Passa ai contenuti principali

Il Met Breuer apre le porte nell'Upper East Side di New York City‏

IL MET BREUER APRE LE PORTE

NELL’UPPER EAST SIDE DI NEW YORK CITY
Il nuovo spazio espositivo dedicato all’arte moderna e contemporanea del Metropolitan Museum of Art sarà inaugurato il 18 marzo 2016 su Madison Avenue



Milano, 4 marzo 2016 L’Upper East Side di New York City si arricchisce con un nuovo indirizzo culturale: il 18 marzo 2016 sarà ufficialmente inaugurato il Met Breuer, il nuovo spazio espositivo del Metropolitan Museum of Art, interamente dedicato all’arte del XX e XXI secolo. Situato all’interno dell’iconico edificio progettato dall’architetto della Bauhaus Marcel Breuer, tra Madison Avenue e 75th Street, il museo sarà il nuovo punto di riferimento in città per l’arte moderna e contemporanea con collezioni permanenti, mostre, performance e incontri con gli artisti.


Due le mostre di inaugurazione presentate dal museo. La principale, Unfinished: Thoughts Left Visible, aperta fino al 4 settembre 2016, esamina in maniera ampia il concetto di “non finito” nell’arte visiva, presentando oltre 190 opere lasciate incomplete, in maniera intenzionale o meno, dal Rinascimento ad oggi. Il percorso espositivo comprende i lavori di alcuni dei maestri dell’arte, come Tiziano, Rembrandt, Turner, Cézanne, fino ad arrivare ad artisti contemporanei come Janine Antoni, Lygia Clark, Jackson Pollock e Robert Rauschenberg. Sarà inoltre presentata la più grande mostra dedicata al modernista indiano Nasreen Mohamedi, fino al 5 giugno 2016, mentre l’installazione musicale dell’artista residente Vijay Iyer  riecheggerà nella lobby del museo.



Nei prossimi mesi, in programma inoltre la mostra diane arbus: in the beginning  (12 luglio-27 novembre 2016), nella quale saranno presentate le prime fotografie dell’artista, scattate nelle strade di New York City tra il 1956 e il 1962; Kerry James Marshall: Mastry (25 ottobre – 29 febbraio 2017), la più grande retrospettiva dell’artista mai presentata all’interno di un museo; e Inhabiting Marcel Breuer’s Architecture: Four Public Buildings Photographed by Luisa Lambri and Bas Princen, dal 29 novembre, una serie di fotografie architettoniche dei quattro più importanti edifici pubblici progettati da Marcel Breuer. Per informazioni, www.metmuseum.org/visit/met-breuer



Cosa fare in zona…



Elegante e raffinato, l’Upper East Side è la sede dei più importanti musei della città, di negozi di alto livello e ristoranti alla moda. Situato tra Central Park e l’East River, il quartiere ospita la celebre Museum Mile, il tratto di Fifth Avenue tra la 82nd e la 105th Street sul quale si susseguono 8 musei, da El Museo del Barrio al Metropolitan Museum of Arts.



Madison Avenue è la via dello shopping di alto livello per eccellenza: qui si possono trovare i più grandi nomi dell’alta moda, come Tom Ford, Lanvin o Alexander McQueen, i flagship store di Kate Spade e Halston Heritage, fino a grandi magazzini di classe come Barneys New York, un’istituzione della città.



Non è difficile imbattersi in celebrity passeggiando per le strade dell’Upper East Side o andando a pranzo o cena nei ristoranti della zona. Grandi chef stellati hanno aperto indirizzi esclusivi nel quartiere, come Jean-Georges Vongerichten con JoJo o Daniel Boulud i cui piatti possono essere gustati da Daniel e Café Buloud. Per gli amanti del sushi, da provare Sushi of Gari, dove lo chef Masatoshi Sugio stupisce i commensali con ingredienti e combinazioni inusuali, e per un hamburger a regola d’arte non può mancare una fermata da Shake Shack. Il brunch si fa da Sarabeth’s, tutti i giorni della settimana, mentre per una merenda golosa ci sono Alice’s Tea Cup, con ambientazione da “Paese delle Meraviglie” e Serendipity 3 con le sue celebri coppe di gelato.

