DONNA MARKETING e “DONNA COMUNICAZIONE” – LE VINCITRICI DELLA XVa EDIZIONE DEL PREMIO

Milano,
1/2
/2017

Presso
l’esclusivo Centro Comunicazione Bayer a Milano si è tenuta la
cerimonia di consegna del Premio “Donna Marketing” e “Donna
Comunicazione”, in stile totalmente unconventional, presente il
Direttore della Comunicazione Bayer Italia Daniele Rosa e 150 top
manager, professionisti ed imprenditori del comparto Mar-Com

Ideato
da Danilo Arlenghi, Presidente del Club del Marketing e della
Comunicazione dalla fondazione nel 1998, organizzato da Party Round
Green e sponsorizzato da Bayer, il Premio, giunto alla sua XVa
edizione, viene assegnato a quelle manager in rosa, che si sono
particolarmente distinteper
talento,
creatività e
professionalità, secondo il
giudizio della Comunità del Marketing e della Comunicazione.

Più
di 60.000 framanager,
consulenti, docenti e professionisti iscritti al clubvengono infatti invitati a votare, esprimendoliberamente
le proprie personali preferenze nei diversi ambiti professionali.
Considerato l’allargamento delle specializzazioni di un settore
vitale e in costante crescita, oltre ai tradizionali Premi “Donna
Marketing ” , “Donna Comunicazione Azienda”, “Donna
Comunicazione Agenzia”, quest’anno sono stati per la prima
volta assegnati i Premi “Donna Marketing & Comunicazione”,
“Donna Event Manager”, “Donna Social Media Marketing” e il
“Premio alla Carriera Donna Comunicazione”.

Nella
categoria “Donna Marketing” il premio è andato aSara
Tugnolo,marketing
manager di Calvin Klein Watch & Jewelry

Swatch, con un secondo posto per Raffaella Severi, category manager
food di Nestlè;nella categoria
“Donna Comunicazione Aziende” sono state premiate al primo postoLaura Cerliani, marketing
coordinator e eventi di McDonald’s e al secondo Marilena Manzoni,
comunicazione interna ed eventi di Unicredit; nella categoria
“Donna Comunicazione Agenzie” il premio è andato a Filomena
Rosato, presidente di Filo Comunicazione e Assorel, con un secondo
posto per Daniela Greco, già presidente di Casiraghi e Greco. Il
Premio “Donna Marketing & Comunicazione” è andato a Elena
Scandurra, direttore marketing e comunicazione di Cosmer Group; il
“Premio Donna Event Manager” a Cristina Mazzini, event e
marketing di Xerox, Il “Premio Donna Social media Marketing” a
Sara Caminati, titolare di Web in chiaro.

Il
“Premio alla Carriera Donna Comunicazione” è andato a Orietta
Colacicco, che, con un’esperienza di 46 anni in azienda e in
agenzia, nel 1986 ha dato vita alla comunicazione emozionale, che fa
parlare quel prodotto o quell’impresa con la propria” voce” in
un linguaggio tattile, olfattivo, visivo, gustativo. una branca della
Comunicazione Non Convenzionale.

Quale
anticipazione della conferenza “UAU Communication – The Ultimate
Communication”, che il Club del Marketing sta organizzando per
giovedì 25 maggio, la cerimonia è stata preceduta da una Tavola
Rotonda sulla Comunicazione Non Convenzionale, con focus sulleinnovazioni ed evoluzioni della
comunicazione aziendale secondo le declinazioni post-moderne, “live”,
esperienziali, coinvolgenti, interattive e memorabili. Alla luce dei
continui cambiamenti degli stili di vita, di consumo e di acquisto
della società attuale, questo tipo di comunicazione vuole
intercettare meglio gli interlocutori finali e migliorare le
performance aziendali, al fine di ridare impulso al mercato.

A
scandire i tempi della
serata, non convenzionali anche gli stacchi musicali lirici proposti
e offerti da Orietta Colacicco e interpretati da Monica Mariani di
Belcanto a Milano, con Svetlana x alla tastiera, e da Giuseppe Banfi
eMaria Podvigina, cresciuti
alla scuola del Maestro Delfo Menicucci, già insegnante di Andrea
Bocelli e Docente di Canto al Conservatorio di Milano, accompagnati
dal Maestro Sergio Cortese.

Quale
omaggio alla fierezza delle donne, e alla loro capacità di
impegnarsi, affermarsi e vincere, il programma comprendeva “La
romanza de Encarnacion” dalla zarzuela`El Último Romántico´ di
Reveriano Soutullo e Juan Vert,
“Nessun Dorma” (Vincerò) dalla Turandot di Giacomo Puccini e
“Vittoria, vittoria, mio core”, un gioiello di musica barocca di
Giacomo Carissimi.

Poi leccornie varie con brindisi finale
offerto da Bayer.