REGIOYOUNG 2016-2017 – Ottobre 2016 – Maggio 2017

Opera,
musica e danza nei 14 spettacoli di RegioYoung2016-2017, la Stagione del Teatro Regio dedicata al pubblico delle
famiglie e delle scuole, dall’asilo nido all’università, che
torna, da ottobre a maggio, con un ricco calendario di spettacoli,
cui si intrecciano proposte di approfondimento, prove aperte,
incontri di formazione, laboratori didattici per gli studenti e per
gli insegnanti, momenti ludici, visite guidate.

Dopo
il successo della prima edizione, che ha accolto oltre 15.000
spettatori tra bambini, ragazzi, insegnanti e famiglie – racconta
Anna Maria Meo, Direttore generale del Teatro Regio di Parma –
Regio
Young torna
con un programma ancora più ricco che, oltre alla musica e
all’opera, per la prima volta ospiterà due spettacoli di danza. 40
appuntamenti pensati per il pubblico di domani, 40 alzate di sipario
per vivere in diretta una nuova storia raccontata con linguaggi e
parole nuove, in cui ciascuno, dal proprio posto, può sentirsi
protagonista. Ancora una volta spettacolo e formazione, i due cardini
su cui si articola il programma di Regio
Young,
si intrecceranno per offrire al pubblico di domani l’occasione di
scoprire la bellezza del Teatro ed innamorarsene e a coloro che li
accompagneranno gli strumenti per farlo in modo consapevole e
preparato. Cuore di tutto il programma è la nuova produzione di
un’opera ispirata a una celebre favola:
Il
gatto con gli stivali
di
Marco Tutino, spettacolo a metà tra l’opera buffa e l’operetta,
che dal suo debutto nel 1994 è stato rappresentato in moltissimi
teatri in Italia e all’estero. Il Teatro Regio lo proporrà in un
nuovo allestimento, affidato a Luana Gramegna e Francesco Givone, che
vedrà rinnovarsi la collaborazione con il Liceo Musicale “Attilio
Bertolucci” e il Liceo Artistico Statale “Paolo Toschi” e sulla
scena un cast di giovani interpreti con il Coro di voci bianche della
Corale Verdi preparato da Beniamina Carretta e l’Orchestra
Bertolucci diretta da Stefano Franceschini”.

IL
PROGRAMMA

In
occasione del Festival Verdi 216, i burattini di Patrizio Dall’Argine
e Veronica Ambrosini racconteranno l’infanzia del Maestro ai
bambini da 3 a 8 anni e alle loro famiglie neIl
piccolo Verdi
,
commissione del Festival Verdi in prima assoluta a cura del Teatro
Medico Ipnotico (14 ottobre per le scuole, 15 ottobre 2016 per le
famiglie).

Tra
brividi e risate, melodie verdiane e giochi,Verdi
di paura!
,
dedicato ai
bambini da 6 a 10
anni, sarà un
viaggio alla scoperta delle notti più “horror” dell’opera
lirica. Una commissione del Festival Verdi in prima assoluta per uno
spettacolo che, con i testi di Cristina Bersanelli e Davide
Garattini, evocherà l’orrido campo diUn
ballo in maschera
, il
parco di Windsor tra folletti e spiritelli, la morte di Gilda e la
maledizione di Rigolettosulle rive dell’Oglio,per scoprire le notti di tregenda delle opere verdiane (28 ottobre
per le scuole, 29 ottobre 2016 per le famiglie).

InCartoons!,
produzione di Parma Jazz Frontiere per bambini e ragazzi da 6 a 14
anni, le più belle colonne sonore dei film Disney saranno
riarrangiate in chiave jazz ed eseguite dal vivo da una gang di
musicisti, per il divertimento di tutta la famiglia (19 novembre 2016
per le famiglie).

Ara
Malikian
,
virtuoso del
violino, sarà protagonista di due appuntamenti realizzati in
collaborazione con la Fondazione Arturo Toscanini. Il musicista
libanese presenterà, nello spettacoloLe
mie prime quattro stagioni
per
quartetto d’archi e voce recitante,
il capolavoro di
Antonio Vivaldi, raccontato attraverso i sonetti che il compositore,
si dice, scrisse per accompagnare la partitura (25 novembre per le
scuole).Con luil’Orchestra
Regionale dell’Emilia-Romagna
accompagnerà
il pubblico in un sensazionale
viaggio musicale per raggiungere l’essenza che accomuna la musica
di tutti i tempi, dai capolavori dell’epoca barocca ai grandi
successi che hanno segnato gli anni d’oro del rock(25 novembre 2016 per le famiglie).

La
magia deLo
schiaccianoci
, il
capolavoro di Čajkovskij rivivrà sul palcoscenico di RegioYoung,
nel mese delle festività natalizie, con gli allievi di Professione
Danza Parma e Professione Musical Italia, con le coreografie di Lucia
Giuffrida, Adria Luz Velasquez Castillo, e Francesco Frola da
Lev Ivanovič Ivanov e
Marius Petipa (3 dicembre 2016 per le famiglie).

