Passa ai contenuti principali

BRAMBILLA DIFENDE LA MAGLIA ROSA #giro @eventinews24

PHOTO CREDIT: ANSA - PERI / DI MEO / ZENNARO
Greve in Chianti, 15 maggio 2016 – La cronometro del Chianti Classico è andata all'ex campione di salto con gli sci Primoz Roglic, che era già giunto alle spalle del vincitore Domoulin, staccato di un solo centesimo di secondo, nella cronometro iniziale ad Apeldoorn. Questa volta la fortuna non gli ha voltato le spalle e ha potuto godere di condizioni meteo favorevoli e strada asciutta, partendo tra i primi.
Sotto la pioggia battente, invece, Gianluca Brambilla ha difeso la Maglia Rosa con un secondo di vantaggio sul compagno di squadra Bob Jungels. Gli sfidanti in Classifica Generale, che hanno gareggiato tutti sotto la pioggia, si sono equivalsi separati da pochi secondi.
 
RISULTATO FINALE
1 - Primoz Roglic (Team Lotto NL - Jumbo) - 40,5 km in 51'45", media 46,956 km/h
2 - Matthias Brandle (IAM Cycling) a 10"
3 - Vegard Stake Laengen (IAM Cycling) a 17"

MAGLIE
  • Maglia Rosa, leader della classifica generale, sponsorizzata da Enel - Gianluca Brambilla (Etixx - Quick-Step)
  • Maglia Rossa, leader della classifica a punti, sponsorizzata da Algida - André Greipel (Lotto Soudal)
  • Maglia Azzurra, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Banca Mediolanum - Tim Wellens (Lotto Soudal)
  • Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da Eurospin - Bob Jungels (Etixx - Quick-Step)
CLASSIFICA GENERALE
1 - Gianluca Brambilla (Etixx - Quick-Step)
2 - Bob Jungels (Etixx - Quick-Step) a 1"
3 - Andrey Amador (Movistar Team) a 32"

DICHIARAZIONI
Il vincitore della cronometro, Primoz Roglic, ha detto in conferenza stampa: “Sono davvero felice per la mia performance. Dovrei saltare dalla gioia e sorridere in continuazione, è pazzesco, non riesco ancora a crederci. Ero stato sfortunato ad Apeldoorn per aver perso la vittoria di qualche centimetro [nella prima tappa] da Tom Dumoulin. Oggi la fortuna è girata, il meteo variabile mi ha reso quanto avevo perso. Ho avuto problemi alla bicicletta appena prima della partenza ma avevo una bici di riserva e l'ho cambiata. Quando ho smesso con il salto con gli sci per passare al ciclismo sognavo di diventare il migliore ma non credevo che una vittoria arrivasse così presto. La cronometro individuale più lunga che ho corso prima di oggi era di 10 km. Ora farò del mio meglio per aiutare il mio capitano Steven [Kruijswijk] nella classifica generale”.

La Maglia Rosa, Gianluca Brambilla, ha detto in conferenza stampa: “Era un percorso tecnico e difficile e la pioggia lo ha reso ancora più duro. Ho visto molte cadute ma siamo andati a tutta lo stesso. Uso il plurale perché se non avessi tenuto la Maglia Rosa, l'avrebbe presa il mio compagno Bob Jungels. Capita nel ciclismo che i gregari abbiano la Maglia, ora sono curioso di capire cosa si prova ad indossarla in gruppo, credo sarà fantastico. Abbiamo due settimane molto dure davanti a noi e mi piacerebbe vincere un'altra tappa”.

La Maglia Bianca, Bob Jungels: “Sono decisamente felice per il risultato di oggi. Non ho rimpianti per non aver indossato la Maglia Rosa perché è sulle spalle di un mio compagno di squadra [Gianluca Brambilla]. È inusuale in un Gran Tour che due compagni di squadra siano ai primi due posti della Generale dopo alcune tappe. Sono stato contento per come ho corso in avverse condizioni meteo. Penso di essere andato molto bene, ho dato tutto. Sapevo sin dalla partenza che la crono era adatta a me perché avevo fatto la ricognizione dopo le Strade Bianche a marzo. Abbiamo un grande spirito di squadra, forse le prossime salite saranno troppo dure per le nostre caratteristiche ma come risultati non possiamo certo lamentarci... proveremo ad ottenerne altri”.

