LaMiaMilano.it

PALAZZO MARINO. IL CALENDARIO DELLE ‘WEEK’ CHE ANIMERANNO MILANO NEL 2020

Milano, 23 agosto 2019 – Pronto il calendario delle week che animeranno il 2020 a Milano. Un palinsesto ricco di iniziative tematiche organizzate dall’Amministrazione comunale in collaborazione con privati e associazioni di settore per valorizzare le eccellenze del territorio, quali cultura, moda, design, cibo e sport. Un’agenda di eventi diffusi in tutta la città che coinvolgeranno milanesi e turisti e che contribuiranno a rendere Milano ancora più attrattiva a livello internazionale.

Tra gennaio e febbraio si terrà la Milano Fashion Week: sfilate, eventi e fashion show per la presentazione delle collezioni autunno-inverno 2020/2021.

A marzo la Milano Museo City promuoverà la scoperta e la fruizione dello straordinario patrimonio artistico e museale della città. Mentre con la Digital Week ci avvicineremo a tutti i volti della Milano digitale.

In aprile, riflettori accessi sulla Milano Design Week: Salone Internazionale del Mobile e Fuorisalone caratterizzano l’appuntamento più importante al mondo per il comparto del design. Nello stesso mese si svolgerà anche la Milano Art Week, una settimana dedicata all’arte moderna e contemporanea che coinvolge anche le gallerie private e gli spazi no profit più interessanti in città.

Maggio a suon di concerti e non solo. Con la Milano Piano City concerti gratuiti in tutta la città, dal tramonto all’alba e dall’alba al tramonto: case, cortili, piazze, parchi, musei e terrazze risuonano in una continua dichiarazione d’amore per il pianoforte. Ma sarà anche il mese del cibo con la Milano Food City: la manifestazione-osservatorio del settore food e del suo rapporto con la città, un palinsesto di eventi, b2b e b2c, distribuiti in tutta la città, dove protagonista è il cibo. Torna anche la Milano Arch Week con lezioni, conversazioni, workshop e itinerari sulle principali sfide delle trasformazioni urbane contemporanee.

A giugno la moda con la Milano Fashion Week: tutte le novità del comparto maschile e anche collezioni femminili, in un contesto vivace e dinamico che si apre alle nuove tendenze con brand affermati ed emergenti. E sempre a giugno si terrà la Milano Photo Week: omaggio alla fotografia con un palinsesto diffuso tra mostre, incontri, visite guidate, laboratori e proiezioni.

Settembre ricco come sempre: le sfilate, gli eventi e i fashion show della Milano Fashion Week per la presentazione delle collezioni primavera-estate 2021; quindi Milano Green Week, la manifestazione rivolta alla promozione del verde e alla diffusione della cultura “green” con eventi, workshop, laboratori e spettacoli. E poi spazio al cinema con Milano Movie Week: festival, sale cinematografiche, scuole di cinema e associazioni promuovono e diffondono il cinema e l’audiovisivo con conferenze, laboratori, proiezioni e anteprime in tutta la città metropolitana.
Sempre a settembre protagonisti anche il calcio e la bicicletta. Milano Calcio City: la città si mette in gioco e racconta lo sport più amato dagli italiani attraverso le storie delle persone che amano questo gioco, dalla strada a San Siro, dal calcio-balilla al Derby, dall’inclusione al calcio integrato. Milano Bike City: una settimana per celebrare la bicicletta in città con un programma di incontri, contest, film, mostre, pedalate e workshop dedicati alle due ruote. Infine la settimana dedicata agli animali, la Milano Pet Week che promuove una convivenza uomo-animale sempre più inclusiva nel tessuto urbano con eventi e iniziative su tutto il territorio.

A ottobre si celebrano le vette con Milano Montagna Week, manifestazione che promuove la cultura della montagna a 360°, attraverso sport, esperienze, storie, innovazione, action sport, contest, design, film e mostre.
Si torna a parlare di design con la Milano Fall Design Week: palinsesto di eventi per mettere in rete gli attori della creatività, della comunicazione e del design e per proporre ai milanesi una nuova occasione per riscoprire la cultura del progetto e della manifattura.