Per informazioni, www.nycgo.com

Post popolari in questo blog

Add-Url

Potete condividere i vostri post nel gruppo Eventinews24 di Facebook al link https://www.facebook.com/groups/eventinews24group/?ref=bookmarks   Al fine di velocizzare l'inserimento mandate il comunicato dovrebbe essere scritto nel corpo della mail e l'immagine allegata alla mail. Mandate almeno due settimane prima. Scrivete a iaphet@hotmail.com Non vi garantiamo l'inserimento, solo le informazioni più interessanti. Cordiali saluti, Iaphet Elli www.eventinews24.com _____________ あなたが ウェブサイトを持っている、あなたが 知りたいですか? www.eventinews24.com はあなたに、このページに あなたのリンク を追加したすることができます。 iaphet@hotmail.com に 書き込み、 オブジェクトを入力し 、「リンクの友達を追加 」 _____________ 你有一個網站,你想知道嗎? www.eventinews24.com為您提供了添加你的鏈接此頁面上的能力。 寫iaphet@hotmail.com和輸入對象“添加鏈接FRIEND ” _____________ У вас есть сайт и вы хотите знать? www.eventinews24.com дает вам возможность добавили свою ссылку на этой странице. Напишите iaphet@hotmail.com и введите объект " Добавить ссылку ДРУГУ " ______

Arte Fiera 2016 > 29 gennaio - 1 febbraio 2016, BOLOGNA

ph. di @Cecile De Montparnasse La 40° edizione di Arte Fiera torna a Bologna 29 gennaio - 1 febbraio 2016 COMUNICATO STAMPA Tra Gallerie e artisti sempre in aumento, la 40° edizione della Fiera Internazionale di Arte Moderna e Contemporanea apre le porte di BolognaFiere al grande pubblico dal 29 gennaio all’ 1 febbraio 2016 . Arte Fiera 2016 si prepara a celebrare i suoi primi 40 anni: un importante anniversario da festeggiare insieme ai protagonisti che ne hanno fatto la storia, tra artisti, galleristi e personaggi, mostrando per la prima volta i Maestri italiani che si sono distinti nel mondo, tutti passati per i padiglioni bolognesi. L'anniversario cade in un momento storico in cui l’arte italiana domina i mercati internazionali. I grandi artisti contemporanei e moderni registrano record senza precedenti e questo conferma una leadership mondiale per la Fiera bolognese. Il ruolo di Arte Fiera è sempre più affermato e questa edizione servirà non sol

I glass cube sul Lago di Dobbiaco | Chalets dotati di letto matrimoniale

glass cube Il candore splendente della neve trasforma gli alberi del bosco in uno scenario fatato, illuminando e filtrando tra le grandi vetrate degli Skyview Chalets, 12 innovativi glass cube sul Lago di Dobbiaco (BZ), a pochi chilometri dalle maestose Tre Cime di Lavaredo. Qui non ci sono confini tra il paesaggio invernale e gli ambienti interni che profumano di trucioli di cirmolo e avvolgono di calde emozioni gli ospiti, che scelgono di ritagliarsi momenti preziosi in questi originali e riservati Chalets in totale sintonia con la natura. Sdraiarsi sul letto e ammirare come la neve scende dolce dal cielo mentre il bosco è inondato di luce è solo una delle private sensazioni che si possono vivere negli Skyview Chalets. Il tetto, infatti, può diventare trasparente per sognare osservando i fiocchi che cadono o di notte le stelle che brillano. Un rifugio romantico e raffinato, per fuggire dal caos quotidiano, ma nel cuore delle Dolomiti Patrimonio Mondiale UNESCO. Gli Chalets sono dotat