Press "Enter" to skip to content

SEONG-JIN CHO PROTAGONISTA A PIANOSOLO – Teatro Regio di Parma martedì 10 maggio 2016, ore 20.30

Seong-Jin
Cho, vincitore del 17° Concorso Pianistico Internazionale “Fryderyk
Chopin” di Varsavia, sarà il protagonista, martedì 10 maggio 2016 alle
ore 20.30, del nuovo appuntamento di PianoSolo, la rassegna del
Teatro Regio di Parma dedicata ai virtuosi della tastiera, realizzata in
collaborazione con Società dei Concerti di Parma e ArciCaos.

Ad aprire il programma del concerto, il Rondò per pianoforte in la minore, K 511 di Wolfgang Amadeus Mozart, piccolo capolavoro composto nel 1787 all’ombra del Don Giovanni,
e, per la sua sobrietà e il suo carattere malinconico, lontano dal
virtuosismo brillante tanto di moda presso l’aristocrazia viennese.

Legata al ricordo della drammaticità mozartiana è la Sonata per pianoforte n. 21 in do minore, D. 958, la
prima delle tre poderose sonate composte da Schubert nel 1828, pochi
mesi prima della sua prematura scomparsa, unica fra le tre in tonalità
minore e considerata da molti il compendio mirabile dell’estremo
pianismo schubertiano.

A chiudere il concerto, i Ventiquattro preludi per pianoforte, op. 28 di Fryderyk Chopin, compiuti nel 1838 sul modello del Clavicembalo ben temperato di
Bach, perciò sfruttando tutte le tonalità maggiori e minori. «Schizzi,
frammenti iniziali di studi o, se vogliamo, ruderi, penne d’aquila,
selvaggiamente disposte alla rinfusa – scriveva dei Preludi Robert Schumann – Ma la scrittura delicata e perlacea dice per ciascuno di essi: lo scrisse Fryderyk Chopin».

Seong-Jin
Cho, coreano, classe 1994, ha cominciato a studiare pianoforte a sei
anni. Prima della vittoria al Concorso Pianistico Internazionale
“Fryderyk Chopin”, che lo ha portato all’attenzione della critica e del
grande pubblico, nel 2008 aveva vinto il Concorso Internazionale
“Fryderyk Chopin” di Mosca e nel 2009 il Concorso Pianistico
Internazionale di Hamamatsu in Giappone. Nonostante la giovane età ha
già collaborato con alcuni tra i più grandi direttori, Myung-Whun Chung,
Lorin Maazel, Marek Janowski, Mikhail Pletnev, Valery Gergiev, Vladimir
Ashkenazy, e ha suonato con le maggiori orchestre del panorama
internazionale.

Al termine del concerto l’artista saluterà il pubblico e autograferà le copie della sua recente incisione discografica.

La Stagione 2015/2016 del Teatro Regio di Parma è realizzata con il sostegno di Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, Regione Emilia-Romagna, Comune di Parma. Major partner Fondazione Cariparma. Main Partnter Cariparma Crédit Agricole. Con il contributo di Camera di Commercio di Parma, Fondazione Monte Parma. Partner Cedacri Group. Sponsor Pinko. Advisor AGFM. Sponsor tecnici
Grafiche Step, Macrocoop, APCOA, Gespar. Si ringraziano Ursula Riccio,
Presidente dell’Associazione Viva Verdi, e suo marito Toni Riccio per il
restauro degli stucchi della sala del Teatro Regio di Parma.

PianoSolo è realizzato in collaborazione con Società dei concerti di Parma, Arci CAOS, Concorso pianistico internazionale Fryderyk Chopin di Varsavia.

Biglietti da €8,00 a €20,00. Under 30 da €6,00 a €16,00. Over 65 da €7,50 a €19,00.

Per informazioni Biglietteria del Teatro Regio di Parma tel. 0521 203999 biglietteria@teatroregioparma.it www.teatroregioparma.it

Teatro Regio di Parma

martedì 10 maggio 2016, ore 20.30 Abb. Pianosolo

SEONG-JIN CHO

Wolfgang Amadeus Mozart

Rondò per pianoforte in la minore, K 511

Franz Schubert

Sonata per pianoforte n. 21 in do minore, D. 958

Allegro

Adagio

Menuetto. Allegro con Trio

Allegro

Fryderyk Chopin

Ventiquattro preludi per pianoforte, Op. 28

1.     Agitato

2.     Lento

3.     Vivace

4.     Largo

5.     Molto allegro

6.     Lento assai

7.     Andantino

8.     Molto agitato

9.     Largo

10.  Molto allegro

11.  Vivace

12.  Presto

13.  Lento

14.  Allegro

15.  Sostenuto

16.  Presto con fuoco

17.  Allegretto

18.  Molto allegro

19.  Vivace

20.  Largo

21.  Cantabile

22.  Molto agitato

23.  Moderato

24. Allegro appassionato

Mission News Theme by Compete Themes.