Passa ai contenuti principali

Soft adventure e outdoor in Oman‏

Nuovo corso di sopravvivenza firmato Bear Grylls nel Musandam
SOFT ADVENTURE E OUTDOOR IN OMAN
Meta ideale per escursionisti e amanti dell’avventura,
il Sultanato è la destinazione perfetta per le attività all’aria aperta



Milano, 18 febbraio 2016 – Le aspre alture del Sultanato dell’Oman sono state scelte da Bear Grylls come meta del suo nuovo corso di sopravvivenza firmato Bear Grylls Academy (BGSA). Non è un caso che “il re della natura selvaggia” che ha conquistato il mondo con le sue serie televisive - Man Vs Wild, Escape from Hell e Get Out Alive - abbia scelto il Sultanato per questa iniziativa: il Paese incanta con le sue meraviglie naturali e offre un’ incredibile diversità di ambienti che lo rendono la meta ideale per escursionisti e amanti dell’avventura.

Progettato personalmente da Bear Grylls per giovani (dai 10-17 anni) e per adulti, il percorso Survival in the Desert 24h è studiato per mettere a dura prova le capacità di coloro che lo intraprendono: per poter partecipare, è infatti richiesta una buona preparazione fisica di base. Guidati da un team di esperti, i partecipanti verranno condotti nelle montagne intorno a Dibba nella penisola di Musandam, énclave omanita in territorio degli emirati arabi, famosa per i ‘fiordi d’Arabia’, scogliere e falesie a picco sul mare.  Durante il percorso, un team di esperti insegnerà ai partecipanti tecniche di sopravvivenza, quali costruire e accendere un fuoco, ripararsi dal sole e dalle intemperie, purificare l’acqua, procurarsi del cibo, attraversare un terreno impervio e come comportarsi con scorpioni e serpenti. Al calar del sole, i partecipanti trascorreranno la notte all’aperto, sotto il cielo stellato che solo le montagne dell’Hajar possono regalare. Prezzo a partire da $551 a persona e includono vitto e alloggio per la durata del corso.
Per chi invece vuole ammirare in maniera soft le bellezze della regione rocciosa del Sultanato, il massiccio dell’Hajar offre attività all’aria aperta adatte a ogni età e a qualsiasi livello di preparazione fisica. I visitatori della più grande regione montuosa dell’Oman possono esplorare paesaggi magnifici, con picchi che raggiungono i 3.000 metri, villaggi tradizionali, giardini di palme e rigogliosi wadi, e praticare diversi sport cui canyoning, climbing, mountain bike, speleologia e trekking.

Tra le cime più note, il Jabal Al Akhdar è senza dubbio uno dei punti forti di un viaggio nel Sultanato. Situato a 160 km da Mascate, il massiccio di Jabal Al Akhdar si trova ad un’altitudine di 2.000 metri e gode di un clima ideale tutto l’anno. Il nome arabo significa “montagna verde” per la presenza di coltivazioni a terrazza. Tra i suoi luoghi più belli spicca l’altopiano di Sayq punteggiato da pittoreschi villaggi e ricoperto da piantagioni di alberi da frutta ed estesi roseti, che a maggio si tingono di tenue sfumature rosate in occasione della fioritura delle rose.

All’estremità opposta, la catena dell’Hajar culmina nella “montagna del sole”, Jabal Shams, chiamata cosi perché è il primo posto della penisola arabica dove si vede l’alba. È il punto più alto del paese, da cui si apre il wadi an Nakhar, il “Grand canyon d’Arabia”, noto per i suoi panorami maestosi e mozzafiato. La zona occidentale dell’Hajar è altrettanto ricca di wadi e villaggi immersi tra magnifici palmeti: fra le vallate più rinomate per la loro bellezza, il wadi Bani Awf e il wadi al Sahtan sono assolutamente da non perdere.

