Passa ai contenuti principali

Demenga e la Camerata Zürich al Lingotto‏ di Torino - Martedì 5 aprile 2016 ore 20.30

demenga

Camerata Zürich Thomas Demenga violoncello

Othmar Schoeck (1841-1893)

Sommernacht. Intermezzo pastorale op. 58


Robert Schumann (1810-1856)

Concerto per violoncello e orchestra in la minore op. 129


Dmitrij Šostakovič (1906-1975)

Sinfonia da camera op. 73a

(arrangiamento di Rudolf Barshai)


THOMAS DEMENGA TORNA AL LINGOTTO
INSIEME ALLA CAMERATA ZÜRICH
martedì 5 aprile 2016 ore 20.30 Auditorium «Giovanni Agnelli» • Via Nizza 280 • Torino

È uno dei più importanti violoncellisti presenti sulla scena internazionale e torna ospite dei Concerti del Lingotto dopo nove anni di assenza. Nato a Berna nel 1954 e allievo di Antonio Janigro e Mstislav Rostropovič, Thomas Demenga ha suonato in carriera con molte delle più importanti istituzioni sinfoniche internazionali collaborando con direttori quali Mying-Whun Chung, Charles Dutoit e Wolfgang Sawallisch. Attivo anche come compositore e didatta presso la Hochschule für Musik di Basilea, è direttore artistico della Camerata Zürich, formazione con cui sarà protagonista sul palco dell’Auditorium Giovanni Agnelli martedì 5 aprile 2016 alle 20.30.
“Intermezzo pastorale” è il sottotitolo di Sommernacht op. 58, composizione per soli archi che apre il programma della serata. Scritta nel 1945 dal compositore svizzero Othmar Schoeck è una pagina ispirata a una lirica del poeta Gottfried Keller. Un balzo indietro di quasi un secolo ci proietta nella Düsseldorf del 1850 dove Robert Schumann compose il suo unico Concerto per violoncello e orchestra in la minore op. 129, in cui emerge un perenne conflitto tra il ritmo continuo di monologo interiore del solista e la tradizione segmentazione della forma concertistica. Si ritorna a metà del Novecento con la Sinfonia da camera op. 73a di Dmitrij Šostakovič che conclude il concerto. Non si tratta di un’opera originale, bensì di una trascrizione per archi, legni e arpa del Quartetto per archi n. 3, operata dal violista, compositore e direttore d’orchestra Rudolf Barshai, che all’arrangiamento orchestrale di opere di Šostakovič dedicò la propria attenzione in ben quattro occasioni con soddisfazione del compositore.

La biglietteria è aperta nei giorni 2, 4 e 5 aprile 2016 in via Nizza 280 interno 41, dalle 14.30 alle 19, e un’ora prima del concerto, dalle 19.30. Poltrone numerata da 27 a 54 euro, e ingressi non numerati da 20 e 13 euro (ridotto per i giovani con meno di trent’anni) in vendita un quarto d’ora prima del concerto secondo disponibilità. Informazioni: 011.63.13.721.

La stagione 2015-2016 è resa possibile grazie al sostegno di Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione Piemonte, Città di Torino, Compagnia di San Paolo, Fondazione CRT, Fiat, Exor, Reale Mutua Assicurazioni, Banca del Piemonte, Lingotto, IPI, Lavazza, Sadem Arriva, Unione Industriale, Vittoria Assicurazioni, Banca Regionale Europea, Guido Castagna, PKP Investments, AON, Generali, Banca Sella, Amiat.

Post popolari in questo blog

Mister Italia 2014: Paolo Di Rienzo di Brescia eletto ieri sera a Garda (VR) MISTER ITALIA FITNESS VENETO

MISTER FITNESS VENETO E’ PAOLO DI RIENZO DI BRESCIA 1° classificato: Mister Italia Fitness Veneto, Paolo Di Rienzo, 27 anni,  di Brescia Mister Cinema, Alessandro Mussignani, 18 anni, di Vicenza Mister Alpe Adria, Matteo Inverardi, 26 anni, di Castegnato (BS) Mister Eleganza World of Beauty, Stefano Bronzato, 22 anni, di Isola della Scala (VR) ______________________________________ Si è concluso ieri sera nella splendida piazza di Garda (VR) l’edizione 2014 del Festival del Garda, evento che tra i suoi vari momenti di spettacolo prevedeva anche l’elezione di Miss e Mister del Garda, quest’ultimo concorso collegato a MISTER ITALIA. In occasione della serata che era l’ultima di una serie di manifestazioni svoltesi sia sulla riva lombarda che su quella veneta del lago di Garda, il primo classificato dei Mister, oltre ad essere eletto “ Mister del Garda ” è stato eletto anche “ Mister Fitness Veneto 2014 ” fascia vinta lo scorso anno dal veronese Mattia Cast

Add-Url

Potete condividere i vostri post nel gruppo Eventinews24 di Facebook al link https://www.facebook.com/groups/eventinews24group/?ref=bookmarks   Al fine di velocizzare l'inserimento mandate il comunicato dovrebbe essere scritto nel corpo della mail e l'immagine allegata alla mail. Mandate almeno due settimane prima. Scrivete a iaphet@hotmail.com Non vi garantiamo l'inserimento, solo le informazioni più interessanti. Cordiali saluti, Iaphet Elli www.eventinews24.com _____________ あなたが ウェブサイトを持っている、あなたが 知りたいですか? www.eventinews24.com はあなたに、このページに あなたのリンク を追加したすることができます。 iaphet@hotmail.com に 書き込み、 オブジェクトを入力し 、「リンクの友達を追加 」 _____________ 你有一個網站,你想知道嗎? www.eventinews24.com為您提供了添加你的鏈接此頁面上的能力。 寫iaphet@hotmail.com和輸入對象“添加鏈接FRIEND ” _____________ У вас есть сайт и вы хотите знать? www.eventinews24.com дает вам возможность добавили свою ссылку на этой странице. Напишите iaphet@hotmail.com и введите объект " Добавить ссылку ДРУГУ " ______

MILA di Cinzia Angelini evento di apertura del 69 Trento Film Festival (30 aprile - 9 maggio 2021)

Sarà l’atteso corto di animazione Mila di Cinzia Angelini a inaugurare, venerdì 30 aprile, il 69. Trento Film Festival, in programma dal 30 aprile al 9 maggio (on line fino al 16 maggio). Ispirato ai bombardamenti che colpirono Trento nel 1943, Mila racconta una storia di guerra vista dalla prospettiva di una bambina. Nel film, che si ispira alle testimonianze sulla Seconda Guerra Mondiale della madre della regista, il personaggio di Mila simboleggia il meglio dell’umanità. Per quanto abbia perso ogni cosa, Mila non ha perso l’immaginazione e la speranza. Mila vuole rappresentare tutti i bambini, di ogni guerra, di ogni tempo. Un film che per comunicare sceglie il linguaggio universale della musica, grazie all’emozionate composizione di Flavio Gargano, eseguita dall’Orchestra Haydn di Bolzano e Trento. «Con questo film – dichiara Cinzia Angelini - desidero mostrare la forza e la resilienza che hanno i più giovani, anche se lasciati soli e abbandonati. Oggi i bambini continuano a soffri