrato proveniente da un Paese estero
.È stato emesso da G. A. Benintendi di
Venezia, a cui viene inviata una cassa di 60 bottiglie di vino frizzante.

Per
esaminare le potenzialità dei mercati, la Maison si affidava ai commessi
viaggiatori che, tramite l’invio regolare di corrispondenza, documentavano e
riportavano la situazione economica e politica dei vari Paesi, i gusti e le
preferenze dei consumatori – un vero e proprio affresco dell’epoca.

François Majeur,
commesso viaggiatore incaricato di esaminare e sviluppare le vendite del
mercato italiano, dal 1804 al 1816
percorre in lungo e in largo la nostra penisola
. Per ognuna delle sue tappe
fornisce una descrizione del mercato dello Champagne, stila un elenco dei più
importanti negozianti e commercianti locali e registra le commissioni.

 

E’
proprio questa la storia che Veuve Clicquot vuole celebrare.
Anche nel nostro mondo, sempre più
elettronico e veloce, niente ha lo stesso valore di una lettera o un pacco
ricevuti per posta. Che si tratti di qualcosa di tanto atteso o di
un’emozionante sorpresa, il momento in cui teniamo la nostra consegna speciale
fra le mani, con l’impazienza di aprirla, è l’inizio di un nuovo viaggio.

Durante la Milano Design Week, Veuve
Clicquot inizia un viaggio tutto suo con l’UFFICIO Postale di Madame Clicquot:  un’iniziativa
su più fronti, per celebrare l’arrivo di Veuve Clicquot Yellow Label alla sua
destinazione finale: i milioni di appassionati che l’hanno reso uno degli
Champagne più stimati al mondo.

CLICQUOT MAILCOLLECTION

La nuova collezione di Veuve Clicquot è un’estrosa
gamma di prodotti contenenti la Cuvée simbolo della Maison, Veuve Clicquot
Yellow Label,pienamente funzionali, disegnati con spirito di
utilità e il caratteristico tocco “So Clicquot”:

ü    Clicquot
Envelope

Una custodia avvolgente nel colore Giallo Clicquot, ha la sagoma di
una busta e reca ovunque l’impronta della Maison
, fino al “francobollo” che
richiama l’iconica ancora VCP di Veuve Clicquot Ponsardin. Al suo interno offre
la parte migliore di sé, ossia il contenuto: una bottiglia di Veuve Clicquot
Yellow Label da 75cl. Non poteva mancare una finestrella per personalizzarla
con il nome del fortunato destinatario.

ü    Clicquot Mailbox

La tipica cassetta
vintage delle lettere americana in metallo,
sempre nell’inconfondibile Giallo,
con uno sportello a ribalta e una bandierina rossa mobile per annunciare
l’arrivo del contenuto. La cassetta delle lettere è realizzata per contenere
alla perfezione una bottiglia di Veuve Clicquot Yellow Label da 75cl, con una
busta per lasciare un messaggio a chi riceverà il prezioso regalo.

ü    Clicquot Clutch

Allude
all’elegante clutch
da sera, un classico della moda, questa divertente
busta gialla oversize per trasportare Veuve Clicquot
. Ha i contorni
sollevati di una bottiglia di Veuve Clicquot Yellow Label Brut da 75cl e si
apre per rivelare un nido isotermico, capace di mantenere la bottiglia fresca
fino a un’ora. Personalizzabile grazie a una etichetta con cornice. So chic, so
Clicquot!

VEUVE CLICQUOT CORRESPONDENCE
DESK BY FERRUCCIO LAVIANI

Ferruccio Laviani
è un rinomato architetto e designer. Diplomato in Design presso il Politecnico
di Milano, si laurea in Architettura nel 1986. Dal 1991 è consulente e Art
Director di Kartell SpA e collabora con prestigiosi marchi italiani ed internazionali
come Foscarini, Citroen, Flos, Molteni&C.

La discrezione è
il suo stile di vita. Il suo linguaggio è decisamente contemporaneo e
personale, spesso riconoscibile da un segno o da un colore particolare, magari
mixato con un dettaglio del passato. È così che prende forma VEUVE CLICQUOT
CORRESPONDENCE DESK,
la scrivania di Madame Clicquot.

In stile Luigi XV,
la scrivania è realizzata a mano in mogano, con intarsi di bronzo e dorature. Il
piano in cuoio marocchino è rifinito a mano in lamina d’oro con un’interpretazione
della cometa, uno dei simboli di Veuve Clicquot. Dopo aver costruito la
scrivania, Laviani l’ha perforata in due punti e ha rivestito le superfici di
ciascun foro conico di lacca, nel colore caratteristico della Maison, il Giallo
Clicquot. Ha quindi commissionato a un mastro vetraio di soffiare un secchiello
per il ghiaccio in vetro di Murano giallo oro, da collocare in uno dei due
fori.

VEUVE CLICQUOT CORRESPONDENCE DESKè completata da una
sedia nello stesso stile, con dettagli laminati in oro e un intaglio che ricorda
l’iconica cometa della Maison.

