Press "Enter" to skip to content

Istria miglior destinazione enogastronomica 2022

Da sinistra a destra, Marko Marković, Sabrina Talarico ed Elena Bianco

Istria grande protagonista al TTG Travel Experience 2022, l’evento internazionale dedicato settore turistico in corso alla Fiera di Rimini. Ieri, 13 ottobre, la destinazione è stata insignita del prestigioso Travel Food Award del Gist – il premio che ogni anno il Gruppo Italiano Stampa Turistica dedica alle eccellenze italiane e straniere nel settore food&wine – come “Miglior destinazione enogastronomica 2022 – sezione Mondo”. 
«Vince il premio l’Istria, che già nel 19mo secolo conquistava la nobiltà e gli intellettuali europei grazie alla sua bellezza naturale, all’eredità veneziana e austro-ungarica, al multiculturalismo latino, slavo e germanico. Dagli ultimi anni ’90, l’Ente per il turismo della regione inizia un’imponente opera di sviluppo turistico che ha come caposaldo il settore agroalimentare. Nascono le strade del vino, le manifestazioni legate all’olio extravergine di oliva, si recupera la tradizione della cerca del tartufo e si ottiene la prima certificazione europea grazie al prosciutto. Accorte politiche, inoltre, mettono al centro dell’attenzione le fonti di energia rinnovabili, le riserve e i parchi naturali e piani urbanistici rispettosi dell’ambiente. Numerosi eventi enogastronomici hanno infine destagionalizzato il territorio dell’Istria rendendolo fruibile tutto l’anno», ha spiegato Elena Bianco, presidente della giuria del Travel Food Award. Ha consegnato il premio la presidente Gist, Sabrina Talarico.
 
A ritirare il premio, a nome di tutto il team dell’Ente per il turismo dell’Istria, era invece presente il marketing manager Marko Marković.
 
«Siamo molto orgogliosi del premio assegnato all’Istria dal Gruppo Italiano Stampa Turistica che – durante il processo di valutazione – ha avuto modo di conoscere meglio la nostra realtà. Siamo felici di aver destato la loro curiosità, con la speranza che questo aumenti la voglia dei lettori italiani di visitare la nostra destinazione e vivere di persona una delle nostre tante esperienze. Siamo infine particolarmente lieti che questo premio riguardi proprio la nostra offerta enogastronomica: sebbene consapevoli che questo segmento sia un fattore chiave nella creazione della nostra immagine, per noi è particolarmente importante quando un riconoscimento del genere proviene da un mercato, come quello italiano, che conosce molto bene l’argomento e sa riconoscere la qualità e l’eccellenza», ha dichiarato Denis Ivošević, direttore dell’Ente per il turismo dell’Istria.

Tra le motivazioni presenti nel bando annuale, si legge: «Sostenibilità è il criterio che oggi permea il mondo del turismo, compreso il Turismo Enogastronomico. Quest’ultimo, infatti, non è un campo isolato ma è parte di un territorio, del suo ecosistema, della sua economia, della sua storia. Il Turismo Enogastronomico è sempre il riflesso della condizione globale della sua epoca. Perché il cibo è cultura».

Con questo ulteriore riconoscimento, l’Ente turistico dell’Istria corona un anno in cui tutti hanno lavorato a fondo per raccontare il lato gourmet della penisola croata, puntando moltissimo sul mercato italiano in termini di comunicazione: dagli asparagi selvatici in primavera, fino al tartufo bianco autunnale, passando per i vini pluripremiati, le eccezionali etichette di olio extravergine di oliva, i formaggi, l’immancabile pršut (prosciutto) e la presenza – su un territorio così piccolo – di ben due ristoranti stellati Michelin, la penisola croata vuole far conoscere anche in Italia i suoi straordinari prodotti, le materie prime e i tanti personaggi che stanno dietro a questa crescente, e sempre più importante, scena enogastronomica al centro d’Europa.

Mission News Theme by Compete Themes.