Passa ai contenuti principali

MUSEO DIOCESANO DI ANDRIA | MANUTENZIONE E UTILIZZO DI QUESTO GRANDE PATRIMONIO”

emiliano museo diocesano andria
“È una grande felicità essere qui stasera. Siamo grati alla Curia per il lavoro di conservazione della bellezza che è stato fatto, nei secoli, con grande sacrificio. E quindi siamo felici di aver potuto contribuire, in un’ottica assolutamente laica, alla manutenzione e all’utilizzo di questo grande patrimonio, che ha consentito al nostro Paese di essere uno dei più belli del mondo, proprio grazie a questo infaticabile lavoro di conservazione. Mi è parso doveroso oggi essere presente: vengo da Taranto, ogni giorno giriamo tantissimo, ma dovevo esprimervi direttamente questa gratitudine. C’è un proverbio, anche ad Andria molto diffuso, che recita “chi vuole va e chi non vuole manda”: io ho voluto essere qui per abbracciarvi e ringraziarvi”.
Lo ha detto Michele Emiliano intervenendo all’inaugurazione del Museo Diocesano “San Riccardo”, in programma oggi ad Andria.
Ospitato nella sede dell'ex palazzo Margiotta, il Museo si sviluppa su una superficie di circa 1400 mq. I lavori di ristrutturazione edilizia hanno avuto una prima fase (2006-2009) è una seconda fase con la fornitura e realizzazione dei servizi per l'ordinamento e allestimento museale (con inizio 12 dicembre 2016, conclusa il 31 marzo 2019).
Nell’opera di conservazione e ristrutturazione sono stati impegnati fondi propri della Diocesi (manutenzione straordinaria all’intera fabbrica, ad oggi oltre milione e mezzo di euro), fondi dell’8 per mille della chiesa Cattolica, fondi POR PUGLIA 2014 - 2020 Asse VI Azione 6.7 - «Interventi per la valorizzazione e la fruizione del patrimonio culturale», e contributi di privati. Alla Fondazione Banca Intesa si deve il restaurato del trono ligneo “Del Balzo”.
L'edificio è sito in piazza Toniolo ad angolo con Via De Anellis; è stato oggetto di una radicale ristrutturazione finalizzata a ridisegnare gli ambienti esistenti adattandoli, attraverso un accurato progetto, a museo. Tale intervento ha restituito alla collettività uno straordinario insieme architettonico ricco di piccoli e grandi ambienti che costituiranno un luogo tutto nuovo dove poter mostrare e apprezzare le opere d'arte della Chiesa di Andria; un patrimonio inestimabile che fino ad ora non si era potuto esporre per la mancanza di spazi adeguati e che costituisce una testimonianza significativa della storia, dell'arte e della liturgia della Chiesa Diocesana.
La nuova sede, ha reso possibile il trasferimento del museo dall'Episcopio in uno spazio che consentirà la fruizione delle opere custodite. Nel contesto urbano, l'edificio si inserisce in un percorso museale costituito dalla Cattedrale, dal Vescovado, da Palazzo Carafa, dal Municipio e dalle Chiese come San Francesco, San Nicola, San Domenico (solo per citarne alcune), tutti ubicati all'interno del centro storico.
Il nuovo museo si articola in percorsi fluidi per ogni piano, offrendo spazi di riposo in luoghi particolari come gli ampi spazi esterni al primo piano (che ospiteranno anche mostre temporanee), i ballatoi che si affacciano sull'atrio centrale e l'atrio al piano interrato. Al piano interrato è utilmente collocata una grande area adibita a deposito, conservazione, preparazione e restauro opere, avente una superficie di circa 110 mq. Al piano terra, in prossimità dell'accesso principale, si trovano la biglietteria, l'ufficio informazioni, il bookshop oltre che una sala convegni, arredata con comode poltroncine a scrittoio, per ospitare incontri didattici e/o esposizioni temporanee.
Il percorso museale inizia al primo piano dove sono ubicate nove sale di diverse dimensioni che in totale sviluppano una superficie espositiva di circa 400 mq, alle quali vanno aggiunti 170 mq di spazio esterno destinato ad esposizioni temporanee ed eventi. Il secondo piano è costituito da una superficie espositiva di 240 mq oltre che da un archivio e da un ufficio didattico.

