Passa ai contenuti principali

The Winter’s Tale Donnellan e Cheek by Jowl al Piccolo Shakespeare per sorprendere - Dal 17 al 21 febbraio 2016 al Piccolo Teatro Strehler

Dal 17 al 21 febbraio al Piccolo Teatro Strehler
Chris Gordon, Eleanor McLoughlin. Photo Johan Persson


The Winter’s Tale
Donnellan e Cheek by Jowl al Piccolo Shakespeare per sorprendere

Il più internazionale dei registi inglesi
nel quattrocentesimo anniversario dalla morte del Bardo

Il regista Declan Donnellan e la sua compagnia Cheek by Jowl, che il Times definisce “fra le più innovative” della scena contemporanea, torna al Teatro Strehler per cinque eccezionali repliche, dal 17 al 21 febbraio, con The Winter’s Tale (Racconto d’inverno). Cheek by Jowl, la compagnia inglese fondata nel 1981 da Donnellan e Nick Ormerod, è per la terza volta al Piccolo con una grande coproduzione internazionale.
Dopo il trascinante Cymbeline e il livido Macbeth, presentati rispettivamente nel 2007 e nel 2010, il fascinoso ensemble onora, nella stagione 2016, il quattrocentesimo anniversario della morte di William Shakespeare con l’allestimento di un testo tra i più inafferrabili e sorprendenti del drammaturgo inglese.

Tra le maggiori opere di Shakespeare - spiega Donnellan - The Winter’s Tale, per quanto scritto nello stesso periodo della Tempesta, abbatte tutte le regole che la Tempesta al contrario segue. Unità di tempo, luogo e azione sono spazzate via mentre vaghiamo da una corte a una nazione, dall’alto della tragedia al basso della commedia, in un arco di tempo di quattordici anni. The Winter’s Tale parla di un re delirante e paranoico, che smembra la propria famiglia. Ma questo è il nuovo Shakespeare, dopo che ha concluso le grandi tragedie e la dura lotta per la redenzione produce barlumi di speranza. L’oscurità iniziale lascia spazio alla gioia, così come il Tempo conduce i personaggi a una conclusione sconvolgente”.

Donnellan e Ormerod allestirono già, nel 1997, The Winter’s Tale per il Maly Drama Teatr di San Pietroburgo, spettacolo che gli guadagnò il prestigioso Golden Mask Award. Acclamato in tutto il mondo, Donnellan, che, come scrive The Guardian, riporta linfa vitale ai classici, ha vinto per tre volte il più ambito premio teatrale inglese: il Laurence Olivier Awards. Con le sue tournée, Cheek by Jowl ha attraversato più di 380 città e 50 paesi in sei continenti.


L’incontro
Venerdì 19 febbraio, alle ore 17, nel Chiostro di via Rovello, nell’ambito del ciclo “Shakespeare Everywhere”, Caroline Patey conversa con la compagnia di The Winter’s Tale. In collaborazione con Università degli Studi di Milano – Dipartimento di lingue e letterature straniere. L’ingresso è gratuito con prenotazione obbligatoria a comunicazione@piccoloteatromilano.it


LA SCHEDA DELLO SPETTACOLO



Piccolo Teatro Strehler (Largo Greppi – M2 Lanza), dal 17 al 21 febbraio  2016
The Winter’s Tale
di William Shakespeare
regia Declan Donnellan
scena Nick Ormerod
luci Judith Greenwood
musiche Paddy Cunneen
con (in ordine di locandina) Orlando James, Edward Sayer, Natalie Radmall-Quirke,
Eleanor McLoughlin, Joy Richardson, Grace Andrews, Abubakar Salim, Ryan Donaldson,
Chris Gordon, Peter Moreton, Sam McArdle, Joseph Black, Guy Hughes, Tom Cawte
coproduzione Cheek by Jowl, Piccolo Teatro di Milano - Teatro d’Europa;
the Barbican Theatre; Les Gémeaux/Sceaux/Scène Nationale; Grand Théâtre de Luxembourg;
Chicago Shakespeare Theater; Centro Dramático Nacional, Madrid (INAEM)
in collaborazione con Shakespeare Lives | British Council | the GREAT Campaign

Spettacolo in inglese con sovratitoli in italiano

Salvo diversa indicazione, gli orari degli spettacoli al Piccolo sono:
martedì, giovedì e sabato, 19.30; mercoledì e venerdì 20.30; domenica 16. Lunedì riposo.