I wadi sul lato orientale del massiccio di Hajar beneficiano della loro vicinanza al mare. Oltre 60 km di piste consentono di esplorarli in fuoristrada con soste rigeneranti per tuffarsi nelle acque cristalline delle vasche naturali che li punteggiano. A circa 200 km dalla capitale, si trova il wadi Bani Khalid: le sue piscine sempre ricche di acqua sono ideali per una nuotata rigenerante. Per gli scalatori, questa zona è particolarmente interessante e offre pareti rocciose per tutti i livelli di pratica tra cui il Jabal Misht, che è tra i migliori siti di arrampicata della penisola arabica.

Post popolari in questo blog

Add-Url

Potete condividere i vostri post nel gruppo Eventinews24 di Facebook al link https://www.facebook.com/groups/eventinews24group/?ref=bookmarks   Al fine di velocizzare l'inserimento mandate il comunicato dovrebbe essere scritto nel corpo della mail e l'immagine allegata alla mail. Mandate almeno due settimane prima. Scrivete a iaphet@hotmail.com Non vi garantiamo l'inserimento, solo le informazioni più interessanti. Cordiali saluti, Iaphet Elli www.eventinews24.com _____________ あなたが ウェブサイトを持っている、あなたが 知りたいですか? www.eventinews24.com はあなたに、このページに あなたのリンク を追加したすることができます。 iaphet@hotmail.com に 書き込み、 オブジェクトを入力し 、「リンクの友達を追加 」 _____________ 你有一個網站,你想知道嗎? www.eventinews24.com為您提供了添加你的鏈接此頁面上的能力。 寫iaphet@hotmail.com和輸入對象“添加鏈接FRIEND ” _____________ У вас есть сайт и вы хотите знать? www.eventinews24.com дает вам возможность добавили свою ссылку на этой странице. Напишите iaphet@hotmail.com и введите объект " Добавить ссылку ДРУГУ " ______

Arte Fiera 2016 > 29 gennaio - 1 febbraio 2016, BOLOGNA

ph. di @Cecile De Montparnasse La 40° edizione di Arte Fiera torna a Bologna 29 gennaio - 1 febbraio 2016 COMUNICATO STAMPA Tra Gallerie e artisti sempre in aumento, la 40° edizione della Fiera Internazionale di Arte Moderna e Contemporanea apre le porte di BolognaFiere al grande pubblico dal 29 gennaio all’ 1 febbraio 2016 . Arte Fiera 2016 si prepara a celebrare i suoi primi 40 anni: un importante anniversario da festeggiare insieme ai protagonisti che ne hanno fatto la storia, tra artisti, galleristi e personaggi, mostrando per la prima volta i Maestri italiani che si sono distinti nel mondo, tutti passati per i padiglioni bolognesi. L'anniversario cade in un momento storico in cui l’arte italiana domina i mercati internazionali. I grandi artisti contemporanei e moderni registrano record senza precedenti e questo conferma una leadership mondiale per la Fiera bolognese. Il ruolo di Arte Fiera è sempre più affermato e questa edizione servirà non sol

I glass cube sul Lago di Dobbiaco | Chalets dotati di letto matrimoniale

glass cube Il candore splendente della neve trasforma gli alberi del bosco in uno scenario fatato, illuminando e filtrando tra le grandi vetrate degli Skyview Chalets, 12 innovativi glass cube sul Lago di Dobbiaco (BZ), a pochi chilometri dalle maestose Tre Cime di Lavaredo. Qui non ci sono confini tra il paesaggio invernale e gli ambienti interni che profumano di trucioli di cirmolo e avvolgono di calde emozioni gli ospiti, che scelgono di ritagliarsi momenti preziosi in questi originali e riservati Chalets in totale sintonia con la natura. Sdraiarsi sul letto e ammirare come la neve scende dolce dal cielo mentre il bosco è inondato di luce è solo una delle private sensazioni che si possono vivere negli Skyview Chalets. Il tetto, infatti, può diventare trasparente per sognare osservando i fiocchi che cadono o di notte le stelle che brillano. Un rifugio romantico e raffinato, per fuggire dal caos quotidiano, ma nel cuore delle Dolomiti Patrimonio Mondiale UNESCO. Gli Chalets sono dotat