A novembre, infine, altri due appuntamenti ormai tradizionali del palinsesto cittadino: Milano Book City, la manifestazione condivisa tra i protagonisti del sistema editoriale, con l’obiettivo di mettere al centro di una serie di eventi diffusi sul territorio urbano il libro, la lettura e i lettori, come motori e protagonisti dell’identità della città e delle sue trasformazioni nella storia passata, presente e futura; e Milano Music Week, la settimana in cui tutta la città si sintonizza sulle frequenze più diverse della musica, spaziando da concerti, dj-set, show-case fino a incontri, workshop di formazione, mostre ed eventi speciali.

__________MOBILITÀ. ENTRO SETTEMBRE  2019 AL VIA LE RICHIESTE PER ATTIVARE LO SHARING DELLA MICROMOBILITÀ ELETTRICA

Granelli: “Illustrati agli operatori i requisiti minimi e richiesta la collaborazione di tutti, perché il servizio sia sicuro, ordinato e utile”

Milano, 23 agosto 2019 – Sarà pubblicato entro settembre l’avviso pubblico per manifestazioni di interesse per le società che vogliono attivare a Milano servizi di condivisione di monopattini, segway, hoverboard, skateboard e monoruote.

L’assessore alla Mobilità Marco Granelli ha illustrato oggi, in un incontro con gli operatori interessati ad attivare questa tipologia di servizio, i requisiti minimi che saranno richiesti all’interno dell’avviso pubblico che resterà aperto con valutazioni mensili delle proposte presentate.

Marcatura CE per i mezzi, apparecchiature sonore, luci e limitatori di velocità; flotte con numero minimo e massimo, fino al raggiungimento di un tetto di dispositivi in città; cauzione per ciascun mezzo (fideiussione bancaria o assicurativa di durata equivalente al periodo di servizio), come garanzia in caso di intervento del Comune di Milano per la rimozione durante o al termine del servizio; pagamento annuo di un contributo al Comune di Milano a copertura dell’occupazione del suolo pubblico.

“Ho chiesto la collaborazione di tutti – dichiara l’assessore Granelli – per far sì che la condivisione possa diffondersi in città in modo sicuro, ordinato e realmente utile. La micromobilità elettrica è un’opportunità importante, complementare e sinergica al trasporto pubblico locale e alle altre forme di mobilità sostenibile, siano esse in sharing o private. La sfida al traffico, all’inquinamento atmosferico e alle emissioni climalteranti deve essere affrontata di pari passo con la fondamentale attenzione per la sicurezza stradale e tutti devono essere consapevoli che questi mezzi non sono un giocattolo e l’utilizzo è subordinato a regole chiare e precise”.

Tra gli standard minimi che il Comune di Milano intende inserire nell’avviso pubblico ci sono anche la richiesta di un servizio attivo 7 giorni su 7 e 24 ore su 24 e su tutto il territorio, l’attivazione di un’assicurazione per i mezzi in circolazione, l’iscrizione al registro delle imprese, il non avere contenziosi aperti con l’Amministrazione e l’aver svolto tutti gli adempimenti necessari per l’esercizio dell’attività sul territorio italiano. Inoltre verrà richiesta un’adeguata campagna informativa agli utenti sulla sicurezza stradale e sulle regole per l’utilizzo e per la sosta dei dispositivi.

I mezzi di micromobilità elettrica in condivisione potranno essere utilizzati, esattamente come i dispositivi di proprietà, secondo le indicazioni del Decreto Ministeriale e la relativa delibera del Comune di Milano del 26 luglio scorso: in tutte le aree pedonali con un limite di velocità di 6 km/h e su piste ciclabili, percorsi ciclabili e ciclopedonali e Zone 30, con limite di velocità a 20 chilometri orari, a partire dal termine della posa della cartellonistica necessaria (presumibilmente entro l’inizio del mese di dicembre).

