Press "Enter" to skip to content

“Land of Love: un brindisino a Kiev” @LandofLove

Land
of Love: un brindisino a Kiev

è il titolo della opera

Una immagine dal set del documentario Land of Love – Un brindisino a Kiev

prima in qualità di regista
dell’attore e
conduttore televisivo
brindisino
Adriano Dagnello
.
Adriano, 26 anni, diplomato presso la Scuola
d’Arte Drammatica della Puglia Talìa di Brindisi
,
ha recitato in diverse opere teatrali e cinematografiche e presentato
vari programmi televisivi, per poi scegliere la strada di
imprenditore di se
stesso,
avviando
una attività nell’ambito Audio/Visivo,

scelta che lo ha
portato
all’estero
per questo suo primo lavoro, che, attualmente in fase di
post-produzione
, sarà
disponibile sia sul
suo nuovo canale ufficiale privato dell’attore, dedicato ai
documentari di attualità, che in Home Video
.

Land
of Love
è un
documentario interamente girato nel cuore della capitale
dell’Ucraina. Ideato, scritto e realizzato per svelare i segreti
delle famigerate donne dell’Est

e raccontare le
dinamiche con cui uomini italiani,
tra
i quali spiccano anche pretendenti pugliesi e salentini di Brindisi e
Lecce,

chiedono attraverso canali internet di incontrare donne dell’Est
europeo, approfondire la conoscenza e, se possibile, avviare una
relazione.

Un
lavoro quello di Adriano Dagnello che, pur
tenendo conto delle innumerevoli truffe che si sono e continuano a
consumarsi sulle spalle e sul denaro di persone sole,

bisognose di affetto e
desiderose di darne tanto
,
differisce e si
allontana dai normali
format
televisivi di
denuncia
ai
quali ci ha abituato la tv
,
offrendo così un approfondimento del lato positivo di chi lavora
onestamente
per il bene degli altri cercando di comprenderne le esigenze.

Land
of Love: un brindisino a Kiev
nasce
dalla considerazione che nella
caotica società moderna, trovare un partner con cui fare progetti di
coppia costruttivi, sembra diventata un’impresa sempre più
complessa
. Tuttavia,
nell’immaginario collettivo, paesi
emergenti dell’Est Europa come l’Ucraina
,
sembrano aver
conservato valori diversi dalla zona Ovest del Continente
.
In Puglia si
alimenta da anni il mito secondo cui
audaci
personaggi locali
riuscissero
a conquistare le bellezze del luogo, semplicemente regalandogli una
confezione di collant
.
Si tratta di storie
risalenti a diversi decenni orsono, oggi molto più simili a leggende
che a racconti verosimili.

Dopo
aver presentato le storie di altre persone, ho capito che era
arrivato il momento di raccontare i miei viaggi, le mie esperienze e
le mie emozioni
”.
Questa è la frase con cui si presenta il giovane attore, prima di
raccontare la genesi del documentario “Land
of Love
”. Dagnello
ha vissuto in prima persona quello che ha raccontato e dichiara: “La
fine di una relazione con una ragazza di Brindisi, Ilaria, benchè
non durasse da molto tempo, mi fece soffrire in maniera profonda. Per
distrarmi cominciai a navigare su un sito di incontri, dove conobbi
una bellissima ragazza russa. Scambiando messaggi con lei, notai le
difficoltà dei rapporti nati da lontano e provai a cercare forum
online per conoscere esperienze di altre persone nella mia stessa
situazione. Così ho scoperto un numero notevole di truffe che le
agenzie matrimoniali internazionali, avevano ordito nei confronti di
italiani, approfittando di un loro momento di debolezza come quello
rappresentato da una separazione. Fingendomi cliente, ne ho
conosciuto le dinamiche di raggiro, fino a quando non sono incappato
in due persone realmente interessate alla situazione sentimentale e
non al denaro di chi si rivolgeva loro: Antonio e Tetiana.”

Antonio
Stimoli
, imprenditore
italiano, e sua moglie Tetiana
Kremnova
, fashion
blogger ucraina, dopo essersi sposati hanno creato l’evento
esclusivo chiamato La
Donna Perfetta
,
in cui permettono a uomini italiani di incontrare donne ucraine,
scelte fra le loro
amicizie dirette
,
secondo un programma strutturato nel dettaglio, in maniera seria ed
affabile, per avviare una relazione felice ed appagante.

L’attore
brindisino ha così scelto di raccontare questa realtà riprendendo,
con la collaborazione di un operatore video, Tommaso
Petrosillo,

brindisino anche lui, il suo viaggio a Kiev, Capitale dell’Ucraina
dichiarando “Kiev si
è rivelata una cornice straordinaria per il mio lavoro,
presentandomi un Paese dal fascino antico ma dalle infrastrutture
moderne, che, a dispetto del clima rigido, è abitato da una
popolazione elegante, dignitosa ed accogliente, anche in termini di
ordine e sicurezza personale.”

Terminata
questa esperienza internazionale, Adriano Dagnello sarà impegnato,
da novembre, nel cast
del film

Interferences,
diretto da Roy Geraci,
dove reciterà al fianco dell’attore americano Randall
Paul
, per poi
riprendere a girare
i suoi documentari
conservando le forze per la sua prima passione: il teatro.