Passa ai contenuti principali

Iuventa film documentario sulla ONG tedesca Jugend Rettet - CASA EMERGENCY (Milano) MERCOLEDì 27 GIUGNO 2018 | 18:30

foto CESAR DEZFULI
IN ANTEPRIMA A MILANO

CASA EMERGENCY, VIA SANTA CROCE 19

MERCOLEDì 27 GIUGNO | 18:30

L’evento è a numero chiuso fino ad esaurimento posti.

Per prenotazioni scrivere a: casa@emergency.it

Sarà presentato in anteprima milanese a CASA EMERGENCY il film documentario diretto da Michele Cinque e prodotto da Lazy Film con Rai Cinema, in coproduzione con Sunday Films e ZDF/3Sat, e in associazione con Bright Frame.
Il documentario Iuventa segue per oltre un anno i protagonisti della ONG tedesca Jugend Rettet, dalla prima missione nel Mediterraneo al sequestro della nave avvenuto lo scorso 2 agosto nel porto di Lampedusa. La giovane ONG - fondata nel 2015 da un gruppo di ragazzi tedeschi per salvare i migranti nel Mediterraneo, ma soprattutto come gesto di richiesta attiva ai governi d’Europa di creare un servizio pubblico di salvataggio, come era stato Mare Nostrum - è entrata alla cronaca per le accuse di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina che hanno portato al sequestro preventivo dell’imbarcazione.
“La prima volta che ho sentito parlare della Iuventa è stato nella tarda primavera del 2016 quando Jugend Rettet, fondata nel 2015 dal diciannovenne Jakob Schoen e da alcuni suoi coetanei di Berlino, ha lanciato pubblicamente il suo programma di azioni. Sono stato colpito immediatamente da questa storia percependo la sua importanza sia da un punto di vista simbolico che reale. Erano già presenti tutti gli elementi chiave: la giovanissima età dei protagonisti, lo slancio utopico che li aveva spinti a lanciarsi in questa impresa, il desiderio di cambiare il mondo e una grande forza di volontà che, come era prevedibile, li avrebbe portati a un certo punto a scontrarsi con la durezza della realtà”. Scrive Michele Cinque nelle note di regia.

Nel 2015 EMERGENCY ha iniziato a lavorare in diversi porti siciliani e attualmente è presente ad Augusta e Pozzallo per offrire le prime cure ai migranti nella fase immediatamente successiva all’arrivo. Insieme allo staff sanitario – medici e infermieri – nel team lavorano sempre anche psicologi, psicoterapeuti e mediatori, che aiutano nel lavoro di rilevamento dei bisogni socio-sanitari durante gli sbarchi e che sono disponibili per informare i migranti in arrivo sui percorsi amministrativi e legali da intraprendere.

http://iuventa.film/