Passa ai contenuti principali

Bentornato Presidente Film - Le Musiche e le Curiosità

Bentornato Presidente

------------------SINOSSI
Sono passati otto anni dalla sua elezione al Quirinale e Peppino Garibaldi vive il suo idillio sui monti con Janis e la piccola Guevara. Peppino non ha dubbi: preferisce la montagna alla campagna… elettorale. Janis, invece, è sempre più insofferente a questa vita troppo tranquilla e soprattutto non riconosce più in lui l'uomo appassionato, di cui si era innamorata, e che voleva cambiare l'Italia.
Richiamata al Quirinale, nel momento in cui il Paese è alle prese con la formazione del nuovo governo e appare minacciato da oscuri intrighi, Janis lascia Peppino e torna a Roma con Guevara. Disperato, Peppino non ha scelta: tornare alla politica per riconquistare la donna che ama.

***Le Clip e il Trailer  le potete trovare al canale Youtube Eventinews24 nella sezione Trailer
https://www.youtube.com/user/eventinews24

_______________VISION DISTRIBUTION e INDIGO FILM
presentano un film di GIANCARLO FONTANA e GIUSEPPE G. STASI
con CLAUDIO BISIO, SARAH FELBERBAUM, PIETRO SERMONTI, PAOLO CALABRESI, GUGLIELMO POGGI, ROBERTA VOLPONI con IVANO MARESCOTTI, con CESARE BOCCI con MASSIMO POPOLIZIO
UNA COPRODUZIONE INDIGO FILM e VISION DISTRIBUTION

https://www.indigofilm.it/
http://www.visiondistribution.it

VISION DISTRIBUTION e INDIGO FILM
presentano  CLAUDIO BISIO, SARAH FELBERBAUM, PIETRO SERMONTI, PAOLO CALABRESI, GUGLIELMO POGGI, ROBERTA VOLPONI con IVANO MARESCOTTI, con CESARE BOCCI con MASSIMO POPOLIZIO





_______________Curiosità - NOTE DEGLI SCENEGGIATORI

1)  L’attualità ci è venuta a cercare
Si può dire che questo film sia stato scritto in pochi mesi oppure in molti anni. Ci eravamo affezionati a Peppino, e 4 anni fa abbiamo pensato di riportarlo in vita con un sequel. Una cosa ci è stata subito chiara: dopo il percorso del primo film a Peppino della politica non importava più niente, poteva tornare a farla solo per un altro motivo. Così è nata l’idea: Peppino torna a fare politica per amore. Inizialmente avevamo pensato a un’altra “elezione per sbaglio”: per una serie di errori, Peppino diventa capo dell’Unione Europea, non gliene frega niente ma accetta per rivedere Janis che lo ha lasciato ed è andata a lavorare a Bruxelles. Volevamo fare satira sulle tante cose che non funzionano in Europa. Tra l’altro, se ci fossimo riusciti, il film sarebbe piaciuto molto al governo oggi in carica, che all’epoca era opposizione. Purtroppo l’impresa si è rivelata impossibile per un motivo tecnico: nessuno sa come funzionano le istituzioni europee, e non si può ridere su ciò che nessuno conosce. Ogni volta che volevamo scherzare su una cosa, dovevamo prima noiosamente spiegare come funziona quella cosa nella realtà. L’effetto comico veniva regolarmente ammosciato. Abbiamo dovuto rinunciare. Peppino doveva stare in Italia e, dopo aver fatto il Presidente della Repubblica, per non scendere troppo poteva fare solo il Premier. Ma quale meccanismo di fantasia può far diventare Premier uno che si è ritirato a vivere sui monti e da anni se ne frega della politica? L’idea di fantasia non saltava fuori e la realtà ci ha dato una mano. Un giorno abbiamo visto al tg un premier di cui non avevamo mai visto il volto né sentito la voce, scelto per non offuscare troppo i due vicepremier. Si è accesa la lampadina: quel meccanismo della realtà poteva portare al governo il nostro premier di fantasia. A quel punto siamo partiti ventre a terra a scrivere, per adattare le molte idee già nel cassetto alla nuova situazione. Non abbiamo cercato l’attualità. E’ l’attualità che ci è venuta a cercare.

