Green France – “Sogna in grande, vivi slow”

Un turismo slow, più attento e rispettoso dell’ambiente: il turismo sostenibile è la parola d’ordine per il futuro. La Francia è particolarmente impegnata su questa tematica e offre tutto per il turismo slow, con 11 parchi nazionali, 58 parchi naturali, 47 Grands Sites de France (i grandi siti di Francia), 19.000 km di piste ciclabili con più di 6.000 luoghi con il marchio ‘’Accueil vélo” che offrono servizi di qualità ai cicloturisti e 8.500 km di corsi d’acqua navigabili. Inoltre, per le sistemazioni, più di 1500 strutture con marchi di qualità (Clef Verte, Green Globe, Gîtes Panda ed Ecogîtes) e oltre 4.000 strutture con il marchio turismo e handicap. Soggiorni nella natura e soggiorni culturali, alla scoperta di una ricchezza costituita da più di 8000 musei e quasi 45.000 fra monumenti, parchi e giardini e ben 172 città e villaggi della rete “Les plus beaux villages de France”.

Un patrimonio di natura e di cultura da raggiungere in modo sostenibile, grazie alla rete capillare delle ferrovie gestite da SNCF (e con comodi treni di notte per ottimizzare i tempi), con gli aerei “ecologici” attenti a ridurre le emissioni di CO2 di Air France, e spostandosi per esempio in bicicletta attraverso paesaggi suggestivi o su un fiume per entrare in contatto diretto con la natura, o ancora camminando per i sentieri per ritrovare se stessi e respirare aria pura.

Anche gli eventi sportivi sono sostenibili, dalla Rugby World Cup 2023, che si sta svolgendo in Francia, al Tour de France 2024 che partirà dall’Italia, ai Giochi Olimpici e Paralimpici di Parigi 2024 , le prime Olimpiadi inclusive e sostenibili mai organizzate.

1.La Natura. 4 idee per una vacanza slow

Grande Est, nelle foreste dei Vosgi

FORêT l’effet Vosges®, marchio gestito dal dipartimento dei Vosgi, promuove la foresta come potente stimolante per il corpo e la mente e propone attività originali nel massiccio dei Vosgi : escursioni di meditazione, yoga nella foresta, silvoterapia, fotografia naturalistica, passeggiate musicali… La gamma di attività proposte cambia regolarmente per adattarsi alle stagioni e offrire nuove esperienze per riconnettersi con la natura e comprendere l’importanza di proteggere il patrimonio naturale del massiccio dei Vosgi.

Bretagna, sulla Strada dei Fari

Nel nord della Bretagna, nel dipartimento del Finistère, la Costa delle Leggende offre scenari magici, fra un litorale selvaggio, da raggiungere via mare, in barca o in kayak per i più sportivi. Qui si trova la più grande concentrazione di fari d’Europa e proposte di scoperte culturali, prodotti locali e alloggi ecologici, per un’immersione nell’anima della Bretagna.

A Plouguerneau, la cima del faro dell’Ile Vierge si raggiunge dopo una lunga salita su una scala a chiocciola: 365 gradini, è il faro più alto d’Europa e offre una vista mozzafiato. Proposta insolita ed ecosostenibile: soggiornate nell’ecogîte, la casa dei guardiani ai piedi del faro, dotata di una cupola di vetro, ideale per l’osservazione dell’ambiente giorno e notte. Magico e unico!

Village Nature: una pausa nella natura alle porte di Parigi

Dopo una visita alla capitale o una giornata a Disneyland Paris, il Village Nature offre una pausa rilassante in un cottage immerso in un parco di 250 ettari circondato da boschi e da un lago. Il parco si apre su una grande laguna riscaldata a 30°, con un fiume, una jacuzzi e piscine interne. Village Nature è un centro innovativo di turismo sostenibile: energia geotermica, filtraggio biologico dell’acqua, riciclo dei rifiuti organici e cibo biologico e locale.

Corsica: un soggiorno “Pure Nature” a Bonifacio

7 giorni da vivere in modalità slow (in primavera e autunno), accompagnati da una guida per tutto il soggiorno (in hotel 4* con ristorante stellato Michelin) scandito da una serie di attività all’aperto: escursioni, snorkeling, visita alle aziende agricole locali, vigneti, orti biologici, orti in permacultura e degustazioni, scoperta della flora e della fauna.