Durata: 3 ore compreso intervallo

Prezzi: platea 40 euro, balconata 32 euro

Informazioni e prenotazioni 848800304 - www.piccoloteatro.org
News, trailer, interviste ai protagonisti su www.piccoloteatro.tv






Milano, 16 febbraio 2016

Post popolari in questo blog

Add-Url

Potete condividere i vostri post nel gruppo Eventinews24 di Facebook al link https://www.facebook.com/groups/eventinews24group/?ref=bookmarks   Al fine di velocizzare l'inserimento mandate il comunicato dovrebbe essere scritto nel corpo della mail e l'immagine allegata alla mail. Mandate almeno due settimane prima. Scrivete a iaphet@hotmail.com Non vi garantiamo l'inserimento, solo le informazioni più interessanti. Cordiali saluti, Iaphet Elli www.eventinews24.com _____________ あなたが ウェブサイトを持っている、あなたが 知りたいですか? www.eventinews24.com はあなたに、このページに あなたのリンク を追加したすることができます。 iaphet@hotmail.com に 書き込み、 オブジェクトを入力し 、「リンクの友達を追加 」 _____________ 你有一個網站,你想知道嗎? www.eventinews24.com為您提供了添加你的鏈接此頁面上的能力。 寫iaphet@hotmail.com和輸入對象“添加鏈接FRIEND ” _____________ У вас есть сайт и вы хотите знать? www.eventinews24.com дает вам возможность добавили свою ссылку на этой странице. Напишите iaphet@hotmail.com и введите объект " Добавить ссылку ДРУГУ " ______

Arte Fiera 2016 > 29 gennaio - 1 febbraio 2016, BOLOGNA

ph. di @Cecile De Montparnasse La 40° edizione di Arte Fiera torna a Bologna 29 gennaio - 1 febbraio 2016 COMUNICATO STAMPA Tra Gallerie e artisti sempre in aumento, la 40° edizione della Fiera Internazionale di Arte Moderna e Contemporanea apre le porte di BolognaFiere al grande pubblico dal 29 gennaio all’ 1 febbraio 2016 . Arte Fiera 2016 si prepara a celebrare i suoi primi 40 anni: un importante anniversario da festeggiare insieme ai protagonisti che ne hanno fatto la storia, tra artisti, galleristi e personaggi, mostrando per la prima volta i Maestri italiani che si sono distinti nel mondo, tutti passati per i padiglioni bolognesi. L'anniversario cade in un momento storico in cui l’arte italiana domina i mercati internazionali. I grandi artisti contemporanei e moderni registrano record senza precedenti e questo conferma una leadership mondiale per la Fiera bolognese. Il ruolo di Arte Fiera è sempre più affermato e questa edizione servirà non sol

I glass cube sul Lago di Dobbiaco | Chalets dotati di letto matrimoniale

glass cube Il candore splendente della neve trasforma gli alberi del bosco in uno scenario fatato, illuminando e filtrando tra le grandi vetrate degli Skyview Chalets, 12 innovativi glass cube sul Lago di Dobbiaco (BZ), a pochi chilometri dalle maestose Tre Cime di Lavaredo. Qui non ci sono confini tra il paesaggio invernale e gli ambienti interni che profumano di trucioli di cirmolo e avvolgono di calde emozioni gli ospiti, che scelgono di ritagliarsi momenti preziosi in questi originali e riservati Chalets in totale sintonia con la natura. Sdraiarsi sul letto e ammirare come la neve scende dolce dal cielo mentre il bosco è inondato di luce è solo una delle private sensazioni che si possono vivere negli Skyview Chalets. Il tetto, infatti, può diventare trasparente per sognare osservando i fiocchi che cadono o di notte le stelle che brillano. Un rifugio romantico e raffinato, per fuggire dal caos quotidiano, ma nel cuore delle Dolomiti Patrimonio Mondiale UNESCO. Gli Chalets sono dotat