“L’obiettivo – conclude l’assessore Granelli – è quello di giungere quanto prima al superamento della fase di sperimentazione, che per Decreto Ministeriale è fissata al 26 luglio 2020, nell’ottica di un inserimento dei mezzi di micromobilità elettrica nella legislazione nazionale e nel Codice della Strada, in linea con quanto richiesto da Anci nei mesi scorsi e con quanto legiferato a giugno in Germania e nelle prossime settimane anche in Francia”.

___________WEMI. NASCE IL NUOVO SPAZIO DEDICATO AL RICONGIUNGIMENTO FAMILIARE

La struttura inaugurerà in autunno in via Don Carlo S. Martino. Assessori Rabaiotti e Galimberti: “Un ulteriore passo verso un welfare per tutti, che garantisca inclusione sociale, accesso alla scuola e contrasto alla dispersione scolastica”

Milano, 22 agosto 2019 - Un centro multiservizi che si occupi di accompagnare nel percorso di ricongiungimento le famiglie che per molto tempo sono state lontane, nell’ottica di una città sempre più aperta e accogliente, e che implementi i servizi già esistenti “Cerco Offro Scuola” e “RaggiungiMi” per garantire inclusione sociale, accesso al sistema scolastico e formativo e contrasto alla dispersione scolastica.
Sono questi gli obiettivi del nuovo hub WeMi dedicato al ricongiungimento familiare che nascerà in autunno in via Don Carlo S. Martino 10, al primo piano dello stabile comunale dove è già attivo il centro socio-ricreativo culturale Acquabella. L’idea è concentrare in un unico posto i servizi di supporto ai cittadini stranieri che risiedono stabilmente a Milano e hanno intenzione di avviare un percorso per il ricongiungimento familiare, o che hanno recentemente ricongiunto i propri familiari, per favorirne l’integrazione e l’accesso alle opportunità offerte dalla città.

Lo spazio concentrerà al suo interno le funzioni presenti negli altri punti WeMi, gli spazi fisici dedicati al sistema dei servizi domiciliari del Comune di Milano, e in aggiunta metterà a disposizione competenze specifiche necessarie a chi avvia un percorso di ricongiungimento: assistenti sociali, educatori, uno psicologo, un servizio di orientamento ai corsi di italiano attivi in città, dei consulenti legali, un sistema di mentorship da parte di chi ha avviato e concluso con successo un percorso di questo tipo. Tutte figure professionali che supporteranno la famiglia non solo nell’iter legale di approvazione della domanda, ma anche nel percorso di inserimento nel nuovo contesto.

Tra le difficoltà che le famiglie incontrano durante la procedura del ricongiungimento c’è spesso quella di programmare un giusto ingresso nel sistema scolastico, per cui i minori rimangono a volte esclusi dalla frequenza per un periodo che può essere più o meno lungo o si ritrovano a entrare in classe a percorso già avviato. Per questo all’interno del Centro sarà messo a disposizione delle famiglie il servizio dell’Assessorato all’Educazione “Cerco offro scuola”, lo sportello di orientamento scolastico rivolto ai giovani stranieri dai 14 ai 21 anni che nel 2018 ha accolto 117 alunni e famiglie ed effettuato 147 colloqui di orientamento alla scelta.  I ragazzi saranno accompagnati nella scelta della scuola più idonea, supportati nella fase di iscrizione, potranno partecipare a incontri informativi e di orientamento per la scelta della scuola secondaria, dei corsi di formazione professionale, dei corsi universitari da realizzare. Saranno inoltre realizzati interventi di contrasto alla dispersione scolastica individuali e di gruppo,  co-progettati con le scuole, e di mediazione linguistico-culturale, interpretariato e traduzione.

Un ulteriore obiettivo del Centro sarà quello di supportare i singoli membri del nucleo familiare, monitorando il processo di riavvicinamento e di ricostruzione dei legami dopo un periodo di separazione che spesso è stato molto lungo. All’interno del nuovo hub WeMi, inoltre, ci sarà un operatore che, attraverso un lavoro di networking con gli enti del pubblico e del privato sociale,  si dedicherà all’orientamento alla scelta del corso di italiano più adatto alle caratteristiche della persona neoarrivata.