Dopo
il successo diPinocchio,
il Teatro Regio presenta una nuova produzione d’opera dedicata ai
più giovani:Il
gatto con gli stivali

di Marco Tutino,
musical in due atti su
libretto di Giuseppe Di Leva liberamente ispirato alla celebre fiaba
di Charles Perrault. Lo spettacolo, realizzato con il sostegno di
Parmalat e grazie alla rinnovata collaborazione con il Liceo Musicale
“Attilio Bertolucci” e il Liceo Artistico Statale “Paolo
Toschi” di Parma, ricrea la fiaba in un immaginifico luogo dei
primi anni del Novecento, un luogo magico, fatto di esotismo e di
atmosfere oniriche, con la regia, le scene e i costumi di Luana
Gramegna e Francesco Givone. Sul podio dell’Orchestra Bertolucci e
del Coro di voci bianche della Corale Verdi di Parma preparato da
Beniamina Carretta, Stefano Franceschini dirige un cast di giovani
cantanti (15, 16 dicembre 2016 per le scuole, 17 dicembre 2016 per le
famiglie).

Sullo
stesso palcoscenico che ospita l’allestimento diAnna
Bolena
firmato da
Alfonso Antoniozzi per la Stagione Lirica del Teatro Regio, un
viaggio alla scoperta del mondo dell’opera conImparolopera,
in un intreccio di parole e note nel racconto del capolavoro di
Gaetano Donizetti a cura dell’attore e regista Bruno Stori. Con lui
gli allievi della Scuola di Canto del Conservatorio “Arrigo Boito”
di Parma, accompagnati al pianoforte da Simone Savina e coordinati da
Donatella Saccardi (16 gennaio 2017 per le scuole).

La
celebre frase con cui Rodolfo, nel III atto deLa
Bohème
, giustifica la
sua intenzione di separarsi dall’amata, “Mimì
è una civetta
”,
diventa il titolo deldivertissement
à la bohèmienne
da
un’idea di Cristina Mazzavillani Muti. Nello spettacolo, con la
regia, le scene e le coreografie di Greg Kanakas, il musicista
Alessandro Cosentino ha assunto, nel linguaggio, nelle sonorità,
nella strumentazione e nelle voci pop/rock di oggi, le celebri arie
d’opera, rispettandone le tonalità e le tessiture originali. Lo
spettacolo è coprodotto con
Ravenna Festival,
Teatro Dante Alighieri di Ravenna, Fondazione Teatri di Piacenza,
Fondazione Teatro Comunale di Modena, Fondazione I Teatri di Reggio
Emilia, Teatro del Giglio di Lucca, Teatro Comunale di Ferrara (2
febbraio 2017 per le scuole)

InEssere Leonardo.
Un’intervista possibile
l’attore e regista
Massimiliano Finazzer
Flory dialoga con Gianni Quilico sulle melodie di un violoncello,
delineando il ritratto di un grande uomo e artista, in una biografia
che ripercorre, attraverso i suoi stessi scritti, le tappe della sua
vita, della sua arte e della sua poetica. Il Cenacolo e le figure
degli apostoli, il rapporto con la religione, il tema dell’acqua in
tutte le sue molteplici forme, i moti dell’animo, le profezie sul
volo dell’uomo: in un’originale intervista il ritratto di un
genio (17 febbraio 2016 per le scuole).

Guarda le stelle
è la storia del Piccolo Principe, il capolavoro di Antoine de
Saint-Exupéry, raccontato ai bambini da 3 a 6 anni attraverso i
brani originali di Sulutumana
,
con Giuseppe Adducci
(a
ttore
e
regia),
Gian Battista Galli (
fisarmonica
e voce
), Francesco
Andreotti
(pianoforte),
Nadir Giori
(
contrabbasso)
(24, 27 febbraio per le scuole, 25  febbraio 2017 per le
famiglie).

Un
vecchio brontolone, un amore ostacolato. Poi c’è Figaro, il
barbiere di Siviglia, che aiuta gli innamorati a coronare il loro
sogno d’amore, vincere la paura e godersi il lieto fine. Tra baffi,
parrucche, spazzole e pettini, uno spettacolo per raccontare ai più
piccoli, da 0 a 3 mesi, una storia di amore e di amicizia,
sperimentando il fascino della musica e dei suoni, inBriciole
di Barbiere
,
produzione di As.Li.Co con laregia
di Violaine Fournier, che andrà in scena anche in alcuni asili nido
di Parma (11 marzo 2017 per le famiglie).

Il
barbiere di Siviglia
,
ossia
Un
vulcano è la mia mente

è
lo spettacolo di

Opera
Domani che farà scoprire ai bambini e ai ragazzi da 6 a 14 anni il
capolavoro buffo di Rossini elaborato da Giuseppe Califano

sulla
partitura ridotta da
Daniele
Carnini, con la r
egia
di
Danilo
Rubeca e le
scene
di
Emanuele
Sinisi (31 marzo per le scuole, 1 aprile 2017 per le famiglie).