Una vacanza progettata per il minor impatto ambientale possibile, anche per quanto riguarda la ristorazione: dall’origine degli ingredienti ai metodi di produzione e l’ energia utilizzata per cucinarli.

  1. Una vacanza speciale? spostandosi in modo eco-slow!

Scoprire l’Occitania in treno

L’Occitanie Rail Tour è stato ideato per offrire l’opportunità di scoprire la destinazione Occitanie Sud de France utilizzando i treni regionali. Innovativo e sostenibile, l’Occitanie Rail Tour è un invito a percorrere l’Occitania su una delle 19 linee ferroviarie che attraversano la regione, con suggerimenti per visite, attività, alloggi e ristoranti nelle immediate vicinanze delle 150 stazioni dell’itinerario.. Idea perfetta per i turisti, qualunque sia il mezzo di trasporto utilizzato per raggiungere la regione Occitanie, i residenti che desiderano (ri)scoprire la destinazione in treno, alle famiglie a basso reddito e ai giovani, grazie a tariffe appositamente adattate (treni a 1 euro il 1° fine settimana di ogni mese, passport a 10 euro al giorno per tutti, tutto l’anno…).

Normandia senza auto.

Un’iniziativa per scoprire la destinazione utilizzando mezzi di trasporto ecologici, soprattutto il treno. Un’idea speciale? Raggiungere Le Havre, culla dell’Impressionismo e Patrimonio Unesco per la sua architettura da Parigi, in treno. Il costo del biglietto da Parigi parte da 16 € / persona, il tempo di percorrenza stimato: 2 ore e 08 minuti e l’ offerta è valida tutto l’anno.

Buono a sapersi!

In barca in Borgogna-Franca Contea

Il William Grove è il nuovissimo battello di Canalous, il primo battello per canali alimentato a idrogeno in Francia. Silenzioso, inodore e privo di vibrazioni, può ospitare da 2 a 12 persone, rispetta l’ambiente e il benessere degli utenti. Partenza da Digoin, dove si incontrano 3 canali: il Canal du Centre fino a Paray-le-Monial, il Canal de Roanne fino a Digoin e il Canal Latéral à la Loire. Il battello può essere noleggiato a giornata, non richiede patente nautica, è sufficiente una breve introduzione alla guida prima della partenza.

Un passaporto per percorrere la Loira in bicicletta

Il “Passeport la Loire à Vélo” è il nuovo diario di viaggio lungo tutto il percorso della Loire à Vélo. Attraverso i 620 km dell’itinerario, ci si sposta da un luogo all’altro e si raccolgono così i 24 timbri originali nelle zone attraversate: da Saint-Brevin-les-Pins a Cuffy, passando per Nantes, Angers, Tours, Blois, Orléans, Sancerre… Un passaporto da personalizzare con le impressioni di viaggio, che rimane come un album dei ricordi siglato da un timbro esclusivo.

Esplorare la Provenza-Alpi-Costa Azzura con un pass su misura

La Regione lancia il Pass Sud Azur Explore, un ottimo modo per visitare le Alpi Marittime e il Principato di Monaco in tutta libertà e con qualsiasi mezzo di trasporto – treno, bus, tram- da Cannes a Mentone, passando per Nizza, il Parco Nazionale del Mercantour e il Parco Naturale Regionale delle Préalpes d’Azur. Il tutto con 3 pacchetti a prezzi vantaggiosi: per 3 giorni (35 euro a persona e 30 euro per i minori di 18 anni accompagnati da un adulto), 7 giorni (50 euro a persona e 40 euro per i minori di 18 anni accompagnati da un adulto) o 14 giorni (80 euro a persona e 65 euro per i minori di 18 anni accompagnati da un adulto)

  1. Arte di vivere & gastronomia

Un hotel-ristorante in simbiosi con la natura a Chaumont-sur-Loire

Il parco di Chaumont-sur-Loire, famoso per le creazioni paesaggistiche del Festival Internazionale del Giardino, che si tiene da oltre 30 anni (fino a novembre 2023), con mostre fotografiche e attività naturalistiche, offre anche un hotel su misura: l’Hotel du Bois des Chambres e il suo ristorante, Le Grand Chaume, in totale simbiosi con la natura. Il ristorante gourmet è gestito da uno chef stellato Michelin, Guillaume Foucault, che interpreta meravigliosamente i valori del luogo con la sua cucina naturale e artistica. Un viaggio culinario autentico e poetico che è una vera e propria immersione nel territorio locale, fra torte salate di cavolo e funghi porcini, rillettes di cinghiale e tartufi della Touraine, birra ambrata…una delizia.

