WINE&FASHION MISS VENDEMMIA ITALIA 2019 È IOANA AVRAMESCU

Ioana Avramescu - Sara Iannone Ph Mario Giannini.
Nel parterre Pippo Franco, Demetra Hampton, Emanuela Mari, Elena Russo, Eleonora Vallone. Protagonisti gli abiti di Luigi Bruno e i vini di Casale del Giglio, Ciù Ciù, Sancarraro, Cantina del Vesuvio e Chiusa Grande, con i quadri di Serghey Teplyakov.
Premio Bacco a Roselyne Mirialachi e premio Vino amore e fantasia a Laura Nuccetelli.
Abiti da sogno, vini eccellenti, donne bellissime, cibi prelibati, musica e tanto divertimento alla quinta edizione del mitico Wine&Fashion nei giorni scorsi al Casale Tor di Quinto, la location dal sapore antico che riporta alle atmosfere del medioevo.
 
La manifestazione, firmata Sara Iannone, presidente dell’associazione L’Alba del Terzo Millennio da oltre vent’anni impegnata nella promozione e nella valorizzazione dell’agroalimentare, della produttività, della creatività e della cultura rigorosamente made in Italy, in questa quinta edizione ha visto la partecipazione del MAVV - Museo dell’Arte, del Vino e della Vite.

E ancora fascino all’ennesima potenza per la seconda edizione di Miss Vendemmia Italia, vinto da Ioana Avramescu, una splendida mamma di 35 anni che ha primeggiato sulle 14 splendide concorrenti, selezionate da Raoul Morandi.

Le aspiranti miss hanno sfilato con le creazioni meravigliose di Luigi Bruno, sotto l’egida del lookmaker Sergio Tirletti, a ciascuna delle quali è stata abbinata una delle migliori etichette di Casale del Giglio, Ciù Ciù, Sancarraro, Cantina del Vesuvio e Chiusa Grande creando un accostamento speciale tra caratteristiche sartoriali e proprietà organolettiche. L’abbinamento vincente è stato valutato dalla giuria composta da Bruno Brunori, Fabrizio Mechi, Antonio Paris, Marco Petrillo, Annapaola Ricci, Aline Pilato, Marino Collacciani, Eleonora Vallone, Marlene Filone, tutti esperti o cultori dell’arte sartoriale e di quella vitivinicola. All’abito della vincitrice era abbinato il vino spumante brut Altamarea - Passerina 2018 - della casa vinicola Ciù Ciù.

La kermesse, condotta da Camilla Nata, giornalista Rai, è stata impreziosita dall’esposizione delle opere d’arte di Serghey Teplyakov, pittore russo molto apprezzato dalla critica ma anche dagli addetti ai lavori e dagli appassionati. La selezione delle tele è stata curata da Olga Dante, interior designer della Danthea Home Design.
 
Per l’occasione il MAVV ha offerto agli ospiti la possibilità di fare un viaggio interattivo nella vigna con visori di realtà virtuale e il gioco “Un processo di Vino” con postazioni esperienziali con tablet-simulatore.
 
Per i cento selezionatissimi ospiti, tutti estimatori di vino e di moda, è stato allestito un ricercatissimo buffet che ha visto protagonista la mozzarella Zizzona del caseificio La Fattoria, al quale è seguita una gustosa cena placé con le ricette realizzate da Claudio Castellucci, chef del Casale di Tor di Quinto, per offrire gli abbinamenti perfetti con i vini in gara.
 
Dopo aver gustato i prelibati manicaretti e degustato il nettare degli dei, accompagnati dalle musiche e dalle luci del Dj Sandro Tommasi, anche gli ospiti sono diventati protagonisti contendendosi due ambite fasce offerte dalla Moretti Design: Laura Nuccetelli, la più intraprendente nella pigiatura dell’uva, ha ricevuto la fascia Vino amore e fantasia 2019 per il look che meglio ha interpretato il senso della manifestazione, mentre Roselyne Mirialachi si è aggiudicata il Premio Bacco 2019. 
Premi meravigliosi anche per i vincitori della riffa, organizzata per sostenere i progetti di “In Arte Precario” dell’associazione L’Alba del Terzo Millennio, dedicato agli artisti emergenti. In palio anche i prodotti fantastici della A. I. WELL di Stefania Gugi.
Tra gli ospiti: Pippo Franco, Rosa Altavilla, Emanuela Mari, il marchese Riccardo Bramante con Ester Campese, Demetra Hampton, Gisella Peana, Cesare Vocaturo presidente Rotary Roma Aniene, Elena Russo, l’onorevole Antonio Paris, Eleonora Vallone, il duca Fabrizio Mechi, la contessa Eleonora Altamore, Luciano Bernazza con Graziella Moschetta, Umberto Puato, Annamaria Stefanini, Antonio Moretta, Pietra Barrasso, Maria Rosaria Sangiuolo, Antonela Bianchi, Carmen Costanzo.

La serata è stata immortalata dal fotografo Mario Giannini 
Approfondimenti

Ultimi 30 Giorni

La cantautrice italo-francese GIORDANA ANGI in gara al 70° Festival di Sanremo con il brano "COME MIA MADRE".

Zelig Cabaret si condivide amore con una risata insieme a PAOLO CASIRAGHI / FAUSTO SOLIDORO - MARTA ZOBOLI / GIANLUCA DE ANGELIS - Dal 13 al 18 febbraio 2015@zelig@Sanremo2015#AMORE

IRENE GRANDI AL FESTIVAL DI SANREMO CON “FINALMENTE IO” LA CANZONE SCRITTA PER LEI DA VASCO ROSSI