23 settembre – 10 novembre 2019 - La Biennale di Venezia - Electro - Elettronica: visioni e musica

RID ©1024ExpoElectro -JulieGuiches 333x165
RID ©1024ExpoElectro -JulieGuiches
Si inaugurerà lunedì 23 settembre, e resterà aperta fino a domenica 10 novembre 2019 a Mestre, negli spazi del Centro civico della Bissuola, l’esposizione Electro – Elettronica: visioni e musica.
Organizzata dalla Biennale di Venezia presieduta da Paolo Baratta, in collaborazione con la Philarmonie de Paris, Electro racconta e mette in scena la musica elettronica con i suoni e le immagini con essa generate e si interroga sul suo futuro.

Electro è un contributo alla vita del Centro civico della Bissuola, e si presenta come un’appropriata forma di decentramento di attività della Biennale, auspicato dalla città e dai suoi rappresentanti, attraverso un intervento di alta qualità per realizzare nuove occasioni di vita civile e urbana, integrando le attività Educational e di College concepite per il CIMM, il Centro di informatica musicale e multimediale avviato quest’anno dalla Biennale nelle sue due sedi dell'Arsenale e nella stessa Bissuola.


Electro presenterà installazioni musicali e visive anche interattive, strumenti iconici, dispositivi sperimentali, opere d’arte contemporanea, audiovisivi fotografici (diaporama): un’esposizione da vivere in un ambiente reinventato per l’occasione, immersa nella colonna sonora di Laurent Garnier – dalla musica dance della New York anni '70 fino alla techno futuristica degli anni 2000 – con la scenografia di 1024 Architecture. Una visita che potrà essere effettuata ascoltando, osservando e anche ballando.


La musica elettronica nasce dalle sperimentazioni degli anni ‘50 e diventa fenomeno di massa con l’EDM (Electronic Dance Music) tra gli anni ‘70 e ‘80 del ‘900, influenzando tutte le arti e molti aspetti della vita e della società. Dai pionieri – figure leggendarie come Jean-Michel Jarre e Laurent Garnier – ai loro eredi, l’esposizione coinvolge anche artisti di altre discipline, come 1024 Architecture e Bruno Peinado. Electro non intende essere una mera rappresentazione del passato, ma una testimonianza attiva di artisti di ieri e di oggi per raccontare l’immaginario, i luoghi, i miti, le innovazioni, le tribù e le generazioni che hanno attraversato la pista da ballo.


Prologo al 63. Festival Internazionale di Musica Contemporanea della Biennale (Venezia, 27 sett. > 6 ott.) diretto da Ivan Fedele, Electro ripropone alcuni momenti della stessa esposizione presentata fino all’agosto di quest’anno alla Cité de la Musique a Parigi.

www.labiennale.org 

Ultimi 30 Giorni

La cantautrice italo-francese GIORDANA ANGI in gara al 70° Festival di Sanremo con il brano "COME MIA MADRE".

IRENE GRANDI AL FESTIVAL DI SANREMO CON “FINALMENTE IO” LA CANZONE SCRITTA PER LEI DA VASCO ROSSI

Zelig Cabaret si condivide amore con una risata insieme a PAOLO CASIRAGHI / FAUSTO SOLIDORO - MARTA ZOBOLI / GIANLUCA DE ANGELIS - Dal 13 al 18 febbraio 2015@zelig@Sanremo2015#AMORE