La procedura del ricongiungimento familiare rappresenta un canale di ingresso legale in Italia che fa registrare numeri molto alti. Ogni anno vengono presentate presso lo Sportello Unico della Prefettura di Milano circa 6mila domande di questo tipo. Circa la metà di queste vengono avanzate da cittadini residenti a Milano, soprattutto per chiedere l’ingresso dei figli minorenni.

Il Comune intende gestire questo spazio insieme ad altri soggetti della città con esperienza in questo campo, per questo sarà a breve avviata una procedura a evidenza pubblica per l’affidamento del servizio. L’hub si inserisce all’interno del progetto “Lab’Impact” che ha come capofila Regione Lombardia e che è finanziato con le risorse del Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione (FAMI).

“L’apertura dello spazio WeMi dedicato al ricongiungimento familiare – dichiara l’assessore alle Politiche sociali e abitative Gabriele Rabaiotti – sarà un ulteriore passo nello sviluppo di quello che abbiamo voluto definire ‘Welfare per tutti’, un sistema che si occupa delle esigenze di tutti i cittadini, di quelli in difficoltà ma non solo. Milano si conferma in questo modo attenta ai bisogni di ogni suo abitante e aperta nei confronti di chi aspira a diventarlo, in linea con lo spirito ambrosiano di una città aperta che ha saputo trovare nella diversità e nei percorsi di integrazione ben riusciti i suoi punti di forza”.

“Un progetto di valore che garantirà l’accesso alla Scuola dell’obbligo a ragazzi e ragazze appena arrivati a Milano – aggiunge l’assessore all’Educazione Laura Galimberti – e di accompagnarli in un percorso di orientamento nella scelta degli studi più adatti a loro, così da combattere anche il fenomeno della dispersione scolastica”.
_______________PRERAFFAELLITI. AMORE E DESIDERIO RASSEGNA CINEMATOGRAFICA Palazzo Reale 19 giugno – 6 ottobre 2019
In occasione della mostra Preraffaelliti – Amore e Desiderio (Palazzo Reale 19 giugno – 6 ottobre 2019), una rassegna sul movimento pittorico in 6 titoli fra cui il muto Dante e Beatrice con musica live e da non perdere la proiezione della serie tv finalmente al cinema Desperate Romantics fra amori tormentati, scandali e trionfi.

MIC - Museo Interattivo del Cinema
Dal 30 agosto all'8 settembre 2019

IL CALENDARIO DEI FILM
MIC - Museo Interattivo del Cinema

Venerdì 30 agosto ore 15.00 / Venerdì 6 settembre ore 17.00
Desperate Romantics
Episodio 1
Paul Gay, UK, 2009, v.o. sott.it., 60’
I pittori membri della confraternita Preraffaellita, Dante Gabriel Rossetti, John Everett Millais e William Holman Hunt, scoprono una musa perfetta, Lizzie Siddal, una ragazza di umili origini. Rigettati dalla Royal Academy decidono di organizzare da soli una mostra delle loro opere, invitando l’influente critico d’arte John Ruskin.

Episodio 2
Paul Gay, UK, 2009, v.o. sott.it., 60’.
Dopo aver attirato l’attenzione di Ruskin i membri della confraternita cercano di vendergli alcuni quadri. Posando immersa in una vasca da bagno per l’Ophelia, opera che diventerà il manifesto dei Preraffaelliti, Lizzie si ammala gravemente.

Sabato 31 agosto ore 15.00 / Sabato 7 settembre ore 17.00
Desperate Romantics
Episodio 3
Paul Gay, UK, 2009, v.o. sott.it., 60’.
Il critico preraffaellita Fred Walters si innamora di Lizzie, ormai diventata l’amante di Rossetti. Nel frattempo Millais, a cui è commissionato un ritratto di Effie, la moglie di Ruskin, è sempre più affascinato dalla donna.

