Barbie. The Icon 15 aprile – 30 ottobre 2016 Roma, Complesso del Vittoriano – Ala Brasini

Barbie. The Icon

15 aprile – 30 ottobre 2016

Roma, Complesso del Vittoriano – Ala Brasini

Barbie, modello WaistUp, 2004

© Mattel Inc

Il suo vero nome è Barbara Millicent Roberts, ma per
tutti è solo Barbie. Barbie è molto più di una
semplice bambola. È un’icona globale, che in 56 anni
di vita è riuscita ad abbattere ogni frontiera
linguistica, culturale, sociale, antropologica. Per
questo motivo la sua figura attrae sempre più
l’attenzione come fenomeno culturale e sociologico
tanto da dedicarle mostre come Barbie. The Icon
che, appena conclusasi al MUDEC – Museo delle Culture
di Milano, arriva a Roma al Complesso del
Vittoriano – Ala Brasini
dal 15 aprile al

30 ottobre 2016.

Nella sede romana la mostra, realizzata sotto l’egida
dell’Istituto per la storia del Risorgimento e
prodotta da Arthemisia Group e 24 ORE
Cultura – Gruppo 24 ORE
in collaborazione con Mattel,
curata da Massimiliano Capella, si è
arricchita di nuovi prestiti dalla serie Barbie
Fashionista, tra cui i modelli Curvy, Tall e Petit,
che riproducono le diverse corporature femminili, e le
wedding dolls della Coppia Reale inglese William e
Catherine.

Barbie. The Icon racconta l’incredibile vita di questa
bambola che si è fatta interprete delle trasformazioni
estetiche e culturali della società lungo oltre mezzo
secolo di storia, ma – a differenza di altri miti
della contemporaneità che sono rimasti stritolati dal
passare del tempo – ha avuto il privilegio di
resistere allo scorrere degli anni e attraversare
epoche e terre lontane, rappresentando oltre 50
diverse nazionalità, e rafforzando così la sua
identità di specchio dell’immaginario globale.

Dal giorno in cui ha debuttato al New York
International Toy Fair, esattamente il 9 marzo 1959,
Barbie ha intrapreso mille diverse professioni. È
andata sulla luna, è diventata ambasciatrice Unicef e
ha indossato un miliardo di abiti per 980 milioni di
metri di stoffa. Soprattutto Barbie è cambiata con lo
scorrere del tempo, non solo delle mode o della moda,
e si è trasformata per essere sempre al passo con il
mondo. Ed è diventata una vera e propria icona.

Il percorso espositivo è studiato per offrire diversi
livelli di lettura: alle informazioni di
approfondimento storico e culturale per il pubblico
adulto, si affiancano postazioni pensate per i bambini
che, attraverso una serie di attività coinvolgenti,
potranno approfondire la storia di Barbie.

Uncategorized

FESTIVAL VERDI 2017 ANTEPRIMA dal 28 settembre al 22 ottobre 2017 @FestivalVerdi #Festivalverdi

Jérusalem, Falstaff,La traviata, Stiffelio, Messa da Requiem Parma e Busseto, dal 28 settembre al 22 ottobre 2017                                                            www.teatroregioparma.it In occasione del debutto del Festival Verdi 2016, sabato 1 ottobre, il Direttore generale del Teatro Regio di Parma Anna Maria Meo ha annunciato in anteprima i principali appuntamenti del Festival Verdi 2017, che si svolgerà […]

Read More
Uncategorized

Buongiorno da Il Lombardia 2016‏ #Girolombardia @Girolombardia

Como, 1 ottobre 2016 – Buongiorno da Il Lombardia NamedSport, ultima Classica Monumento dell’anno, che celebra le 110 edizioni con un percorso selettivo con oltre 4.400 metri di dislivello. Partenza da Como ed arrivo a Bergamo dopo 241 km.  Guarda il Video di Eventinews24.com https://www.youtube.com/watch?v=bY2B6D5aeiI Al via tra gli altri Fabio Aru (Astana Pro Team) e Romain […]

Read More
Uncategorized

GIOVANNA D’ARCO DEBUTTA AL FESTIVAL VERDI #Parmateatro

GIOVANNA D’ARCO DEBUTTA AL FESTIVAL VERDI NEL NUOVO ALLESTIMENTO DI SASKIA BODDEKE E PETER GREENAWAY L’opera in scena nel secentesco teatro ligneo, con Ramon Tebar alla guida dei Virtuosi Italiani e del Coro del Teatro Regio di Parma e del cast composto da Vittoria Yeo, Luciano Ganci, Vittorio Vitelli, Gabriele Mangione, Luciano Leoni Teatro Farnese […]

Read More