Post popolari in questo blog

Add-Url

Potete condividere i vostri post nel gruppo Eventinews24 di Facebook al link https://www.facebook.com/groups/eventinews24group/?ref=bookmarks   Al fine di velocizzare l'inserimento mandate il comunicato dovrebbe essere scritto nel corpo della mail e l'immagine allegata alla mail. Mandate almeno due settimane prima. Scrivete a iaphet@hotmail.com Non vi garantiamo l'inserimento, solo le informazioni più interessanti. Cordiali saluti, Iaphet Elli www.eventinews24.com _____________ あなたが ウェブサイトを持っている、あなたが 知りたいですか? www.eventinews24.com はあなたに、このページに あなたのリンク を追加したすることができます。 iaphet@hotmail.com に 書き込み、 オブジェクトを入力し 、「リンクの友達を追加 」 _____________ 你有一個網站,你想知道嗎? www.eventinews24.com為您提供了添加你的鏈接此頁面上的能力。 寫iaphet@hotmail.com和輸入對象“添加鏈接FRIEND ” _____________ У вас есть сайт и вы хотите знать? www.eventinews24.com дает вам возможность добавили свою ссылку на этой странице. Напишите iaphet@hotmail.com и введите объект " Добавить ссылку ДРУГУ " ______

Arte Fiera 2016 > 29 gennaio - 1 febbraio 2016, BOLOGNA

ph. di @Cecile De Montparnasse La 40° edizione di Arte Fiera torna a Bologna 29 gennaio - 1 febbraio 2016 COMUNICATO STAMPA Tra Gallerie e artisti sempre in aumento, la 40° edizione della Fiera Internazionale di Arte Moderna e Contemporanea apre le porte di BolognaFiere al grande pubblico dal 29 gennaio all’ 1 febbraio 2016 . Arte Fiera 2016 si prepara a celebrare i suoi primi 40 anni: un importante anniversario da festeggiare insieme ai protagonisti che ne hanno fatto la storia, tra artisti, galleristi e personaggi, mostrando per la prima volta i Maestri italiani che si sono distinti nel mondo, tutti passati per i padiglioni bolognesi. L'anniversario cade in un momento storico in cui l’arte italiana domina i mercati internazionali. I grandi artisti contemporanei e moderni registrano record senza precedenti e questo conferma una leadership mondiale per la Fiera bolognese. Il ruolo di Arte Fiera è sempre più affermato e questa edizione servirà non sol

MILANO MODA | COLLEZIONI UOMO - DAL 15 AL 19 GENNAIO 2021

Milano, 17 dicembre 2020 – L’eleganza maschile torna protagonista in città, con la Milano Fashion Week Women’s - Mens’ Collection Autunno/Inverno 2022, in programma dal 15 al 19 gennaio 2021, che prevede 39 brand presenti in calendario, di cui 10 per la prima volta e sarà aperta da Ermenegildo Zegna. A illustrare questa mattina, indiretta streaming, il calendario della manifestazione, l’assessore alle Politiche per il Lavoro, Attività Produttive, Moda e Design Cristina Tajani con Carlo Capasa, Presidente di Camera Nazionale della Moda Italiana e Costanza Cavalli Etro, ideatrice di Fashion Film Festival Milano.   “Un'edizione innovativa capace di adeguarsi e interpretare le particolari esigenze del momento, proponendo il giusto mix tra appuntamenti dal vivo e digitali - commenta l’assessora Cristina Tajani -.  Sfilate e presentazioni che si reinterpretano e reinventano nella forma e nei linguaggi, sfruttando a pieno le opportunità offerte dal web, indispensabili ormai