Press "Enter" to skip to content

Fiat Panda 4×4 Antartica protagonista dell’avvincente viaggio Torino-Sochi

Fiat
Panda
4×4
Antartica

protagonista
dell’avvincente viaggio Torino-Sochi
 

·     
Parte
oggi dal Mirafiori Motor Village di Torino l’emozionante ‘Panda to Sochi’, il
tour a bordo della
Limited
Edition che festeggia i 30 anni di vita e successi della prima  city car
4×4

·     
Nato
dalla collaborazione tra il brand
Fiat
e il gruppo editoriale V
ice
Media, il progetto ha per destinazione finale Casa Italia a Sochi
(Russia)

·     
Il
diario del viaggio – raccontato in tempo reale attraverso lo smartphone Nokia
Lumia 1520 – è disponibile sul sito
www.fiatfreestyleteam.com e
sui canali ufficiali Fiat, Freestyle Team e Nokia di Facebook e Youtube

·     
Condotta
da alcuni atleti del Fiat Freestyle Team e dalle
redattrici
 di Vice, la
Panda
4×4 Antartica adotta  il motore TwinAir Turbo 0.9 benzina da 85 CV e propone
carrozzeria bicolore e dettagli arancioni

Oggi,
presso
Mirafiori
Motor Village di Torino, si è svolta la partenza ufficiale del  progetto
‘Panda
to Sochi’ che avrà per protagonista la Panda 4×4 Antartica,
la
Limited Edition che celebra i 30 anni del modello 4×4 venduto in più di 500.000
unità.

La
famiglia Panda si conferma per il secondo anno consecutivo best seller assoluto
in Italia con oltre 102mila unità immatricolate e una quota nel segmento A
superiore al 40%, ed è saldamente sul podio in Europa 27+Efta con una quota
superiore al 13%, grazie a una  gamma che è la più completa nella sua
categoria.

L’iniziativa
‘Panda
to Sochi’

nasce
dalla
collaborazione tra il marchio Fiat e l’editore multimediale
Vice
Media

che
si rivolge ai giovani metropolitani amanti delle nuove tendenze nei campi della
moda, dello sport e della musica ma anche attenti al mondo della cultura e
dell’arte. A questo specifico target rispondono puntualmente anche gli
altri
prestigiosi brand coinvolti nel progetto:
Nokia,
Nitro Snowboards e Beats by Dr. Dre.

Alla
cerimonia di partenza del tour ‘Panda to Sochi’ erano presenti
i
rider del Fiat Freestyle Team, Stefano Munari – nome di riferimento dello
snowboard italiano –  e Stefan Lantschner, talento altoatesino della BMX, 
insieme a Markus Keller, celebre rider del team Nitro, che si alternerà durante
il percorso con Dmitri Sartor. Con loro anche la redattrice di Vice Gersin Livia
Paya, che completa
l’equipaggio
designato a raggiungere la sede di Casa Italia a Sochi (Russia).

Utilizzando 
il Nokia 1520 con
display
super sensibile full HD da 6”
,
Gersin racconterà la storia del viaggio in tempo reale con immagini e video
ripresi attraverso la fotocamera Pureview da 20 MP e condivisi sui social media,
mentre le mappe di HERE guideranno il team a destinazione.

Nel
suo viaggio verso Sochi il team farà tappa in 16 diverse località europee – 
alcune delle quali poco conosciute al grande pubblico – con l’obiettivo di
catturare gli aspetti più curiosi delle culture locali incontrate. Inoltre,
un
team di fotografi e videomaker d’eccezione immortalerà i trick e le evoluzioni
della crew in alcuni luoghi caratteristici, come il castello di Dracula in
Transilvania e la scalinata Potëmkin in Ucraina, o in altre spettacolari
location dal punto di vista paesaggistico, come il Monte Bianco e il lago di
Ginevra. I ragazzi avranno inoltre la possibilità di conoscere e intervistare
atleti e trendsetter delle città attraversate.

Il
tutto potrà essere seguito sul sito
www.fiatfreestyleteam.com e sui canali ufficiali Fiat,
Freestyle Team e Nokia di Facebook e Youtube, oltre che sul sito
www.vice.com/pandatosochi.

Il
progetto
‘Panda
to Sochi’ è quindi in linea con
l‘impegno
di Fiat a favore del mondo degli ‘action sport’ come dimostra
soprattutto il mondo del Fiat Freestyle Team (maggiori informazioni sono
disponibili sul sito ufficiale
www.fiatfreestyleteam.com e
sulla fan page
Facebook/FiatFreestyleTeam).

Protagonista
dell’avventura da Torino a Sochi, la F
iat
Panda 4×4 Antartica è equipaggiata con il motore TwinAir Turbo 0.9 benzina da 85
CV e si caratterizza per la carrozzeria bicolore – bianco e tetto nero – e da
alcuni particolari elementi che aggiungono ancora più personalità alla city car
4×4: cerchi in lega da 15” grigi diamantati con coprimozzo arancione,
fendinebbia, cristalli posteriori e lunotto  Privacy, calotte degli specchi
verniciati arancione e badge dedicato sul montante centrale.

All’interno,
spicca l’abbinamento cromatico grigio e arancione per i rivestimenti
in
tessuto ed ecopelle
mentre
le caratteristiche di versatilità e abitabilità, così apprezzate dal pubblico di
Fiat Panda, sono confermate dal sedile posteriore a 3 posti con schienale
abbattibile 60/40 e dal sedile del guidatore regolabile in altezza.

Commercializzata
in Europa, in Italia la Fiat Panda 4×4 Antartica è disponibile esclusivamente
con il turbodiesel 1.3 Multijet II da
75 CV completo di sistema Start&Stop e aggiunge alla dotazione di serie
sensori di parcheggio posteriori, climatizzatore automatico e
sistema
Blue&Me con comandi al volante.

Confermati
sulla versione speciale tutti i punti di forza del modello 4×4 che è stato
insignito del prestigioso titolo ‘SUV of the Year 2012’ dalla rivista inglese
Top Gear. A iniziare dall’adozione del sistema di trasmissione “torque on
demand” che entra in funzione automaticamente quando occorre, permettendo di
superare con disinvoltura qualunque situazione. Inoltre, Panda 4×4 propone di
serie il sistema ESC (Electronic Stability Control) completo di funzione ELD
(Electronic Locking Differential), un ulteriore ausilio alla guida e allo spunto
in partenza su percorsi a scarsa aderenza.

Infine,
la Limited Edition Antartica dispone di tutte quelle caratteristiche dinamiche e
di comfort che le consentono di superare comodamente percorsi lunghi e
impegnativi grazie soprattutto allo schema delle sospensioni rinnovate – a ruote
indipendenti di tipo Mc Pherson per l’anteriore, a ruote interconnesse tramite
ponte torcente al posteriore –  e all’adozione di pneumatici Winter specifici
175/65 R15 84T M+S. Unica city-car a proporli di serie, gli pneumatici specifici
Snow Flake sono stati progettati per l’uso su ghiaccio e neve, ma anche su
strada e sterrato, migliorando la capacità di trazione su fondi a bassa aderenza
del 20%.

Torino
20 gennaio 2014

Mission News Theme by Compete Themes.