2)  Giocando s’impara
Questo film è una commedia, ci volevamo divertire ridendo sulla politica e i suoi meccanismi attuali. Rispetto al primo film, la politica è più caratterizzata, più somigliante a quella vera, anche se non uguale. Alcuni personaggi sono “liberamente ispirati a”, anche se ci siamo concessi molti margini di invenzione e libertà. La maggiore aderenza alla realtà ha un motivo. Il primo film raccontava un sentimento che all’epoca stava nascendo di nascosto nel paese: il disprezzo per tutta la classe politica, senza distinzioni. Per questo i politici erano indistinguibili uno dall’altro: stavamo raccontando lo sguardo di un Paese che iniziava a vederli tutti uguali. Oggi non è più così. La gente non parla più dei politici in generale, parla del partito X o del movimento Y, quindi anche noi li abbiamo caratterizzati maggiormente, per rispecchiare lo sguardo del paese. Ma anche in questo film, forse, ci siamo trovati senza volerlo a raccontare qualcosa. Un altro sentimento collettivo che sta crescendo di nascosto nel Paese: la stanchezza per un clima di scontro esasperato, di odio reciproco, di lotte fra ultras, di insulti quotidiani fra opposti gruppi di haters. Questa continua guerra sfibrante forse comincia un po’ a stancare. E infatti il culmine del film è il
discorso finale di Peppino, tutto centrato su ciò che unisce il Paese anziché su ciò che lo divide. Crediamo (o speriamo) che sotto la coltre quotidiana di polemiche, nel paese stia crescendo il desiderio di guardare un po’ di più a ciò che unisce, ed è quello che ci siamo trovati a raccontare. Ma così, per caso, facendo una commedia, come i bambini che giocando a volte imparano qualcosa.

3) La politica dei social
Nel film si ride di tutte le forze politiche allo stesso modo. Se a qualcuna è stato dedicato meno spazio è solo perché ci sembrava contasse molto poco. Tuttavia la risata sui politici non è mai moralistica o superiore: non sono visti come cattivi ma come vittime, in particolare delle nuove tecnologie di comunicazione. Come i politici del primo film erano schiavi dei sondaggi, questi sono schiavi dei social e degli algoritmi. La satira politica del film non riguarda gli argomenti (che infatti sono appena sfiorati), è più interessata al meccanismo. Raccontiamo leader prigionieri del loro storytelling, costretti dai loro spin doctor a esprimere le emozioni che servono per avere successo sui social, nell’incessante tentativo di dire alla gente quel che vuol sentirsi dire. Ci sembra la vera commedia della politica di oggi, e non riguarda questo o quel partito. Riguarda tutti, anche noi, che guidiamo i social coi nostri milioni di “mi piace” o “retweet” o “commenta”.

________________MUSICHE DI REPERTORIO

WELCOME HOME, SON (B. Cooper) eseguita da RADICAL FACE
SHAKE A BONE (B. Darvill) eseguita da SON OF DAVE
COSMIC DANCER (M. Bolan) eseguita da T. REX
BETTER TO MISS YOU (Jesse O'Mahoney, Thomas Ellis)
FEEL IT STILL (R. Bateman / Z. Carothers / G.Dobbins / W.Garrett / F.Gorman / J.Gourley / J.Hill / B.Holland / E.Howk / K.O’Quin / Sechrist /A.Taccone ) eseguita da PORTUGAL. THE MAN
I CAN’T HEAR YOU (Mosshart / Fertita / Lawrence / White) eseguita da THE DEAD WEATHER
IL BARBIERE DI SIVIGLIA (OVERTURE) (Gioacchino Rossini)
SINFONIA N 9 (ODE ALLA GIOIA) (L.W. Beethoven)
LORRE EDERA (PRETTY FLOWERS) (Jacques Roux)
COBRASTYLE (Ahlund / Ahlund / Arve / Brown / Rami / Parker / Robinson / Torsson) eseguita da TEDDYBEARS STHLM
I COULD GET USED TO THIS (A.T. Bissell / A.F. Stroup) eseguita da DANGER TWINS
HOUSE OF THE RISING SUN (E. V. Burdon) eseguita da E. BURDON
INNO DI MAMELI (Novaro / Mameli) eseguito dal CORO E DALLA BANDA DEGLI ALPINI
YOU MAKE MY DREAMS (S. Allen; D.F. Hall; J. W. Oates) eseguita da DARYL HALL & JOHN OATES