Episodio 4
Diarmuid Lawrence, UK, 2009, v.o. sott.it., 60’.
William Hunt parte per la Terra Santa per ritrovare la sua fede. Con estremo disappunto di Rossetti, Ruskin sembra più interessato alle opere della sua fidanzata Lizzie che alle sue.

Domenica 1 settembre ore 15.00 / Domenica 8 settembre ore 15.00
Desperate Romantics
Episodio 5
Diarmuid Lawrence, UK, 2009, v.o. sott.it., 60’.
Continua la passione tormentata tra l’inquieto e infedele Rossetti e Lizzie, sempre più malata e debole.

Episodio 6
Diarmuid Lawrence, UK, 2009, v.o. sott.it., 60’ .
Il matrimonio tra Rossetti e Lizzie non porta quiete nella Confraternita. Millais propone di trasferirsi tutti nella sua nuova casa per concentrarsi sull’arte e ritrovare unità.

Domenica 1 settembre ore 19.30
Il mistero di Galatea
Giulio Aristide Sartorio, Italia, 1918, 68’, b/n, muto didascalie italiane.
Opera prima di Giulio Aristide Sartorio, pittore di scuola simbolista. In quest’opera aderisce ad alcuni dei più diffusi movimenti culturali del periodo, dalla letteratura, alla fotografia, alla pittura, tra cui il movimento preraffaellita.
Accompagnamento live del Maestro Antonio Zambrini

Martedì 3 settembre ore 15.00
The Barretts of Wimpole Street (La famiglia  Barrett)
Sidney Franklin, USA, 1934, b/n,  109’, v.o.inglese. Int.: Norma Shearer, Fredric March, Charles Laughton
L'invalida Elizabeth Barrett desidera sposare il poeta Robert Browning contro la volontà del tirannico padre.

Mercoledì 4 settembre ore 15.00
The Young Victoria
Jean-Marc Vallée, UK, 2009, 100’. Int.: Emily Blunt, Paul Bettany.
La giovinezza della regina Vittoria del Regno Unito viene perlustrata in ogni suo aspetto, raccontando nei minimi particolari il periodo della fanciullezza, prima che salisse al trono, sino alla nascita del suo primogenito.

Giovedì 5 settembre ore 15.00
Hamlet
Kenneth Branagh, tratto dall’omonima tragedia di William Shakespeare, UK/USA, 1996, 242’. Int: Kenneth Branagh, Kate Winslet.
Elsinore, Danimarca. Il principe Amleto scopre che il padre è stato ucciso dallo zio Claudio che, sposando la vedova Gertrude, ha ereditato il trono. Amleto decide quindi di fingersi pazzo per preparare la sua vendetta.

Venerdì 6 settembre ore 15.00
Effie Gray - Storia di uno scandalo
Richard Laxton, UK, 2014, 108’. Int.: Dakota Fanning, Emma Thompson.
Uno sguardo al misterioso rapporto tra l'artista vittoriano John Ruskin ed Effie Gray. Il tutto avviene nella Londra di metà Ottocento: un'unione andata avanti senza essere consumata per cinque anni e con gravi sofferenze per la donna, fino al momento in cui si innamorò del protetto del marito, il pittore John Everett Millais.

Domenica 8 settembre ore 19.30
Dante e Beatrice
Mario Caserini, Italia, 1913, b/n, 43’, muto didascalie italiane e inglesi, edizione restaurata.
Gli anni giovanili di Dante ed i suoi rapporti con Beatrice Portinari che, nonostante l'amore per il poeta, andò in sposa a Simone de' Bardi. L'inizio della stesura della Divina Commedia e la morte di Beatrice fra le braccia del "Sommo Poeta".
Accompagnamento live del Maestro Antonio Zambrini

Presentando alla cassa del MIC il biglietto della mostra sarà possibile accedere gratuitamente alle proiezioni della rassegna, mentre presentando alla biglietteria di Palazzo Reale la Cinetessera 2019 si otterrà l’ingresso ridotto alla mostra.