Laviani ha
reinterpretato creativamente la scrivania
dalla quale Madame Clicquot dirigeva la sua Maison internazionale
 in
un’opera di design che incarna nello stesso tempo il suo stile particolare
intessuto di creatività e di talento e il tocco raffinato e audace della Maison
Veuve Clicquot.

Un inedito viaggio nel tempo, l’arte della
corrispondenza diventa design.

UFFICIO POSTALE DI MADAME CLICQUOT

VIA PONTACCIO
19 – MILANO

8 aprile 2014

Aperto al pubblico dalle 10:00
alle 18:00

#ClicquotMail

TAGS : Veuve
Clicquot, Clicquot Mail Collection, Ufficio Postale, Corrispondenza Madame
Clicquot, Veuve Clicquot Correspondence Desk by Ferruccio Laviani

Veuve Clicquot Ponsardin

www.veuve-clicquot.comwww.clicquotshopping.it

Audace,
determinata, lungimirante e creativa, nel 1805 Barbe-Nicole Ponsardin, Madame
Clicquot, a soli 27 anni prende le redini dell’azienda di famiglia fondata nel
1772 dal suocero e riesce a portare il suo prezioso vino in tutte le corti
d’Europa, conquistando un posto d’onore nella storia. Grande successo
commerciale dell’epoca, lo Champagne Veuve Clicquot diviene presto un mito, “le
vin roi” celebrato da letterati e poeti. Non a caso, Madame Clicquot, creatrice
del primo Champagne Millesimato al mondo e della “table de remuage” (l’attuale
pupitre), una delle prime donne d’affari della storia, è ricordata come La
Grande Dame della Champagne, sempre fedele al suo motto: “Una sola qualità, la
migliore”. Motto che continua a rinnovarsi nelle Cuvée elaborate dalla Maison,
ognuna resa unica da una nota particolare, adatta a un certo istante e a una
certa occasione. Perché lo Champagne Veuve Clicquot nasce, ancora oggi, dal
lavoro di uomini e donne uniti dall’amore per la propria terra e dalla volontà
di creare un vino espressione dell’art de vivre contemporanea:  audace,
determinata, lungimirante e creativa. In fatto di contemporaneità, non poteva
mancare Internet, dove la Maison ha aperto uno spazio-shopping dedicato ai suoi
Accessoires pour le Champagne di design: www.clicquotshopping.it. Il sito www.veuve-clicquot.com è invece
dedicato alla scoperta della storia e dei valori della Maison, nonché della
Season Veuve Clicquot, che segna le occasioni culturali, ludiche e sportive che
la Maison offre agli estimatori dei suoi prestigiosi Champagne. Nel 1972, anno
del bicentenario della Maison, ha preso il via il Premio Veuve Clicquot, per
celebrare donne di tutto il mondo che siano espressione della personalità e dei
valori di Madame Clicquot. Oggi sono ventisette le nazioni in cui è conferito
il Premio, a testimonianza della vocazione all’esportazione di Veuve Clicquot,
non solo dei suoi preziosi vini (destinati all’estero nella misura dell’85%
della produzione) ma anche dei valori che portano con sé.

La Maison Veuve
Clicquot Ponsardin appartiene al Gruppo LVMH (Moët Hennessy-Louis Vuitton).
Moët Hennessy fa parte di The European Forum for Responsible Drinking (EFRD),
l’associazione dei principali produttori europei di alcolici, che sostiene
iniziative mirate alla promozione di un consumo responsabile di alcool.

Uncategorized

HENRI CARTIER-BRESSON FOTOGRAFO Villa Reale di Monza Secondo Piano Nobile 20 ottobre 2016 – 26 febbraio 2017 @Villarealemonza @HENRICARTIERBRESSON

140 scatti di Henri Cartier Bresson, in mostra alla Villa Reale di Monza dal 20 ottobre, dedicati al grande maestro, per immergerci nel suo mondo,  per scoprire il carico di ricchezza di ogni sua immagine, testimonianza di un uomo consapevole, dal lucido pensiero, verso la realtà storica e sociologica.     Prostitute. Calle Cuauhtemoctzin, Città del […]

Read More
Uncategorized

La storia ed il futuro di Crespi d’Adda #cameradeideputati @Crespidadda

L’esperienza di Crespi d’Adda sarà uno degli argomenti del convegno “Il Patrimonio industriale in Italia. Da spazi vuoti a risorsa per il territorio”, che si svolgerà il prossimo 7 ottobre 2016, a Roma, presso la Camera dei Deputati a Palazzo Montecitorio. L’evento, promosso dalla Senatrice Michela Montevecchi, e organizzato da Simona Politini, sarà un’occasione unica […]

Read More
Uncategorized

EVENTI CULTURALI E STREET-ART, PASSA DA QUI IL RILANCIO DEL MERCATO COPERTO DI LORENTEGGIO #eventiculturalimilanesi

COMMERCIO. EVENTI CULTURALI E STREET-ART, PASSA DA QUI IL RILANCIO DEL MERCATO COPERTO DI LORENTEGGIO Tajani: ”Il percorso fatto di commistione tra vendita, socializzazione, arte e cultura rappresenta un modello di riferimento per il futuro di molte strutture simili, contribuendo a riportare i mercati coperti al centro della vita dei quartieri” Milano, 7 ottobre 2016 […]

Read More