Post popolari in questo blog

Add-Url

Potete condividere i vostri post nel gruppo Eventinews24 di Facebook al link https://www.facebook.com/groups/eventinews24group/?ref=bookmarks   Al fine di velocizzare l'inserimento mandate il comunicato dovrebbe essere scritto nel corpo della mail e l'immagine allegata alla mail. Mandate almeno due settimane prima. Scrivete a iaphet@hotmail.com Non vi garantiamo l'inserimento, solo le informazioni più interessanti. Cordiali saluti, Iaphet Elli www.eventinews24.com _____________ あなたが ウェブサイトを持っている、あなたが 知りたいですか? www.eventinews24.com はあなたに、このページに あなたのリンク を追加したすることができます。 iaphet@hotmail.com に 書き込み、 オブジェクトを入力し 、「リンクの友達を追加 」 _____________ 你有一個網站,你想知道嗎? www.eventinews24.com為您提供了添加你的鏈接此頁面上的能力。 寫iaphet@hotmail.com和輸入對象“添加鏈接FRIEND ” _____________ У вас есть сайт и вы хотите знать? www.eventinews24.com дает вам возможность добавили свою ссылку на этой странице. Напишите iaphet@hotmail.com и введите объект " Добавить ссылку ДРУГУ " ______

Gadget promozionali come strategia per fidelizzare i clienti

Power Bank Personalizzabile  I regali personalizzabili al giorno d'oggi sono una delle strategie di marketing, se non la migliore, atte a fidelizzare la propria clientela. Ci sono diverse modalità. La pubblicità ha assunto un significato più profondo da attuare non più coi soliti mezzi, quali quelli cartacei oppure sotto forma di banner sui siti web. Si è trasformata come anche i consumatori. Seguire il cliente tramite il merchandising al fine del raggiungimento di marketing e vendita. Questo prende il nome di Fidelizzazione e la si può attuare con diversi metodi che andremo a scoprire. 1 – Regali pubblicitari inserendovi il tuo logo 2 – Regali promozionali per i tuo clienti ____________Regali pubblicitari economici con il tuo logo Questa forma di pubblicità invece consiste nel fare seguito di prodotti promozionali a basso costo alle campagne pubblicitarie, al fine di raggiungere una platea di persone maggiore. Nel pubblicizzare il tuo evento, mostrando il tuo logo unit

LA APP MARRIOTT BONVOY SI AGGIORNA PER OFFRIRE UN SERVIZIO PIÙ INTUITIVO E PERSONALIZZATO E ISPIRA I VIAGGI 2021

Marriott Bonvoy, il programma di viaggio di Marriott International, lancia una versione più intuitiva della sua App in previsione dell'aumento della domanda di viaggi entro la fine dell'anno. La nuova versione sarà disponibile in italiano da aprile di quest'anno. Con nuove opzioni per la ricerca di viaggi basate su destinazioni elettrizzanti e l'accesso alla vasta offerta Marriott, dall’affitto delle residenze Homes & Villas by Marriott International a tour e attività da svolgere a destinazione, l'App offre agli iscritti consigli e proposte personalizzati, permettendo loro di sfruttare al massimo i punti guadagnati sia in viaggio che quando si è stanziali. Rispecchiando la mentalità mobile-first dell'azienda, la nuova App Marriott Bonvoy garantisce agli ospiti la migliore tariffa al momento della prenotazione; vantaggi del programma come tariffe esclusive per gli iscritti, la possibilità di accumulare punti per i soggiorni e di personalizzare la loro esperie