Post popolari in questo blog

Add-Url

Potete condividere i vostri post nel gruppo Eventinews24 di Facebook al link https://www.facebook.com/groups/eventinews24group/?ref=bookmarks   Al fine di velocizzare l'inserimento mandate il comunicato dovrebbe essere scritto nel corpo della mail e l'immagine allegata alla mail. Mandate almeno due settimane prima. Scrivete a iaphet@hotmail.com Non vi garantiamo l'inserimento, solo le informazioni più interessanti. Cordiali saluti, Iaphet Elli www.eventinews24.com _____________ あなたが ウェブサイトを持っている、あなたが 知りたいですか? www.eventinews24.com はあなたに、このページに あなたのリンク を追加したすることができます。 iaphet@hotmail.com に 書き込み、 オブジェクトを入力し 、「リンクの友達を追加 」 _____________ 你有一個網站,你想知道嗎? www.eventinews24.com為您提供了添加你的鏈接此頁面上的能力。 寫iaphet@hotmail.com和輸入對象“添加鏈接FRIEND ” _____________ У вас есть сайт и вы хотите знать? www.eventinews24.com дает вам возможность добавили свою ссылку на этой странице. Напишите iaphet@hotmail.com и введите объект " Добавить ссылку ДРУГУ " ______

Arte Fiera 2016 > 29 gennaio - 1 febbraio 2016, BOLOGNA

ph. di @Cecile De Montparnasse La 40° edizione di Arte Fiera torna a Bologna 29 gennaio - 1 febbraio 2016 COMUNICATO STAMPA Tra Gallerie e artisti sempre in aumento, la 40° edizione della Fiera Internazionale di Arte Moderna e Contemporanea apre le porte di BolognaFiere al grande pubblico dal 29 gennaio all’ 1 febbraio 2016 . Arte Fiera 2016 si prepara a celebrare i suoi primi 40 anni: un importante anniversario da festeggiare insieme ai protagonisti che ne hanno fatto la storia, tra artisti, galleristi e personaggi, mostrando per la prima volta i Maestri italiani che si sono distinti nel mondo, tutti passati per i padiglioni bolognesi. L'anniversario cade in un momento storico in cui l’arte italiana domina i mercati internazionali. I grandi artisti contemporanei e moderni registrano record senza precedenti e questo conferma una leadership mondiale per la Fiera bolognese. Il ruolo di Arte Fiera è sempre più affermato e questa edizione servirà non sol

I glass cube sul Lago di Dobbiaco | Chalets dotati di letto matrimoniale

glass cube Il candore splendente della neve trasforma gli alberi del bosco in uno scenario fatato, illuminando e filtrando tra le grandi vetrate degli Skyview Chalets, 12 innovativi glass cube sul Lago di Dobbiaco (BZ), a pochi chilometri dalle maestose Tre Cime di Lavaredo. Qui non ci sono confini tra il paesaggio invernale e gli ambienti interni che profumano di trucioli di cirmolo e avvolgono di calde emozioni gli ospiti, che scelgono di ritagliarsi momenti preziosi in questi originali e riservati Chalets in totale sintonia con la natura. Sdraiarsi sul letto e ammirare come la neve scende dolce dal cielo mentre il bosco è inondato di luce è solo una delle private sensazioni che si possono vivere negli Skyview Chalets. Il tetto, infatti, può diventare trasparente per sognare osservando i fiocchi che cadono o di notte le stelle che brillano. Un rifugio romantico e raffinato, per fuggire dal caos quotidiano, ma nel cuore delle Dolomiti Patrimonio Mondiale UNESCO. Gli Chalets sono dotat