Passa ai contenuti principali

Addio a Giuseppe Galasso il padre del “Paesaggio come bene culturale”

Il ricordo commosso del Rettore del Suor Orsola Lucio d'Alessandro e le parole di Galasso sui "beni ambientali come beni culturali"

"Il rilievo scientifico di quasi settant'anni di studi e di ricerche che lo ha reso uno degli storici più importanti degli ultimi 50 anni è sotto gli occhi di tutti. Ma oggi mi piace ricordare soprattutto un altro grande lascito di Giuseppe Galasso al nostro Paese: il concetto di tutela del paesaggio come bene culturale, un concetto prima culturale e poi normativo a cui si è dedicato per lunghi anni ed in particolare durante i quattro anni da sottosegretario di Stato al Ministero per i Beni e le attività Culturali (1983-1987) fino alla stesura della legge 'pilastro' del settore della tutela paesaggistica in Italia che giustamente porta il suo nome: la legge 431 del 1985 "Disposizioni per la tutela delle zone di particolare interesse ambientale", da tutti conosciuta come "Legge Galasso". Così Lucio d'Alessandro, Rettore dell'Università Suor Orsola Benincasa, senza nascondere una profonda commozione, ricorda lo storico Giuseppe Galasso, scomparso oggi all'età di 88 anni, dopo aver insegnato in alcune delle più importanti Università italiane, da Napoli a Cagliari, e da ultimo proprio al Suor Orsola, dove ha insegnato, con la sua visione storica sempre votata all'analisi del passato per la costruzione futuro, "Storia dell'Europa" nella Facoltà di Lettere, la "Casa" della formazione accademica nel settore dei beni culturali che in Italia è partita proprio a Napoli, all'Università Suor Orsola Benincasa nel 1992.
E per ricordare al meglio questo concetto cardine dei "beni ambientali come beni culturali" il Rettore d'Alessandro, che nel 2012 al Suor Orsola aveva consegnato a Giuseppe Galasso, alla presenza dell'allora Ministro del MIBACT, Lorenzo Ornaghi, la laurea magistrale honoris causa in "Conservazione e Restauro dei beni culturali", si affida proprio alle parole dello stesso Galasso contenute nel volume "La tutela del paesaggio in Italia" (Editoriale Scientifica, 2007): "La divisione tra l'ambito dei beni culturali e quello di beni ambientali è, indubbiamente, artificiosa come e più di quella tra paesaggio e urbanistica. Mi sono sempre chiesto, di fronte a quel "miracolo" (come lo definiva D'Annunzio) del Duomo di Orvieto, assiso come si sa su una rupe di più che dubbia stabilità, che ha destato e deve sempre destare grandi preoccupazioni, come si faccia a distinguere l'ambientale dal culturale, il monumento dal paesaggio, il paesaggio dal terreno. E questo non è affatto da ritenere un caso-limite. Nella famosa, anzi famigerata Valle agrigentina dei Templi la situazione è almeno per alcuni versi la stessa".

Post popolari in questo blog

Zelig Cabaret si condivide amore con una risata insieme a PAOLO CASIRAGHI / FAUSTO SOLIDORO - MARTA ZOBOLI / GIANLUCA DE ANGELIS - Dal 13 al 18 febbraio 2015@zelig@Sanremo2015#AMORE

Marta e Gianluca 5406bassa ZELIG CABARET Viale Monza 140 – Milano SAN VALENTINO ::: SAN FAUSTINO ::: 2015 Dal 13 al 18 febbraio a Zelig Cabaret il motto è Condividi l’amore con una risata! con PAOLO CASIRAGHI :: FAUSTO SOLIDORO MARTA ZOBOLI :: GIANLUCA DE ANGELIS    SINGLE O FIDANZATI, è sempre il momento giusto per divertirsi! E così anche nella settimana dedicata al romanticismo e all’amore, il 13, 14 e 15 Febbraio sono serate di gran risate a Zelig Cabaret. Venerdì 13 e sabato 14 Febbraio, a partire dalle ore 21.30, sarà la fantasia di PAOLO CASIRAGHI e FAUSTO SOLIDORO, due attori comici di lungo corso, a dare vita ad una carrellata di divertentissimi personaggi. Mentre Domenica 15 Febbraio (e mercoledì 18/2) la Festa di San Faustino, la si trascorre con MARTA ZOBOLI e GIANLUCA DE ANGELIS, che di ritorno dalla serata finale del Festival di Sanremo , a cui sono stati invitati a partecipare, ce ne racconteranno delle belle e ci porteranno nuovi speed date quanto mai ideali nel gio

Shakti Ladakh, viaggio e meditazione yoga sul tetto del mondo

Shakti Ladakh, viaggio e meditazione yoga sul tetto del mondo  Hanno charme da vendere, ma soddisfano anche la voglia di avventura e di scoperta, gli itinerari “firmati” Shakti Himalaya : presente in tre stati indiani – ovvero Uttarakhand (nella piccola regione di Kumaon), Sikkim e Ladakh – questo luxury travel brand propone una serie di magnifici percorsi a piedi con appoggi in dimore tradizionali ristrutturate ad hoc , nel rispetto delle tradizioni locali e dell’ambiente: case di legno, letti con coperte di pashmina e uno chef accolgono i viaggiatori alla sera, dopo incredibili escursioni in uno dei paesaggi più puri e incontaminati del mondo. A partire dall’inizio di maggio, il Ladakh è la destinazione ideale : soprannominata “il piccolo Tibet”, questa regione regala ai viaggiatori che si spingono fin quassù una scenografica full immersion tra vette imbiancate, variopinti monasteri buddisti, fiumi impetuosi (su tutti, il leggendario Indo, dove è anche possibile provare i

BENVENUTO PRESIDENTE! Film -SCHEDA MUSICHE... #benvenutopresidente #innodimameli

http://www.01distribution.it ____________SCHEDA MUSICHE http://www.01distribution.it MUSICHE ORIGINALI: Le musiche originali di Andrea Guerra sono eseguite dalla ROMA FILM ORCHESTRA. Diretta da Alessandro Molinari. MUSICHE DI REPERTORIO: GYMBO GYM (F. Palma / V. Calisse) Eseguita da F. Palma MAS QUE NADA (Jorge Ben) Eseguita da F. Palma e R. Ruini IL CANTO DEGLI ITALIANI (INNO DI MAMELI) (G. Mameli / M. Novaro) Eseguita dall’ Associazione Nazionale dei Bersaglieri Sezione di Roma IL BALLO DEL, QUA QUA ("DANCE LITTLE BIRD") (W. Thomas / T. Rendall - testo italiano di L. Raggi/R. Power) Eseguita da Claudio Bisio FLIK FLOK (LA FANFARA DEI BERSAGLIERI) (Hertel- Cuconato – Gastaldi) Eseguita dall’ Associazione Nazionale dei Bersaglieri Sezione di Roma CRY BABY (B.Berns – J.Ragovoy) Eseguita da Janis Joplin RAP DEL PRESIDENTE (F.Palma / V. Calisse) Eseguita da Claudio Bisio TARANTELLA DEL PRESIDENTE (D. Bonaviri) Eseguita da D. Bonaviri IO E IL PRE