Il
carnevale degli animali
,
capolavoro di Camille
Saint-Saëns, offre al pubblico da 6 a 14 anni uno spettacolare
viaggio nel mondo degli animali, con i quadri coreografici di Michele
Merola e Enrico Morelli capaci di restituire, con i movimenti e gli
stili dei danzatori di MM Contemporary Dance e Agorà Coaching
Project, sulle scene a cura di
Asd Progetto Danza, i
costumi di Enrico Morelli e Nuvia Valestri e le luci di Cristina
Spelti, le caratteristiche di ciascun personaggio (22 aprile 2017).

A
concludere la nuova Stagione di RegioYoung,
in occasione degli European Opera Days e in collaborazione con il
Gruppo Appassionati Verdiani – Club dei 27 e con il Teatro del
Cerchio, una fantastica esperienza riservata ai bambini da 7 a 10
anni che, equipaggiati di sacco a pelo, tappetino, pigiama, ciabatte,
spazzolino da denti, borraccia e una torcia per fare luce tra i
palchi, le poltrone e i lunghi corridoi del Regio, potranno vivereUna notte all’opera,
tra stucchi e velluti, alla ricerca di un tesoro nascosto. E per fare
il pieno di energie, cena e colazione…in palcoscenico! (6 maggio
2017).

A
completare il programma di RegioYoung,
Emozioni da provarecon le prove aperte delle opere in cartellone al Festival Verdi e
nella Stagione Lirica, iLaboratori
Festival Verdi
sulle
opere verdiane tenuti nelle scuole dagli studenti del corso di
Drammaturgia del Corso di Laurea Magistrale in Storia e critica delle
arti e dello spettacolo dell’Università di Parma, il concorsoMettiti alla prova con
Verdi
,Laboratori
didattici
per gli
insegnanti e per le famiglie, speciali visite guidate realizzate in
collaborazione con il Teatro del Cerchio per un’entusiasmante
avventuraA Teatro con
Maria Luigia
.

I
biglietti
per
gli spettacoli di
RegioYoung
saranno in vendita dal
20
settembre 2016 presso la Biglietteria del Teatro Regio di Parma. Il
programma completo è disponibile su teatroregioparma.it

La
Stagione 2016-2017 è realizzata con il sostegno di Comune di Parma,
Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, Regione
Emilia Romagna.Major
partner
Fondazione
Cariparma,Main partnerCariparma Crédit Agricole.Il
Teatro Regio di Parma è sostenuto anche da
Camera di Commercio di Parma, Fondazione Monte Parma, Ascom.Main
sponsor
Iren, Cedacri
group.Sponsor
Parmalat. La Stagione
è realizzata in collaborazione con Polo Museale dell’Emilia
Romagna, Galleria Nazionale di Parma, Fondazione Arturo Toscanini,
Società dei concerti di Parma, Rinascimento 2.0, ATER Associazione
Teatrale dell’Emilia-Romagna, Arci Caos, Conservatorio di Musica
“Arrigo Boito” di Parma, Teatro Carlo Felice di Genova, Teatro
Comunale di Bologna, Comune di Busseto, Teatro Giuseppe Verdi di
Busseto, Concorso Internazionale Voci Verdiane “Città di Busseto”,
Opera Europa, The Opera Platform.

Uncategorized

“SI NASCE NON SOLTANTO PER MORIRE MA PER CAMMINARE A LUNGO…

Ph by Marisa Daffara “SI NASCE NON SOLTANTO PER MORIRE MA PER CAMMINARE A LUNGO, CON PIEDI CHE NON CONOSCONO DIMORE E VANNO OLTRE OGNI MONTAGNA” Alda Merini In ricordo del pittore Giampiero Nebbia Tratto da https://www.facebook.com/marisa.daffara Ricorre a dicembre il decennale della morte del pittore piemontese Giampiero Nebbia. Ieri, 25 settembre 2016, ha avuto […]

Read More
Uncategorized

IL CLUB TENCO AL SUD: UNA DUE GIORNI CON ‘IL TENCO ASCOLTA’ A COSENZA 1 E 2 OTTOBRE 2016 #Clubtenco

Arriva al Sud “Il Tenco ascolta”, per una “due giorni” che sarà dedicata espressamente ad artisti meridionali, l’1 e 2 ottobre, a Cosenza. L’evento, che è organizzato in collaborazione con il Comune di Cosenza, l’Università della Calabria e la Fondazione Lilli Funaro, si svolgerà al Castello Svevo. “Il Tenco ascolta” è il format del Club […]

Read More
Uncategorized

Mete d’autunno – Al Museo Agricolo e del Vino Ricci Curbastro per scoprire il volto agricolo della Franciacorta‏ @Franciacorta #riccicurbastro

1 Museo del Vino Ricci Curbastro_Sala Enologia La storia agricola della Franciacorta racchiusa in un Museo, tutto da visitare e tutto da vivere. Un motivo in più per godersi la Franciacorta in autunno, stagione perfetta per l’enoturismo. Fondato nel 1986 da Gualberto Ricci Curbastro, accanto alla sede della sua cantina di Capriolo, ilMuseo Agricolo e del […]

Read More