______________LAVORO. CON “FABRIQ QUARTO 2019” 360MILA EURO PER SVILUPPARE IMPRESE INNOVATIVE TRA QUARTO OGGIARO, BOVISA, COMASINA, NIGUARDA E AFFORI
Milano, 26 agosto 2019 – Candidare un progetto di innovazione da sviluppare in alcuni quartieri non centrali della città. Scadrà il prossimo 14 ottobre il termine ultimo per partecipare a “Fabriq Quarto 2019 – Innovazioni di quartiere”, il bando ideato dal Comune di Milano che mette a disposizione 360mila euro a favore di otto nuovi progetti di innovazione che migliorino la vita dei quartieri di Quarto Oggiaro, Villa Pizzone, Bovisa, Bovisasca, Comasina, Niguarda, Affori, Bruzzano e Dergano: realtà caratterizzate da problemi di fragilità sociale ma anche dalla presenza di importanti infrastrutture pubbliche (ospedali, università etc.) che possono rappresentare lo spunto per interessanti opportunità per le neo-imprese.

“In questi anni, grazie all'azione di FabriQ, siano riusciti a far crescere oltre 60 startup che si sono inserite nel mercato grazie alle proprie idee, servizi e prodotti innovativi capaci di far coincidere crescita economica con i bisogni sociali dei territori in cui si insediano - dichiara l’assessore alle Politiche per il Lavoro, Attività produttive e Commercio Cristina Tajani -. Con questi nuovi fondi l’Amministrazione si dimostra ancora una volta al fianco dei giovani che cercano una possibilità per la propria crescita professionale coniugando imprenditorialità e sostenibilità sociale e ambientale”.

Attraverso il bando “Fabriq Quarto 2019” le imprese selezionate potranno accedere ad un contributo fino ad un massimo di 35mila euro per coprire il 50% dei costi di realizzazione del progetto secondo una logica di coinvestimento “un Euro pubblico per ogni Euro privato”.

Il contributo potrà salire fino a 45.500 euro se i progetti riusciranno a raggiungere una serie di obiettivi di impatto sociale definiti dal Comune di Milano.

Ogni realtà selezionata, oltre ad un proprio spazio all’interno di FabriQ, il primo incubatore specificatamente dedicato all’innovazione sociale del Comune di Milano, in via Val Trompia a Quarto Oggiaro, potrà contare su un percorso di accompagnamento personalizzato della durata di 4 mesi e un aiuto nell’incontrare potenziali investitori. Gli ambiti di intervento sono i più vari, servizi alla persona, ambiente, manifattura 4.0, economia circolare e Smart city. Tutti i progetti d’impresa dovranno avere un alto tasso di innovazione oltre a generare un impatto sociale dimostrabile sul quartiere (migliorandone la vivibilità e la qualità dei servizi) oltre a impegnarsi a proseguire le proprie attività sul territorio anche dopo la fine del periodo finanziato.
Al bando possono partecipare tutte le imprese costituite da massimo 5 anni ma anche quelle che si impegnano a costituirsi in soggetto giuridico dopo aver passato la selezione. L’invito a sperimentare è esteso anche alle imprese provenienti dall’estero, fatta salva la necessità per tutte queste realtà di essere registrate presso la Camera di Commercio di Milano ed avere una sede operativa nel territorio cittadino.

FabriQ è il primo incubatore specificatamente dedicato all’innovazione sociale del Comune di Milano, nato nel 2014 dalla collaborazione tra Amministrazione, Fondazione Giacomo Brodolini e Impact Hub Milano. Con i suoi 650 mq FabriQ è il luogo dove trasformare le idee in occupazione, crescita, sviluppo sociale e metterle in rete connettendo chiunque abbia voglia di fare impresa su temi sociali, ambientali, culturali e tecnologici. Una realtà che in questi anni ha visto nascere 62 start-up capaci di raccogliere, tra premi e finanziamenti privati, oltre 7 milioni di euro.
Tra queste alcuni casi di successo come il servizio di scooter sharing GO VOLT, il servizio di accompagnamento per anziani UGO, il progetto DRIVE IN BOVISA e molti altri ancora.