Hauts-de-France, la Regione Europea della Gastronomia

La regione Hauts-de-France è la prima regione francese ad essere stata ufficialmente designata quest’anno Regione Europea della Gastronomia. Qui i prodotti locali sono rinomati: formaggi dal sapore intenso- il maroilles di Thiérache, la toma del fieno – birre artigianali pluripremiate, mele e pere dei frutteti, carote di Tilques, cavolfiori di Saint-Omer, barbabietole, carciofi, aglio di Locon, miele di tiglio…Produttori locali, artigiani e chef esprimono il loro talento attraverso attività ad hoc, come laboratori e tour culinari.

Auvergne-Rhône-Alpes nella Valle della Gastronomia

Vero viaggio gastronomico alla scoperta delle ricchezze dei terroir francesi, la Vallée de la Gastronomie propone più di 450 esperienze e offerte gastronomiche selezionate di enoturismo, gastronomia, patrimonio gastronomico e savoir-faire. Una valle del gusto da scoprire in auto, in barca e, soprattutto, in bicicletta. Per esempio partendo da Lione verso il sud della Drôme lungo la ViaRhôna, un percorso ciclabile accessibile a tutti, dove si pedala sotto i vigneti della Côtes du Rhône, prima di addentrarsi nel sud e nei suoi tipici villaggi collinari, fra campi di lavanda e uliveti.

Nuova Aquitania: soggiorni ecologici nei vigneti

Una proposta di vacanze a basse emissioni di carbonio in Nuova Aquitania, per esperienze “slow” accessibili in treno, secondo una mobilità dolce (trasporti pubblici, bicicletta, escursioni…), con attività e alloggi su misura: soggiorni di turismo sostenibile e prodotti locali. Per esempio un weekend in bici e treno a Entre Deux Mers, regione collinare tra la Garonna e la Dordogna. La prima tappa è la città medievale di La Réole, città d’arte e di storia raggiungibile in treno da Bordeaux, con le sue stradine fiancheggiate da case a graticcio. Nel cuore dei vigneti, la pista ciclabile del Canal-des-2-Mers conduce poi alla bastide di Sauveterre-de-Guyenne, per una cena in compagnia di un enologo e abbinamenti perfetti vino-cibo. Ultima tappa del bici-tour prima di tornare a Bordeaux l’Abbazia di La Sauve-Majeure, patrimonio mondiale dell’UNESCO.

  1. Le proposte slow di due operatori specializzati

Loft Studio Viaggi è un tour operator specializzato nel turismo fluviale, un modo slow & chic per scoprire l’Europa e il particolare la Francia, ricca di vie navigabili, a bordo di house-boat, per scoperte a contatto con la natura. Si naviga da marzo a settembre, le house boat sono vere case galeggianti complete di tutto (e non è richiesta patente nautica per condurle). La Francia conta oltre 70 basi di partenza, dalla Camargue alla Bretagna, la Borgogna, l’Alsazia, allo spettacolare Canal du Midi: una maniera di viaggiare ecologica davvero unica

www.slowviaggi.it

Bici & Vacanze è un eco-tour operator specializzato in vacanze sostenibili in bicicletta in Italia e in Europa, e in particolare in tutta la Francia, Corsica compresa. Settimane o weekend green e sostenibili, in gruppo con guida o in libertà, adatte a tutti, organizzate in tutti i dettagli, dagli hotel sul percorso al trasferimento bagagli, l’assistenza sul territorio

www.bicievacanze.it

https://www.france.fr/it

Iaphet Elli

Iaphet Elli, blogger, ho partecipato come editor a ExpoMilano2015.
Collaboro con diversi uffici stampa di città Italiane ,Stati Europei e Mondiali.

Articoli consigliati