Tutte le informazioni per accedere ai contributi di “Fabriq Quarto – Innovazioni di quartiere” sono disponibili on line anche sul sito WWW.FABRIQ.EU.

_______________MOBILITÀ. AL VIA DOMENICA 1 SETTEMBRE LA SISTEMAZIONE DEI BINARI IN PIAZZA FIRENZE

Milano, 27 agosto 2019 – Si svolgeranno dall’1 al 9 settembre i lavori per il rifacimento dell’armamento tranviario, da parte di Atm Spa per conto del Comune di Milano, tra piazzale Accursio e piazza Firenze. Per l’occasione sarà anche risistemato il manto stradale.

“Si tratta di un cantiere certamente impattante – commenta l’assessore alla Mobilità e Lavori pubblici Marco Granelli –, ma che avrà una durata di pochi giorni e che, soprattutto, consentirà di riqualificare e rendere più sicuro uno snodo davvero importante della viabilità milanese”.

Saranno 54 i metri di binari che verranno sostituiti così da migliorare la circolazione dei tram che corrono lungo viale Certosa e diminuire drasticamente il rumore da sferragliamento, soprattutto dei tratti in curva. Grazie alla riasfaltatura, che consentirà di risistemare buche e avvallamenti, sarà inoltre resa molto più sicura anche la circolazione di auto, moto e bici.

Per consentire uno svolgimento rapido e sicuro dei lavori, sarà chiusa al traffico la corsia centrale da piazzale Accursio fino a piazza Firenze. Sul luogo sarà sistemata la cartellonistica con i percorsi alternativi temporanei per il traffico privato e saranno sempre presenti pattuglie della Polizia locale per monitorare la situazione e valutare eventuali ulteriori deviazioni in corso d’opera. Il cantiere sarà segnalato sia sui pannelli variabili in città sia su quelli di Autostrade prossimi agli ingressi a Milano dalla A8, A9 e A4.

Le modifiche al trasporto pubblico riguarderanno i tram 1 e 19. In particolare il tram 1, in entrambe le direzioni, devierà tra le fermate Procaccini/Sempione e piazza Firenze, passando per via Procaccini, via Messina e via Cenisio (facendo tutte le fermate che si trovano lungo il percorso alternativo).
Per quel che riguarda il tram 19 ci saranno bus sostitutivi tra il capolinea Castelli e piazza 6 Febbraio. In entrambe le direzioni i bus sostitutivi percorreranno viale Boezio, largo Domodossola, corso Sempione, piazza Firenze, via Bartolini, via da Panicale e via Mac Mahon. I tram faranno invece regolare servizio tra Lambrate FS M2 e piazza 6 Febbraio.

Tutte le informazioni su percorsi e fermate sono disponibili sul sito di Atm
__________________ MONUMENTALE. TORNA DOMENICA LA RASSEGNA “MUSEO A CIELO APERTO”

Dalle 10 alle 13 visite guidate, musica e teatro per scoprire lo scrigno d’arte progettato dall’architetto Carlo Maciachini 


Milano, 26 luglio 2019 - Domenica 28 luglio, dalle 10 alle 13, nuovo appuntamento estivo della rassegna di eventi gratuiti che portano teatro, musica, cinema e visite guidate al Cimitero Monumentale. La rassegna “Museo a cielo aperto” è promossa dal Comune di Milano e realizzata da Fondazione Milano – Scuole Civiche con diplomati e allievi della Civica Scuola di Musica Claudio Abbado, della Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti e della Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi. Ogni ultima domenica del mese, fino a ottobre sarà possibile scoprire e riscoprire in modo insolito uno dei tesori d’arte e memorie della città.

Per tutta la mattina in sala conferenze sarà proiettato un documentario a cura della Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti. Realizzato da Pietro De Tilla, Guglielmo Trupia, Elvio Manuzzi con le musiche di Fabio Vacchi, "Atelier Colla" (Doc. 2010-2011 – ’49) è dedicato al lavoro della Carlo Colla e Figli, una delle compagnie di Teatro di Figura più importanti al mondo. All’interno del loro laboratorio, un vero e proprio microcosmo, ogni particolare viene raccontato nella quotidianità lavorativa. Il film esplora la complessità del lavoro di burattinai. Attraverso l'analisi di gesti, azioni e dialoghi dei componenti della società, è evidenziato il rapporto simbiotico che il burattinaio ha con i suoi compagni, con lo spazio dell'atelier e il burattino stesso.

Alle 10, alle 10.30 e alle 11.30 dal piazzale esterno partiranno tre visite guidate a cura dei volontari del Servizio Civile e del personale dipendente che permetteranno al pubblico di scoprire diversi aspetti del ricco patrimonio del Monumentale.

La prima passeggiata, dal titolo “Conoscere il Monumentale in sette passi”, propone alcuni dei monumenti più noti – da “L’ultima cena” per la famiglia Campari a “La Via Crucis” per la famiglia Bernocchi, ed è consigliato a chi non ha mai visitato il Monumentale.



La seconda passeggiata, dal titolo “I capolavori di Enrico Butti al Monumentale”, accompagna alla scoperta di una delle figure più celebri del panorama artistico lombardo tra XIX e XX secolo.



In ultimo, la passeggiata dal titolo “La moda al Monumentale”, un percorso intenso che si snoda tra 12 sepolture all’insegna dei grandi personaggi della moda italiana da Rosa Genoni a Versace, Callas, Krizia e altri.

Le visite guidate sono gratuite e prenotabili al gazebo a partire dalle ore 9.30  fino al raggiungimento del numero massimo previsto per gruppo. 

Nella Galleria inferiore di levante [C], alle 11, andrà in scena un corto teatrale, scritto ad hoc e interpretato da diplomati della Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi.  Protagonista della breve pièce un personaggio celebre sepolto al Monumentale che, attraverso il rito del teatro, incontra i cittadini contemporanei. In "Edoardo Mangiarotti – Il duello del re di spade" - regia e drammaturgia di Luca Rodella, con Stefano Annoni e musiche di Francesco Marchetti – un personaggio nuovo emerge nei corridoi del Monumentale dopo la recente scomparsa dell'ultimo spadaccino della grande famiglia Mangiarotti: lo Spirito della scherma che racchiude in sé tutte le differenti caratteristiche dei singoli fratelli schermidori sepolti insieme. Una bianca figura eterea che si presta ad essere così imbattibile nella nobile disciplina della spada, proprio come i Mangiarotti furono imbattibili in vita durante i giochi olimpici.

Chiude l’appuntamento nella galleria superiore di ponente [B-G] alle ore 12:00 il concerto jazz "The Jumpin' Brothers", che vede protagonisti allievi e diplomati dei Civici Corsi di Jazz della Civica Scuola di Musica Claudio Abbado: Ludovico Cicchitelli (sax e voce), Alice Albicini (piano), Stefano Di Niglio (batteria), Elia Baioni (contrabbasso). Il quartetto, nato di recente, ripropone le calde atmosfere americane degli anni ‘40 e ‘50, con un vasto repertorio Swing e Rhythm & Blues che spazia fra i più grandi artisti del periodo.

La rassegna “Monumentale: Museo a Cielo Aperto” proseguirà ogni ultima domenica del mese fino a ottobre, con una serie di appuntamenti che vedranno nuovamente teatro, musica, cinema e passeggiate tematiche raccontare il Cimitero Monumentale e le sue bellezze: il 25 agosto dalle 10 alle 13 e  il 29 settembre e il 27 ottobre dalle 10 alle 18.

Post popolari in questo blog

24 e 25 settembre 2019 - Il miracolo della cena | Piccolo Teatro Grassi Milano

UNA SERATA PER NOTRE-DAME DE PARIS | MERCOLEDÌ 2 OTTOBRE 2019 | Duomo di Milano, ore 20.45

LA NUOVA COLLEZIONE A/I 2019 DISEGNATA DA VANESSA INCONTRADA PER ELENA MIRÒ